Articolo
08 lug 2021

Passante Ferroviario | Iniziata da via Monti Iblei la rimozione della talpa “Marisol”

di Fabio Nicolosi

Il grosso macchinario "Marisol" utilizzato dalla SiS per scavare il tunnel tra la stazione di Palermo Notarbartolo e la stazione De Gasperi è stato smontato, estratto dalla tunnel e accatastato su via Monti Iblei tra fine 2018 e inizio 2019. Da allora i pezzi della talpa sono rimasti in attesa di essere definitivamente rimossi e spostati altrove. In questi anni ci siamo spesso chiesto come mai il grosso macchinario non fosse ancora stato rimosso, ma sia per vie ufficiali che ufficiose poco o nulla si sapeva in merito. Ringraziamo Daniela Tumbarello e Gianos per le foto Con sorpresa quindi abbiamo appreso che da lunedì una ditta specializzata sta progressivamente caricando i vari pezzi su dei camion. Non sappiamo dove saranno inviati e non sappiamo quanto tempo sarà necessario per lo spostamento. Oggi peró abbiamo una certezza, la talpa Marisol sta definitivamente lasciando la città di Palermo liberando gli spazi in superficie che potranno essere finalmente riqualificati. Ultimo atto prima dell'effettiva esultanza, sarà il tombamento o chiusura, della fossa di estrazione ormai del tutto inutile, che consentirà di rendere il piano campagna un'unica distesa con soluzione di continuità, eliminando di fatto il cantiere e le aree di cantiere tra il sovrappasso Belgio e la fermata Francia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 giu 2021

Matteo Castiglioni nominato commissario straordinario per il raddoppio del Ponte Corleone

di antony977

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa relativo alla nomina del Commissario straordinario per “lo snellimento dell’iter procedurale del raddoppio Ponte Corleone e relativa manutenzione.”  Giunge quindi  quasi a conclusione questo iter  con l’inserimento di questa opera fra quelle strategiche che avranno un forte impulso procedurale. Fra l’altro la gara per i servizi di progettazione e ingegneria è stata recentemente assegnata. A questo punto l'auspicio è vedere  l'avvio della cantierizzazione entro l'anno. Apprendiamo inoltre, tramite l'on. Varrica, della nomina del Commissario Straordinario che verrà estesa anche ai lavori per il futuro sottopasso Perpignano. Piano ad esultare perché se da un lato la prospettiva sarà di vedere saltare il cosiddetto ultimo tappo lungo la circonvallazione con ulteriore "ricucitura" del tessuto urbano fra zona a valle e a monte della Circonvallazione (oggi si è costretti ad un lungo giro tramite ponte Pitrè), saranno inevitabili i disagi alla circolazione perché inevitabilmente si sovrapporranno per determinati mesi  i lavori per il raddoppio del ponte e i lavori del sottopasso Perpignano. Ci sarà quindi da soffrire, ma almeno con la prospettiva più positiva. Ma non finisce qui perché di recente è stata assegnata la gara di progettazione per la manutenzione del canale Passo di Rigano da parte del Commissario di Governo contro il dissesto idrogeologico...     PALERMO, 16 GIU - Il ministero delle Infrastrutture ha nominato Matteo Castiglioni, dell'Anas, commissario per il raddoppio e la messa in sicurezza del ponte Corleone di Palermo. Lo rende noto il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando. "Questo conferma - spiega - che la proposta da me lanciata nel gennaio di quest'anno con una nota ufficiale all'allora ministro De Micheli era frutto di una approfondita valutazione fatta con esperti del settore. Se oggi Palermo vede una prospettiva a breve termine per la risoluzione del problema, deve essere grata al senatore D.Faraone, che ha seguito personalmente e coinvolto l'intera deputazione di Italia Viva, per l'inserimento dell'infrastruttura di Palermo nel dl semplificazioni, che ha consentito al ministro la nomina del commissario".

