Articolo
09 nov 2018

FOTO | Passante Ferroviario: estratta la testa fresante della TBM “Marisol”

di Fabio Nicolosi

Nella giornata di ieri è stata estratta dalla fossa di Via Belgio la testa fresante della TBM "Marisol". La testa fresante contiene tutti gli utensili di scavo che incidono il terreno e permettono alla macchina di avanzare. La testa ruota a 1-10 giri al minuto (a seconda della sua dimensione e del materiale in cui scava) e rimuove piccole scaglie di materiale. Dentro il cilindro, alle spalle della testa rotante guardando il fronte di scavo, c'è una camera in cui è raccolto il materiale scavato, che a seconda del tipo di TBM, può essere estratto così com'è o mischiato a fango (“slurry shield”), la scelta dipende dalle condizioni dell'ammasso in cui si scava (ad esempio se ci si aspetta una gran quantità di polvere il fango può essere utile). Il materiale esce dalla camera su una coclea, o vite senza fine, e viene posto su un rullo trasportatore. Proprio nella giornata di mercoledì è stata estratta e sollevata la "coclea", parte del macchinario utilizzata per caricare lo smarino dalla camera di scavo al nastro trasportatore. Ringraziamo Ninni e Domenico per le foto: Vi terremo aggiornati sui prossimi pezzi che verranno portati in superficie

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
02 nov 2018

FOTO | Estratta la sezione di coda dello scudo della TBM “Marisol”

di Fabio Nicolosi

Ad un mese dall'abbattimento dell'ultimo diaframma della galleria Notarbartolo - De Gasperi, il disassemblaggio della talpa meccanico prosegue, ecco che martedì 30 Ottobre è stata estratta dal pozzo di estrazione la sezione di coda dello scudo, la parte anteriore del macchinario dove alloggiavano gli utensili di scavo e la testa rotante. Nelle foto che seguono, ringraziamo Ninni per gli scatti, potete notare come siano stati posizionati degli ulteriori blocchi per posizionare la parte restante dello scudo. Le operazioni dovevano prendere il via lunedì 29 Settembre, ma a causa delle condizioni metereologico non ottimali, forte vento, si è preferito posticipare per evitare problematiche. L'intera operazione di smontaggio della talpa meccanica dovrebbero concludersi entro il mese di Gennaio.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
08 ott 2018

Passante Ferroviario | Gli ultimi passi della TBM “Marisol”

di Fabio Nicolosi

Vi avevamo lasciato con la diretta dell'abbattimento dell'ultimo diaframma della galleria Notarbartolo - De Gasperi. Oggi, a distanza di quindici giorni vi portiamo nuove foto, in particolare possiamo documentarvi come lo scudo, il cilindro metallico alla cui estremità è montata la testa rotante dove sono installati gli utensili di scavo della grossa talpa meccanica, è stato completamente estratto dalla galleria. Il materiale che ricopre la parte posteriore dello stesso è la malta che veniva iniettata a tergo dei conci per riempire la cavità tra gli anelli che man mano venivano posizionati e la roccia nuda al loro esterno. Con la posa dell'ultimo anello, si è quindi concluso il lavoro della talpa che adesso è in fase di disassemblaggio e che nel giro di qualche settimana verrà completamente estratta dalla galleria in attesa di essere destinata ad un nuovo cantiere, non in Sicilia. Ringraziamo Domenico G. per le foto: Sono in corso anche le operazioni di smontaggio del campo base a Notarbartolo, ma ad esso destineremo un ulteriore articolo di approfondimento

