Articolo
09 giu 2021

Trenitalia | Dal 14 Giugno torna il collegamento diretto tra l’aeroporto Falcone e Borsellino e Cefalù

di Mobilita Palermo

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa di Trenitalia dove viene confermata a partire dal 14 Giugno e fino al 5 Settembre il Cefalù Line, il treno che collega l'aeroporto Falcone Borsellino, Palermo e Cefalù Confermato, fino al 5 settembre, il Cefalù Line che collega nei giorni festivi, l’aeroporto internazionale “Falcone e Borsellino” di Punta Raisi e la città di Palermo a Cefalù. A disposizione dei viaggiatori ci sono 14 collegamenti tra Punta Raisi e Cefalù e 16 tra Palermo Centrale e Cefalù. Dal 24 giugno, inoltre, saranno attivi ulteriori collegamenti il sabato: 6 tra Palermo Centrale e Cefalù e 6 tra Punta Raisi e Cefalù. Un collegamento che è un semplice contentino e che spesso abbiamo criticato perché andrebbe esteso per l'intera settimana. Ne abbiamo parlato proprio qualche giorno fa anche con Giacomo Fazio, presidente del Comitato Pendolari Sicilia Al minuto 46.00 trovate una domanda specifica sui treni "estivi" TARIFFE SPECIALI Per incentivare l’uso del treno, Trenitalia propone offerte dedicate, tariffe speciali e riduzioni. Per viaggiare senza limitazioni su tutti i treni regionali e in ogni destinazione, fra le 12 del venerdì e le 12 del lunedì, sino al 27 settembre, è possibile usufruire delle promozioni Estate Insieme ed Estate Insieme XL e Promo Plus. Bambini e ragazzi fino a 15 anni, accompagnati da un adulto over 25, possono viaggiare gratuitamente con la Promo Junior, mentre i titolari di abbonamento regionale possono far viaggiare un’altra persona con un solo biglietto con la promo Viaggia con me. Riportiamo anche le altre linee speciali che Trenitalia attiverà nell'intera isola: AL MARE IN TRENO COL TRASPORTO REGIONALE Tante le novità del trasporto regionale, in accordo con la Regione, Committente del Servizio, previsti maggiori collegamenti per raggiungere alcune fra le più rinomate località turistiche siciliane. Servizi già molto apprezzati durante la scorsa stagione. Novità di quest’anno, è il Taormina Line, attivo fino al 5 settembre, con 6 collegamenti aggiuntivi, nei giorni festivi, fra Catania Centrale e Letojanni con fermate ad Acireale, Giarre-Riposto e Taormina-Giardini. A partire dal 24 giugno arrivano inoltre il Taormina Link per collegare la stazione di Taormina-Giardini al borgo taorminese grazie ai bus di ASM Taormina, e l’Etna Link (dal 1° luglio) con servizi di Ferrovia Circumetnea in partenza dalla stazione di Giarre-Riposto sino a Piano Provenzana, alle pendici dell’Etna. Confermato, fino al 5 settembre, il Cefalù Line che collega nei giorni festivi, l’aeroporto internazionale “Falcone e Borsellino” di Punta Raisi e la città di Palermo a Cefalù. A disposizione dei viaggiatori ci sono 14 collegamenti tra Punta Raisi e Cefalù e 16 tra Palermo Centrale e Cefalù. Dal 24 giugno, inoltre, saranno attivi ulteriori collegamenti il sabato: 6 tra Palermo Centrale e Cefalù e 6 tra Punta Raisi e Cefalù. Torna anche il Barocco Line che fino al 10 ottobre, con 17 collegamenti attivi nei giorni festivi, per scoprire la Val di Noto e delle sue perle, con fermate a Siracusa, Fontane Bianche, Avola, Noto, Pozzallo, Scicli, Modica, Ragusa Ibla, Ragusa, Donnafugata. Aumentano inoltre le corse per alcune aree metropolitane: la Metroferrovia tra Messina Centrale e Giampilieri si arricchisce di ulteriori 5 coppie di treni, 2 nuovi collegamenti tra Siracusa e Noto sono attivi dal lunedì al sabato fino all’11 settembre.

