Articolo
07 ott 2021

PASSANTE FERROVIARIO | Aggiudicata la gara per la fermata De Gasperi – Belgio

di Mobilita Palermo

Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) ha aggiudicato al Raggruppamento Temporaneo d’Impresa composto da Europea 92 S.p.A., Consorzio Stabile Research Società Consortile a r.l. ed Europea International S.p.A. la gara per il completamento della nuova fermata Belgio, ulteriore passo verso la conclusione dei lavori del Passante di Palermo. Lo stesso raggruppamento temporaneo d’impresa sta portando avanti i lavori per il completamento della galleria sotto vicolo Bernava La fermata si inserisce nel più ampio progetto del raddoppio elettrificato della tratta Palermo Centrale/Brancaccio - Punta Raisi, il principale asse di collegamento tra il capoluogo palermitano e i Comuni attigui, fino all’Aeroporto “Falcone e Borsellino” di Punta Raisi e con la provincia di Trapani. Inserita nel tratto urbano del Passante, lungo via Monti Iblei - tra viale De Gasperi e viale Belgio – ne arricchirà ulteriormente la funzione metropolitana, in vista anche della prossima attivazione del doppio binario tra Palermo Notarbartolo e Palermo S. Lorenzo, prevista per il prossimo giugno. Ringraziamo Umarell 2.0 per le foto La nuova fermata Belgio sarà in sotterranea, fornita di due marciapiedi e in grado di garantire l’accessibilità alle persone con disabilità e ridotta mobilità, grazie a percorsi per non vedenti, scale mobili e ascensori. L’esecuzione dell’opera, dal valore di circa 10,5 milioni di euro e di una durata complessiva di 460 giorni, richiederà un impiego giornaliero medio di circa 40 maestranze.

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
11 ago 2021

Passante Ferroviario | Via alla gara per il completamento della fermata De Gasperi – Belgio

di Fabio Nicolosi

E' stata pubblicata ieri sul sito di RFI la gara per l'esecuzione dei lavori di completamento della Fermata Belgio/De Gasperi a seguito del recesso esercitato dal contraente generale per i lavori di raddoppio elettrificato della tratta ferroviaria Palermo C.le – Carini. Purtroppo, con la rescissione del contratto tra SIS ed RFI avvenuta circa 3 anni fa, le lavorazioni per la sua realizzazione furono interrotte, e da allora il cantiere è rimasto del tutto fermo. L'importo dell'appalto è di 10,460,023.03 € iva esclusa e si prevede che i lavori durino 460 giorni dalla consegna, ossia 15 mesi. Il termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione é il 28/09/2021 alle ore 12:00. Possiamo quindi ottimisticamente pensare ad un avvio dei lavori a Gennaio 2022 con termine per Aprile 2023. Un altro tassello che alla fine sembra andare al suo posto in quel complesso mosaico che è purtroppo diventato il passante ferroviario di Palermo, dopo il recente avvio di altri lavori chiave per completare l'opera, ossia il completamento della galleria tra Orleans e Lolli, con la risoluzione del problema di vicolo Bernava. Foto di copertina di huge

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
22 giu 2020

Quando il protrarsi dei lavori provoca più disagi che benefici: storia di un cittadino a pochi passi da via Monti Iblei

