Articolo
13 nov 2019

Treno+navetta, un’alternativa per raggiungere lo Zen

di Antony Passalacqua

Lo Zen e gli annosi problemi che gravano attorno ad esso. Decoro, sicurezza, abusivismo, e mobilità. Tanto si è fatto, tante associazioni che si lavorano giornalmente nel territorio,con costanza e passione, ma tanto ancora da fare. E proprio sui trasporti che oggi vogliamo lanciare una proposta per un collegamento rapido, sfruttando la linea del Passante Ferroviario. Lo Zen è attualmente è servito dalla linea 619. Monitorabile in tempo reale tramite l'app mobile Moovit, ma con vari problemi: vetture insufficienti e traffico, tanto traffico prima di arrivare allo Stadio e cambiare linea. Eppure ci sarebbe la possibilità di creare un ulteriore collegamento più rapido, aggiuntivo alla 619, fra lo Zen e il resto della città. Il Passante Ferroviario, per il suo tragitto, rappresenta la spina dorsale del trasporto pubblico cittadino attraversando buona parte della città da Nord a Sud. E proprio sfruttando il suo tracciato che potrebbero essere "allacciati" interi quartieri e borgate usufruendo così di un collegamento rapido e che in prospettiva avrà senza dubbio margini di miglioramento.Basterebbe una navetta che faccia da spola fra il quartiere, e più nello specifico via L. Einaudi e la fermata del Passante Ferroviario a Cardillo. Il percorso si snoderebbe proprio da via L. Einaudi e sfruttando la nuova rotatoria di via L. di Scalea, ci si immetterebbe più rapidamente su via F. Besta. Da qui via Tommaso Natale, via Costantino giungendo infine alla fermata.  Un percorso di circa 1,8km che una navetta senza fermate intermedie potrebbe impiegare in 5'. Vantaggi: -Un collegamento rapido perché percorre strade prevalentemente larghe e scorrevoli -Si evitano i lunghi tempi di percorrenza in bus costretti a incolonnarsi nel traffico presso villa Adriana e viale Strasburgo ancor prima di arrivare al nodo Stadio. -Tempi certi perchè la navetta partirebbe in corrispondenza degli orari di arrivo/partenza dei treni. -Non solo un'opportunità per raggiungere il centro città (Notarbartolo, Lolli) o il Centro Storico (Orleans), ma anche in direzione opposta per l'aeroporto e i comuni limitrofi come Isola delle Femmine, Capaci, Carini. Criticità: -Verificare le risorse finanziarie che Amat ha a disposizione nell'attuale contratto di servizio e tali da poter attuare in tempi brevi questo collegamento. -Da verificare l'ampiezza di via Costantino. La navetta per il ritorno potrà eseguire l'inversione di percorso tramite via del Pesco. -Immettere maggiori risorse finanziarie per il futuro nuovo contratto di servizio Amat. Tale proposta va ad aggiungersi assieme alle altre precedenti per meglio collegare Sferracavallo e Mondello  con le fermate di Tommaso Natale e Sferracavallo. Una navetta senza fermate intermedie che partirebbe in corrispondenza degli arrivi (o delle partenze), e non incontrerebbe neppure tanto traffico tramite via L.di Scalea e la via F. Besta. Se siamo stati bravi a ghettizzare quelle persone, la classe politica dovrebbe essere altrettanto brava a far diventare meno periferia queste aree.

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
13 nov 2019

Autostrada A29: nella notte tra giovedì 14 e venerdì 15 novembre chiusura per lavori del gestore della rete elettrica

di Fabio Nicolosi

Nella notte tra giovedì 14 e venerdì 15 novembre, da mezzanotte all’una del mattino, l’autostrada A29 “Palermo-Mazara del Vallo” sarà chiusa al traffico, in entrambe le direzioni, tra gli svincoli di Tommaso Natale e Capaci. Il provvedimento si rende necessario per consentire al gestore della rete elettrica di procedere alla demolizione di due tralicci e della relativa linea di conduttori in attraversamento in corrispondenza del km 3,000 dell’autostrada.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 nov 2019

