Articolo
19 mag 2020

AMAT | Dalla regione via libera a 15 milioni di euro

di Fabio Nicolosi

È stato sottoscritto il contratto integrativo tra Comune di Palermo ed Amat, che ha consentito di sbloccare circa quindici milioni di euro trasferiti dalla Regione siciliana al Comune di Palermo e destinati al trasporto pubblico urbano. Si tratta delle somme relative al quarto trimestre del 2019 e al primo trimestre 2020, oltre che al riconoscimento degli obiettivi chilometri del tram per il 2019. Già oggi, l'Ufficio mobilità urbana ha emesso la prima determinazione per il valore di 2,3 milioni. Entro la settimana saranno definite le procedure per l'emissione delle altre due determinazioni dirigenziali. Per il Sindaco Leoluca Orlando, "la sottoscrizione dell'accordo rappresenta un importante riconoscimento economico per l'azienda Amat e dimostra l'attenzione dell'Amministrazione comunale per la salvaguardia del trasporto pubblico e dei lavoratori dell'azienda, segnando anche un punto di svolta per quanto riguarda il riconoscimento dei chilometri percorsi dal Tram come parte integrante ed effettiva del trasporto pubblico locale in città." In sintonia l'Assessore Catania, che sottolinea "l'importante novità costituita dal riconoscimento dei chilometri percorsi su ferro. Di fatto il Comune, riconoscendo questi come parte integrante del trasporto pubblico, ha fatto da apripista favorendo la scelta della Regione che, per la prima volta, ha riconosciuto 3,8 milioni per l'esercizio del tram.” Per il Presidente dell'Azienda Michele Cimino "si è condiviso un altro importante obiettivo del piano di risanamento ed efficentamento dell’Azienda. Il nostro lavoro continua nella consapevolezza che stiamo affrontando tutte le problematiche emergenziali dando il massimo impegno.”

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
16 mag 2020

Distanziamento sociale alle fermate del tram: manca la segnaletica apposita

di Gustavo Enrico

In questo periodo di pandemia Covid-19, tenere le distanze è necessario. La situazione è delicata quando si aspettano i mezzi pubblici, soprattutto il Tram. Come sappiamo le banchine d'attesa a Palermo non sono molto larghe (a parte i capolinea e qualche altra eccezione);  le  indicazioni per aiutare a mantenere le distanze giuste, non state messe in tutte le fermate.   La foto mostra la fermata "Parco Uditore" direzione Borgo Nuovo, ma ce ne sono altre in questo stato. Poi, sulla panchina sotto la pensilina dovrebbe essere indicata la posizione in cui sedersi e quindi  stabilire quante persone la possono occupare (forse due seduti ai limiti opposti): neanche in questo caso c'è segnalazione. Per fortuna non ho notato folla in attesa, per il momento. In previsione di nuove aperture di attività, sarebbe il caso di rendere la segnalazione capillare su tutte le fermate del Tram e degli autobus. Ma attendiamo, magari l'apposizione della segnaletica è ancora in corso.

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
13 mag 2020

AMAT | Il comune delibera l’acquisto di 55 nuovi autobus

di Fabio Nicolosi

Poco meno di 17 milioni di euro saranno destinati all'acquisto di 55 nuovi autobus a basse e ridotte emissioni che andranno a rimpiazzare vetture più vecchie dell'AMAT. Lo ha deciso la Giunta comunale, approvando la delibera proposta dagli uffici della Mobilità Urbana guidati dall'Assessore Catania per l'utilizzo dei fondi comunitari dell'Agenda Urbana di Palermo e Bagheria. In particolare, l'allegato tecnico alla delibera prevede l'acquisto di 16 bus di otto metri con alimentazione diesel euro 6 e di 38 bus di 12 metri con alimentazione a metano. Queste vetture, le cui procedure di acquisto dovranno terminare entro la fine del 2023, si aggiungeranno alle altre 55 le cui procedure di gara sono già in corso sempre con fondi extra comunali: 33 bus con fondi del PON Metro e 12 vetture elettriche con fondi del Pon Complementare. Per i primi si attende a giorni la sentenza del Consiglio di Stato che dovrà pronunciarsi sul ricorso di una ditta esclusa, mentre per i veicoli elettrici sono appena partite le procedure per l'acquisto. Per il Sindaco Leoluca Orlando "soprattutto in un momento in cui il servizio di trasporto pubblico è sotto stress ed allo stesso tempo aumenta la consapevolezza e la necessità di mezzi di trasporto a basso impatto, da parte dell'Amministrazione viene un segnale importante in direzione dello svecchiamento del parco vetture, che costituiscono parte essenziale del sistema misto fra trasporto gommato e ferrato che immaginiamo per Palermo." Per l'Assessore Giusto Catania, “la rimodulazione del progetto di Agenda urbana rappresenta un importante investimento per il miglioramento del trasporto pubblico della città di Palermo e di Bagheria. L’acquisto di 55 nuovi autobus a bassa emissione, che segue l’acquisto di altri 12 autobus elettrici, è un ulteriore passo verso il rinnovamento complessivo della flotta di Amat e contribuirò, nella prospettiva a medio termine, alla definizione del trasporto integrato gomma/ferro. Le scelte dell’amministrazione comunale sono protese, sempre di più a diminuire le emissioni inquinanti in atmosfera e le scelte sul trasporto pubblico di massa sono strategiche per rendere sempre più ecologica la nostra città.”