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
31 mag 2021

Cantieri Navali | Fincantieri consegna la rinnovata Star Legend

di Mobilita Palermo

“Star Legend”, la seconda nave del piano di allungamento e ammodernamento Star Plus Initiative dell’armatore Windstar Cruises, uno dei principali operatori nel settore delle crociere di alta gamma, è stata consegnata presso lo stabilimento Fincantieri di Palermo. Il programma, del valore di 250 milioni di dollari che vede coinvolte tre navi della classe Star, “Star Breeze”, consegnata lo scorso anno, “Star Legend” e “Star Pride”, ha previsto tre principali fasi complesse d’intervento: l’inserimento al centro dello scafo della nave di una nuova sezione di 25,6 metri; la sostituzione dei motori di propulsione e dei diesel generatori per una navigazione più attenta all’ambiente; e infine l’ammodernamento di numerose sale pubbliche e delle cabine. Prima dell’intervento di allungamento, “Star Legend” aveva una lunghezza di 134 metri, una stazza di circa 10.000 tonnellate e una capacità di 212 passeggeri. Ora, al termine dei lavori, è lunga circa 160 metri, ha una stazza di circa 13.000 tonnellate ed è in grado di ospitare 312 passeggeri a bordo. Grazie alla notevole esperienza accumulata con interventi di grande chirurgia navale progettati ed eseguiti per conto delle principali società armatrici, Fincantieri si è affermata come punto di riferimento a livello mondiale per questo genere di operazioni molto sofisticate, che hanno consolidato la leadership del Gruppo nel comparto delle trasformazioni navali ad alta specializzazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 mag 2021

AMG Energia | Riacceso il semaforo all’incrocio tra via Sandro Pertini e via Trapani Pescia

di Mobilita Palermo

É tornato in funzione l’impianto semaforico che regola l’incrocio tra via Sandro Pertini e via Trapani Pescia. La riattivazione è stata definita da AMG Energia e rientra in un intervento di manutenzione straordinaria, autorizzato e finanziato dal Comune di Palermo-servizio Infrastrutture, per razionalizzare l’alimentazione di quattro semafori presenti nella cosiddetta strada perimetrale dello Zen: l’impianto all’altezza di via Trapani Pescia, i due semafori presenti all’altezza di via Cesare Brandi e quello all’incrocio con via Fausto Coppi. Gli impianti, infatti, sono stati resi autonomi rispetto alla cabina che alimenta la pubblica illuminazione con l’installazione di misuratori di energia dedicati. “In sinergia con l’amministrazione comunale stiamo realizzando un intervento importante ai fini della sicurezza in una zona caratterizzata dall’alta velocità dei veicoli”, dice il presidente del Cda di AMG Energia, Mario Butera. Il semaforo riacceso regola l’incrocio Sandro Pertini-Trapani Pescia ed è un impianto a ciclo fisso formato da due pali a sbraccio, 5 paline e 17 lanterne semaforiche. Lavori completati anche per la realizzazione della nuova alimentazione con contatori dedicati per i due semafori che si trovano all’incrocio con via Cesare Brandi. In questo caso gli impianti sono sempre rimasti in funzione ed è stato effettuato il cambio dell’alimentazione non più fornita dalla cabina di pubblica illuminazione; contestualmente in ciascun semaforo verrà installata una palina mancante. Intervento più complesso, infine, per la riattivazione, dopo la rimodulazione dell’alimentazione elettrica, dell’impianto presente all’altezza di via Fausto Coppi: è stato oggetto di pesanti azioni vandaliche e sarà necessaria un’attività massiccia di rifacimento.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 mag 2021

Palazzo delle Aquile | Da sabato 29 Maggio via ai lavori di restauro che dovrebbero durare circa 4 anni

