Articolo
12 dic 2019

Passante Ferroviario | Il comune asfalterà via Monti Iblei

di Fabio Nicolosi

Via Monti Iblei sembrava essere destinata a rimanere asfaltata a metà e invece il comune per la prima volta ha mostrato interesse per questa porzione di opera: Con nota del 3/12/2019 la SIS S.c.p.a. chiede l’ emissione di un provvedimento per consentire la conclusione dei lavori su via Monti Iblei, secondo quanto discusso in sede di sopralluoghi, presenti ITALFERR ed alcuni Uffici dell’ Amministrazione Comunale, oltre all’ Impresa che opera nell’ambito del Passante ferroviario di Palermo. In particolare l'ordinanza n°1484 del 09/12/2019 ordina VIA MONTI IBLEI Tratto compreso tra via Belgio e viale Francia: Chiusura al transito veicolare della porzione di carreggiata, sul lato destro, sinistro, o dell’intero asse, durante i lavori sulla pavimentazione, anche da parte di AMAP e di RAP, ed istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta 0-24 sui due lati della strada sino alla data di consegna e comunque non oltre il 31/1/2020. VIA MONTI IBLEI Tratto compreso tra il viale A. De Gasperi ed la via Belgio: Chiusura al transito veicolare dalle ore 7 alle ore 18 nei giorni 12 e 13 dicembre 2019. Istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta 0-24 nei giorni 12 e 13 dicembre 2019. Successivamente, sino a non oltre il 31/1/2020, ci saranno delle limitazioni parziali sulla carreggiata, indicate dalla segnaletica temporanea e/o dalle barriere, che consentiranno l’ esecuzione delle definizioni.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
22 nov 2019

Arrivato a Palermo il primo ETR 104 “Pop”

di Antony Passalacqua

Palermo - Avevamo annunciato il loro arrivo  e questa sera attorno le 21:30 è giunto a alla Stazione Centrale il primo convoglio ETR 104 "Pop". E'  il nuovo treno a mono piano e media capacità di trasporto, a 4 carrozze, con 4 motori di trazione. Viaggerà a una velocità massima di 160 km/h, avrà un’accelerazione maggiore di 1 m/sec2 e potrà trasportare fino a circa 530 persone, con oltre 300 posti a sedere. I treni Pop hanno una capacità di trasporto fino al 15 per cento superiore rispetto alla precedente generazione, oltre a 8 porta biciclette di serie. Migliori standard, performance e più comfort e accessibilità per le persone che ogni giorno scelgono il treno per lavoro, studio, svago o turismo. I treni regionali di Trenitalia assicureranno la rivoluzione del trasporto ferroviario regionale e invoglieranno sempre più le persone a scegliere il treno lasciando l’auto a casa. Complessivamente  cinque treni Pop, tre a novembre e due a dicembre, saranno consegnati entro il 2019, mentre altri sette nel 2020 e nove nel 2021. Verranno utilizzati sulle tratte Palermo-Punta Raisi e Palermo-Agrigento e verranno utilizzate sulla tratta Palermo-Catania, sulla Messina-Palermo e sulla Messina-Siracusa. Con ogni probabilità la prossima settimana si svolgerà la presentazione ufficiale del convoglio, per poi successivamente essere immesso in servizio. Photo @Mario Zora

Leggi tutto    Commenti 52
Articolo
07 ott 2019

Palermo-Punta Raisi, la Regione discute le proposte del Comitato Pendolari

di Antony Passalacqua

Palermo - Sembrano esserci ulteriori margini di sviluppo per il Passante Ferroviario di Palermo nell'ottica di un incremento corse e riduzione dei tempi di percorrenza fra Palermo Centrale e l'Aeroporto. Questa assieme a tante altre proposte sono state ufficialmente presentate alla Regione da parte dei comitati pendolari e associazioni di consumatori che fanno parte dell'Osservatorio sulla Qualità del Servizio dei Trasporti. Un organo ufficiale che viene convocato periodicamente dalla Regione al fine di vigilare sul pieno rispetto del contratto di servizio con Trenitalia ed attuare le eventuali proposte che vengono presentate. Tra queste spiccano quelle del Comitato Pendolari Sicilia  che riportiamo qui di seguito: - Fermata a Piraineto di tutti i treni da e per l'Aeroporto; - Eliminazione degli inutili tempi di attesa alle fermate con conseguente riduzione dei tempi di percorrenza che potrebbe permettere l'introduzione di ulteriori fermate aggiuntive (almeno nelle stazioni principali come, oltre Piraineto, Isola e Ciachea , La Malfa) ed in queste ultime almeno nelle fasce orarie di maggior frequentazione); -Potenziamento della fermata La Malfa almeno nelle fasce pendolari. - Cessione al Comune di Carini dell'area antistante la stazione da poter adibire a parcheggio; - Individuazione dei punti di fermata dei bus sostitutivi e messa in atto di adeguata informativa al riguardo in tutte le stazioni; - Riduzione della tariffa applicata a tutte le stazioni non appartenenti al centroide di Palermo, ma al cosiddetto "Centroide Allargato", per il raggiungimento dell'Aeroporto Punta Raisi; - Possibilità di acquisto di biglietto e soprattutto abbonamento unico AMAT-TRENITALIA; - Possibilitá di acquisto di abbonamenti trimestrali, semestrali e settimanali non necessariamente validi dal lunedí alla domenica. - L'introduzione della fondamentale fermata a San Lorenzo Colli nei giorni festivi, vista la importante presenza del Mercato "SAN LORENZO". Presentate le proposte durante l'ultima riunione svoltasi lo scorso 10 Settembre, la palla passa alla Regione che convocherà nuovamente i componenti dell'Osservatorio per recepire o meno quanto presentato fino ad oggi. Tutto ciò in vista dell'orario di servizio che entrerà in vigore il prossimo 15 Dicembre. Nulla fino ad oggi è scontato anche perché il problema di fondo sono le risorse economiche. E tralasciando i presunti esperti del weekend che sul web primeggiano, l'auspicio è che le proposte del Comitato Pendolari Sicilia (che ufficialmente fa parte dell'Osservatorio nella persona di Giacomo Fazio), vengano accolte. L'unica notizia certa ad oggi è rappresentata dall'arrivo di 3 nuovi treni Pop entro Novembre, altri 2 a Dicembre ed altri 7 entro Giugno 2020.    