di fabio d'alessandro

L’opera completa del Passante Ferroviario sarà senza dubbio un’occasione unica per la città di evolversi nel trasporto urbano ed extra sia per il cittadino palermitano che per chi da fuori viene a visitare questa straordinaria città. Ma quando sarà completa? Sono un abitante del condominio adiacente la fermata Belgio/De Gasperi, ringrazio anzitutto Huge Palermo e Mobilita Palermo per avermi dato la possibilità di “sfogarmi” e di mettere al corrente la città di Palermo dei disagi che noi condomini di Via Monti Iblei n.16 sopportiamo ormai dal settembre del 2015 e che ad oggi non vediamo neanche minimante la luce in fondo al tunnel. La nostra palazzina ha due accessi carrabili e pedonali uno da Via Monti Iblei n.16 ed uno da Viale Regione Siciliana n.4975 (stesso ingresso della Casa d’Aste Trionfante Antichità). Dal 2015 data di inizio dei lavori della fermata, l’accesso da Via Monti Iblei n.16 è stato chiuso dato che, è stato fatto uno sbancamento di circa 8 metri e dunque da quella data siamo costretti ad entrare ed uscire solo da viale Regione. Il disagio dove sta? Il disagio sta nel fatto che i contatori Enel ed AMAP sono riamasti su Via Monti iblei così come la cassetta postale. DI conseguenza se va via la luce bisogna prendere l’auto fino a raggiungere i contatori e capite benissimo che se questo succede di notte o durante una cena con parenti/amici non è proprio agevole. La cassetta postale rimasta su monti iblei ormai è distrutta dai vandali e li inoltre il postino lascia tutti gli avvisi di recapito perché non trovando mai nessuno su via monti iblei siamo costretti ad andare all’ufficio postale a ritirare le raccomandate. Non abbiamo dove conferire i rifiuti dato che su via Monti Iblei hanno tolto i contenitori perché alla mercé di tutti. Di conseguenza, siamo costretti a prendere l’auto per andare a conferire la nostra spazzatura dove ancora ci sono i cassonetti. L’uscita e l’entrata al condominio da Viale Regione è pericolosissima. Inoltre con le vibrazioni del treno tutti gli appartamenti sono lesionati internamente. Questi disagi però non interessano a nessuno perché RFI ci dice di pazientare ma ormai siamo stanchi dato che avevano detto che i lavori sarebbero finiti nel 2017 ed invece ad oggi la situazione non è cambiata anzi, proprio la fermata in questione dovrà essere riappaltata e quindi l’iter di completamento sarà lunghissimo e chissà in quanto tempo sarà quindi ultimata. Noi avremo questi disagi chissà ancora per quanto. Faccio un appello affinché si parli anche di noi perché leggo solo dello stato di avanzamento dei lavori in altri punti della città ma di questa fermata il nulla e mi rendo conto anche del perché, perché in fondo siamo 4 famiglie a chi importa dei disagi che giornalmente dobbiamo affrontare?

Leggi tutto    Commenti 3    Proposte 0
Articolo
17 lug 2019

FOTO | Passante ferroviario: lo stato dei lavori della fermata Belgio / De Gasperi in attesa del nuovo appalto

di Fabio Nicolosi

Siamo in grado di mostrarvi alcuni scatti della nuova fermata Belgio / De Gasperi. La fermata rimarrà in queste condizioni fino a quando i lavori per l'ultimazione della stessa non verranno ri-appaltati. Ricordiamo infatti che a SiS é stato concesso di abbandonare l'area senza la necessità di ultimare le opere civili, ma realizzando solo parzialmente la fermata. Rimane infatti da ultimare il collegamento tra i due binari e la definizione delle aree superficiali. Al momento non siamo a conoscenza delle tempistiche e siamo in attesa di conoscerle da RFI. Ringraziamo huge per le foto:

Leggi tutto    Commenti 23
Articolo
13 ago 2018

Passante ferroviario | La prima corsa prova, ma la data di apertura è ancora un’incognita

di Mobilita Palermo

Sabato 11 Agosto si è svolta la prima corsa prova lungo il tracciato ferroviario tra le stazioni di Notarbartolo e Punta Raisi. Il treno è partito alle 10.40 da Notarbartolo, facendo sosta a Sferracavallo dove l'ing Filippo Palazzo di RFI ha risposto ad alcune domande rivolte dai giornalisti La domanda sicuramente più interessante è stata: "Quando verrà riaperta la linea al traffico passeggeri?" e la risposta è stata molto semplice: "La data del 9 Settembre è una data plausibile, ma tutto dipenderà dalle prove e dalle certificazioni" E d'altronde i problemi non finiscono mai di finire, infatti il 09 Agosto doveva avvenire l'attivazione della tratta, ma per problemi non ben specificati ad attivarsi è stata solo la linea aerea e ciò viene confermato anche da un comunicato stampa del comune di Palermo: Dalle ore 05:00 del 09/08/2018, le condutture della linea di contatto per trazione elettrica poste sul nuovo tracciato ferroviario tra le stazioni di Palermo Notarbartolo e Carini della linea ferroviaria Palermo-Trapani saranno permanentemente sotto tensione a 3000 Volt. Dalla suddetta data quindi si dovrà evitare in modo assoluto qualsiasi contatto diretto o indiretto con i conduttori e gli isolatori delle suddette condutture e relative apparecchiature. Dovrà essere evitato di toccare animali, vegetali od oggetti che si trovino in contatto anche se imperfetto o discontinuo con detti conduttori, isolatori o apparecchiature. Si raccomanda pure di astenersi dal toccare qualunque altro filo anche telefonico che per allungamento anormale o per rottura potrebbe essere in contatto con le condutture elettriche. In caso di infortunio prima di praticare soccorso alla persona colpita da folgorazione, si dovrà accertare che la stessa non sia ancora in contato con conduttori ed apparecchiature, in tal caso occorrerà avere preventiva conferma dell'avvenuta tolta tensione su conduttori ed apparecchiature". Non resta quindi da capire quando avverrà l'effettiva attivazione e sopratutto non resta che aspettare il comunicato stampa che scaccerà ogni dubbio sulla riapertura della linea. Vi mostriamo le numerose foto scattate dai vari amici lungo la linea tra cui giovanni75 e tanti altri che ringraziamo