di Mobilita Palermo

Nel prossimo week end partiranno ufficialmente i lavori di restauro e manutenzione straordinaria di Palazzo delle Aquile, sede della Amministrazione comunale e del Consiglio comunale. Secondo il cronoprogramma dei lavori, il primo atto previsto sabato e domenica sarà l'avvio delle indagini strumentali sulle murature dell'edificio di piazza Pretoria, propedeutiche alla progettazione esecutiva delle strutture. I lavori di restauro dureranno circa 4 anni e non prevedono mai la totale chiusura del Palazzo, grazie ad un cronoprogramma per fasi autonome che permetterà, di fatto, la parziale continuità della attività istituzionali, consentendo l'alternanza della presenza di almeno una delle funzioni isituzionali apicali (Sindaco e Consiglio comunale). I lavori sono stati assegnati all’A.T.I. Co.San.srl che nello scorso dicembre ha sottoscritto il contratto di esecuzione per un importo di poco inferiore ai sei milioni di euro oltre I.V.A., al netto del ribasso percentuale (27%) offerto sull’importo a base d’asta. L'avvio dei lavori di restauro e di manutenzione straordinaria segue una lunga vicenda amministrativa e giudiziaria iniziata con l'indizione della gara nel 2017, la cui gestione era stata affidata all'UREGA. Dopo una prima aggiudicazione di agosto 2018, si sono susseguiti diversi ricorsi e controricorsi da parte di ditte escluse, con conseguenti passaggi presso la Giustizia Amministrativa ed anche la richiesta di pareri all'ANAC. Solo il 20 settembre 2020, a tre anni dall'avvio della procedura, una definitiva sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa ha permesso di procedere alla stipula del contratto. Il contratto consiste in un Accordo Quadro basato su un progetto definitivo; ciò significa che i lavori saranno eseguiti sulla base di singoli progetti esecutivi (per ciascuna delle fasi) e altrettanti sub-contratti con la medesima ATI aggiudicataria. I lavori, che saranno ovviamente svolti sotto l'egida della Soprintendenza per i Bb.Cc. in considerazione del valore storico e artistico dell'edificio, interesseranno prioritariamente l’adeguamento della struttura alle vigenti normative in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro, oltre alla conservazione della facies architettonica e degli apparati decorativi, dotando il Palazzo di nuovi impianti tecnologici e servizi, intervenendo anche per l'eliminazione di una serie di elementi che ne deturpano l'aspetto originario a seguito di interventi di piccola manutenzione susseguiti nel corso degli ultimi 50 anni. Verrà inoltre effettuata la verifica e il miglioramento delle strutture, con un intervento sui percorsi di mobilità interna sia per l'abbattimento delle barriere architettoniche sia per la sicurezza delle vie di fuga. Si interverrà ovviamente anche sul restauro delle parti decorate. Le modifiche distributive e architettoniche sono state elaborate con particolare riferimento ad alcune esigenze prioritarie, ovvero alla razionalizzazione dei percorsi interni e ad una migliore funzionalità e dei percorsi di esodo in caso di emergenza. "Palazzo delle Aquile - ha detto il sindaco Leoluca Orlando - è una delle grandi ricchezze della nostra città. Questo intervento di restauro restituirà il palazzo nella sua straordinaria bellezza alla cittadinanza e a tutti i turisti, mettendolo in sicurezza ed esaltando le sue bellezze che si sono stratificate nel corso dei secoli. Ma anche eliminando le anomalie, le criticità in termini artistici. Anche questo è un modo di costruire il futuro di Palermo. Ringrazio tutti i tecnici comunali dell'Ufficio del Centro Storico del Comune di Palermo per il lavoro che ha permesso di raggiungere questo importante risultato e ringrazio, inoltre, la Sovrintendenza dei Beni Culturali. Il cammino è stato ostacolato da lungaggini, ritardi, ricorsi e impugnative. Ora possiamo dire che la missione è compiuta, bisogna completarla". Lavori nel dettaglio: Nelle tavole allegate (PdA - Highlights da P1 a P5 sul rilievo e sul progetto) sono posti in evidenza, per ogni piano, i punti principali in cui si interverrà: inserimento di una nuova scala per tutta l’altezza dell’edificio (lato Maqueda), prolungamento di una rampa della scala esistente lato Bellini, inserimento di ascensori, demolizioni di superfetazioni incongrue (sopraelevazione su vicolo S. Caterina), restauro dell’apparato decorativo, completo rifacimento a norma degli impianti elettrico, idrico, antincendio, di climatizzazione e rete dati, restauro e/o sostituzione degli infissi interni ed esterni con la sostituzione di tutti i vetri con vetri di sicurezza, riconfigurazione delle coperture, rimozione degli scranni in Sala delle Lapidi e messa in luce della pavimentazione a marmi mischi, realizzazione di riserva idrica antincendio, risanamento e recupero del rifugio antiaereo con l’eventuale riapertura degli accessi dalla scalinata di Piazza Pretoria (lato Maqueda), risanamento dell’umidità di risalita nelle murature, demolizione di solai, restauro del lucernario e sostituzione delle specchiature con vetri di sicurezza. L’intervento sarà eseguito in due macroaree, A e B una per ogni metà dell’edificio, prima quella dal lato del vicolo di S. Caterina, che comprenderà quindi Sala delle Lapidi e gli uffici del Consiglio Comunale e poi quella dal lato di via Maqueda, che comprenderà la Segreteria Generale e gli uffici del Sindaco. I lavori nelle due macroaree saranno precedute da una Fase 0, di incantieramento, che si prevede potrà essere avviata entro la prossima estate, in cui si procederà alla rimozione ed al conferimento a discarica di tutto ciò che può essere rimosso agendo dall'esterno (ad esempio in copertura, le canalizzazioni, i macchinari e i serbatoi), all'avvio dei restauri in zone non utilizzate, alla realizzazione dell’indiana attorno all'edificio per il risanamento dell'umidità da risalita, all'esecuzione dei serbatoi per la riserva idrica antincendio, al recupero del rifugio antiaereo e dei locali di accesso in prossimità della portineria. Si prevede che i lavori della Fase 0 avranno una durata di 12 mesi, mentre i lavori della Macroarea A (Sala delle Lapidi) saranno avviati entro l'anno corrente e avranno una durata di 24 mesi. In ognuna delle macroaree dovrà eseguirsi lo sgombero di persone e cose e la completa liberazione degli spazi in cui si interverrà. Per quanto riguarda lo sgombero delle suppellettili e degli arredi di valore storico, di cui è già stata avviata la catalogazione, si sono individuate l'aula Rostagno e quella adiacente, del futuro archivio, come deposito temporaneo, mentre un altro sito potrebbe essere rappresentato dalla GAM, in cui conferire gli oggetti e allestire una mostra temporanea sui beni del Palazzo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 mag 2021

