Articolo
04 ago 2021

Via Vittorio Emanuele diventa ufficialmente area pedonale

di antony977

Dopo la definitiva pedonalizzazione di via Maqueda (in precedenza ztl), è il turno adesso di via Vittorio Emanuele nel tratto compreso fra piazza della Vittoria e piazza Villena (4 Canti), e il Cassaro basso fino a piazza Marina. Con una nuova ordinanza, il Comune ne sancisce definitivamente la pedonalizzazione. Non si hanno però più notizie circa il famoso basolato che doveva essere steso lungo via Maqueda e delle nuove telecamere a servizio esclusivamente delle piazze pedonale ed evitarne l'invasione di auto.... Riportiamo qui di seguit comunicato stampa del Comune di Palermo Palermo - L'Ufficio mobilità urbana, a seguito di atto d’indirizzo dell’assessore Giusto Catania, ha emesso sei ordinanze  con la quali trasforma via Vittorio Emanuele da ZTL in area pedonale.Nello specifico, due ordinanze istituiscono e regolamentano l’area pedonale da piazza della Vittoria fino a piazza Villena; due ordinanze istituiscono e regolamentano l’area pedonale nel Cassaro Basso fino a piazza Marina; e due ordinanze istituiscono e regolamentano il transito di pochi autorizzati della ZTL da Porta nuova a piazza Vittoria.Tutte le ordinanze sono pubblicate sul sito istituzionale. “È un passaggio memorabile che chiude un lungo percorso di limitazione del traffico veicolare in Centro storico – sottolinea il sindaco Leoluca Orlando –. Con queste ordinanze possiamo affermare di avere definito il percorso pedonale che collega Porta nuova al porto di Palermo, ampliando l'attrazione turistica della città”. “È una decisione molto attesa dagli operatori economici e dai residenti del Cassaro la formale pedonalizzazione dei due assi di Via Vittorio Emanuele – afferma l’assessore alla Mobilità Giusto Catania -. Adesso si sta cominciando a studiare come completare la pedonalizzazione nei due tratti che ancora sono formalmente ZTL: la parte alta di via Maqueda (dai quattro canti alla Stazione) e il Cassaro centrale”. Il transito ai residenti è garantito e regolamentato attraverso percorsi individuati da varchi, così come ai taxi, ai mezzi di soccorso e alle Forze dell’ordine. È stato, infine, modificato l'orario di carico e scarico a servizio delle attività commerciali, evitando sovrapposizione con gli orari degli istituti scolastici. Il provvedimento entrerà in vigore a seguito di posizionamento della segnaletica da parte di Amat.

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
27 lug 2021

RIFIUTI | Rogo davanti al Museo Geologico “Gemellaro”

di Mobilita Palermo

Quanti di voi conoscono il museo geologico Gemellaro? Quanti di voi sanno che è uno dei musei tra i piú importanti d'Europa? Eppure ogni giorno quello che dovrebbe essere un luogo dove la cultura e il rispetto fanno da apripista da anni vi sono accatastati rifiuti di ogni genere e tipo E ogni tanto questi rifiuti vengono pure incendiati. Ecco l'ultimo evento del 21 Luglio dove a causa del calore generato dall'incendio è andato in frantumi un vetro. Fortunatamente le fiamme sono state prontamente spente, ma rimane il danno che nessuno risarcirà e che il museo dovrà farsi carico. E tutto questo per colpa di chi? IGNOTI. Come ignoti siamo tutti noi che ogni giorno siamo ormai abituati a passare davanti il museo, vedendo di tutto e di piú girandoci dall'altro lato. Monnezza genera degrado, o viceversa. Ma è un dato di fatto che questa situazione è oramai sfuggita di mano a chi ha il compito di mantenere ordine e pulizia. Il tutto sotto gli occhi di tantissima gente, oramai assuefatta al degrado.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
07 lug 2021

Una nuova corsia ciclabile sarà realizzata in viale Lazio, tra viale Campania e via Molise

