Articolo
14 lug 2020

Che fine hanno fatto gli attraversamenti pedonali illuminati di via Ugo La Malfa?

di Fabio Nicolosi

La vicenda che vogliamo attenzionare oggi, risale a quasi 7 anni fa. Nel 2013 infatti, chiedevamo ad AMG Energia il motivo della mancata attivazione dei sei impianti dislocati lungo l’intero asse stradale. La risposta che abbiamo riportato, segnalava che AMG Energia non aveva mai ricevuto questi impianti dal comune e che per tale motivo non potevano essere messi in esercizio. Dopo 7 anni la situazione non è cambiata, gli attraversamenti continuano ad essere spenti e i pedoni sono costretti ad attraversare la strada consapevoli che basterebbe poco per garantire la loro sicurezza o meglio di diminuire le possibilità che qualche utente della strada possa non accorgersi della loro presenza. Eppure basterebbe davvero poco per attivarli...

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
10 lug 2020

LA SENTENZA | ZTL: Il TAR da ragione al Comune di Palermo e respinge il ricorso del 2016

di Mobilita Palermo

Dopo 4 anni di battaglie giudiziarie il Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia (Sezione Terza) con sentenza di merito ha giudicato inammissibile il ricorso del 2016 presentato da Italiaviva e Bispensiero con il supporto di Confcommercio Palermo, Confartigianato Palermo, Confindustria Palermo, CIDEC e Confimprese Palermo. Secondo i ricorrenti gli atti predisposti dalla giunta erano illegittimi perché nel bilancio di previsione 2015 non erano state previste entrate per circa 30 milioni, che l'amministrazione contava di incassare dai pass delle Ztl e il Piano generale urbano del traffico non era stato aggiornato. Il Tar condanna i ricorrenti al pagamento di 12mila euro di spese legali a favore del Comune, Amat, Legambiente Sicilia Onlus, Italia Nostra Onlus e Fondo Ambiente Italiano. Ecco la sentenza:

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
09 lug 2020

Si sblocca la vicenda del sottopasso Perpignano? Cambia il RUP

di Fabio Nicolosi

Con determinazione dirigenziale n.6321 del 6 luglio 2020 l’ingegnere capo del dipartimento opere pubbliche Arch. Nicola Di Bartolomeo, ha nominato l’ing. Edoardo Intravaia nuovo RUP (Responsabile Unico del Procedimento) e l’arch. Filippo De Marines insieme all'esp. geom. Marco Cannioto funzionari di supporto al RUP. Che sia finalmente la volta buona per quest'opera fondamentale per la città? Ricordiamo che il bando di gara: "Affidamento del servizio di redazione del progetto definitivo, esecutivo, del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ex D.Lgs. 81/08, della direzione lavori e del coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione ex D.Lgs. 81/08. Patto per il sud della Città di Palermo Completamento dei lavori di costruzione del raddoppio della circonvallazione di Palermo 2^ stralcio Lotto B da via Altofonte a via Belgio. (prog. Ex Agensud 32/8/B) - Lavori per lo svincolo di via Perpignano" era stato pubblicato sul sito del comune in data 25/01/2019 con scadenza il 05/04/2019 entro le 12:00. Come potete vedere anche voi consultando il portale del comune, sono state effettuate solo due sedute pubbliche che di fatto non hanno aggiudicato nulla. La prima seduta il 15/04/2019 ha annunciato l'apertura offerte in data 16/4/2019 La seconda seduta fissata in data 25/10/2019 è stata rinviata, giusta comunicazione dei Commissari di gara, a data da destinarsi Abbiamo più volte scritto agli uffici competenti chiedendo di essere aggiornati circa lo stato del bando, senza ricevere alcun riscontro. Sarà quindi la volta buona per vedere finalmente almeno aggiudicato il bando? Riusciremo entro fine anno ad avere pubblicato il bando di gara per l'esecuzione dei lavori?Saranno ancora disponibili le somme stanziate nel Patto per il sud della Città di Palermo per i lavori? Ma le domande non possono finire qui. Come mai un gara bandita a Gennaio 2019, conclusa ad Aprile 2019, rimane nel "limbo" per oltre un anno? Dirigenti, Assessori, Politici siete tutti responsabili di questi ritardi e vogliamo sapere cosa è successo. Ci piacerebbe conoscere i motivi di questi ritardi. Ah.. Ma per il raddoppio del ponte Corleone invece? Anche li tutto tace da troppo...