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
14 giu 2021

Piste ciclabili, al via la progettazione per nuovi 80 km di percorsi

di antony977

Palermo - La scadenza per la presentazione delle offerte è fissata per il 25 Giugno alle ore 12. Si tratta della nuova gara d'appalto che il Comune ha bandito e che  riguarda l’affidamento del "Servizio di Ingegneria e architettura per la Progettazione di fattibilità tecnica ed economica della rete di piste ciclabili in attuazione del “Piano della Mobilità dolce” della città di Palermo". In sostanza si dovrà redigere il progetto dal punto di vista tecnico ed economico della futura rete ciclabile, conformemente a quanto previsto già dal “Piano della mobilità dolce” (strumento urbanistico vigente che definisce l'intera rete ciclabile cittadina),  individuare tra più soluzioni progettuali, quella che presenta il miglior rapporto tra costi e benefici per la collettività,  tutte le indagini e gli studi necessari per la definizione, caratteristiche dimensionali, tipologiche, funzionali e tecnologiche della futura rete di piste ciclabili, delle opere smart a supporto della ciclabilità, le relative stime economiche prima di appaltare successivamente i lavori o procedere eventualmente a lotti. Il futuro incarico dovrà prevedere l’estensione di nuove piste ciclabili per almeno 80 Km e la contestuale manutenzione straordinaria e adeguamento dimensionale delle piste ciclabili esistenti.   Sempre dal Capitolato d'Appalto, l’importo complessivo a base d’asta è pari ad € 218.964,36 (IVA e oneri previdenziali esclusi), calcolato sulla base del costo totale della rete di piste ciclabili, stimato pari a euro 29.680.000,00 (IVA esclusa),. L’esatta cifra del costo complessivo della rete di piste ciclabili e lo sviluppo in lunghezza di ogni singola pista ciclabile sarà disponibile solo al termine della redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica. Da come si evince dal Capitolato, si tratta di fondi Ministeriali relativi al  “Fondo per la progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese, nonché per la project review delle infrastrutture già finanziate”, e che riportiamo qui sotto.     Potranno partecipare liberi professionisti singoli od associati,  società di professionisti, società di ingegneria, consorzi e raggruppamenti temporanei. Buon lavoro a chi si aggiudicherà il procedimento, con l'auspicio che possa tenere conto di proposte e suggerimenti che di sicuro non sono mai mancati da parte della cittadinanza.      

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
03 giu 2021

Porto di Palermo | RCM Costruzioni dragherà i fondali per accogliere le navi di Costa e MSC

di Mobilita Palermo

Assegnato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale un appalto da 26 milioni di euro, esclusi altri 7 operatori. L’obiettivo dell’Authority è arrivare a oltre 1 milione di crocieristi Il lavoro prevede l’Escavo dei fondali del Bacino Crispi n°3 fino a quota -12,00 m s.l.m.m. per un volume complessivo di circa 106.000 mc. Su una parte di tali volumi (sabbie pari a circa 84.000 mc) sarà eseguito un trattamento di bonifica mediante un impianto di Sediment Washing di proprietà RCM mentre sulla restante parte (calcareniti pari a circa 22.000 mc) si procederà alla frantumazione mediante apposito impianto. A seguito di tale processo di frantumazione sarà prodotta una aliquota degli aggregati necessari al confezionamento dei 48.000 mc di calcestruzzi, realizzati in situ, afferenti la realizzazione dei massi necessari al rifiorimento della mantellata foranea del molo industriale. I lavori si completano con la realizzazione di 14.000 mq di piazzali previa l’esecuzione di un intervento di consolidamento dei terreni sottostanti mediante processo di vibrosostituzione (10.032 ml) nonché con interventi di rimozione e sostituzione di bitte di ormeggio e con il consolidamento di sgrottature rinvenute sulle banchine adiacenti all’area di dragaggio (banchina Sammuzzo). La durata dei lavori non dovrà superare i 450 giorni

Leggi tutto    Commenti 28
Articolo
02 giu 2021

Anello Ferroviario | Riaperta dopo 6 anni via Sicilia

di Fabio Nicolosi

Nelle scorse settimane vi avevamo annunciato la prossima riapertura di via Sicilia. Ancora una volta la D'Agostino ha rispettato i tempi e riaperto la strada entro fine Maggio. Oggi peró vogliamo riportare il pensiero del presidente della circoscrizione Marco Frasca Polara, che su Facebook scrive: C'è poco da esultare. Sei anni di chiusura sono troppi. Il prezzo pagato dai residenti e dai commercianti è davvero alto. Correva l'anno 2015. Penso alle diverse attività commerciali che hanno chiuso i battenti in questi anni e a quelle che hanno resistito. Ai tanti lavoratori licenziati e ai commercianti che ci hanno rimesso. Ai disagi dei residenti che a stento potevano accedere alle loro abitazioni. Alla mancanza di illuminazione, ai rifiuti non ritirati. All'assenza di interlocutori e ai muri di gomma riscontrati. Alle tante richieste fatte, alle assemblee con i cittadini, alle loro proteste e alla loro rassegnazione. Agli insulti presi. Ai comitati che sono nati, ai politicanti che hanno fatto solo passerelle soffiando sul fuoco o prendendosi i meriti. Ma la cosa più importante da fare adesso è far rivivere via Sicilia. Non possiamo che essere d'accordo con il presidente che fa presente come spesso gli appalti pubblici italiani e in particolare modo quelli siciliani subiscano dei notevoli ritardi che mettono in difficoltà le realtà coinvolte, dai cittadini, ai dipendenti, alle imprese che non vengono pagate, alle attività commerciali che vedono ridursi gli incassi. Sarebbe forse il caso di rivedere attentamente il codice degli appalti e la sorveglianza sui cantieri, specialmente su quelli cittadini dove i disagi e le ripercussioni sono notevoli e un minimo ritardo porta gravi ripercussioni al territorio circostante. Ringraziamo Psychotrain per le foto: Ricordiamo che per esigenze di cantiere, è stata mantenuta recintata una limitata porzione di carreggiata sul lato destro della strada, in prossimità dell'incrocio con viale Lazio. Quest'area verrà restituita solo a fine lavori, quando la fermata verrà consegnata a RFI. In questo tratto le auto potranno percorrere la semicarreggiata di sinistra. Come da ordinanza l'immissione su viale Lazio è protetta da barriere in new jersey. Ciò in considerazione della limitata visibilità per la presenza delle barriere di cantiere nell'area degli accessi e per impedire che si prosegua dritto non rispettando l'obbligo di svolta a destra verso viale Campania.

