Articolo
03 lug 2020

Anello Ferroviario | Si realizzano i cordoli sommitali in Area 6.3A

di Fabio Nicolosi

Vi offriamo una panoramica sui lavori dell'anello ferroviario in via Amari. L'azienda D'Agostino Costruzioni sta portando avanti i lavori mettendo in campo tutte le risorse necessarie per terminare i lavori secondo il nuovo crono-programma. In area 6.3B e 6.3C, quella più vicina a via Ruggero Settimo, sono in fase di ultimazione le palificazioni. Si prevede la riconsegna delle due aree il 29 Agosto e il 21 Settembre In area 6.2A, all'incrocio con Via Roma, ultimata la bonifica bellica, si sta lavorando allo spostamento dei sottoservizi per liberare le aree dove andranno realizzate le paratie della galleria e, a seguire, il solettone di copertura. La riconsegna è prevista il 18 Settembre Ringraziamo Pietro A. per le foto: In Area 6.3A Sono terminate le palificazioni per le due paratie, è in corso lo scavo per liberare le teste dei pali e si stanno realizzando i cordoli sommintali. L'area dovrà essere riconsegnata entro il 17 Luglio. Infine in area 6.2B, coincidente con via Isidoro la Lumia, la bonifica bellica sembra terminata e adesso si stanno ispezionando i vari pozzetti dei sottoservizi per proseguire con lo spostamento. La fine dei lavori in superficie è fissata per il 10 Novembre

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
02 lug 2020

FOTO | CC Forum Palermo: l’area food si rifà il look

di Fabio Nicolosi

A distanza di 10 anni la società che gestisce il centro commerciale Forum Palermo ha deciso di rinnovare parzialmente la sua area food. Siamo in grado di mostrarvi grazie al contributi di ABGroup - Ingegneria e Servizi Tecnici Integrati le tavole e le foto dei lavori attualmente in corso Il progetto prevede la demolizione parziale e l'ampliamento della Food Court del Centro Commerciale Forum Palermo. Le nuove strutture, per congruenza con le opere esistenti, sono di tipo misto, con elementi sismo-resistenti verticali in c.a. e orizzontamenti con struttura portante metallica. I solai sono in acciaio-cls. La zona d'ingresso prevede una tenso-struttura leggera, ottimizzata attraverso una procedura di form finding. Le fondazioni sono del tipo indiretto, costitute da pali a elica continua (CFA). L'attività si svolge su più fronti. Internamente è stata smantellelata l'area esistente e si sta provvedendo alla realizzazione dei nuovi pilastri che sorreggeranno la struttura. Esternamente invece una trivella sta realizzando i pali di fondazione che saranno successivamente realizzati. Il progetto definitivo architettonico e direzione lavori opere edili è a cura dell'Ing. A. Agnello; il progetto esecutivo architettonico e coordinatore sicurezza progettazione è in carico alla Lombardini22 per l'area A e ad ABGroup per l'area B Infine il progetto definitivo ed esecutivo e direzione lavori impianti è stato affidato a Cartia & Chifari Purtroppo non sappiamo quando è prevista la riconsegna dell'area completata e i costi di realizzazione

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
30 giu 2020

AMAP | Acqua dei Corsari: Consegnati i lavori parziali di potenziamento del depuratore