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
30 giu 2020

Da domani riaprono i Tourist Infopoint e bike sharing h24

di Antony Passalacqua

Palermo - Tornano operativi a Palermo i Centri di Informazione turistici. Da domani saranno nuovamente aperti i Cit all'interno del porto e in via Cavour, mentre dal 2 luglio tornerà in attività il Cit di Palazzo Galletti a piazza Marina ed il giorno dopo quello di piazza Bellini. Per tutti, gli orari saranno dalle ore 8,30 alle ore 18,30 dal lunedì al venerdì, ad eccezione del Cit Bellini che sarà aperto con gli stessi orari anche il sabato e la domenica. Sarà anche attivo il punto informativo presso la biglietteria del Teatro Massimo in orario antimeridiano, analogamente alla biglietteria, dal lunedì al venerdì. Ogni struttura sarà dotata di gel igienizzante con dispenser per l'utenza, di pannelli parafiato nelle scrivanie, e termometro a raggi infrarossi per la rilevazione della temperatura. Inoltre presso il Cit di Mondello, interamente gestito da Amat, è possibile stipulare abbonamenti per il TPL. Sempre da domani primo luglio (già dalla mezzanotte) il servizio di bike sharing ritorna ad essere attivo anche di notte, quindi h24; per l'eventuale assistenza serale/notturna, basterà contattare il call center amiGO al numero 0112399351.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 giu 2020

Mercatino rionale via G.Galilei, uno schiaffo alle regole

di Mobilita Palermo

Palermo - Quelle che vi mostriamo sono le immagini del mercatino rionale di via G.Galilei che, secondo la nuova ordinanza, avrebbe dovuto aprire al pubblico dal 22 c.m.  in poi. Ma nonostante ciò, in barba al rispetto delle regole e ordinanze,  il mercatino ha aperto battenti. Scarso mantenimento delle distanze di sicurezza, scarsi i controlli affidati  pochissimi vigili, auto dei residenti multate per far spazio a bancarelle (montate abusivamente). E riportiamo qui una dichiarazione del Presidente della Circoscrizione VIII  Marco Frasca Polara: "Anche in via Galilei stamattina gli ambulanti hanno allestito indisturbati le loro bancarelle, posteggiando i furgoni sopra i marciapiedi e occupando persino le aiuole. Questa volta sotto l'occhio dei vigili. La resa incondizionata dell'Amministrazione e della Polizia Municipale, che si è già registrata a Villa Tasca e in via Jung, si è ripetuta anche oggi. Purtroppo! I mercatini avrebbero dovuto riaprire lunedì prossimo in base all'accordo raggiunto dal Sindaco con i rappresentanti degli ambulanti. Ma la parola data non è stata rispettata. Non aggiungo altro! Per di più anche oggi nessun controllo. Nessuno a verificare l'utilizzo obbligatorio delle mascherine, nessuno a far rispettare il distanziamento interpersonale, ecc. L'amministrazione aveva annunciato un piano di riordino e il trasferimento di tre mercatini alla Fiera. Che fine ha fatto tutto questo? Perché questa resa? Il Comune si giustifica sostenendo che l'ultima Ordinanza del Presidente Musumeci ha dato il via libera ai mercatini. Non stanno così le cose. L'Ordinanza a pagina 14 chiarisce che "la regolamentazione spetta ai Comuni, che devono far assicurare la regolamentazione degli spazi per consentire l'accesso ordinato e, se del caso, contingentato, al fine di evitare assembramenti di persone, garantire il distanziamento interpersonale e verificare l'utilizzo obbligatorio delle mascherine, ecc." In queste condizioni i mercatini sono luoghi insicuri e incontrollati che favoriscono gli assembramenti, oltre che l'infiltrazione di abusivi. Lo si sapeva anche prima del Covid. Se in passato, sbagliando, tutto questo è stato tollerato per il quieto vivere, adesso non ce lo possiamo più permettere. A seguire poi le condizioni in cui vengono lasciate le aree dagli stessi operatori, sporche con cumuli di rifiuti e senza alcun colpevole.     Qui l'ordinanza regionale che regola lo svolgimento delle attività, la cui regolamentazione è competenza dei singoli Comuni.

