Articolo
24 set 2020

Aeroporto Falcone Borsellino | Tamponi rapidi per chi arriva da da Spagna, Grecia, Malta, Croazia e Francia

di Fabio Nicolosi

Il primo stock di tamponi rapidi arriverà oggi (ieri per chi legge ndr) dall’Asp di Palermo all’aeroporto Falcone Borsellino. E da stasera (ieri per chi legge ndr) saranno utilizzati sui passeggeri in arrivo da Marsiglia; ma serviranno per testare tutti i viaggiatori che nei prossimi giorni sbarcheranno a Punta Raisi da Spagna, Grecia, Malta, Croazia e Francia (le Regioni della Francia indicate nell’ordinanza del ministro della Salute: Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts-de-France, Île-de-France, Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa azzurra). Il test antigenico rapido (tampone rino-faringeo) sarà eseguito dai medici dell’Asp di Palermo, con la collaborazione dei medici dell’Usmaf, la sanità aerea. L’esito del test sarà disponibile in 15 minuti. In caso di positività, il passeggero si sottoporrà a un tampone di conferma e sarà data comunicazione al dipartimento di prevenzione dell’Asp di Palermo per il tracciamento epidemiologico. “Il test richiederà 15 minuti. Qualche altro minuto servirà per la registrazione e il referto - dice Salvatore Zichichi, medico dell’Usmaf - Sono a disposizione due sale, dove i viaggiatori potranno attendere il risultato del test. L’Usmaf, che ha il coordinamento della struttura sanitaria all’aeroporto di Palermo, ha organizzato due ambulatori - conclude Zichichi - Non sarà necessario ripetere l’esame per chi presenterà la documentazione di test a mezzo tampone effettuato entro le 72 ore dall’ingresso in Italia”.

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
24 set 2020

AMAT | La sanificazione dell’aria tramite fotocatalisi approda sugli scuolabus

di Fabio Nicolosi

Sanificare in maniera continua l’aria all’interno degli scuolabus è l’obiettivo che si è dato Amat per garantire al meglio la protezione degli studenti trasportati durante il servizio scolastico effettuato per conto del comune di Palermo. A tale scopo, su ciascun veicolo sono stati installati gli innovativi sistemi AIRsteril®, testati e certificati dall’Ente internazionale SGS e già utilizzati in ambito aereospaziale e sanitario che, utilizzando la tecnologia della fotocatalisi, purificano e disinfettano simultaneamente l’aria e le superfici all’interno dell’abitacolo. La fotocatalisi è un processo assolutamente ecologico che sfruttando il biossido di titanio e la luce UV generano e diffondono nell’ambiente un plasma a base di ossigeno e molecole di idrogeno, invisibile, inodore e totalmente innocuo per le persone e i materiali, capace di trasformare e mineralizzare le sostanze organiche in sostanze inorganiche, rendendole inerti. In tal modo, i purificatori molecolari agiscono su qualsiasi sostanza, sia solida che gassosa presente nell’aria quali, virus, batteri, muffe, gas, pollini, composti organici volatili e odori, purificando l’aria e aumentando la sintesi di endorfine, con effetti benefici sull’organismo umano. Il sistema si aggiunge, a maggiore garanzia di sicurezza per i passeggeri, alla regolare messa in atto dei protocolli di igiene e disinfezione già previsti dalle vigenti disposizioni.

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
18 ago 2020

Aeroporto Falcone Borsellino | Covid-19: effettuati i tamponi ai primi turisti da Malta

di Fabio Nicolosi

Sono nove i passeggeri del volo KM0662 proveniente da Malta i primi turisti ad essere stati sottoposti a controllo sanitario e tampone nasofaringeo, secondo le procedure sanitarie anti Covid-19 stabilite dall’ordinanza nazionale firmata dal ministro della Salute. All’aeroporto Internazionale di Palermo sono così cominciati i controlli sui passeggeri in arrivo dalle zone ritenute a rischio covid-19: Spagna, Grecia, Malta e Croazia. Sul volo proveniente da Malta c’erano 65 passeggeri. Soltanto nove turisti/non residenti, sottoposti a tampone. I controlli sanitari sono concentrati in un’area completamente sterile, all’interno dell’aeroporto, con accesso solo dalla zona air side. L’area è stata allestita in tempi record grazie alla collaborazione di Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo, Polizia di frontiera, Enac, ministero della Salute, Usmaf e Asp, GH Palermo e Aviapartner (handler). Domani sono previsti i controlli su quattro voli provenienti da Spagna e Grecia.