La pedonalizzazione del lungomare di Mondello è ufficiale: si parte dal 15 Giugno

di Fabio Nicolosi

Al via l'attivazione, in fase sperimentale, della pedonalizzazione del lungomare di Mondello. Il Servizio Mobilità Urbana del Comune ha, infatti, emanato due ordinanze che stabiliscono, dal 15 giugno, la pedonalizzazione del tratto di via Regina Elena, tra Teti e via Glauco; dal 20 luglio, la pedonalizzazione sarà estesa all’intero lungomare: da via Teti fino alla piazza di Valdesi. L’area pedonale sarà collegata con i parcheggi Galatea, Mongibello, Tolomea, Palinuro e viale Aiace da una navetta Amat gratuita (con cadenza di dieci minuti circa). La piazza di Mondello sarà organizzata con una zona a traffico limitato con ingresso consentito dopo le ore 18.00 esclusivamente per le esigenze di residenti, domiciliati, clienti degli hotel e degli stabilimenti balneari. "Pedonalizzazione anche a Mondello! Prosegue la promozione di mobilità sostenibile e pedonalizzazioni al servizio della vivibilità e attrattività della nostra Città - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando -. In tale percorso oggi registriamo il coinvolgimento della bellissima borgata di Mondello in piena condivisione con operatori economici e associazioni operanti nel territorio". "Si parte anche con la pedonalizzazione di Mondello - hanno dichiarato il vice sindaco Fabio Giambrone e l'assessore Sergio Marino - un obiettivo raggiunto dopo aver attivato un attento processo di condivisione e confronto con i negozianti e i residenti della borgata marinara e che ne consentirà una migliore fruibilità a beneficio non solo di residenti, turisti e cittadini, ma anche delle attività commerciali della zona". “Una scelta strategica che contribuirà a rendere più vivibile e a rilanciare la borgata marinara - afferma l'assessore Giusto Catania – tanto sul fronte della vivibilità quanto su quello della fruibilità commerciale e turistica. Mondello, in questi ultimi mesi, ha sofferto particolarmente i provvedimenti necessari ad arginare la diffusione della pandemia e la pedonalizzazione sarà decisiva alla ripresa economica”. PERCORSO NAVETTE AMAT: PARCHEGGIO GALATEA – VIALE GALATEA – VIALE PRINCIPE DI SCALEA (lato Valdesi) – PIAZZA VALDESI - VIALE REGINA ELENA – VIA TORRE DI MONDELLO – VIA MONDELLO – VIA TOLOMEA – VIA MONGIBELLO - VIA TOLOMEA – VIA PINDARO – VIA STESICORO – VIA MONDELLO – VIALE AIACE VIA DIOMEDE – VIALE AIACE – VIA MONDELLO - VIA PALINURO – PIAZZALE EDOARDO CARACCIOLO (parcheggio GALATEA).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 mag 2021

