Articolo
04 feb 2020

Termina il “caldo anomalo”: irruzione artica in arrivo con neve a quote collinari

di centrometeosicilia

Siamo alle porte di un drastico cambiamento delle condizioni meteo-climatiche sulla nostra isola; tutto ciò a causa di un'irruzione di aria artica che favorirà un autentico tracollo termico con l'arrivo di precipitazioni per lo più confinate sul settore centro-settentrionale della nostra isola, e neve a quote collinari. Scendiamo quindi nel dettaglio e scopriamo insieme cosa ci riserverà il tempo per le giornate di mercoledì 5 febbraio e giovedì 6 febbraio. Mercoledì 5 febbraio Al mattino avremo cielo nuvoloso o molto nuvoloso sul settore tirrenico centrale e orientale con piogge e rovesci sparsi, più al riparo il palermitano dove comunque saranno possibili fenomeni specie sul settore orientale, altrove poco o parzialmente nuvoloso. Fra il pomeriggio e la sera instabile su gran parte del palermitano con piogge e rovesci sparsi e possibili grandinate; Neve fra il pomeriggio e la sera sopra 650/700 su Madonie specie in serata; In caso di forti rovesci non escludiamo fioccate a quote più basse, anche di 100-200 metri. Le Temperature saranno in forte calo con freddo intenso dal pomeriggio/sera. I venti soffieranno molto forti da nord-ovest tendenti a tramontana in serata. Possibili raffiche fino a 80-90 km/h. Mari: molto mosso lo Ionio, agitati i restanti mari con mareggiate lungo le coste esposte. Giovedì 6 febbraio Nelle prime ore della notte ancora instabile sul settore tirrenico con piogge e rovesci sparsi, la neve potrà cadere fra Madonie, Nebrodi e comprensorio etneo a partire dai 400 metri, con fioccate sopra i 300 metri in caso di rovesci. Altrove nuvolosità sparsa ma senza fenomeni significativi ad eccezione di maggiore nuvolosità sugli Iblei che potrà dare origine ad isolate fioccate a quote collinari. Durante la giornata generale attenuazione dei fenomeni con le ultime deboli nevicate a partire dai 500 metri su Madonie, Nebordi e area etnea. Le temperature saranno in ulteriore calo con massime che non supereranno gli +11 °C, mentre i venti soffieranno forti di tramontana con locale componente da nord-nord-est. Mari generalmente agitati.   Questo è un bollettino previsionale in collaborazione col Centro Meteorologico Siciliano portale di divulgazione e condivisione di fatti meteorologici. La sua attendibilità è pari al 85% Per rimanere sempre aggiornato sulla viabilità dell’area metropolitana di Palermo, puoi ricevere notifiche sull’info mobilità unendoti al canale Telegram https://t.me/trafficoemobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Segnalazione
27 gen 2020