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
19 giu 2020

Si allarga la ZTL del centro storico: anche lo storico mercato “Vucciria” è zona a traffico limitato

di Fabio Nicolosi

Il Servizio Mobilità Urbana ha emesso oggi (ieri per chi legge) due importanti ordinanze: la 422 e la 423, inerenti rispettivamente all'istituzione di Zona a Traffico Limitato nel Mercato Storico “Vucciria” ed alla nuova regolamentazione della circolazione veicolare delle area perimetrale dello stesso mercato. "Un atto formale – dichiara il sindaco Leoluca Orlando - che segna un momento importantissimo e che conclude un lungo percorso condiviso con la Circoscrizione, i residenti e i commercianti. Una mini pedonalizzazione che restituirà vivibilità e fruibilità a tutta la zona della Vucciria e delle aree limitrofe, dando anche ossigeno alle loro attività commerciali". "Un ulteriore intervento di limitazione del traffico – sottolinea l’assessore Giusto Catania - che assume un altissimo valore non solo simbolico per il ruolo e la storia del mercato della Vucciria. Un ulteriore passo di restituzione ai cittadini del cuore storico della nostra città." L'Ordinanza Dirigenziale n.422 del 18/06/20200 ha per oggetto l'istituzione di Zona a Traffico Limitato nel Mercato Storico “Vucciria”, riguardante le vie: discesa Maccheroni, piazza Caracciolo, discesa Caracciolo Viceré, via Pannieri e via Argenteria. Nel dettaglio: Piazza S. Domenico Area pedonale compresa tra il prolungamento della via G. Meli e la Discesa Maccheronai: Lato destro del tratto, incrocio con la discesa S. Domenico: - Istituzione di direzione obbligatoria a sinistra (fig. II 80/b art. 122 - DPR 495/92), fatta eccezione per i veicoli commerciali autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati. 1) Discesa Maccheronai Tratto compreso tra Piazza S. Domenico e Piazza Caracciolo: - Istituzione di Zona a Traffico Limitato eccetto i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati; - Istituzione del senso unico di marcia nel verso e nel tratto; - Istituzione del divieto di fermata ambo i lati. Lato destro del tratto, incrocio con Piazza Caracciolo: - Istituzione di direzioni consentite diritto (fig. II 80/a art. 122 – DPR 495/92). 2) Piazza Caracciolo Tratto compreso tra Discesa Maccheroni, Discesa Caracciolo Viceré, via Pannieri, vicolo Mezzani, via dei Frangiai e via Argenteria: - Istituzione di Zona a Traffico Limitato eccetto i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati; - Istituzione del senso unico di marcia nel verso e nel tratto; - Istituzione del divieto di fermata ambo i lati; Lato destro del tratto, incrocio con la discesa Caracciolo Vicerè: - Istituzione di direzione obbligatoria diritto (fig. II 80/a art. 122 – DPR 495/92). 3) Discesa Caracciolo Viceré Tratto compreso tra Piazza Caracciolo e Via Roma: - Istituzione di Zona a Traffico Limitato; - Istituzione di strada senza uscita (fig. II 309 art. 135 - DPR 495/92); - Istituzione del divieto di fermata ambo i lati. 4) Via Pannieri Tratto compreso tra Piazza Caracciolo e Via Vittorio Emanuele: - Istituzione di Zona a Traffico Limitato eccetto i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati; - Istituzione del senso unico di marcia nel verso e nel tratto; - Istituzione del divieto fermata ambo i lati. 5) Via Argenteria Tratto compreso tra Piazza Garraffello e Piazza Caracciolo: - Istituzione di Zona a Traffico Limitato eccetto i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati; - Istituzione del senso unico di marcia nel verso e nel tratto; - Istituzione del divieto di fermata ambo i lati; Lato destro del tratto, incrocio con Piazza Caracciolo: - Istituzione del fermarsi e dare precedenza (fig. II 37 art. 37 - DPR 495/92); - Istituzione di direzione obbligatoria a sinistra (fig. II 80/b art. 122 - DPR 495/92). I residenti e dimoranti che potranno richiedere il pass che consentirà il transito nell’area interessata dalla ZTL Mercato Vucciria sono coloro che risiedono nelle vie e piazze appresso indicate: · Via Materassai (intero tratto); · Piazza Caracciolo (intero tratto); · Via Coltellieri (intero tratto); · vicolo Madonna dei Travicelli (intero tratto); · vicolo S.Andrea (intero tratto); · vicolo Rosa Bianca (tratto compreso tra via Coltellieri e il civ. 12); · discesa Caracciolo Viceré (intero tratto); · via Pannieri (intero tratto); · vicolo Mezzani (tratto compreso tra il vicolo S. Sofia e piazza Caracciolo); · via Frangiai (tratto compreso tra piazza Caracciolo e piazzetta Garraffo); · piazzetta Garraffo (intero tratto); · via Argenteria (intero tratto). LA CIRCOLAZIONE VEICOLARE NELL'AREA ZTL MERCATO VUCCIRIA E’ CONSENTITA PREVIA DOTAZIONE DI PASS (GRATUITO E DI VALIDITÀ ANNUALE) CHE: · CONSENTIRA’ DI PERCORRERE L'AREA MERCATALE ACCEDENDO DALLE VIE MATERASSAI, COLTELLIERI E ARGENTERIA E USCENDO DALLA STESSA AREA IMPEGNANDO LA VIA PANNIERI IN DIREZIONE VIA DEI TORNIERI: · SARA’ RICHIESTO, ALLA POSTAZIONE DECENTRATA SITA A PIAZZA MARINA DAGLI AVENTI DIRITTO CHE RISIEDONO NEI TRATTI STRADALI SOPRA INDICATI; · SARA’ RITIRATO PRESSO GLI UFFICI DELLA POSTAZIONE DECENTRATA SITA A PIAZZA MARINA; · DOVRA’ ESSERE ESPOSTO IN MANIERA VISIBILE E IN ORIGINALE SUI MEZZI AUTORIZZATI: Contestualmente, l’OD 423 dispone la nuova regolamentazione della circolazione veicolare delle area perimetrale della “ZTL Mercato Storico Vucciria”, riguardante le vie: Discesa S.Domenico, Coltellieri, vicolo Madonna dei Travicelli, vicolo S.Andrea, vicolo Rosa Bianca e via dei Frangiai; la modifica ed integrazione delle OO.DD. n. 958 e n. 959 del 25.07.2019 e s.m.i. (“ZTL Cassaro Basso”), riguardante la regolamentazione della circolazione veicolare delle vie: Via Paterna, piazzetta del Garraffo e piazza Garraffello, Materassai, Argenteria Vecchia, Terre delle Mosche, Calzonai, Chiavettieri (tratto da via Terre delle Mosche a via Cassari), Cassari, vicolo Tarzanà, via Tintori, via Vittorio Emanuele (tratto da via Porto Salvo e via Tintori) e Porto Salvo; infine, la revoca dell’O.D. n.1004 del 09.08.2018. Nel dettaglio, in via sperimentale, si dispone un nuovo piano di circolazione delle vie perimetrali interessate dalla “ZTL Mercato Vucciria”- Discesa S. Domenico Tratto compreso tra Piazza S.Domenico e Piazza S.Andrea Lato destro del tratto, incrocio con piazza S.Andrea/via Coltellieri: - Istituzione di direzione obbligatoria diritto (fig. II 80/a art. 122 – DPR 495/92) eccetto i veicoli autorizzati dall’O.D. 422/2020 (ZTL Mercato Vucciria). Via Coltellieri Tratto compreso tra Piazza S. Andrea e Piazza Caracciolo: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92) eccetto i veicoli autorizzati dall’O.D. 422/2020 (ZTL Mercato Vucciria), con accesso esclusivo da Piazza S.Andrea; Lato destro del tratto, incrocio con Piazza Caracciolo: - Istituzione di direzione obbligatoria diritto (fig. II 80/a art. 122 – DPR 495/92). Vicolo Madonna dei Travicelli Tratto compreso tra Via Coltellieri e la Discesa Maccheronai: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92). Vicolo S. Andrea Tratto compreso tra Via Coltellieri e Piazza S.Andrea: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92). Vicolo Rosa Bianca Tratto compreso tra Via Coltellieri e il civ.12: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92). Tratto compreso tra il civ.12 e il Vicolo 1° Appalto: - Istituzione del doppio senso di marcia alternato con diritto di precedenza per chi esce dal vicolo in direzione del Vicolo 1° Appalto; Lato destro del tratto, incrocio con il Vicolo 1° Appalto: - Istituzione di strada senza uscita. Via Frangiai Tratto