Articolo
13 set 2021

Collettore Fognario | I lavori di scavo in via Roma non saranno terminati prima del 31 Dicembre

di Mobilita Palermo

L’ufficio traffico ha emesso l’ordinanza n° 976 del 07/09/2021 con cui viene prorogata l’ordinanza dirigenziale n° 282 del 22 marzo 2021. Ricordiamo che i lavori sono partiti i primi di Maggio 2019 con l’ordinanza n° 571 del 08/05/2019, ulteriormente prorogata con l’ordinanza n° 873 del 02/07/2019, n° 1128 del 20/09/2019, n° 601 del 10/08/2020 n° 1121 del 23/12/2020, n° 214 del 05/03/2021, n° 540 del 18/05/2021 e adesso con ordinanza n° 976 del 07/09/2021. Ricordiamo che il RUP l’8 agosto 2020, dopo il subentro della ditta AMEC S.r.l. alla fallita TECNIS comunicava che la conclusione degli stessi deve avvenire entro il 18 dicembre 2020. Siamo ormai a metà settembre 2021 e la nuova ordinanza atteso che i lavori non sono stati ultimati nei tempi preventivati proroga la chiusura dell’incrocio sino al 31 dicembre 2021. La TECNIS aveva problema finanziari, poi è subentrata la AMEC dopo un inizio abbastanza fiducioso si è arenata dietro a furti di carburante, problemi del macchinario, rallentamenti non ben definiti. Vorremmo leggere dal comune di Palermo, dall’assessore Prestigiacomo e dal RUP quali sono effettivamente i tempi di completamento di questa opera che tiene ostaggio la città da ormai troppi anni. Ricordiamo che il tunnel da realizzare è una condotta di 400m, realizzata da un mini talpa meccanica che dovrebbe di velocizzare e semplificare lo scavo fino a Via Guardione, dove sarà collegata al tratto già realizzato e che proseguirà verso l’impianto di Porta Felice. Per la cronaca parliamo di 975 giorni da fine Maggio 2019 a fine Dicembre 2021. Escludendo i sabato, le domeniche e i festivi 680 giorni. 400 metri in 680 giorni, fatevi voi i calcoli, ricordando che l’ordinanza attualmente in vigore è valida fino a fine dicembre. Chi vivrà, vedrà. Intanto i disagi per i cittadini sono notevoli, i disagi per i mezzi pubblici costretti a tortuose deviazioni sono notevoli, i disagi per i residenti sono notevoli.

Leggi tutto    Commenti 12
Articolo
09 set 2021

TRAM | La Regione esprime parere ambientale, esclusa la Valutazione di Impatto Ambientale

di antony977

Palermo - L'assessorato regionale all'Ambiente, con decreto dirigenziale, ha trasmesso il parere espresso dalla Commissione tecnica Specialistica, relativo alla verifica di assoggettabilità ambientale VIA del sistema tram della città di Palermo. La commissione regionale ha stabilito che il progetto delle nuove linee tranviarie è escluso dalla Valutazione di Impatto ambientale a condizione che di ottemperi a 17 condizioni che riguarderanno le successive fasi di progettazione esecutiva e di realizzazione dell’opera.   Dall'articolo 1 del Decreto: Ai sensi dell’art. 19 comma 7 del D. Lgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii., il progetto denominato “Sistema Tram Palermo –Fase II Progetto delle nuove linee tramviarie della Città di Palermo I Stralcio funzionale –Tratte A, B e C Progetto Definitivo”, proposto dal Comune di Palermo - Codice Progetto PA54_VIAR077 - Codice Procedura 1140, è escluso dalla Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) di cui all’art. 23 e seguenti del medesimo decreto legislativo, a condizione che il proponente ottemperi al seguente quadro prescrittivo... Ma cosa riguardano le prescrizioni? Si va dalle tipoogie di essenze arboree in specifiche strade che verranno attraversate dalla tranvia, alle sistema di drenaggio e smaltimento delle acque meteoriche fino alla cantierizzazione e monitoraggio delle aree. Qui riportiamo integralmente tutte le prescrizioni contenute nel Decreto:     La palla adesso passa all'azienda verificatrice  incaricata, che ha 30gg di tempo per validare il progetto, prima che sia avviata la regolare procedura di gara per la realizzazione delle nuove tre linee del tram (A, B e C).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 set 2021