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
31 mag 2021

Sicurezza stradale, in arrivo nuovi cartelli per tutela ciclisti

di Mobilita Palermo

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo in merito al posizionamento di nuova cartelli stradali volti a sensibilizzare l'attenzione degli automobilisti verso i ciclisti in città. Come più volte richiesto e sollecitato da questa associazione (anche tramite la Consulta della bicicletta), ci aspettiamo il rifacimento del manto stradale lungo la nuova ciclabile Villafranca-Praga (e non solo qui) e la potatura del verde lungo tutto il percorso all'interno del parco della Favorita.       Palermo - Su sollecitazione delle associazioni ciclistiche della città e in condivisione con la Consulta delle biciclette, l'Ufficio Mobilità urbana ha data mandato ad Amat di posizionare cartelli stradali che invitano gli automobilisti ad avere attenzione ai ciclisti, garantendo la distanza di 1,5 metri. I primi cartelli saranno posti lungo la Favorita e in Viale dell'Olimpo, strade altamente frequentate dai ciclisti palermitani.“È un segnale di attenzione ai ciclisti e una misura che mette in sicurezza chi ha scelto la mobilità dolce - afferma il sindaco Leoluca Orlando –    rappresenta un ulteriore contributo al cambiamento culturale della città e conferma la sensibilità dell'amministrazione comunale nei confronti della mobilità sostenibile.”“Siamo consapevoli che non bastano i cartelli per impedire gli incidenti – sottolinea l’assessore alla mobilità Giusto Catania – tuttavia è importante attuare un’azione pedagogica e culturale per promuovere il rispetto dei ciclisti, soprattutto nei tratti stradali condivisi con le automobili.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 mag 2021

Ponte Corleone, da Roma la nomina del Commissario Straordinario nel “Dl Semplificazione”

di antony977

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa relativo alla prossima nomina del Commissario straordinario per "lo snellimento dell’iter procedurale del raddoppio Ponte Corleone e relativa manutenzione."  Giunge quindi  quasi a conclusione questo iter  con l'inserimento di questa opera fra quelle strategiche che avranno un forte impulso procedurale. Fra l'altro la gara per i servizi di progettazione e ingegneria è stata recentemente assegnata oltre alla convenzione Anas seguita dall'on. Varrica del m5s. A questo punto non è da escludere l'avvio dei cantieri entro l'anno. L’arrivo di un Commissario Straordinario da Roma sancisce una sonora bocciatura per la macchina Comunale. Ma attenzione, e lo ribadiremo sempre, bisognerà pensare anche ad un nuovo attraversamento sull’Oreto: Ponte Corleone e Ponte Oreto sono ben distanti fra loro e in passato complici soprattutto incidenti stradali, non cerano molte alternative se non rimanere intrappolati lungo la circonvallazione o deviare verso via Oreto. Già nel 2014 evidenziavamo la necessità di realizzare un nuovo ponte, oggi più di prima visto che in futuro si dovrà pensare anche alla manutenzione ordinaria e straordinaria del Ponte Oreto.   PALERMO, 28 MAG - "Sono contento di poter comunicare ai cittadini palermitani che, come promesso, nel decreto legge sulla semplificazione sarà prevista la nomina del commissario per la messa in sicurezza ed il raddoppio del Ponte Corleone a Palermo". Lo dice in una nota il presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone. "Uno straordinario successo di Italia Viva - continua - ottenuto grazie all'incessante lavoro della senatrice Silvia Vono, del deputato Francesco Scoma, della presidente della commissione Trasporti alla Camera, Lella Paita, e della vice ministra Teresa Bellanova. Grazie anche al ministro Giovannini, che ha compreso che la messa in sicurezza del ponte e il raddoppio siano interventi indispensabili e non derogabili per la viabilità della città di Palermo". "Presto- conclude Faraone - l'infernale traffico nella circonvallazione e in tutta la città sarà soltanto un brutto ricordo". (ANSA).            

Leggi tutto    Commenti 8