di Mobilita Palermo

Si ampliano in città gli spazi dedicati ai ciclisti. E' stata infatti approvata in via sperimentale l'istituzione di una pista ciclabile monodirezionale in sede propria in viale Lazio, nel tratto compreso tra viale Campania e via Molise. Il provvedimento n°746 del 06/07/2021 ordina VIALE LAZIO TRATTO, compreso tra viale Campania e via E. Restivo. Lato destro, come da stralcio planimetrico (all.1), parte integrante del presente provvedimento): -Istituzione di pista ciclabile monodirezionale in sede propria, contigua al marciapiede sito sul lato destro, rispetto al senso di marcia in direzione via Aspromonte, la cui sede (avente una larghezza non inferiore a 1,50 mt) è fisicamente separata dalla carreggiata attraverso idoneo spartitraffico longitudinale di larghezza pari a 0,50 mt , previa collocazione di segnaletica verticale (fig. II 90 art. 122 e fig. II 91 art. 122) e orizzontale (fig. II 442/b art. 148 e fig. II 437 art. 146); - Istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta (0-24) in adiacenza allo spartitraffico che delimita longitudinalmente la pista ciclabile, previa apposizione di segnaletica verticale. TRATTO, compreso tra via E. Restivo e via Molise. Lato destro, come da stralcio planimetrico (all.1), parte integrante del presente provvedimento: - Istituzione di pista ciclabile monodirezionale in sede propria, contigua al marciapiede sito sul lato destro, rispetto al senso di marcia in direzione via Aspromonte, la cui sede (avente una larghezza non inferiore a 1,50 mt) è fisicamente separata dalla carreggiata attraverso idoneo spartitraffico longitudinale di larghezza pari a 0,50 mt, previa collocazione di segnaletica verticale (fig. II 90 art. 122 e fig. II 91 art. 122) e orizzontale (fig. II 442/b art. 148 e fig. II 437 art. 146); - Istituzione di una fascia di sosta, in senso parallelo, a sx, rispetto alla predetta pista ciclabile, con delimitazione degli stalli a mezzo di segnaletica orizzontale verticale (fig.II 444 art. 149 e fig. II 76, art. 120). "Continua - hanno detto il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Mobilità, Giusto Catania - l'attenzione dell'amministrazione comunale per l'ampliamento in città della mobilità dolce e per la promozione della mobilità ciclistica"

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
01 lug 2021

Ratificato il finanziamento per la nuova pista ciclabile tra Stazione ed Università.

di antony977

Palermo - Un nuovo percorso ciclabile per gli amanti della bicicletta e che sorgerà grazie a fondi ministeriali. La giunta comunale ha infatti ratificato l'approvazione del progetto per la realizzazione di una pista ciclabile tra la stazione centrale e l'università, inserendolo nel piano della mobilità dolce. Il progetto verrà realizzato utilizzando il finanziamento di 525.000 euro, erogato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, riconosciuto anche alle città di Roma, Milano, Napoli, Padova, Bari e Pisa, che ha stanziato complessivamente circa 4 milioni di euro per la realizzazione di ciclostazioni e piste ciclabili per collegare le stazioni con i poli universitari La pista ciclabile collegherà la stazione centrale con il Policlinico e con la cittadella universitaria e si connetterà con la pista ciclabile di via Ernesto Basile, prevista nell'ambito della progettazione della linea tramviaria.   Qui il nuovo percorso: Via Tommaso Fazello, Via Vincenzo Errante, Via F.Paolo Perez, Via Carlo Pisacane, Via Salomone Marino, Via Delle Cliniche, Via N. Machiavelli, Via Pietro d’Aragona, Via Filiciuzza, Corso Tukory, via Ernesto Basile, Via Brasa. L'intervento prevede inoltre l'installazione di sue semafori a chiamata in corrispondenza di un paio di punti noti per la loro criticità: intersezione Oreto- Fazello e l'intersezione   via E. Basile--via Brasa che tanti studenti universitari conosceranno per la pericolosità nell'attraversamento della strada.   Cosa prevede nel concreto l'intervento? -l’utilizzazione di una porzione della carreggiata stradale esistente, fisicamente separata attraverso moduli spartitraffico longitudinali, (di dimensioni pari a 50 cm e h 15 cm, in conformità al dispostodell’art. 7 del D.M. 557/1999); -il rifacimento dell’intero fondo ciclabile da realizzare in conglomerato bituminoso mediante la scarificazione di una sezione della carreggiata stradale e messa in opera di conglomerato drenante ed ecologico addizionato con ossido di ferro e/o pigmenti colorati; -la posa in opera della segnaletica orizzontale (realizzazione delle strisce di margine, attraversamenti ciclabili in corrispondenza delle intersezioni viarie, pittogrammi e frecce direzionali; - la collocazione di segnaletica verticale; -la collocazione di n. 2 semafori.   Cronoprogramma dei lavori: - Marzo 2021 registrazione del Decreto n. 73/ 2021; - Giugno 2021 Trasmissione scheda – relazione descrittiva ed elaborati grafici; - Ottobre 2021 Definizione e approvazione progetto - Febbraio 2022 pubblicazione bando; - Marzo 2022 aggiudicazione; - Agosto 2022 ultimazione lavori e collaudo.   Non resta che attendere che la burocrazia faccia il suo corso, non escludiamo qualche  piccola variazione del percorso, quasi obbligato vista la futura presenza della tranvia lungo corso Tukory. Sarà la volta buona nel vedere un percorso ciclabile con fondo rifatto e regolare?