Leggi tutto    Commenti 16
Articolo
13 mag 2020

ANELLO FERROVIARIO | Riapre l’incrocio tra via Roma e via E. Amari – Dettagli

di Salvatore Galati

Come vi avevamo annunciato qualche settimana fa, si sta lavorando alla riapertura dell'incrocio tra la via Roma e la via E. Amari, nodo importante per la circolazione veicolare. L'area in questione era interessata ad un'interferenza con il collettore fognario, dato che è stato risolto, si è proceduto al ripristino dell'incrocio. Quindi da mercoledì 13/05 scatterà la riapertura parziale dell'incrocio tra: via Roma e via E. Amari; E il tratto di via E. Amari compreso tra l'incrocio di via Michele Amari e via Roma. Contemporaneamente alla riapertura degli incroci sopracitati, scatterà la chiusura delle seguenti vie: via E. Amari nel tratto compreso tra via R. Wagner e via Isidoro La Lumia, tali disposizioni saranno in vigore fino al 27/10/20 Di seguito le strade interessate dal provvedimento VIA EMERICO AMARI: Riapertura dell’ incrocio con via Roma, a carattere definitivo, e dunque anche oltre il 27/10/2020, con obbligo di svolta a destra verso piazza Don Sturzo. VIA P.PE DI BELMONTE: Tratto compreso tra via Roma e via Michele Amari: Permane la sospensione dell’ area pedonale sino a via P.pe di Scordia, con riduzione a 2 metri di larghezza delle occupazioni di suolo, eventualmente eccedenti  tale misura. Sarà consentita la sosta in senso parallelo sui due lati della carreggiata. VIA MICHELE AMARI: Tratto compreso tra via P.pe di Belmonte e via E. Amari: Divieto di sosta con rimozione coatta 0-24 sul lato destro della carreggiata nella direzione di marcia, compresi i posti riservati. VIA EMERICO AMARI: Tratto compreso tra via Michele Amari e via Roma. Istituzione del senso unico di marcia in direzione via Roma. Istituzione della sosta in senso obliquo sui due lati della carreggiata. VIA AMMIRAGLIO GRAVINA: Tratto compreso tra via Roma a e via Riccardo Wagner: Ripristino della sosta in senso obliquo sui due lati della carreggiata. VIA RICCARDO WAGNER: Tratto compreso tra via Ammiraglio Gravina e via Mariano Stabile: Ripristino del senso unico di marcia in direzione di via Mariano Stabile, che sarà definitivo e quindi anche oltre il 27 ottobre. Sosta regolamentata in senso obliquo sul lato destro nel senso di marcia, sino a via Principe di Granatelli ed in parallelo oltre. VIA RICCARDO WAGNER: Tratto compreso tra via Ammiraglio Gravina e via E. Amari:  Strada senza uscita a doppio senso di marcia VIA EMERICO AMARI: Tratto compreso tra via Riccardo Wagner e via Pietro Aldo Panascia (già via I. La Lumia): Chiusura al transito veicolare, garantendo quello pedonale almeno su un lato della strada. Divieto di sosta con rimozione coatta 0-24 sui due lati della carreggiata, compresi i posti riservati. VIA ROMA: Tratto compreso tra via E. Amari e via Benedetto Gravina: Ripristino del senso unico di marcia in direzione piazza Luigi Sturzo. PIAZZA LUIGI STURZO: Carreggiata lato monte: Ripristino del senso unico di marcia in direzione via D. Scinà VIA DOMENICO SCINA’: Tratto compreso tra piazza Luigi Sturzo e via Isidoro La Lumia: Ripristino del senso unico di marcia in direzione via Turati. VIA PIETRO VALDO PANASCIA: Già via Isidoro La Lumia (nel tratto Amari – Turati): Strada senza uscita a doppio senso di marcia. I veicoli provenienti dal lato di via E. Amari allo sbocco su via Turati hanno l'obbligo di fermarsi e dare la precedenza e di svoltare a sinistra verso piazza Ruggiero Settimo. PIAZZA CASTELNUOVO: La chiusura dell'area viene mantenuta sino al prossimi 28 maggio.     Ringraziamo CIFI Palermo per la foto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mag 2020