Iniziata la riqualificazione di via Amari, ma piovono le critiche

di mobilita

Sono iniziati il 30 Agosto i lavori di riqualificazione di via Emerico Amari. Ci si auspicava che il governo comunale potesse mettere in pratica il "Passio" una pedonalizzazione fatta con i giusti criteri. Ci si accontenterà dell’eliminazione di due marciapiedi spartitraffico, posti al centro del sito; dell’eliminazione di pali di segnaletica varia; del ripristino delle relative aree di sedime; della collocazione di un inserto in marmette di ceramica raffigurante la Rosa dei Venti; della collocazione di fioriere e panchine. MA Proprio qualche mese fa la D'Agostino Costruzioni, ultimando i lavori dell'anello ferroviario su via Amari di fronte le camera di commercio ha ripristinato il marciapiede. Perché l'amministrazione non ha evitato questi lavori? Perché adesso invece lo deve demolire? Spesso abbiamo parlato di mancanza di pianificazione, di approssimazione. Questo su via Amari è l'ultimo caso, fa sicuramente discutere e fa sicuramente aumentare la protesta dei cittadini che per anni sono stati ostaggi di lavori, da anni chiedono una pedonalizzazione seria, da mesi finalmente vedono i disagi terminare e adesso assistono alla costruzione di un marciapiede che pochi mesi dopo viene demolito. Tutto questo perchè negli uffici comunali nessuno ha idea di come la città dovrà essere, ma si vive alla giornata.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
28 lug 2021

Tram, via libera dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici alle linee centrali

di Mobilita Palermo

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa il disco verde sui prossimi lavori dell'ampliamento del sistema tranviario da parte del  Consiglio Superiore dei Lavori pubblici. Sembra essere più realistica la pubblicazione del bando di gara per i lavori fra Agosto e Settembre. Palermo- Il Consiglio Superiore dei Lavori pubblici, in seduta odierna, ha espresso parere positivo sulle tratte A B e C del progetto tram della città di Palermo, esplicitando alcune prescrizioni, osservazioni e raccomandazioni che dovranno essere previste nel progetto in occasione dell'espletamento della gara. Alla riunione, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, hanno partecipato l’assessore alla Mobilità, Giusto Catania, e il Rup del progetto, Marco Ciralli. “Esprimo soddisfazione per il qualificato parere che dimostra l'ottima qualità della progettazione del tram di Palermo – dichiara il sindaco, Leoluca Orlando – adesso si può andare avanti verso la definizione delle procedure di gara”. “È stata una discussione molto approfondita con relazioni dettagliate che hanno analizzato il progetto tram da tutti i punti di vista: trasportistico, viario, geologico idraulico, impiantistico - sottolinea l’assessore Catania – e ho manifestato gratitudine ed apprezzamento per l'analisi minuziosa. Le indicazioni, espresse nella relazione del Consiglio superiore dei lavori pubblici, saranno utili per rendere migliore e più efficace il progetto tram che cambierà il volto della città e modificherà le abitudini di mobilità delle cittadine e dei cittadini di Palermo".     Piccola considerazione a margine:  non sarebbe il momento di cominciare a stilare un serio piano industriale per Amat? Cominciare a ragionare sui trasporti pubblici in ambito città metropolitana? Cominciare a ragionare sulla possibilità di creare un unico gestore con quote pubbliche e che possa integrare bus/tram/metroferrovia/pullman? Non è che ci dobbiamo poi ridurre a lavori ultimati per discutere di ciò?

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
15 lug 2021

Mobilità sostenibile, verrà incrementata la flotta dei monopattini sharing in città

di antony977

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa l'implementazione della flotta del servizio monopattini sharing. Palermo - Il servizio di condivisione dei monopattini sta incontrando il positivo favore della cittadinanza palermitana e per questa ragione, con un atto d’indirizzo, l’assessore Giusto Catania ha dato mandato al dirigente del servizio mobilità urbana di autorizzare l’implementazione della flotta del servizio di monopattino-sharing, incrementando con ulteriori 100 mezzi ciascuno dei sette operatori già autorizzati a svolgere il servizio. In questo modo si passerà dagli attuali 2.800 a 3.500 monopattini in servizio in città. Lo stesso tetto massimo sarà garantito anche ai nuovi operatori che volessero affacciarsi sul mercato palermitano, in ogni caso evitando di superare la quota totale dei 5.000 monopattini in esercizio a Palermo. “L’uso del monopattino in condivisione - l’assessore alla mobilità urbana Giusto Catania - è una delle misure attivate dall'amministrazione per migliorare la sostenibilità della mobilità urbana e per ridurre le emissioni inquinanti in atmosfera. Da qualche mese il servizio è attivo a Palermo e abbiamo registrato un importante trend di crescita nell'uso di questi veicoli. In questo modo stiamo offrendo un’alternativa alle automobili negli spostamenti casa/lavoro. Continuo a ritenere, tuttavia, che sia necessaria una modifica del Codice della Strada, al fine di garantire il massimo della sicurezza sull'uso dei monopattini in ambito urbano".     Pur  non essendo obbligatorio, e in vista delle prossime modifiche al CdS che toccheranno questo specifico settore, raccomandiamo l'uso del casco. Raccomandiamo il rispetto delle basiliari regole già vigenti del Codice della Strada, quali ad esempio un'andatura decisamente moderata all'interno delle aree pedonali. L'evitare manovre brusche e pericolose durante la guida in qualunque strada e in qualunque condizione di traffico. Ricordiamo che la velocità massima consentita per questi dispositivi (e per le biciclette a pedalata assistita) è pari a 25 km/h come per legge, altro che 12 km/h! Perché è innegabile la flessibilità di questi mezzi, ma possono rappresentare un pericolo (come un automobile, una moto o una bicicletta) e dipende da chi li conduce. Ricordiamoci che quando siamo su strada, abbiamo tante responsabilità verso le persone attorno a noi.  