C’era una volta il giardino inglese

di belfagor

Il 6 gennaio 2020,alla presenza dell’arcivescovo Corrado Lorefice , del governatore Nello Musimeci,  il ministro del sud  Provenzano e del l Prefetto ,  il sindaco Orlando ha intitolato lo storico “ Giardino Inglese”all’ex presidente della regione Piersanti Mattarella nel 40° anniversario del suo barbaro omicidio. “Questa intitolazione – ha detto il sindaco aprendo la cerimonia – serve a fare memoria e conferma l’ammirazione per Piersanti Mattarella.” Belle parole !!!. Stranamente il nostro sindaco si è guardato bene a far visitare, agli illustri ospiti,  “questo meraviglioso giardino”  come viene  definito da tutte le principali  pubblicazioni naturalistiche e turistiche   . E il motivo è molto semplice, il giardino si trova…… nel più completo abbandono e degrado  In parole povere il nostro sindaco ha intitolato  all’ex presidente della regione, “ in memoria e a conferma della sua ammirazione “ un giardino degradato e abbandonato  COMPLIMENTI  !!!!  “Repubblica “ giorni dopo ha pubblicato un articolo  dove sono elencati i tanti problemi dell’ex “ Giardino Inglese” “I cittadini chiedono l’illuminazione pubblica che manca da 16 anni, servizi essenziali come i bagni pubblici, ma anche interventi sul decoro, alle statue e alla serra vandalizzata del Basile. I frequentatori del Giardino Inglese, intitolato a Piersanti Mattarella, sognano un villa sicura e a misura di cittadino, dove si organizzino festival culturali ed eventi.” “Prontamente” l’amministrazione comunale è intervenuta. L’assessore ai lavori pubblici ha risposto a una giornalista del GDS : “ Non mi hanno informata di questa situazione “  Cioè l’assessore non sapeva che il “giardino Inglese” è da anni senza luce , senza acqua, con le fontane , le statue, la voliera  e la serra del Basile  vandalizzati  e senza bagni pubblici  ( sob!!!!),  Il presidente dell'AMG ha ammesso che l'impianto d'illuminazione , circa 10 anni fà, è stato dismesso perchè pericoloso: occorre rifare "ex novo" tutto l'impianto. Cioè il Comune dovrebbe finanziare tale progetto. Nella stessa situazione si trova un altro giardino storico, Villa Giulia, che Johann Wolfgang Goethe  definì “il più meraviglioso angolo della terra" Ma l'assessore, anche in questo caso, non è stata.... " informata". Come scrive Massimo Norrito :   “ Andare oltre l’intitolazione del Giardino Inglese alla memoria di Piersanti Mattarella perché la cerimonia non rimanga un episodio fine a se stesso, ma sia invece stimolo per il rilancio del polmone verde del centro di Palermo. È questo quello che si propone “Repubblica” con la campagna che inizia oggi. Ripristinare l’illuminazione che da anni ha lasciato al buio il parco facendone nelle ore notturne un posto dove è pericoloso passeggiare, ma anche sistemare i bagni pubblici, la voliera, i camminamenti e le fontane. Sono tutte cose che dovrebbe essere normale tenere in buono stato, ma che invece sono diventate opere straordinarie alle quali bisogna mettere mano perché il giardino ritorni allo splendore di un tempo così com’è nella memoria di intere generazioni di palermitani. Un simbolo della città che deve ricominciare ad essere tale e non, al contrario, l’ennesimo esempio di abbandono e degrado. Una missione per cancellare quello che oggi, dal sei gennaio scorso, oltre che alla gente di Palermo sarebbe anche un oltraggio alla memoria di Piersanti Mattarella”

Leggi tutto    Commenti 3    Proposte 0
Articolo
22 dic 2019

Forte burrasca/tempesta di maestrale in arrivo lunedì 23 dicembre. Raffiche prossime ai 100 km/h e mareggiate

di centrometeosicilia

L’infittimento del gradiente barico orizzontale causato dalla “compressione” delle isobare dovuto dall’incontro/scontro fra un’intensa saccatura nord-atlantica in scivolamento sui Balcani e la pressione ad ovest dell’anticiclone; sarà all’origine di venti  burrascosi/tempestosi che si abbatteranno sotto forma di maestrale sulla nostra isola nella giornata di lunedì 23 dicembre. Le aree più esposte ai forti venti saranno quelle interne, specie l’area di Corleone e l’area a nord-ovest, ovest e sud-ovest di Palermo con raffiche che potranno raggiungere i 90-100 km/h. Ventilazione un po’ più contenuta sui restanti settori con raffiche che risulteranno prossime agli 80 km/h. MAREGGIATE Forti mareggiate interesseranno sopratutto la costa tirrenica occidentale del palermitano con onde alte fino a 6/7 metri specie nei pressi di Capaci e Isola delle Femmine (PA). Sulle restanti aree della costa tirrenica e sulle coste occidentali le onde raggiungeranno altezze fino a 5/6 metri (fino a 3-4 sul golfo di Palermo). Invitiamo i possessori di barche ad attuare tutte le precauzioni necessarie, saranno alti i rischi di danni alle imbarcazioni non ormeggiate in totale sicurezza. Invitiamo inoltre a prestare particolare attenzione nel transito lungo le coste esposte a mareggiate e di mantenersi alle dovute distanze di sicurezza. VIABILITA’ Saranno possibili forti raffiche laterali lungo i principali viadotti autostradali della fascia tirrenica. Raccomandiamo quindi prudenza evitando sorpassi azzardati, e rispettando i limiti di velocità imposti. Questo è un bollettino previsionale in collaborazione col Centro Meteorologico Siciliano portale di divulgazione e condivisione di fatti meteorologici. La sua attendibilità è pari al 80% Per rimanere sempre aggiornato sulla viabilità dell’area metropolitana di Palermo, puoi ricevere notifiche sull’info mobilità unendoti al canale Telegram https://t.me/trafficoemobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 dic 2019