Viabilità | Restringimento di carreggiata dall’11 Maggio nei pressi del viadotto tranviario di piazza Einstein

di Fabio Nicolosi

L'ufficio traffico vista l’ e-mail di EDS Infrastrutture S.p.a relativa alla verifiche sul viadotto tranviario che attraversa il viale della Regione Siciliana, all’ altezza di piazza Einstein ha emanato l'ordinanza n° 335 del 7 maggio 2020. Tale ordinanza prevede la chiusura al transito veicolare non contemporanea delle semicareggiate, a partire da m. 100 prima del viadotto tranviario. Il provvedimento é valido dall’11/05/2020 per un massimo di giorni 8, dalle ore 7 alle ore 19, da completare entro il 29.5.2010

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 mag 2020

Coronavirus | Ecco come sarà la “Fase 2″ di Amat

di Salvatore Galati

Vi avevamo parlato di una nuova eventuale opportunità, per lo spostamento tramite la mobilità dolce, in vista alle nuove abitudini da Covid-19, che sta contribuendo a un cambiamento sociale.  Da nord a sud ci si domanda come cambierà lo spostamento tramite il trasporto pubblico in città. In questa fase è di sicuro obbligatorio  l'utilizzo di mascherine, per evitare che persone asintomatiche diffondano il patogeno a persone sane. L'Amat si sta muovendo con le predisposizioni consigliate dal Ministero dei Trasporti. Dal 4 maggio come sarà muoversi a Palermo con i mezzi pubblici di Amat? Ogni passeggero potrà salire a bordo di un bus o del tram solo se sarà munito di mascherina di protezione; Come è avvenuto a Milano, anche Amat sta applicando sui sedili (tram/bus) degli adesivi in cui vietano di sedersi e invece sul piano calpestabile verrà applicato un segna posto per gli utenti che staranno in piedi. Naturalmente questi adesivi sono applicati per mantenere la distanza minima di 1 m; Le fermate di alcune linee centrali verranno soppresse momentaneamente e vi sarà un messaggio che l'utente è pregato di recarsi alla prossima fermata per poter prendere il mezzo. Verranno istituite tre squadre: addetti alla verifica, bigliettai ed operatori della mobilità, l'obbiettivo è quello di regolare il flusso dei passeggeri per l'uscita e la salita alle fermate dei tram/bus, sarà fatto anche a bordo. (Sarà la volta buona che i palermitani imparino a rispettare le indicazioni che sono applicate alle porte?) Grazie a queste squadre si avrà un controllo alle fermate e che riguarderà: il distanziamento, lo smistamento delle uscite e salite dei passeggeri, la capacità massima di trasporto sui bus e tram e la verifica del biglietto e/o abbonamento. Tutto questo effettuato con 2 addetti. Il terzo addetto, opererà sui mezzi per garantire sempre il distanziamento e i flussi di uscita e salita dalle vetture. E verificare il titolo di viaggio. Inoltre saranno riaperti i punti commerciali di vendita dei biglietti, sempre da lunedì 4 maggio: via Giusti; Piazzale Ungheria; Piazza Indipendenza; Piazzale J. Lennon; via Nina Siciliana; via Basile capilinea della rete tranviaria. Sempre con gli stessi orari in vigore prima della sospensione. Gli uffici di via Borrelli, invece, rimarranno aperti dal lunedì al venerdì dalle 8,00 alle 13,00 e dalle 14,30 alle 17,30.  

Leggi tutto    Commenti 16
Articolo
30 apr 2020

Nuove linee tram Bonagia-Mondello-Sferracavallo, il Comune illustra lo status della progettazione

di Mobilita Palermo

Palermo- Con una conferenza stampa  il Comune di Palermo fa il punto sui nuovi progetti delle linee tranviarie. Nel dettaglio si tratta del progetto relativo alle linee per Bonagia-Mondello Zen-Sferracavallo. Il Comune di Palermo aveva infatti partecipato all'avviso Mit-2018, un bando del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti che metteva a disposizione finanziamenti destinati agli Enti Locali per progetti di ampliamento delle proprie infrastrutture della mobilità: linee tram, metrò, reti filobus, parcheggi ed altri sistemi a guida vincolata. Ministero che lo scorso Dicembre aveva ufficializzato la non ammissione a finanziamento per i progetti di Palermo ed altre città, concedendo una "finestra"  dove poter trasmettere apposite integrazioni documentali entro il 30/04/2020. Ma tale termine, da quanto è stato ufficializzato dal Ministero, è slittato al 15 luglio 2020.  Pertanto il Comune ha esposto i chiarimenti circa le integrazioni che erano state richieste dal Mit: gli studi trasportistici aggiornati in funzione dell'intero sistema tranviario cittadino piuttosto che limitandolo alle sole linee oggetto del bando (e oggetto di contestazione del Mit) Vi riportiamo qui di seguito le slides mostrate dai progettisti con gli aggiornamenti e tanti dati che possono essere utili al dibattito.            

Leggi tutto    Commenti 17