Leggi tutto    Commenti 17
Articolo
26 set 2019

Vicolo Bernava | La gara per la demolizione delle palazzine va deserta, slitta la demolizione

di Fabio Nicolosi

La gara per i lavori di demolizione fabbricati vicolo Bernava - via Serpotta (Palermo) a seguito del recesso esercitato dal Contraente Generale per i lavori di Raddoppio Elettrificato della tratta ferroviaria Palermo C.le - Carini, é andata deserta. Doveva essere la svolta attesa da anni, ma purtroppo bisognerà ancora attendere. Come si legge nel documento pubblicato sul portale RFI, la gara é andata deserta, perché non sono state presentate offerte. Il valore totale dell’appalto (IVA esclusa) era di € 930.195,36. Adesso bisognerà capire se la gara verrà nuovamente pubblicata, se il valore totale dell'appalto verrà rivisto. Una cosa é certa, le palazzine rimarranno lí ancora per qualche mese.

Leggi tutto    Commenti 12
Articolo
16 set 2019

Viabilità | Chiude temporaneamente il tratto finale di via Monti Iblei

di Fabio Nicolosi

Per permettere il ripristino di via Monti Iblei verrà chiuso il tratto finale di via Monti Iblei nel tratto compreso tra la via Monte S. Calogero ed il viale Francia. Lo stabilisce l'ordinanza n°1112 del 13/09/2019 rilasciata dall'ufficio traffico. Il provvedimento é valido un solo giorno e l'ordinanza ha valenza fino al 30 Settembre.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 set 2019

Passante Ferroviario | La triste fine di via Monti Iblei

di Fabio Nicolosi

I cantieri del passante ferroviario nei pressi di via Monti Iblei dovevano dare un nuovo volto alla strada e ai quartieri che vengono attraversati dalla linea ferroviaria. Rendering e tante belle immagini che rimarranno tali. Eppure negli anni ci siamo sempre messi a disposizione delle varie associazioni, della circoscrizione, del comune, di tutti coloro ci chiedessero aiuto e informazioni. Ringraziamo Daniele C. per le foto: Oggi vi documentiamo lo stato dell'arte di ciò che rimane di tutto questo: una triste linea grigia che separa l'area di cantiere dal futuro allargamento della strada, ma placate gli animi, si tratta solo del ripristino della strada alla situazione pre-cantieri. E i vari cittadini che negli anni hanno sopportato i cantieri e che speravano di poter usufruire di parchi e aree verdi? Rimarranno con l'amaro in bocca. Perché se da un lato RFI non ha preteso che dopo la recessione del contratto con SiS si portasse a compimento alcune opere a corredo, dall'altro dall'amministrazione comunale non vi é stata alcuna pressione politica e ideologica, nessun tavolo tecnico, nessuna conferenza dei servizi. Tutto é passato in secondo piano, adesso i lavori sono praticamente sospesi e a noi palermitani non resta che osservare una linea di terra che separa i palazzi. L'ennesima occasione persa. Ringraziamo Fabio G. per le foto: Ah se ve lo state chiedendo, si "Marisol" é ancora lí disassemblata e non é noto quando verrà trasferita al porto o presso altro luogo. Tutto sembra destinato a rimanere lí nel tempo come la gru a cavalletto che ha già terminato il suo lavoro, ma che attende di arrugginirsi con il tempo. Abbiamo l'occasione di recuperare? Non é mai troppo tardi per desistere, ma necessitiamo del supporto di tutti, anzi del supporto dei poteri politici, perché questa vicenda é una battaglia politica (persa) e noi cittadini siamo gli spettatori.

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
17 lug 2019

FOTO | Passante ferroviario: lo stato dei lavori della fermata Belgio / De Gasperi in attesa del nuovo appalto

di Fabio Nicolosi

Siamo in grado di mostrarvi alcuni scatti della nuova fermata Belgio / De Gasperi. La fermata rimarrà in queste condizioni fino a quando i lavori per l'ultimazione della stessa non verranno ri-appaltati. Ricordiamo infatti che a SiS é stato concesso di abbandonare l'area senza la necessità di ultimare le opere civili, ma realizzando solo parzialmente la fermata. Rimane infatti da ultimare il collegamento tra i due binari e la definizione delle aree superficiali. Al momento non siamo a conoscenza delle tempistiche e siamo in attesa di conoscerle da RFI. Ringraziamo huge per le foto:

Leggi tutto    Commenti 23