Articolo
07 set 2017

Passante Ferroviario | Ripristinata la viabilità nei pressi dei passaggi a livelli di Via Partanna Mondello, Tommaso Natale, Sferracavallo

di Fabio Nicolosi

Sappiamo che ormai c'avevate fatto l'abitudine, che risultavano divertenti sopratutto per chi li doveva attraversare ogni giorno, però è arrivata anche il loro momento L'ordinanza 1208 del 5 Settembre emanata dall'ufficio traffico mette fine al vostro divertimento. In previsione dunque della consegna dei lavori della tratta C del raddoppio del passante ferroviario di Palermo, saranno ripristinati le condizioni viarie con l'eliminazione dei dossi, l'impermeabilizzazione della soletta e il rifacimento della pavimentazione stradale, segnaletica inclusa. I lavori avranno una durata di un mese e il termine è fissato per il 31 Ottobre. Durante lo svolgimento dei lavori sarà consentito il transito in senso unico alternato, regolamentato da semaforo o da movieri. Ricordiamo che con i lavori sono stati di fatto soppressi questi passaggi a livello che erano fonte di inquinamento acustico e sopratutto ambientale grazie all'interramento della ferrovia che ha quindi consentito benefici anche e sopratutto alla viabilità delle zone sovrastanti la stessa. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 18
Articolo
05 set 2017

FOTO | In fase di completamento la fermata Sferracavallo

di Fabio Nicolosi

Negli scorsi giorni vi abbiamo mostrato in fanpage ( https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita ) il video girato sul tracciato ferroviario della fermata Sferracavallo. Oggi vi mostriamo alcune foto della fermata, una delle novità introdotte nell'appalto dei lavori di raddoppio del passante ferroviario di Palermo. Situata a pochi metri dal centro della borgata avrà due banchine, uno per senso di marcia, collegate da un sottopassaggio pedonale. Una volta conclusi i lavori, previsti per la fine del 2017, occorrerà ripensare e collegare la fermata alla borgata marinara. Le potenzialità di un collegamento ferroviario che in pochi minuti possa portare dal centro di Palermo a Sferracavallo e una navetta o un percorso pedonale che possono facilitare il raggiungimento del fulcro della movida della frazione dovranno essere la priorità di questa amministrazione affinché si possa pensare all'intermodalità come alternativa e soluzione all'utilizzo del mezzo privato. Ne abbiamo già parlato qualche mese fa attraverso questo articolo. Ringraziamo Giuseppe S. per le foto: Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
31 ago 2017

Viabilità | Dal 5 al 29 Settembre chiude lo svincolo Tommaso Natale/Sferracavallo

di Fabio Nicolosi

L'ordinanza dell'ufficio traffico n° 1063 del 25 Luglio stabilisce che dal 5 settembre, per un mese, chiude al traffi co lo svincolo di Tommaso Natale. L’intervento prevede l’interdizione temporanea del traffico veicolare in entrambi gli svincoli per consentire all’impresa appaltatrice (I.CO.SER. srl) dell’Accordo Quadro relativo a ponti e cavalcavia cittadini, di sostituire alcuni giunti di dilatazione danneggiati ed eseguire alcune opere sull’impalcato, al fine di eliminare dislivelli potenzialmente pericolosi per i mezzi circolanti. Si procederà, inoltre, al diserbamento dei margini delle carreggiate interessati da vegetazione infestante, particolarmente rigogliosa in alcuni tratti, attraverso il coinvolgimento della RESET, nonché al rifacimento della segnaletica orizzontale attraverso l’intervento dell’AMAT. I lavori si completeranno entro il giorno 29 settembre e la riapertura degli svincoli avverrà entro tale data e in tempi diversi non appena si concluderanno i lavori previsti in ciascuna delle due rampe autostradali. In tale periodo, i veicoli circolanti sulla autostrada A29 che non potranno fruire dell’uscita di Tommaso Natale, in direzione Trapani, potranno avvalersi dell’uscita precedente in corrispondenza all’ospedale Cervello, mentre chi procederà in direzione Catania potrà percorrere l’uscita precedente di Capaci o quella successiva denominata Zona industriale nord. Ecco l'ordinanza dell'ufficio traffico Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
07 ago 2017

Sferracavallo | Quando verrà abbattuto l’ecomostro?