di Fabio Nicolosi

Sono stati consegnati ieri i lavori di potenziamento parziali del depuratore di Acqua dei Corsari. L'opera, che consentirà lo smaltimento delle acque reflue della città e il superamento dell’infrazione per assenza di impianti di depurazione C-565/10, servirà 880 mila abitanti, rispetto ai 440 mila attuali. Alla consegna dei lavori questa mattina erano presenti il sindaco Leoluca Orlando, il subcommissario alla Depurazione Riccardo Costanza e l’amministratore unico di Amap Alessandro Di Martino, assieme al responsabile del procedimento Giovanni Pizzo di Sogesid (Società “in house” del ministero dell’Ambiente e delle Infrastrutture), al direttore dei lavori Silvio Rossetti (Rti Sering Ingegneria e altri) e all’impresa affidataria Emit group Ercole Marelli impianti. I lavori, affidati ad un’unica regia sotto il coordinamento del Commissario straordinario unico per la depurazione, ufficio guidato da Maurizio Giugni, docente dell’Università di Napoli, al momento saranno solo quelli urgenti e indifferibili relativi alla sicurezza dell’impianto e del processo di depurazione: - messa in sicurezza di alcune aree con muri di contenimento; - realizzazione di una prima stazione di “grigliatura” dei reflui al fine di rimuovere eventuali solidi; - completamento di una terza linea di eliminazione di sabbia, in modo che anche in caso di emergenze almeno una linea sia in funzione; - riqualificazione e ammodernamento delle aree destinate all'essiccazione dei fanghi di depurazione, in modo da rendere più veloci le operazioni di rimozione e smaltimento; - installazione di nuovi impianti nell’area di sollevamento dei reflui che rendano il sistema in grado di reggere a eventuali carichi improvvisi dovuti a eventi meteorici eccezionali. “Finalmente - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando - uno dei più grandi progetti per la sicurezza ambientale della nostra città e del nostro territorio vede un importante passo avanti, dopo anni in cui l’immobilismo del precedente governo regionale ha fatto un danno incalcolabile, oggi superato dalla collaborazione fra Comune, Commissario unico e Amap". “Acqua dei Corsari – ha spiegato nei giorni scorsi il Commissario unico per la depurazione Maurizio Giugni – è l’opera cardine del nuovo sistema fognario depurativo di Palermo, attorno a cui ruotano tutti gli altri cantieri del capoluogo. Abbiamo la necessità - ha aggiunto - di portare avanti subito quelle opere che adattano le capacità del depuratore esistente allo schema del nuovo impianto, prevenendo altri ritardi su un’opera attesa, di alto valore ambientale e la cui mancanza oggi pesa per circa 4,4 milioni l’anno di sanzioni europee”. "L'adeguamento e potenziamento dell'impianto di depurazione di Acqua dei Corsari - ha dichiarato l'amministratore unico di Amap, Alessandro Di Martino - costituisce il tassello principale delle opere individuate e finanziate dalla delibera CIPE che avevano portato alla procedura di infrazione. Lo scopo del progetto è quello di adeguare l'infrastruttura in modo da poter ampliare la capacità depurativa dagli attuali 400 mila agli 800 mila abitanti equivalenti, convogliando in essa la totalità dell'area cittadina. Ritengo che questo progetto - ha concluso - rappresenti uno step fondamentale per il suo notevole impatto sulla tutela dell'ambiente e salute pubblica". Subito dopo questi lavori, che dureranno circa tre mesi, il rinnovo delle autorizzazioni, scadute nel 2014, potrà consentire il proseguimento dell’iter del progetto complessivo, a partire dall’ampliamento con nuove vasche e la realizzazione delle nuove aree di reazione/depurazione.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
29 giu 2020

Passante Ferroviario | Una panoramica sui lavori di realizzazione di realizzazione della nuova bretella su viale Francia

di Fabio Nicolosi

Procedono i lavori di realizzazione della nuova viabilità che collegherà Viale Francia e via Nenni. Nei giorni scorsi l'ufficio traffico del comune di Palermo ha emesso l'ordinanza n°434 con cui si autorizza la cantierizzazione di due aree su via Nenni per proseguire le lavorazioni per la nuova intersezione. Le due aree serviranno a realizzare l'intersezione tra via Nenni e la nuova viabilità. L'area a ridosso della Croce Rossa Italiana da anni espropriata adesso è totalmente cantierizzata e si sta provvedendo alla realizzazione del nuovo muro di separazione tra la sede stradale e l'area privata. Ricordiamo la planimetria di progetto che prevede la realizzazione di una grossa rotatoria proprio nei pressi della stazione Francia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 giu 2020

Anello Ferroviario | Dal 6 Luglio chiuderà l’incrocio fra via Ruggero Settimo con piazza Castelnuovo

di Antony Passalacqua

Palermo - Fra poco più di dieci giorni scatterà la chiusura dell'incrocio fra via Ruggero Settimo e piazza Castelnuovo. Chiusura che si rende necessaria per  ultimare le "palificazioni" della futura galleria sottostante e riconnetterla coi tratti già ultimati lungo via E. Amari. L’assessore alle Attività Economiche, Leopoldo Piampiano ha scritto oggi una lettera - indirizzata ai presidenti di Confesercenti, Confcommercio e Confartigianato di Palermo e, per conoscenza, al sindaco ed agli assessori alle Infrastrutture ed all'Urbanistica e Mobilità - inerente all’inizio dei lavori per la realizzazione dell'anello ferroviario. “Si fa seguito a quanto discusso in sede di videoconferenza tenutasi in data 19/06/2020 ed alla vs. missiva di pari oggetto del 24/06/2020  - si legge nella nota - per informare le SS.LL. che, a seguito ulteriori confronti intervenuti tra il Sig. Sindaco, gli Assessori competenti, l'azienda esecutrice dei lavori e la stazione appaltante, si è evidenziata la necessità di far partire i lavori in data 06/07/2020, confermando la previsione di chiusura degli stessi per il 30/11/2020. Relativamente alla vs. richiesta di chiarimenti relativa al coinvolgimento della via Ruggiero Settimo – continua Piampiano - sentito l’Assessore alla Mobilità si precisa che il cantiere interesserà una superficie molto ridotta nell’intersezione con la piazza Castelnuovo. Si conferma inoltre l'impegno assunto dallo scrivente di fornire periodicamente aggiornamenti sulla progressione dei lavori, contando in tal senso sull’indispensabile contributo degli Assessori in indirizzo".

