Articolo
13 set 2016

FOTO | Passante Ferroviario: Strutturalmente pronta la fermata FRANCIA lato mare

di Fabio Nicolosi

I lavori del raddoppio del passante ferroviario, dopo la pausa estiva sono ripresi e oggi vi mostriamo i progressi degli ultimi mesi compiuti nell'area di Piazzale Francia Si lavora allo spostamento dei sottoservizi lungo il tratto di galleria su cui passerà il prolungamento di via Francia che la collegherà a Via Ugo La Malfa (Via P. Nenni) A valle si lavora al tratto di cavedio parallelo alla galleria, decentrato rispetto all’asse della tubazione a causa della quota del futuro prolungamento di via Francia, non in grado di garantire uno spazio sufficiente per un cavedio in asse. Uno zoom sull’area di cantiere di valle ci permettere di notare una tubazione lì dove sono state recentemente rimosse le barriere antirumore. Dovrebbe trattarsi di una tubazione del gas. Si procederà con la creazione di un bypass tramite il cavedio già realizzato poco oltre sul solettone e di cui adesso si stanno completando i tratti di raccordo. Sia a valle sia a monte notiamo la presenza dei manicotti per la nuova tubazione. Lo scavo sulla piattaforma oltre il vecchio muro demolito è l’attuale punto d’arrivo del tubo. In zona fermata, è stata completata la rimozione delle impalcature lungo il setto del vano d’accesso pari. Visibili i due accessi alla banchina. A sinistra quello del vano scale, a destra, parzialmente coperto dal puntone in cima, l’accesso del vano ascensore. Sono state ultimate le pareti del vano per l’accesso d’emergenza adiacente l’imbocco. E' possibile vedere l’accesso alla banchina sotto il primo puntone, mentre l’uscita all’esterno si raggiungerà con una normale rampa di scale fisse. Uscita che si troverà accanto l’imbocco, dove intravediamo la recinzione rossa dietro il cordolo in cima. Ricordiamo che la fine dei lavori è prevista per fine 2018. Non abbiamo ancora notizie sulla riapertura della tratta tra le stazioni di Notarbartolo e l'Aeroporto, attendiamo l'ufficialità per comunicarvi novità in merito. Ecco una breve galleria:

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
31 ago 2016

VIDEO E FOTO | Passante Ferroviario: Abbattuta la cabina Enel di Via Maltese

di Fabio Nicolosi

Da Lunedì, dopo le vacanze estive, sono ripresi i lavori del raddoppio del passante ferroviario di Palermo. Il rientro dalle ferie è iniziato subito con la demolizione della famosa cabina Enel di Via Maltese, che ha rallentato per qualche mese, i lavori nell'area e costretto la SiS a lavorare tutto attorno in attesa che l'azienda proprietaria desse il via libera all'abbattimento della stessa. La demolizione, così come gia avvenuto qualche mese fa con la stazione di San Lorenzo, è durata un paio d'ore. Nei prossimi giorni verranno completati le fondazioni con pali accostati, la posa delle pareti prefabbricate, e verrà ricoperto il tutto con delle travi anch'esse già prefabbricate. Termina così uno dei problemi che ha comportato piccoli disagi nei lavori e che ha comportato la variazione del cronoprogramma. Adesso è necessario terminare lo spostamento dei sottoservizi di Via Enzo Biagi (ex Via Nuova) per permettere di completare i lavori con soluzione di continuità dalla fermata Francia alla fermata San Lorenzo. Ecco il video con alcuni brevi filmati durante l'abbattimento: Ringraziamo Mr Tonics per le immagini:

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 ago 2016

Fotostoria | TBM Marisol, le immagini dal suo arrivo ad oggi

di Fabio Nicolosi

Raccoglieremo in questo articolo tutte le foto più significative della TBM Marisol per tenervi aggiornati su qual'è stata e quale sarà l'evoluzione della Talpa Meccanica che scaverà il tunnel ferroviario del raddoppio del passante tra le stazioni Notarbartolo e Belgio / De Gasperi Buona visione Aspettiamo i vostri commenti per sapere se articoli come questo sono di vostro gradimento

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
10 ago 2016

FOTO | Passante Ferroviario: Slitta la riapertura di Via Nuova a causa dei numerosi sottoservizi

di Fabio Nicolosi

La proroga chiesta nei giorni scorsi è sicuramente dovuta ai numerosi sottoservizi da spostare nell'area. Come vediamo i sottoservizi non si limitano alla fognatura, già spostata e neanche a questi tubi acquedottistica; si osserva la presenza di cavi della media tensione, un'altra tubazione idrica e persino il gas (tubo grande semisepolto sulla destra) Purtroppo ogni ente ha i suoi tempi per lo spostamento e ciò ha determinato ritardi nella ultimazione di questi lavori. Sottoservizi che sicuramente, viste le numerose indagini svolte, la Sis era a conoscenza, ma che spesso non spetta alla ditta esecutrice dei lavori (il consorzio di imprese). Ringraziamo Roberto.Palermo per gli scatti e le spiegazioni tecniche:

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 ago 2016

Passante Ferroviario | Prorogata la chiusura al traffico per due strade

di Antony Passalacqua

L’Area della Partecipazione e del Decentramento, Servizi al cittadino e Mobilità, Ufficio Mobilità Urbana, ha emesso l’ordinanza n.971 con la quale proroga fino al 31 dicembre 2016 (ovvero sino all’ultimazione dei lavori se precedente a tale data) quanto già disposto con ordinanza 685 del 2015. L’interferenza viaria riguarda l’interdizione al transito veicolare e pedonale di vicolo Bernava (tra via Pacini e via Serpotta) ed il divieto di sosta con rimozione 0-24. La seconda ordinanza riguarda la chiusura al transito all’altezza dell’ex passaggio a livello ubicato tra le vie Enzo Biagi e Giuseppe Prezzolini per il completamento della nuova galleria artificiale a doppio binario e per lo spostamento definitivo dei servizi a rete. Proroga lavori  fino al 7 dicembre 2016 (ovvero sino all’ultimazione dei lavori se precedente a tale data) quanto già disposto con ordinanza 517 del 27 aprile scorso. Nel dettaglio, in via Enzo Biagi, in corrispondenza dell’ex passaggio a livello ubicato all’incrocio con le vie Lungaro e Prezzolini, si dispone: -       la chiusura al transito veicolare e pedonale della carreggiata; -       il tratto tra via Pietro Nenni ed il passaggio a livello a doppio senso di marcia; -       il divieto di sosta con rimozione coatta 0-24 sui due lati della carreggiata sulla quale ricade l’intervento

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 lug 2016

Passante Ferroviario | In montaggio la struttura di contrasto della Talpa Meccanica

di Fabio Nicolosi

Ultimato l'ingresso della testa di Marisol si sta provvedendo a montare la struttura di contrasto, contro la quale viene montato il primo anello di conci prefabbricati. Il prossimo passo sarà l'avvicinamento dei carri di backup alla testa, così da collegare la testa al resto del lungo serpentone. Quando la testa è in grado di muoversi, viene realizzato il tratto di attacco, costituito da anelli di conci a cielo aperto mantenuti in posizione da funi di acciaio ancorate alle murette, che verrà successivamente inglobato nel getto del primo tratto di galleria artificiale. Solo a questo punto la TBM può avanzare fino al fronte, mettendo in opera gli anelli nel tratto di galleria naturale, e quindi iniziare l’effettivo scavo. Nelle prime fasi di scavo lo smarino avviene con autocarri che raccolgono il materiale da una tramoggia posta al termine del secondo nastro trasportatore. Solo quando la TBM è completamente dentro il tunnel è possibile montare il nastro esterno e la ventilazione ed incominciare così lo scavo a pieno regime. Ricordiamo che lo scavo della galleria non inizierà prima di Settembre in quanto una volta effettuati i vari collegamenti andrà collaudata l'intera macchina e verificato per esempio che non ci siano perdite nell'impianto idraulico o cali di potenza elettrica. Vi lasciamo con qualche foto inviataci dall'amico Ninni

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
11 lug 2016

Passante Ferroviario | La talpa Marisol varca l’ingresso della galleria Notarbartolo / De Gasperi

di Fabio Nicolosi

A distanza di venti giorni da quando è stata sollevata la testa fresante, il grosso macchinario ha compiuto i suoi primi passi Ormai ci siamo. La TBM Marisol ha varcato l'ingresso della galleria che andrà a scavare. Questo è un punto di non ritorno, da adesso in poi la rivedremo solo quando terminerà lo scavo nella nuova sede in Via Belgio. Lo scavo però non è ancora ufficialmente partito in quanto l'assemblaggio del macchinario deve ancora terminare. Mancano infatti ancora da installare gli ultimi carri e per fare ciò è stata avanzata non solo la testa fresante, ma anche i carri al seguito. Una volta terminato tutto l'assemblaggio saranno necessari tutti i collaudi del caso per verificare che non vi siano perdite all'interno dei vari apparati elettrici e idraulici e solo dopo aver superato tutti i test del caso il macchinario potrà essere azionato e si potrà inaugurare l'inizio dello scavo vero e proprio. L'appuntamento è fissato per i primi giorni di Settembre, quando dopo aver concesso le ferie estive agli operai, sarà iniziato lo scavo che terrà impegnati le maestranze per circa dieci mesi, 24 ore su 24 Ringraziamo fastweb e giovanni75 per le foto:

Leggi tutto    Commenti 3