compreso tra Piazza Caracciolo e Piazzetta Garraffo/Vicolo Paterna: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92). Vicolo Mezzani Tratto compreso tra il vicolo S. Sofia e piazza Caracciolo/via Frangiai: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92). Via Paterna Tratto stradale intersezione con Via Frangiai: - Istituzione di direzione obbligatoria destra (fig. II 80/c art. 122 - DPR 495/92). Piazzetta Garraffo Tratto compreso tra Via Argenteria e Via Frangiai: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92) eccetto i veicoli autorizzati dall’O.D. 422/2020 (ZTL Mercato Vucciria), con accesso esclusivo da Via Argenteria. Piazza Garraffello Area compreso tra Via della Loggia, Via Argenteria, Via Materassai, Via Cassari e Via Garraffello: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92) fatta eccezione per le corsie di marcia appresso indicate: · Tratto stradale sul prolungamento della Via della Loggia in direzione Via Materassai: - Istituzione di una corsia veicolare, di larghezza non inferiore a metri 3,00, regolamentata in senso unico di marcia nel verso e nel tratto, in cui è garantita la libera circolazione; - Istituzione del divieto di fermata ambo i lati; Lato destro del tratto, incrocio con Via Cassari: - Istituzione di direzione obbligatoria a sinistra (fig. II 80/b art. 122 - DPR 495/92) eccetto i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati; Lato destro del tratto, incrocio con via Argenteria: - Istituzione di direzione obbligatoria a destra (fig. II 80/c art. 122 - DPR 495/92) eccetto i veicoli autorizzati dall’O.D. 422/2020 (ZTL Mercato Vucciria). · Tratto stradale sul prolungamento della Via Materassai/Via Cassari in direzione Via Garraffello: - Istituzione di una corsia veicolare, di larghezza non inferiore a metri 3,00, regolamentata in senso unico di marcia nel verso e nel tratto; - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92), fatta eccezione per i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati, con accesso esclusivo dalle Vie Cassari/della Loggia. Via Materassai Tratto compreso tra Piazza Garraffello e Via Meli: - Istituzione del senso unico di marcia; - Istituzione del divieto di fermata ambo i lati. Via Argenteria Vecchia Lato destro del tratto, incrocio con via Materassai: - Istituzione di direzione obbligatoria sinistra (fig. II 80/b art. 122 - DPR 495/92); - Istituzione di segnale dare precedenza (fig. II art. 36 - DPR 495/92) ai veicoli in transito su via Materassai. Via Terra delle Mosche Tratto compreso tra Via della Loggia e Via dei Chiavettieri: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92) eccetto i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati, con accesso esclusivo dalle Vie della Loggia/Garraffello. Lato destro del tratto, incrocio con via Chiavettieri: - Istituzione di direzione obbligatoria a sinistra (fig. II 80/b art. 122 - DPR 495/92). Via Calzonai Tratto compreso tra Via Vittorio Emanuele e Via Terra delle Mosche: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92), eccetto i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati, con accesso esclusivo da Via Vittorio Emanuele. Lato destro del tratto, incrocio con via Terre delle Mosche: - Istituzione di direzione obbligatoria a destra (fig. II 80/c art. 122 - DPR 495/92). Via Chiavettieri Tratto compreso tra Via Terra delle Mosche (altezza civici n. 36/n. 45) e Via Cassari: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92), fatta eccezione per i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati, con accesso esclusivo da Via Terre delle Mosche. Lato destro del tratto, incrocio con via Cassari: - Istituzione di direzione obbligatoria a sinistra (fig. II 80/b art. 122 - DPR 495/92). Via Cassari Tratto compreso tra Via dei Tintori e