AMAP | Giovedì 14 Novembre interruzione idrica alla sottorete Politeama

di Fabio Nicolosi

L’AMAP informa che, per lavori connessi alla realizzazione della stazione Anello Ferroviario di piazza Castelnuovo, angolo via Ruggero Settimo, interferente con la rete idrica, dalle ore 5:00 alle ore 22,00 di giovedì 14/11/2019, verrà ridotta l’erogazione idrica a Palermo, nella sottorete 4 “Politeama”. E’ possibile il verificarsi di disservizi nella zona delimitata tra le vie Duca della Verdura, via Notarbartolo, Malaspina, Bixio, Spallitta, Regina Margherita, Guglielmo il Buono, Colonna Rotta, Albero Amedeo, Vittorio E. Orlando, Volturno, Cavour e F.sco Crispi. L’erogazione idrica sarà riattivata a fine intervento e si normalizzerà nelle 24 ore successive, salvo imprevisti.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
11 nov 2019

Estensione ztl notturna in Centro Storico, cosa serve?

di Antony Passalacqua

Palermo - Ztl h24 o estesa ai weekend? E' senza il dubbio il tema che terrà banco per le prossime settimane in città e che vede contrapposti due blocchi. Da una parte i residenti che chiedono l'estensione della limitazione al traffico anche la notte. Schiamazzi, impossibilità nel ricercare un posto auto nelle ore serali, passi carrabili occupati abusivamente, sosta selvaggia in svariate strade, l'estensione della ztl viene vista come un freno a questi episodi. Dalla sponda opposta invece, i commercianti che conducono le attività ristorative e preoccupati per una possibile ripercussione sulle presenze e incassi. Senza dubbio il Centro Storico ha subito un processo culturale negli ultimi anni grazie alle pedonalizzazioni e agli itinerari Unesco che da un alto hanno favorito un massiccio afflusso di turisti, da un'altra la nascita di nuove attività commerciali. Come conciliare le richieste al fine di evitarne conflitti sociali? Da sempre sosteniamo che la vera sfida è l'accessibilità in Centro Storico in maniera sostenibile, distinguendo il diritto alla mobilità dal diritto all'accessibilità. Errore che tanti commettono, se non addirittura a pretendere il posto auto sotto casa in virtù del bollo auto pagato. Il provvedimento di prossima attuazione ha subito un'accelerata dopo la lettera che il Prefetto ha indirizzato al Comune chiedendo forti limitazioni alle auto nelle ore serali. Pur comprendendo le motivazioni, sarebbe stato più logico attuare la nuova ztl dalla prossima primavera e ne illustriamo le ragioni. -Ben 22 nuove telecamere verranno installate fra Febbraio e Aprile per "coprire" gli attuali varchi scoperti della Ztl che ad oggi conta solo 5 telecamere a presidio dei rispettivi varchi. Con più telecamere la ztl sarà più efficace e le risorse umane della Polizia Municipale potranno essere impiegate altrove. -10 nuove telecamere ad esclusivo servizio delle grandi piazze pedonali che potranno monitorare gli accessi da parte dei non autorizzati. -A Febbraio entreranno in servizio i nuovi 100 autisti Amat, a colmare le criticità che vedono oggi bus fermi in rimessa per assenza di personale. Inoltre maggiori risorse finanziarie per il prossimo contratto di servizio, e tali da prevedere l'istituzione di particolari navette (compresa la modifica dell'attuale Free Centro Storico) che permettano un collegamento fra i parcheggi alla ztl con il Centro Storico. Se a fine mese verrà avviata la fase sperimentale, le risorse non saranno certo notevoli e di conseguenza si tratterà inevitabilmente di un provvedimento provvisorio a cui seguiranno dei correttivi. Cosa fare nel frattempo? Bisogna mettere a sistema le attuali aree parcheggio esistenti attorno al Centro Storico. Parliamo dei parcheggi di piazza Cairoli e Cupani (rispettivamente ai della Stazione Centrale gestiti da Metropark), il parcheggio Tribunale (Apcoa), il parcheggio Porto (Parking Amari), piazzale Ungheria (Amat, che già offre la sosta a €1,00 per l'intera notte). Consentire la sosta ad una tariffa agevolata durante una fascia oraria, per esempio dalle 20:00 fino alle 02:00 durante i weekend. Ciò favorirebbe l'utilizzo di queste aree ed in particolar modo Cairoli e Cupani. Se a questi aggiungiamo una navetta che faccia 4 fermate ben mirate lungo via Roma (piazza S.Anna, Vucciria, Belmonte, Sturzo), si andrebbe ad alleggerire il carico veicolare all'interno del Centro Storico evitando così i lunghi incolonnamenti durante le sere. Ovviamente da verificare le risorse finanziarie di Amat per la creazione di questi "movida bus". Più possibilità per i residenti nel trovare un posto auto, meno smog lungo strade del Centro quali via Alloro (fra le più trafficate). Il prolungamento di orario della linea 101 non è un'idea da scartare se non addirittura d'obbligo dato che il servizio bus cessa alle 22:00 circa. A patto che a bordo sia presente del personale per la verifica dei biglietti e la salvaguardia dei passeggeri. Sono solo alcuni esempi di come attuare nell'immediato il provvedimento, ma è ovvio che in ottica futura andrà ripensato il sistema di bus riorganizzando le navette del Centro Storico e i bus per i parcheggi scambiatori quali Basile ed Emiri.