di Fabio Nicolosi

L’ecomostro di Sferracavallo è l’emblema delle storie insensate che fanno parte della nostra isola, sono passati ben 30 anni e quella struttura oscena per il paesaggio e pericolosa per la sicurezza dei cittadini è ancora in piedi. Edificato in una zona portuale e di alaggio (e cioè per attracco di imbarcazioni da diporto) di Sferracavallo (borgata marinara di Palermo), chiamata "Zotta". L’edificio è stato realizzato come centro di primo soccorso in caso di incidenti in mare, non è mai entrato in operatività poiché non aveva i requisiti di sicurezza idonei per svolgere i servizi per i quali era stato progettata. Nello stesso periodo ne è stato edificato uno simile a Terrasini che attualmente è attivo. A motivare la costruzione delle due strutture di soccorso furono gli incidenti aerei verificatisi tra gli anni ’70 e ’80, e in particolar modo quello del 23 dicembre del 1978 in cui, per errore umano, un DC9 dell’Alitalia impattò in mare 3 km a Nord dell'aeroporto. In questi trentanni, ovvero dalla sua ultimazione, la struttura, proprio perché non è entrata mai in funzione, è stata vandalizzata e distrutta da continui saccheggi e oggi è il punto di ritrovo di teppisti e spacciatori. Negli anni tante associazioni hanno cercato invano di ottenerne la concessione ma non è stato possibile in quanto poteva essere adibita soltanto per le operatività di pubblica sicurezza. Oggi l’edificio, oltre al persistere dei problemi di messa in sicurezza, è pericolante e la struttura portante è gravemente compromessa. Il tetto, ormai distrutto dalle intemperie (le tegole sono quasi tutte divelte), non protegge dalle infiltrazioni piovane e le solette interne sono quasi tutte compromesse. I muri interni sono stati completamente vandalizzati. Per i motivi sopra descritti, non v’è possibilità alcuna di essere recuperata, né tanto meno una che possa giustificare un oneroso finanziamento pubblico per l’eventuale manutenzione di una struttura esposta ai moti ondosi e alla salsedine. Per questo motivo l’unica soluzione possibile è l’abbattimento, affinché si possa riqualificare la zona dal punto di vista igienico-sanitario ma anche per decoro ambientale. Le ultime notizie risalgono a fine 2016, quando a seguito di una riunione presso il dipartimento Ambiente tenutasi il 27 aprile 2016, si era palesata la volontà dell'Amministrazione marittima nel procedere alla demolizione del manufatto e, vista la mancanza di risorse finanziarie per procedere, si era richiesto al provveditorato interregionale opere pubbliche per la Sicilia e la Calabria di attivarsi per la redazione della documentazione tecnico-amministrativa occorrente ed all'espletamento delle successive procedure amministrative finalizzate alla demolizione dell'immobile. Ma da allora nulla si è più mosso e l'eco-mostro è sempre nello stesso posto, ma più gli anni passano, più la struttura si deteriora. Ringraziamo Simone A. per le foto Lo vogliamo abbattere? Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
21 lug 2017

La pedana e i chiodi: i lavori a Barcarello lasciano qualche dubbio…

di Mobilita Palermo

Riportiamo la segnalazione di un utente circa i lavori di rifacimento della passeggiata a Barcarello: Buongiorno.  Sono una residente di Sferracavallo ed ho appreso con piacere la notizia di qualche mese fa del rifacimento della pedana del lungomare.  I lavori sono attualmente in corso ma mi sono accorta che alcuni tratti,  soprattutto all'inizio in corrispondenza del lido purtroppo bruciato,  non sembrano essere stati rinnovati con materiale nuovo.  Dalla documentazione fotografica che allego si può notare come le assi appaiano già invecchiate,  alcune sono spaccate,  ed i chiodi arrugginiti. Alcune assi sono già sollevate! Il resto della pedana sembra invece nuovo. A chi fare la segnalazione?  Il Comune,  cioè noi,  sta pagando per una pedana TUTTA nuova, non solo una parte... L.Boscaino Crediamo che la segnalazione vada comunque inoltrata al Comune, che comunque ha il compito di vigilare la correttezza dei lavori eseguiti. Potrebbe anche accadere che i tratti citati nella segnalazione vadano in lavorazione in un secondo momento. Ad ogni modo, con questo post speriamo di contribuire ad un monitoraggio costante sui lavori. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
17 lug 2017