Leggi tutto    Commenti 23
Articolo
06 ott 2018

VIA AL PASSANTE FERROVIARIO | VADEMECUM : fermate, frequenze, orari, costi

di Fabio Nicolosi

Abbiamo atteso tanto, troppo tempo, ma finalmente il treno tra le stazioni di Palermo Centrale e Punta Raisi è ripartito Prima di fornirvi tutte le informazioni utili è necessario puntualizzare che al momento il servizio non è ancora a regime per due motivi: I lavori ancora non sono terminati, infatti seppur risulta totalmente raddoppiata la tratta C, quindi la tratta ferroviaria da Palermo La Malfa a Punta Raisi, la tratta B è ancora un cantiere aperto con numerose fermate da terminare e la seconda galleria da completare L'attivazione è avvenuta, non come spesso accade, a cavallo del cambio d'orario, ma all'interno di un orario già esistente, ciò comporta che i servizi predisposti per effettuare il servizio non sono ancora attivi e si prevede di attivarli con il cambio orario che si avrà dal 10 Dicembre. Nell'immagine in alto dell'articolo potete leggere tutte le fermate in cui i treni del passante fermeranno. Due le fermate di nuova realizzazione: Palermo La Malfa e Palermo Sferracavallo Sette le fermate completamente riviste: Palermo Francia, Palermo San Lorenzo, Palermo Cardillo, Palermo Tommaso Natale, Isola delle Femmine, Carini Torre Ciachea, Carini La frequenza sarà Un treno ogni ora nei festivi dalle ore 06.05 (da Palermo Centrale) - 07.52 (da Punta Raisi) alle ore 20.05 (da Palermo Centrale) - 21.52 (da Punta Raisi) con un tempo di percorrenza prevista in 1h 01' Un treno ogni mezz'ora nei feriali dalle ore 05.00 (da Palermo Centrale) - 07.27 (da Punta Raisi) alle ore 20.05 (da Palermo Centrale) - 21.42 (da Punta Raisi) con tempi di percorrenza che variano da 56' a 1h e 11' Le partenze sono ai minuti 05 e 35 da Palermo Centrale e ai minuti 27 e 42 da Punta Raisi Il costo del biglietto è di 5,90 € Giusto per fare una comparativa: il pullman costa 6,00 € (6,30 € se acquisti il biglietto o bordo) , impiega 50' (traffico e incidenti esclusi) e ha una frequenza di 30' il taxi sharing costa 7,00 €, ma ha i limiti legati al tempo necessario a condividere la tratta con altri utenti il taxi costa 40,00 € e impiega 45' (traffico e incidenti esclusi) . Il servizio verrà effettuato da treni Jazz e Minuetto. Viene ripristinato anche il collegamento tra Palermo e Trapani con il cambio treno a Piraineto. Occorre ricordate anche che il trasporto della bici sui treni regionali siciliani è GRATUITA. Fondamentale sarà ora portare a termine il lungo dialogo tra Comune - Regione e Trenitalia per la stipula del biglietto unico. I quadri orario:

Leggi tutto    Commenti 43
Articolo
20 set 2018

Passante ferroviario di Palermo | Abbattuto diaframma galleria “Notarbartolo-Belgio”

di Fabio Nicolosi

Palermo - Il 19 Settembre sarà una data memorabile per tutte le maestranze impegnate all'intero dell'appalto del raddoppio del passante ferroviario di Palermo. Alle ore 11 la talpa meccanica denominata "Marisol" ha abbattuto l'ultimo diaframma di pali che separavano la galleria Notarbartolo dallo scatolare realizzato qualche mese fa e che costituirà la nuova galleria Notarbartolo - De Gasperi La talpa ha ultimato lo scavo di 2 km di galleria dalla Stazione Palermo Notarbartolo in poco più di un anno. Ecco tutti i numeri della talpa: sono stati scavati 2.131 metri (di cui 150 col metodo tradizionale e i restanti con Marisol); 137.233 metri cubi di materiale scavato alla «velocità media di circa 25 metri al giorno», dicono soddisfatti da Rfi. Un vero record se si pensa che non ci sono stati intoppi nel sottosuolo: da fine giugno 2017 a metà settembre 2018 con un solo stop temporaneo di 3 mesi dovuto alla rottura di un pezzo della talpa che ha richiesto tempo per la sostituzione. Marisol è poi andata avanti senza problemi, scavando il tunnel, sotto via delle Alpi, fino a giungere in via Belgio, a pochi passi dalla fermata “De Gasperi“. Adoperati in tutto 9.947 conci prefabbricati: ogni 7 conci si forma un “anello” di rivestimento della galleria. Si arriva così al totale di ben 1.421 anelli e 23.223 metri cubi di calcestruzzo. Basti pensare che nessuno in questo anno si è accorto del passaggio del grosso macchinario perché la tipologia di scavo permette di realizzare uno scavo riducendo al minimo i cedimenti superficiali e le vibrazioni che uno scavo tradizionali invece fa percepire. Basti pensare che proprio all'altezza di Via delle Alpi la talpa ha intercettato una grossa falda acquifera a detta dei tecnici di entità maggiore rispetto a quella di Vicolo Bernava, e che è stata momentaneamente resa innocua con l'utilizzo di un pozzo di aggottamento. Adesso Marisol verrà estratta dalla fossa d'uscita e smontata pezzo per pezzo, come un grosso lego da disassemblare. Terminata questa fase, la galleria verrà attrezzata e predisposta al passaggio dei treni. I campi base della stazione Notarbartolo e Belgio verranno quindi progressivamente smobilitati. Adesso bisognerà capire in che modo si concluderà il contenzioso tra SiS ed RFI. Contenzioso di tipo economico e che speriamo possa vedere SiS portare a termine l'intero appalto che prevede ancora la realizzazione della fermata De Gasperi - Lazio e Capaci oltre che il completamento della galleria Imera con la variante di Vicolo Bernava. Contenzioso che lascia molti dubbi e che rischia di far allungare i tempi per la consegna del doppio binario. Ecco gli splendidi scatti di Giuseppe T. del CIFI (Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani) Palermo: Sul fronte dell’apertura della linea per Punta Raisi, si attende ancora l’ok definitivo per dare il via libera alla circolazione dei treni. Vi lasciamo il comunicato stampa diffuso da RFI: Abbattuto il diaframma della galleria “Notarbartolo-Belgio”, nell’ambito dei lavori per il raddoppio del Passante ferroviario di Palermo. Il tunnel, lungo oltre 2 km, è stato scavato dalla TBM “Marisol” (la talpa meccanica dal diametro di 9,40 metri) e sarà utilizzato per il binario del Passante ferroviario che collega Palermo a Punta Raisi, verso Ovest. Con il completamento dello scavo della galleria “Notarbartolo-Belgio”, oltre il 90% dei lavori dell’intero Passante ferroviario è stato realizzato. Rete Ferroviaria Italiana è attualmente in attesa delle ultime autorizzazioni per la riapertura commerciale del collegamento con l’aeroporto “Falcone-Borsellino”. Se volete rivivere le fasi dell'abbattimento vi lasciamo il nostro video in diretta Sempre nella nostra fanpage Facebook abbiamo pubblicato una serie di video con diverse prospettive.