Leggi tutto    Commenti 19
Articolo
07 lug 2021

Una nuova corsia ciclabile sarà realizzata in viale Lazio, tra viale Campania e via Molise

di Mobilita Palermo

Si ampliano in città gli spazi dedicati ai ciclisti. E' stata infatti approvata in via sperimentale l'istituzione di una pista ciclabile monodirezionale in sede propria in viale Lazio, nel tratto compreso tra viale Campania e via Molise. Il provvedimento n°746 del 06/07/2021 ordina VIALE LAZIO TRATTO, compreso tra viale Campania e via E. Restivo. Lato destro, come da stralcio planimetrico (all.1), parte integrante del presente provvedimento): -Istituzione di pista ciclabile monodirezionale in sede propria, contigua al marciapiede sito sul lato destro, rispetto al senso di marcia in direzione via Aspromonte, la cui sede (avente una larghezza non inferiore a 1,50 mt) è fisicamente separata dalla carreggiata attraverso idoneo spartitraffico longitudinale di larghezza pari a 0,50 mt , previa collocazione di segnaletica verticale (fig. II 90 art. 122 e fig. II 91 art. 122) e orizzontale (fig. II 442/b art. 148 e fig. II 437 art. 146); - Istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta (0-24) in adiacenza allo spartitraffico che delimita longitudinalmente la pista ciclabile, previa apposizione di segnaletica verticale. TRATTO, compreso tra via E. Restivo e via Molise. Lato destro, come da stralcio planimetrico (all.1), parte integrante del presente provvedimento: - Istituzione di pista ciclabile monodirezionale in sede propria, contigua al marciapiede sito sul lato destro, rispetto al senso di marcia in direzione via Aspromonte, la cui sede (avente una larghezza non inferiore a 1,50 mt) è fisicamente separata dalla carreggiata attraverso idoneo spartitraffico longitudinale di larghezza pari a 0,50 mt, previa collocazione di segnaletica verticale (fig. II 90 art. 122 e fig. II 91 art. 122) e orizzontale (fig. II 442/b art. 148 e fig. II 437 art. 146); - Istituzione di una fascia di sosta, in senso parallelo, a sx, rispetto alla predetta pista ciclabile, con delimitazione degli stalli a mezzo di segnaletica orizzontale verticale (fig.II 444 art. 149 e fig. II 76, art. 120). "Continua - hanno detto il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Mobilità, Giusto Catania - l'attenzione dell'amministrazione comunale per l'ampliamento in città della mobilità dolce e per la promozione della mobilità ciclistica"

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
07 lug 2021

APP PalerMobilità | Nuova funzione di monitoraggio del pass ZTL

di Mobilita Palermo

Novità per la App di "PalermoMobilità". Con l'aggiornamento dell'applicazione, infatti, è ora possibile avere contezza dello stato del proprio Pass ZTL. Nel dettaglio, l'utente, entrando nella sezione "ZTL" visualizzerà in basso l'indicazione relativa allo stato del proprio pass, targa del veicolo, data di acquisto pass e data di scadenza. Questo consente una migliore e più agevole modalità di controllo dello stato del proprio "storico" e contestualmente mette in condizione gli utenti di potersi organizzare per l'acquisto del pass prima della scadenza. Inoltre, è possibile tramite il portale della mobilità acquistare il pass nuovo indicando il giorno di inizio di validità. Questa funzionalità è già attiva sia per dispositivi Android che IOS. "Continuiamo con la digitalizzazione a beneficio dei cittadini - ha detto l'assessore all'Innovazione, Paolo Petralia Camassa ., sempre con l'obiettivo di semplificare l'accesso alle informazione e alla fruizione dei servizi. L'informazione sullo stato del proprio Pass ZTL è certamente intuitiva, ma oggi è più facilmente monitorabile direttamente attraverso l'APP PalerMobilità, che va aggiornata. Con SISPIstiamo lavorando anche al fine di consentire che l'avviso di prossima scadenza del pass sia inserito nell'App IO che attraverso una notifica push mette al corrente in anticipo il cittadino sulla scadenza del proprio pass" “La mobilità urbana - commenta l'assessore Giusto Catania - diventa più sostenibile se è supportata dall’innovazione tecnologica e dall’innovazione. La App “PalerMobilità può diventare sempre di più uno strumento utile per informare i cittadini e per offrire servizi necessari agli spostamenti ecologici".

Leggi tutto    Commenti 0