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
25 giu 2021

Pedonalizzazione lungomare Mondello, croce e delizia

di antony977

E’ partita il 15 giugno la pedonalizzazione del lungomare di Mondello tra via Teti e via Glauco. Fra entusiasmo, criticità, correttivi e proposte ne parleremo con delle associazioni attive nel territorio per capire meglio vantaggi ma anche disagi e criticità da affrontare. Interverranno: -Eduardo Marchiano, Associazione Aiace; -Astrid Anselmi,  Mondello merita di più; -Pino Cappello, Associazione Pedonalizziamo Mondello. Qui l'evento su Facebook.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
25 mag 2021

L’impianto pubblicitario sulla pista ciclabile di via Messina Marine sarà rimosso

di Mobilita Palermo

Con la Determinazione Dirigenziale n.5359 del 18 maggio 2021 viene revocata l'autorizzazione dell’ impianto pubblicitario tipo poster cimasa n. 687 installato sulla pista ciclabile di via messina marine. Vista la nota prot.291111 del20/04/2021 con la quale si diffidava la Società **** alla rimozione immediata e improcrastinabile dell’impianto poster – cimasa n. 687 dalla pista ciclabile di via Messina Marine; Vista la nota del Corpo di Polizia Municipale prot. 637434 del 13/05/2021 nella quale si evidenzia la permanenza dell’impianto in oggetto in via Messina Marine d.f. civ. 303; Visto che la persistenza dell’impianto sulla pista ciclabile della Via Messina Marine genera potenziale pericolo per la pubblica incolumità; Viste le note prot. n. 1166698 del 08.07.2016, prot. n. 80130 del 31.01.2019, prot. n. 738879 del 29.07.2020, prot. n.870996 del 01.10.2020 e prot. n.1325521 del 20.11.2020 con le quali si è reiterato più volte la necessità a salvaguardia dell’incolumità pubblica della rimozione immediata e trasferimento dell’impianto de quo; Considerato che società **** con protocollo 588656 del 03/05/2021 ha trasmesso l’istanza di trasferimento dell’impianto in oggetto dalla via Messina Marine alla Piazza Don Bosco. Per le motivazioni sopra esposte si propone, pertanto, di revocare alla società ****, l’autorizzazione per l’impianto poster cimasa 687 concessa con il Censimento disposto dalla Giunta Municipale con deliberazione n. 18 del 29/03/2011 Possiamo quindi festeggiare e aspettare con ansia l'effettiva rimozione? Speriamo! Una storia che come potete leggere va avanti da parecchia anni, troppi forse, ma che lentamente si sta avvicinando a conclusione

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
24 mag 2021

Anello Ferroviario | Via Sicilia: i lavori volgono al termine, riaprire o realizzare l’area pedonale?

di Fabio Nicolosi

Nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di vedere lo stato di avanzamento dei lavori di via Sicilia. I lavori superficiali dell'anello ferroviario si avviano alla conclusione Ringraziamo Adriano V. per le foto: L'ordinanza n° 544 del 19/05/2021 emessa dall'ufficio traffico regola la riapertura della strada, che tornerà ad essere carrabile e viene ripristinata allo stato antecedente l'inizio dei lavori. Rimarranno aree di cantiere due piccole porzioni della strada su Via Sicilia e lungo Viale Lazio, dove sarà inoltre realizzata un restringimento per obbligare solo la svolta a destra proprio sull'arteria principale. Dal progetto del tram però abbiamo estrapolato uno degli interventi che poteva già essere attuato e cioè la pedonalizzazione di via Sicilia: Da quello che si può notare la strada, ad eccezione di una piccola porzione nel tratto iniziale, sarà trasformata in un'area con piccoli giardini, aiuole e aree ricreative. Una sorta di area pedonale sullo stile di via Principe di Belmonte. La chiusura della strada, fatta eccezione per i primi giorni infatti non ha comportato grossi disagi alla viabilità e ci sentiamo di affermare che una pedonalizzazione sarebbe potuta avvenire senza grossi problemi. Voi cosa avreste fatto, se aveste potuto decidere? Aveste riaperto la strada o aveste chiesto la realizzazione dell'area pedonale?

Leggi tutto    Commenti 1