Leggi tutto    Commenti 19
Articolo
19 set 2018

DIRETTA ESCLUSIVA | La talpa “Marisol” viene estratta dalla fossa di Via Belgio

di Fabio Nicolosi

Buongiorno, alle ore 10 presso il cantiere di Via Belgio avverrà la cerimonia organizzata da RFI e SiS che vedrà l'uscita della talpa che in questi mesi ha scavato la canna del tunnel ferroviario dalla Stazione Notarbartolo alla fossa d'uscita nei pressi del ponte di Via Belgio. Seguiranno foto e video Queste le prime immagini con i preparativi in corso: Eccoci pronti a guardare tutto da una prospettiva speciale Ecco la diretta video: Video Facebook Articolo in continuo aggiornamento

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
23 ago 2018

Foto | Proseguono le palificazioni lungo Via Amari (Area 5)

di Fabio Nicolosi

I cantieri dell'anello ferroviario dal porto proseguono verso Via Amari per giungere a Piazza Politeama dove sono in corso i lavori di realizzazione della fermata Politeama, fermata terminale del primo lotto di questi lavori. Vi mostriamo l'avanzamento dei lavori lungo Via Amari, nel tratto compreso tra Via Roma e Via Scrodia. I lavori procedono al momento più velocemente rispetto all'area 4, complice anche una stabilità economica acquisita grazie al pagamento immediato dei lavori effettuati da parte di RFI che quindi sprona a completare i lavori nel minor tempo possibile da parte delle ditte sub-appaltratrici. Le fasi d'avanzamento sono le stesse di quelle già viste in area 4. Si realizzano le palificazioni, si scoprono le teste, si realizza il solettone e si ricopre tutto con terra fino a ripristinare il piano campagna, sottoservizi compresi. L’ordinanza n°363 del 30 Marzo 2018, rilasciata dall’ufficio traffico, autorizza la Tecnis ad occupare l’area 5 fino al 21 Dicembre 2018. Vedremo se almeno questa volta la tempistica verrà rispettata. Una volta completato questo tratto di strada, tutta la parte bassa di Via E. Amari sarà completamente terminata e si potrà quindi pensare ad un progetto serio per la riqualificazione della strada che potrà vedere la parziale pedonalizzazione, ma a tal proposito vi ricordiamo una proposta interessante che abbiamo riportato qualche settimana fa.

Leggi tutto    Commenti 1