Porto di Palermo | Venduti i bacini galleggianti da 19.000 tpl e 52.0500 tpl

di Mobilita Palermo

L'azienda palermitana Vulcano Shipyard srl si è aggiudicata per oltre un milione e mezzo di euro (1.550.000) l'asta per l'acquisto dei due bacini galleggianti da 19 e 52 mila tonnellate che si trovano al porto di Palermo. La vendita è stata gestita dall'Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia occidentale (Adsp), per conto della Regione siciliana. Il lotto unico è stato aggiudicato per metà dell'importo a base d'asta di circa 3 milioni (3.077.750 euro: 1.036.750 euro per il bacino più piccolo e 2.041.000 euro per quello più grande). Dopo la firma del contratto, l'azienda che ha acquistato i due bacini - specializzata nella cantieristica navale, manutenzioni e demolizioni - dovrà rimuovere dallo specchio d'acqua del porto il bacino da 19 mila tonnellate entro 45 giorni, mentre il bacino più grande entro 75 giorni. Inutilizzati da oltre dieci anni, obsoleti, al centro di una guerra di carte bollate con il raggruppamento di imprese che doveva ristrutturarli, i due bacini dovevano far parte di un progetto della Regione siciliana per la costruzione di un unico maxi bacino galleggiante di 90 mila tonnellate. Ormai ostacolo alla navigazione delle grandi navi da crociera, con molta probabilità saranno demoliti

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
06 mag 2021

Mondello sarà la nuova isola pedonale: si parte dal 15 Giugno

di Fabio Nicolosi

Palermo - La Giunta municipale ha definito, nella riunione di oggi (ieri, ndr), il cronoprogramma e la modalità di pedonalizzazione del lungomare di Mondello. La pedonalizzazione sarà articolata in due fasi. Dal 15 giugno, formale avvio della stagione balneare, sarà pedonale il tratto di via Regina Elena tra Teti e via Glauco; dal 20 luglio sarà estesa la pedonalizzazione all’intero lungomare: da via Teti fino alla piazza di Valdesi. L’area pedonale sarà collegata con il parcheggio di via Galatea da una navetta gratuita. L’accesso alla piazza di Mondello sarà consentito esclusivamente per ragioni legate al carico e scarico merci, alle esigenze di residenti, domiciliati, clienti degli hotel e degli stabilimenti balneari. “Una scelta strategica che contribuirà a rendere più vivibile e a ridare slancio alla borgata marinara - afferma il sindaco Leoluca Orlando –. Mondello, in questi ultimi mesi, ha sofferto particolarmente i provvedimenti necessari ad arginare la diffusione del virus e la pedonalizzazione sarà decisiva alla ripresa economica”. La Giunta ha dato mandato al vice sindaco, Fabio Giambrone, e all’assessore alla Mobilità, Giusto Catania, di definire i provvedimenti esecutivi in stretta connessione con Amat e la Polizia municipale.   Fin qui il comunicato stampa del Comune di Palermo. Ma non abbiamo ulteriori elementi per valutare in maniera approfondita l'impatto sulla viabilità, soluzioni previste, proposte dei commercianti etc. Il problema pedonalizzazione lungomare è una questione trentennale, se si pensa alle prime sperimentazioni che risalgono agli anni '90. Da lì in poi ne è passata di acqua sotto i ponti fino ad arrivare a Dicembre 2014 quando il Consiglio Comunale approvò l'impegno di spesa per il completamento di via Palinuro. Una strada che collega via Mondello con viale Galatea, consentendo di raggiungere  la borgata marinara in alternativa a viale Regina Elena. Di sicuro un passo in avanti rispetto a prima, ma l'auspicio è che si possano trovare tutti gli accorgimenti possibili.  

Leggi tutto    Commenti 19