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
10 nov 2019

Avviso forte maltempo da lunedì 11 novembre: possibili nubifragi e venti forti

di centrometeosicilia

Un profondo ed insidioso vortice depressionario alimentato da aria fredda proveniente dal nord-atlantico causerà un drastico peggioramento delle condizioni meteo-climatiche sulla nostra isola dove, a partire da domani lunedì 11 novembre, sarà alto il rischio di piogge alluvionali.Scendiamo nel dettaglio e scopriamo insieme cosa riserverà il tempo nella provincia di Palermo. Dopo una mattinata incerta caratterizzata da nubi sparse e fenomeni isolati, a partire dal primo pomeriggio assisteremo ad generale peggioramento a partire dal sud della provincia con rovesci e temporali sparsi che potranno assumere carattere di nubifragio specie sul settore occidentale. In serata i fenomeni più intensi si concentreranno sull'est del palermitano dove anche qui potranno assumere carattere di nubifragio. La giornata di martedì 12 sarà caratterizzata da condizioni di forte instabilità con rovesci e temporali sparsi che risulteranno più organizzati ed insistenti sul settore meridionale della provincia. Le temperature saranno stazionarie mentre i venti soffieranno  forti di scirocco. Per quanto riguarda i mari il basso Tirreno risulterà molto mosso per tutto il periodo. VIABILITÀ: raccomandiamo prudenza alla guida sulle principali reti autostradali e sulle statali e provinciali interne. Ricordiamo che i limiti di velocità sulla rete autostradale in caso di maltempo scende a 110 km/h, invitandovi a rispettare la distanze di sicurezza. Per quanto riguarda Palermo possibili locali disagi sulle strade cittadine specie lungo le aree pedemontane e nelle aree costiere come Mondello e zona porto. Questo è un bollettino previsionale in collaborazione col Centro Meteorologico Siciliano portale di divulgazione e condivisione di fatti meteorologici. La sua attendibilità è pari al 70% Per rimanere sempre aggiornato sulla viabilità dell’area metropolitana di Palermo, puoi ricevere notifiche sull’info mobilità unendoti al canale Telegram https://t.me/trafficoemobilitapalermo  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 nov 2019