Fermata Sferracavallo: nuove domande sulla situazione dei parcheggi

di cosiminuccio

Qualche mese un articolo faceva il punto sulla situazione della stazione ferroviaria/metropolitana di Sferracavallo con alcuni commenti ovviamente condivisibili sull’opportunità di una navetta fra la piazza e l’area antistante la stazione e l’opportunità di un percorso pedonale da via Catullo. Vorrei intervenire con due domande al neo assessore all'Urbanistica e una proposta all'Amat: 1) Visto che le aree a parcheggio sono state regolarmente previste nel PRG tav. 5001 in vigore dal 1994 a che punto sono (se mai sono state avviate) le progettazioni e gli opportuni espropri? Risulta che all’interno di dette aree, nel tempo, sono state edificate costruzioni (suppongo abusivamente) e attualmente è in costruzione una palazzina con tanto di cartello mostrante una autorizzazione a costruire (251/2013). Allego lo stralcio del PRG e di Google con la trasposizione delle aree a parcheggio da realizzare in rosso. Questi parcheggi e il collegamento con la via Catullo eviterebbero quello che ormai da anni succede in viale Leone, via Plauto e zone limitrofe, (allego foto) pur in presenza di divieti di fermata con relativa rimozione forzata vuoi per la pianificazione della circolazione stradale vuoi per la presenza di magistrati sotto scorta. e di cui nessuno si preoccupa nè vigili urbani nè le istituzioni comunali. Sarà forse un "buon-passaggio" per le attività ludiche e ristorative della borgata? 2) Come mai la via Palazzotto realizzata in sede di apposita Conferenza di Servizi approvata in data 22/12/2005 con intervento di somma urgenza finalizzato alla temporanea risoluzione dell’emergenza conseguente alla concomitante inagibilità di un tratto dell’Autostrada Palermo-Mazzara del Vallo, è rimasta indefinita pur essendo inserita tra gli interventi ritenuti prioritari dal Commissario Delegato per l’Emergenza Traffico di cui all’O.P.C.M. 3255 del 29/11/2002 del Presidente del Consiglio dei Ministri, con Ordinanza Commissariale n° 10/CT del 03/11/2003 e risulta inscritta nel P.T. OO.PP. del Comune di Palermo, inserito nel programma di Riqualificazione Urbana e di Sviluppo Sostenibile del Territorio (P.R.U.S.S.T. - Intervento 4.06) della città di Palermo, nell’ambito del macro intervento n° 4 denominato “Il potenziamento della maglia infrastrutturale nella città settentrionale”. L’intero P.R.U.S.S.T. di riferimento venne approvato dapprima dal C.C. di Palermo con Deliberazione n° 224/1999 e successivamente da parte del Ministero dei LL.PP. con D.M. n° 2012 del 14/12/2000. Sono passati ben 17 anni e oltre ai soldi spesi per la progettazione, quando verrà definita o forse sarebbe meglio dire realizzata? 3) Vorrei suggerire ai vertici Amat la deviazione di una delle linee autobus che passano dalla piazza di Sferracavallo, per la via Palazzotto in modo da non costringere gli abitanti di tale via a dovere andare a piedi (assenza di marciapiedi) o in auto fino in via Sferracavallo o via Plauto. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
28 mag 2017

Barcarello | Al via i lavori di risanamento della passerella lignea

di Mobilita Palermo

Cominceranno lunedì prossimo, 29 maggio, i lavori di manutenzione straordinaria della passeggiata lignea di via Barcarello a Sferracavallo, affidati all’Impresa Mar.Edil per un importo di circa 85.000 euro. Il lavoro è necessario per mettere in sicurezza e ripristinare la piena funzionalità ed il decoro dell’opera, oggi in pessime condizioni di conservazione. I lavori comprendono la revisione dei sistemi di appoggio in conci di tufo e travi in legno e la sostituzione del tavolato, oramai in gran parte irrecuperabile, oltre la revisione della recinzione e degli accessi al mare. I lavori dovrebbero durare all’incirca 3 mesi. In considerazione dell' approssimarsi della stagione estiva, sarà richiesto all’Impresa, di contenere quanto più possibile i tempi di esecuzione, al fine di rendere fruibile la passeggiata quanto prima. La passeggiata è costituita da un deck in legno che si sviluppa parallelamente alla linea di costa per una lunghezza di circa 600 metri e con larghezza media di 3 metri. Riportiamo dalla relazione generale lo stato dei luoghi e l'intervento che verrà effettuato: Il camminamento è costituito da un tavolato (deck), in essenza lignea tropicale “Angelim Amargoso”, composto da doghe di sezione mm 140 x 21 ancorate alla sottostante struttura portante per mezzo di viti in acciaio. Quest’ultima è costituita da travi di abete lamellare di sezione mm 120 x 160 (poste a coltello ad un interasse medio di mm 600) appoggiate su basamenti di conci di tufo sovrapposti a secco, poggianti a loro volta sul terrapieno di cui si è fatto cenno. Sul lato del marciapiede le travi sono ancorate al cordolo in calcestruzzo di cemento armato. Nonostante gli interventi manutentivi siano stati effettuati con periodica regolarità, si è registrata una costante accelerazione del processo di ammaloramento della struttura lignea sia degli elementi di calpestio, che della sottostante struttura portante. Si è potuto constatare infatti che gran parte delle doghe del tavolato risultano fortemente deformate, spesso non ancorate alle sottostanti travi di appoggio, tanto che molte di queste risultano pericolosamente sollevate rispetto al piano di calpestio. Un processo di ammaloramento dovuto in parte anche alla inidoneità dell’essenza scelta, non adatta a resistere in ambiente esterno scoperto e fortemente aggressivo per la vicinanza del mare. Ssono state utilizzate viti inadatte a sopportare il carico indotto dagli agenti ambientali particolarmente aggressivi del luogo e quasi tutte risultano aggredite dall’ossidazione. Gli agenti chimici hanno aggredito e distrutto» la struttura. Infine, i conci di tufo posti alla base portante, sono di modesta qualità. Con l’azione di dilavamento delle acque meteoriche e con quella indotta dalle mareggiate, un numero significativo di conci si è assottigliato e hanno indotto cedimenti nella struttura. Si prevede la sostituzione del 70% dei conci di tufo presenti. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2