Avviso meteo: tempesta di maestrale in arrivo sul palermitano. Raffiche prossime ai 100 km/h e mareggiate

di centrometeosicilia

L'infittimento del gradiente barico orizzontale dovuta al repentino approfondimento di un minimo depressionario che dal tirreno si sposterà rapidamente sull'Adriatico andrà a generare un'autentica tempesta di maestrale sui nostri mari interessando anche la Sicilia. Per quanto riguarda il palermitano le aree maggiormente esposte ai forti venti saranno quelle interne, specie l'area di Corleone e l'area a nord-ovest di Palermo, le zone di Sferracavallo, isola delle Femmine e un po' tutto il settore occidentale con raffiche che potranno raggiungere i 100-120  km/h.  Ventilazione un po' più contenuta in città e su est-palermitano dove i venti potranno comunque raggiungere picchi di 80-90 km/h. MAREGGIATE Mareggiate interesseranno la costa  tirrenica con le onde che raggiungeranno altezze fino a 5/6 metri (fino a 3-4 sul golfo di Palermo, più al riparo). Invitiamo i possessori di barche ad attuare tutte le precauzioni necessarie, saranno alti i rischi di danni alle imbarcazioni non ormeggiate in totale sicurezza. Invitiamo inoltre a prestare particolare attenzione nel transito lungo le coste esposte a mareggiate e di mantenersi alle dovute distanze di sicurezza.   VIABILITA' Saranno possibili forti raffiche laterali lungo i principali viadotti autostradali della fascia tirrenica. Raccomandiamo quindi prudenza evitando sorpassi azzardati, e rispettando i limiti di velocità imposti.   Questo è un bollettino previsionale in collaborazione col Centro Meteorologico Siciliano portale di divulgazione e condivisione di fatti meteorologici. La sua attendibilità è pari al 80% Per rimanere sempre aggiornato sulla viabilità dell’area metropolitana di Palermo, puoi ricevere notifiche sull’info mobilità unendoti al canale Telegram https://t.me/trafficoemobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
10 nov 2019

Avviso forte maltempo da lunedì 11 novembre: possibili nubifragi e venti forti

di centrometeosicilia

Un profondo ed insidioso vortice depressionario alimentato da aria fredda proveniente dal nord-atlantico causerà un drastico peggioramento delle condizioni meteo-climatiche sulla nostra isola dove, a partire da domani lunedì 11 novembre, sarà alto il rischio di piogge alluvionali.Scendiamo nel dettaglio e scopriamo insieme cosa riserverà il tempo nella provincia di Palermo. Dopo una mattinata incerta caratterizzata da nubi sparse e fenomeni isolati, a partire dal primo pomeriggio assisteremo ad generale peggioramento a partire dal sud della provincia con rovesci e temporali sparsi che potranno assumere carattere di nubifragio specie sul settore occidentale. In serata i fenomeni più intensi si concentreranno sull'est del palermitano dove anche qui potranno assumere carattere di nubifragio. La giornata di martedì 12 sarà caratterizzata da condizioni di forte instabilità con rovesci e temporali sparsi che risulteranno più organizzati ed insistenti sul settore meridionale della provincia. Le temperature saranno stazionarie mentre i venti soffieranno  forti di scirocco. Per quanto riguarda i mari il basso Tirreno risulterà molto mosso per tutto il periodo. VIABILITÀ: raccomandiamo prudenza alla guida sulle principali reti autostradali e sulle statali e provinciali interne. Ricordiamo che i limiti di velocità sulla rete autostradale in caso di maltempo scende a 110 km/h, invitandovi a rispettare la distanze di sicurezza. Per quanto riguarda Palermo possibili locali disagi sulle strade cittadine specie lungo le aree pedemontane e nelle aree costiere come Mondello e zona porto. Questo è un bollettino previsionale in collaborazione col Centro Meteorologico Siciliano portale di divulgazione e condivisione di fatti meteorologici. La sua attendibilità è pari al 70% Per rimanere sempre aggiornato sulla viabilità dell’area metropolitana di Palermo, puoi ricevere notifiche sull’info mobilità unendoti al canale Telegram https://t.me/trafficoemobilitapalermo  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 nov 2019