Nuovo tunnel autostradale a Palermo, quando i sogni si infrangono con la realtà

di Antony Passalacqua

Palermo - Un nuovo tunnel  per collegare direttamente le autostrade A29 (Palermo-Mazara del Vallo) e la A19 (Palermo-Catania Messina), evitando il traffico lungo la circonvallazione di Palermo. Questo secondo quanto emerso in un incontro ieri fra il viceministro per le Infrastrutture G.o Cancelleri, e il provveditore per le Opere pubbliche di Sicilia e Calabria, G. Ievolella. Un'opera di 12 km di lunghezza con imbocchi rispettivamente all'altezza dello svincolo di Villabate e  del futuro svincolo di viale Francia, e un'uscita al Porto.  Costi previsti pari a 1,3 mld di euro. L'obiettivo è quello di rendere più rapidi i collegamenti fra i due rami autostradali senza più il "tappo" Circonvallazione, da un altro lato di decongestionare dal traffico di mezzi pesanti importanti strade come  via Messina Marina, Crispi, Sampolo, Alcide De Gasperi, Ausonia, Belgio. E fin qui i propositi sono sempre buoni. Ma attenzione però, perché si tratta di un'idea progettuale che per metà corrisponde ad un progetto già redatto dall'Autorità Portuale di Palermo e di cui vi mostriamo qualche dettaglio.   Per il tracciato originario, di cui c'è già uno progetto di massima, si parla di un costo di circa 500 mln di euro. Allo stato attuale è accantonato per via degli alti costi e in attesa di reperimento di finanziamenti. E rivedendo quest'ultimo progetto, capiamo il perché del "curvone" del tunnel presente nel progetto illustrato dal viceminsitro e necessario per innestarsi al Porto. Più che tunnel per agevolare i collegamenti fra i due rami autostradali, sembrerebbe un'infrastruttura destinata a drenare il traffico dei mezzi pesanti da e per il porto. A questo punto poniamo delle domande:  -Come si concilia l'imbocco su viale Francia dato che il precedente progetto non teneva conto della futura linea tranviaria e del prolungamento di viale Francia? -Esiste un'analisi costi/benefici che giustificherebbe la spesa di 1,3 mld di euro? -Se in futuro il traffico dei mezzi pesanti verrà dirottato verso il porto di Termini Imerese, ha senso pensare ad una via di sfogo attorno l'area portuale di Palermo? Il traffico che ne deriverebbe da questa operazione, giustificherebbe la realizzazione di questo tunnel? -Se si voleva creare un rapido collegamento fra le due autostrade, non avrebbe più senso creare un tunnel che ricalchi sostanzialmente l'attuale circonvallazione, rettificando qualche tratto? Eppure non servono opere colossali come questa per rendere ancora più scorrevole e sicura la Circonvallazione di Palermo. Parliamo degli attuali progetti di raddoppio del Ponte Corleone e sottopasso Perpignano, in fase di redazione. Opere che al momento hanno la copertura finanziaria ma bisogna accelerare sui tempi. La realizzazione di ulteriori sovrappassi pedonali, uno su tutti quello all'altezza di piazzale J. Lennon, e infine pannelli a messaggi variabili per consentire rapide uscite dalla Circonvallazione in caso di incidenti. Ecco perché complessivamente, questo progetto del nuovo tunnel ad oggi è solo un'ipotesi che non ha alcuna base sia dal punto di vista finanziario e urbanistico.

Leggi tutto    Commenti 53
Articolo
04 nov 2019

Via Palinuro | Da lunedì 4 Novembre riprendono i lavori

di Fabio Nicolosi

Dopo l'annuncio sull'approvazione della perizia di variante, riprenderanno oggi, lunedì 4 novembre, i lavori per il completamento di Via Palinuro. I tecnici del Comune incontreranno in cantiere la Ditta Condor S.r.l. per una ricognizione e per procedere alla riconsegna dei lavori. L'impresa farà le operazioni di verifica per il tracciato dei lavori secondo i disegni di perizia. I lavori erano stati affidati nel gennaio 2018 ed a luglio dello stesso anno era stata predisposta la sospensione in attesa della perizia di variante. Ad ottobre 2019, l’Assessorato regionale alle Infrastrutture ha assunto l’impegno di spesa ed approvato la perizia di variante per la realizzazione di una soletta di rinforzo sul canale Ferro di Cavallo, la cui mancanza era stata causa dell'interruzione dell’opera. Si sblocca, così, il completamento della via che si collega a via Mondello e, da qui, a via Galatea. Questo creerà una circolazione ad anello in grado di sostituire l'attuale percorso a mare. “Dopo una sospensione dovuta ad esigenze tecniche e problemi finanziari – dichiara il sindaco Leoluca Orlando - riprendono i lavori per il completamento della via Palinuro, arteria di grande importanza per la vivibilità e attrattività del quartiere di Mondello e determinante tassello di un percorso di pedonalizzazioni in conformità a quanto richiesto da residenti ed operatori economici e turistici della borgata“. “Sicuramente sarà – commenta l’assessora alla Rigenerazione Urbana ed ai Lavori Pubblici, Maria Prestigiacomo - fonte di sviluppo economico per la borgata marinara. La ripresa ed il completamento dei lavori di via Palinuro restituisce la passeggiata a mare ai cittadini ed innesca un nuovo percorso di sviluppo economico della borgata marinara“ I tempi previsti per il completamento dell'opera sono di circa quattro mesi. Monitoreremo il cantiere affinché si rispettino i tempi. Sará la volta buona? Potremo iniziare a parlare di pedonalizzazione di Mondello per l'estate 2020?

Leggi tutto    Commenti 1

Ultimi commenti