Piazza Garraffello: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92), fatta eccezione per i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati, con accesso esclusivo da Via Tintori/Via Vittorio Emanuele. Lato destro del tratto, incrocio con piazza Garraffello: - Istituzione di direzione obbligatoria a destra (fig. II 80/c art. 122 - DPR 495/92), eccetto i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati. Tratto compreso tra Via dei Tintori e Via Cala - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92), fatta eccezione per i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati, con accesso esclusivo da Via Tintori/Via Vittorio Emanuele. Via dei Tintori Tratto compreso tra Via Vittorio Emanuele e via Cassari: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92), fatta eccezione per i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati, con accesso esclusivo da Via Vittorio Emanuele. Vicolo Tarzanà Tratto compreso tra Piazza Tarzanà e Via Cassari: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92), fatta eccezione per i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati, con accesso esclusivo da Piazza Tarzanà. Lato destro del tratto, incrocio con via Cassari: - Istituzione di direzione obbligatoria a destra (fig. II 80/c art. 122 – DPR 495/92). Via Vittorio Emanuele Tratto compreso tra Via Porto Salvo e Via dei Tintori: - Istituzione del divieto di transito (fig. II art. 116 - DPR 495/92), fatta eccezione per i veicoli autorizzati dall’O.D. n.958/2019 e s.m.i. e da quelli indicati nel presente provvedimento, con accesso esclusivo da Via Porto Salvo/Piazza Marina. Lato destro del tratto, incrocio con Via della Loggia: - Istituzione di direzione obbligatoria a destra (fig. II 80/c art. 122 – DPR 495/92), fatta eccezione per i veicoli autorizzati dall’O.D. n. 958/2019 e s.m.i. e da quelli indicati nel presente provvedimento. Via Porto Salvo Lato destro del tratto, incrocio con Via Vittorio Emanuele: - Istituzione di direzione obbligatoria a sinistra (fig. II 80/b art. 122 - DPR 495/92), fatta eccezione per i veicoli autorizzati dall’O.D. n.958/2019 e s.m.i. e da quelli indicati nel presente provvedimento, con accesso esclusivo da Via Porto Salvo/Piazza Marina. Via Alessandro Paternostro Lato destro del tratto, incrocio con Via Vittorio Emanuele: - Istituzione di direzione obbligatoria diritto (fig. II 80/a art. 122 – DPR 495/92), fatta eccezione per i veicoli autorizzati dal presente provvedimento e di seguito indicati. I residenti e dimoranti che potranno richiedere il pass che consentirà il transito all’interno delle aree interdette alla circolazione veicolare sono coloro che risiedono nelle vie e piazze appresso indicate: · via Cassari (intero tratto); · via dei Tintori (intero tratto); · vicolo Tarzanà (intero tratto); · via Chiavettieri (intero tratto); · via Garraffello (intero tratto); · piazza Garraffello (intero tratto); · cortile Vecchio (intero tratto); · via Materassai (intero tratto); · via della Loggia (intero tratto); · via Terre delle Mosche (intero tratto); · vicolo Calzonai (intero tratto); · via della Loggia (intero tratto); · via Frangiai (intero tratto); · vicolo Paterna (intero tratto). LA CIRCOLAZIONE VEICOLARE NELLE VIE INTERDETTE ALLA CIRCOLAZIONE E’ CONSENTITA PREVIA DOTAZIONE DI PASS (GRATUITO E DI VALIDITÀ ANNUALE) CHE: · CONSENTIRA’ DI PERCORRERE LE VIE INTERESSATE DAL PRESENTE PROVVEDIMENTO IMPEGNANDO LE STESSE SECONDO IL SENSO DI MARCIA PREVISTO: · SARA’ RICHIESTO, ALLA POSTAZIONE DECENTRATA SITA A PIAZZA MARINA DAGLI AVENTI DIRITTO CHE RISIEDONO NEI TRATTI STRADALI SOPRA INDICATI; · SARA’ RITIRATO PRESSO GLI UFFICI DELLA POSTAZIONE DECENTRATA SITA A PIAZZA MARINA; · DOVRA’ ESSERE ESPOSTO IN MANIERA VISIBILE E IN ORIGINALE SUI MEZZI AUTORIZZATI.