Leggi tutto    Commenti 27
Articolo
04 lug 2018

Passante ferroviario | Conclusi i lavori per la riapertura della linea fino all’aeroporto

di Fabio Nicolosi

Conclusi i lavori sul Passante di Palermo funzionali al ripristino del collegamento ferroviario con l’aeroporto “Falcone e Borsellino”. Rete Ferroviaria Italiana ha verificato oggi lo stato dell’arte con l’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Sicilia, Marco Falcone, durante una visita alla linea effettuata a bordo di un carrello manutentivo. Sono già iniziate le verifiche tecniche all’infrastruttura, necessarie per il rilascio della certificazione di sicurezza da parte dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF). Seguiranno quindi l’attivazione tecnica della linea, prevista ad agosto, e la fase di pre-esercizio. “Il sopralluogo - afferma l'assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone - è servito a verificare lo stato dell’arte di un’opera strategica non solo per Palermo, ma per l’intera Sicilia occidentale. Il governo regionale esprime soddisfazione per la ripresa dei lavori a pieno ritmo, grazie alla quale nelle prossime settimane verrà riattivato il fondamentale collegamento tra la città e l’aeroporto. Il presidente Musumeci ha chiesto e ricevuto da RFI piene rassicurazioni sul completamento dell’opera e la visita di oggi ci ha confermato che la direzione è quella giusta”. “Con la conclusione dei lavori per il ripristino della linea per l’aeroporto, i lavori per il completamento del Passante arrivano al 90% - ha dichiarato Filippo Palazzo, Responsabile Progetti Palermo di Rete Ferroviaria Italiana -. I prossimi step prevedono la conclusione delle restanti opere civili e l’attivazione del raddoppio completo della linea”. “La riapertura del collegamento ferroviario fra la città e l'aeroporto è un fatto importante a lungo atteso. Questa, come altre importanti opere legate al trasporto ferrato a servizio della città e dell'area metropolitana è una importante infrastruttura, ancor di più oggi che assistiamo ad un quotidiano incremento del traffico di passeggeri, locali e turisti, che usano l'aeroporto Falcone-Borsellino per raggiungere la nostra città”. Lo ha dichiarato il Sindaco Leoluca Orlando L’investimento economico complessivo è circa 1,1 miliardi di euro. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 29
Articolo
03 lug 2018

FOTO | Passante Ferroviario: completata la pensilina della fermata Francia

di Fabio Nicolosi

In vista della riapertura del passante ferroviario nelle ultime settimane i lavori si sono concentrati nella rifinitura di tutte le fermate. Francia, da sempre punto di riferimento per tutti coloro che utilizzavano il treno per recarsi all'università o verso il centro città sarà sicuramente e si spera ancora più utilizzata. La fermata presenta la predisposizione del doppio binario, ma verrà attivato solo uno. Simile a Tommaso Natale, la fermata è una trincea a cielo aperto con dei grossi tiranti che le danno un'aspetto strutturale particolare. Le banchine presentano delle pensiline che consentono ai viaggiatori di ripararsi nell'attesa dei treni. In superficie invece l'aspetto sarà simile a Vespri - Policlinico, grigi parallelepipedi con pensilina che ospiteranno parte dei locali tecnici, scale di accesso e ascensore. Il grigio sarà il colore predominante, ma lo è dell'intero progetto. Purtroppo quando si è approvato il progetto non si è fatta attenzione alcuna agli aspetti architettonici dello stesso e sono stati realizzati quindi delle fermate che sono proprio anti-estetiche. Magari un concorso potrebbe migliorare l'aspetto delle fermate, ma tutto ciò in un secondo momento. Al momento non possiamo attenderci molto. Foto di Giovanni M.

Leggi tutto    Commenti 29