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
25 giu 2020

Piste Ciclabili: quanto è importante la sicurezza stradale

di Mobilita Palermo

Palermo - L'immagine che vi mostriamo fa parte degli interventi di rifacimento/messa in sicurezza/manutenzione dell'attuale rete ciclabile cittadina annunciata qualche settimana fa dall'amministrazione comunale. E' la novità rilevante, ovvero l'utilizzo di vernice bicomponente rossa con l'obiettivo di evidenziare maggiormente  la presenza degli attuali percorsi ciclabili e dei nuovi itinerari, in special modo gli attraversamenti. Tanti sono coloro che disconoscono il significato dell’apposita segnaletica stradale, tanti sono coloro che rischiano ogni giorno a causa del comportamento sconsiderato di alcuni automobilisti (velocità elevata in primis), tante sono le persone che ci hanno rimesso la propria vita. Certamente nessuno nega le criticità riscontrate lungo il tratto di via dell'Olimpo e ben note a tutti da tempo dato che tale percorso esisteva già (o per meglio dire stava scomparendo): sosta selvaggia, attività abusive lungo la ciclabile, e avvallamenti creati dalle radici degli alberi. Si, perché ancora nel 2020 si pagano scelte errate fatte 40 anni fa circa: solo un genio poteva pensare di piantare delle "chorisie" sui marciapiedi, rendendoli poi impraticabili. L'auspicio è che le altre aziende ex municipalizzate possano intervenire per risolvere le criticità strutturali (sistemazione cassonetti, marciapiedi spaccati). Tornando alle ciclabili, l'interrogativo che si pongono tanti è il seguente: può una striscia continua per terra creare una ciclabile? Si, secondo il C.d.S.  La ciclabile all'interno del Parco della Favorita è infatti a norma. E' più che legittimo il timore di tanti nel percorrerla in bici a causa della velocità delle auto (nonostante il limite di velocità), e non sono in pochi a chiedere l'installazione di cordoli. Ma un cordolo può essere oltrepassato già a 20km/h e pertanto non verrebbe salvaguardata l'incolumità del ciclista che si sentirà  "soggettivamente" più protetto. Quindi il problema è la realizzazione di una ciclabile ben protetta, con "muri/filo spinato/fossato", o chi percorre le strade a proprio uso e consumo? E ancora: se in autostrada ci si guarda bene dall'oltrepassare la striscia bianca alla nostra destra, perché la stessa striscia bianca/gialla in città non può essere rispettata? Altro dato statistico: nel primo semestre del 2019 sono stati 10 i pedoni falciati dalle auto. Numeri che fanno certamente riflettere su quanta responsabilità abbia chi è al volante. Perché oltre alla propria vita, c'è da salvaguardare quella di chi ci cammina intorno. Vi terremo aggiornati circa i lavori di ripristino delle corsie e piste ciclabili (anche qui è importante la differenza) mostrando lo stato di fatto e il prossimo avvio dei lavori del nuovo percorso ciclabile fra via Praga e via P. di Villafranca. Inviateci pure foto e/o segnalazioni su eventuali criticità .    

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
24 giu 2020

Anello Ferroviario | Piazza Castelnuovo sarà totalmente riaperta da Novembre 2020

di Fabio Nicolosi

I lavori per la costruzione della fermata Politeama del cantiere dell'anello ferroviario sono iniziati a febbraio 2018. Un cantiere che ha privato la cittadinanza di una delle piazze più conosciute, luogo di incontro sopratutto tra i giovani. Aree recintate da pannelli grigi che i palermitani sono ormai abituati a vedere e sopportare. Ma dopo anni dove il cronoprogramma era un mistero e un segreto, oggi siamo in grado di darvi una data. La data di fine lavori in superficie. Chiariamo subito che si tratta di una previsione che potrebbe essere soggetta a modifiche, ma intanto abbiamo una prima previsione. Dall'immagine sopra si legge che le aree 7.2C, 7.2B e 7.2A saranno occupate rispettivamente fino al 26 Ottobre 2020. Sia chiaro la riconsegna delle aree non significa la fine dei lavori, sarà infatti necessario realizzare le strutture sottostanti la sede stradale, la stazione ferroviario, i vari accessi, i locali tecnici, ecc. Insomma il lavoro è tutt'altro che finito, ma per la viabilità sarà sicuramente un'importante svolta e un ritorno al passato. Sono state forniti anche altri dettagli sulla riconsegna delle aree, ma dedicheremo ad essi ulteriori approfondimenti. Ti potrebbe interessare anche: Scheda dell'opera Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali: Sito internet: http://palermo.mobilita.org Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679 Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo Telegram: https://t.me/trafficoemobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 10

Ultimi commenti