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
29 mag 2020

Pums bocciato, ma l’assessore Catania smentisce: i fatti

di Fabio Nicolosi

Questa mattina su una testata locale é uscito un articolo titolato: Il Ministero delle Infrastrutture boccia il Pums, a rischio i finanziamenti per Palermo Riportiamo parte dell'articolo da BlogSicilia: Non passa al vaglio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) adottato nel 2019 dal Comune di Palermo. Il Ministero, con una nota del 10 aprile 2020, ha confermato le criticità sull’adeguatezza dei contenuti, oggetto di un ricorso al Tar presentato da numerosi cittadini. Lo rende noto Nadia Spallitta, esponente di Europa Verde. In particolare, il Ministero ha ribadito la necessità che si adotti un piano metropolitano, mentre l’attuale PUMS limita le sue indagini al territorio cittadino, ed inoltre ritiene inadeguati i contenuti a tal punto da attribuire un punteggio agli elaborati del Comune inferiore alla soglia minima necessaria per accedere ai finanziamenti statali. Non si é fatta attendere la replica dell'assessore alla mobilità Giusto Catania: Quante bugie sul PUMS!!! Nessuna bocciatura da parte del Ministero, come qualcuno tenta di raccontare in queste ore. Evidentemente si confondono i propri desideri con la realtà dei fatti. Intanto, la data per definire l’iter del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile è ottobre 2020. Non si è mai vista una bocciatura prima di concludere la procedura! Basterebbe questo dato oggettivo per smentire coloro i quali sperano che la città possa perdere i finanziamenti per infrastrutture strategiche per il trasporto pubblico. Nel merito il Ministero, nella sua periodica osservazione del Piano, ha chiesto all’amministrazione di procedere con integrazioni, alcune delle quali hanno già trovato riscontro. Infatti la giunta comunale ha integrato, qualche giorno fa, il PUMS con il piano di monitoraggio e i relativi indicatori; il quadro conoscitivo del Trasporto pubblico ed ha avviato la fase partecipativa del monitoraggio, mettendo sul sito istituzionale un questionario di consultazione. Inoltre, siamo di attesa della Valutazione strategica Ambientale da parte della Regione. Il Ministero ha scritto che il PUMS è vicinissimo al raggiungimento dei parametri di sufficienza (lo ha scritto prima delle integrazioni già adottate dalla Giunta!) e ha esplicitamente apprezzato il percorso partecipativo svolto dall’amministrazione nella fase di redazione del PUMS. Nel frattempo gli uffici tecnici stanno lavorando alle ulteriori integrazioni prima di mandare il Piano al Consiglio comunale per l’approvazione definitiva. Questi sono i fatti. Il resto sono desideri o illazioni. A voi le conclusioni.     AGGIORNAMENTO: Qui alleghiamo la valutazione analitica del Pums da parte del M.I.T.         Dal sito del Comune è facilmente rintracciabile un comunicato stampa  datato 14/05/2020 con la quale venivano annunciati integrazioni al Pums quali " il piano di monitoraggio ed il quadro conoscitivo del trasporto pubblico. " E verificando la scheda valutativa, proprio  il Piano di Monitoraggio  risulterà uno dei punti decisivi per il raggiungimento della soglia di sufficienza. Anche se bisognerà domandare agli addetti ai lavori il perché tale documento non sia stato prodotto prima.

Leggi tutto    Commenti 13