Avviso venti di burrasca per domenica 3 novembre: previsti picchi di 70-80 km/h

di centrometeosicilia

L’ingresso di un sistema frontale collegato ad una più ampia depressione presente sul nord-Atlantico favorirà un diffuso, seppur rapido, peggioramento delle condizioni del tempo sulla Sicilia. Tale peggioramento sarà preceduto da un intenso richiamo di natura prefrontale di correnti di libeccio (o da sud-sud-ovest) che investiranno la nostra isola a partire da questa notte ad iniziare dal settore tirrenico occidentale. Durante la notte e per la prima parte della giornata di domani domenica 3 novembre tutto il settore tirrenico del palermitano sarà investito da venti di burrasca con picchi che su tutto il settore a sud del capoluogo potranno raggiungere i 70-80 km/h. Nel pomeriggio assisteremo ad una graduale attenuazione dei venti prima di una nuova intensificazione che si concretizzerà dalla sera. La città di Palermo registrerà venti forti, soprattutto in nottata, ma con picchi probabilmente inferiori a quelli appena descritti, con raffiche comunque potranno superare i 60 km/h Viabilità Saranno possibili forti raffiche laterali lungo i principali viadotti autostradali della fascia tirrenica, sulla A20 Palermo-Messina, in particolare fra Villabate e Termini Imerese. Raccomandiamo quindi prudenza evitando sorpassi azzardati, e rispettando i limiti di velocità imposti. Questo è un bollettino previsionale in collaborazione col Centro Meteorologico Siciliano portale di divulgazione e condivisione di fatti meteorologici. La sua attendibilità è pari al 90% Per rimanere sempre aggiornato sulla viabilità dell’area metropolitana di Palermo, puoi ricevere notifiche sull’info mobilità unendoti al canale Telegram https://t.me/trafficoemobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 ott 2019

Avviso meteo: maltempo in arrivo con rovesci e temporali anche intensi

di centrometeosicilia

La monotonia climatica che ha caratterizzato la seconda decade di ottobre con temperature sopra le medie e assenza di fenomeni significativi, sta per essere bruscamente interrotta. Responsabile di questo radicale cambiamento sarà una perturbazione particolarmente insidiosa alimentata da aria più fredda proveniente dal nord-Europa che abborderà le coste occidentali della Sicilia a partire dal tardo-pomeriggio/sera di oggi. Previsione per venerdì 25 ottobre Condizioni: maltempo durante la notte e al primo mattino su gran parte del palermitano (specie settore centrale e orientale) con rovesci e temporali sparsi. Nella tarda mattinata e il primo pomeriggio avremo instabilità sparsa con rovesci e temporali che potranno risultare più insistenti sul settore occidentale e nord-occidentale della provincia. Migliora in serata in un contesto di generale variabilità con possibili fenomeni a carattere sparso. Temperature: saranno in calo ovunque anche di 5/6 gradi e si porteranno su valori più consoni alle medie stagionali. Venti: soffieranno moderati di maestrale, in attenuazione sul basso tirreno in serata. Mari: generalmente mosso il Tirreno.   VIABILITÀ: raccomandiamo prudenza alla guida sulle principali reti autostradali, in particolar modo sulla A29 Palermo – Trapani specie lungo il tratto provinciale e sulla A20 Palermo – Messina. Ricordiamo che i limiti di velocità sulla rete autostradale in caso di maltempo scende a 110 km/h, invitandovi a rispettare la distanze di sicurezza.Per quanto riguarda Palermo possibili locali disagi sulle strade cittadine durante la notte specie lungo le aree pedemontane e nelle aree costiere come Mondello e zona porto. Questo è un bollettino previsionale in collaborazione col Centro Meteorologico Siciliano portale di divulgazione e condivisione di fatti meteorologici. La sua attendibilità è pari al 70% Per rimanere sempre aggiornato sulla viabilità dell’area metropolitana di Palermo, puoi ricevere notifiche sull’info mobilità unendoti al canale Telegram https://t.me/trafficoemobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0