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
20 giu 2020

Mercatino rionale via G.Galilei, uno schiaffo alle regole

di Mobilita Palermo

Palermo - Quelle che vi mostriamo sono le immagini del mercatino rionale di via G.Galilei che, secondo la nuova ordinanza, avrebbe dovuto aprire al pubblico dal 22 c.m.  in poi. Ma nonostante ciò, in barba al rispetto delle regole e ordinanze,  il mercatino ha aperto battenti. Scarso mantenimento delle distanze di sicurezza, scarsi i controlli affidati  pochissimi vigili, auto dei residenti multate per far spazio a bancarelle (montate abusivamente). E riportiamo qui una dichiarazione del Presidente della Circoscrizione VIII  Marco Frasca Polara: "Anche in via Galilei stamattina gli ambulanti hanno allestito indisturbati le loro bancarelle, posteggiando i furgoni sopra i marciapiedi e occupando persino le aiuole. Questa volta sotto l'occhio dei vigili. La resa incondizionata dell'Amministrazione e della Polizia Municipale, che si è già registrata a Villa Tasca e in via Jung, si è ripetuta anche oggi. Purtroppo! I mercatini avrebbero dovuto riaprire lunedì prossimo in base all'accordo raggiunto dal Sindaco con i rappresentanti degli ambulanti. Ma la parola data non è stata rispettata. Non aggiungo altro! Per di più anche oggi nessun controllo. Nessuno a verificare l'utilizzo obbligatorio delle mascherine, nessuno a far rispettare il distanziamento interpersonale, ecc. L'amministrazione aveva annunciato un piano di riordino e il trasferimento di tre mercatini alla Fiera. Che fine ha fatto tutto questo? Perché questa resa? Il Comune si giustifica sostenendo che l'ultima Ordinanza del Presidente Musumeci ha dato il via libera ai mercatini. Non stanno così le cose. L'Ordinanza a pagina 14 chiarisce che "la regolamentazione spetta ai Comuni, che devono far assicurare la regolamentazione degli spazi per consentire l'accesso ordinato e, se del caso, contingentato, al fine di evitare assembramenti di persone, garantire il distanziamento interpersonale e verificare l'utilizzo obbligatorio delle mascherine, ecc." In queste condizioni i mercatini sono luoghi insicuri e incontrollati che favoriscono gli assembramenti, oltre che l'infiltrazione di abusivi. Lo si sapeva anche prima del Covid. Se in passato, sbagliando, tutto questo è stato tollerato per il quieto vivere, adesso non ce lo possiamo più permettere. A seguire poi le condizioni in cui vengono lasciate le aree dagli stessi operatori, sporche con cumuli di rifiuti e senza alcun colpevole.     Qui l'ordinanza regionale che regola lo svolgimento delle attività, la cui regolamentazione è competenza dei singoli Comuni.

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
16 mag 2020

Distanziamento sociale alle fermate del tram: manca la segnaletica apposita

di Gustavo Enrico

In questo periodo di pandemia Covid-19, tenere le distanze è necessario. La situazione è delicata quando si aspettano i mezzi pubblici, soprattutto il Tram. Come sappiamo le banchine d'attesa a Palermo non sono molto larghe (a parte i capolinea e qualche altra eccezione);  le  indicazioni per aiutare a mantenere le distanze giuste, non state messe in tutte le fermate.   La foto mostra la fermata "Parco Uditore" direzione Borgo Nuovo, ma ce ne sono altre in questo stato. Poi, sulla panchina sotto la pensilina dovrebbe essere indicata la posizione in cui sedersi e quindi  stabilire quante persone la possono occupare (forse due seduti ai limiti opposti): neanche in questo caso c'è segnalazione. Per fortuna non ho notato folla in attesa, per il momento. In previsione di nuove aperture di attività, sarebbe il caso di rendere la segnalazione capillare su tutte le fermate del Tram e degli autobus. Ma attendiamo, magari l'apposizione della segnaletica è ancora in corso.

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
19 apr 2020

AEROPORTO FALCONE BORSELLINO | Atterrato un Boeing 777F con 56 tonnellate di materiale sanitario e accessori medicali

di Fabio Nicolosi

E’ atterrato alle 15,40 all’aeroporto internazionale di Palermo Falcone Borsellino il Boeing 777F della Qatar Airways Cargo con a bordo 56 tonnellate di materiale sanitario e accessori medicali acquistate dalla Regione Siciliana, grazie alla collaborazione con l'Upmc di Pittsburgh, insieme a cui gestisce l'Ismett nel capoluogo. Il Boeing 777F è decollato ieri dall'aeroporto internazionale di Shanghai-Pudong per poi fare scalo a Doha, da dove oggi è ripartito alla volta di Palermo. “Da oltre un mese arrivano voli carichi di dispositivi di protezione individuale contro il Coronavirus - ha detto Giovanni Scalia, amministratore delegato di Gesap spa, che ieri ha seguito i lavori di sbarco del grosso carico di materiale sanitario - L’aeroporto di Palermo è operativo e garantisce il servizio pubblico essenziale. Saremo pronti, quando la normativa lo prevederà, alla ripresa delle attività. In questo momento, siamo costantemente in contatto con le compagnie aeree. A maggio, intanto, riattiveremo i cantieri dei lavori in aerostazione”. "È il frutto - sottolinea soddisfatto l'assessore Razza - di una articolata e silenziosa programmazione, immaginata dal presidente Musumeci ed avviata ormai più di un mese fa. Questo materiale è ossigeno costante per quanti sono impegnati nelle strutture sanitarie siciliane, una scorta che contiamo di approvvigionare con regolarità. E' un grande risultato perché da mesi tutti i Paesi del mondo cercano queste cose e le cercano, tutti, nello stesso posto. La Regione Siciliana ha dimostrato, quindi, di avere fatto meglio di altri". Su disposizione del presidente della Regione Nello Musumeci, il materiale verrà distribuito, principalmente, nelle strutture ospedaliere, ma anche tra i medici di base, i pediatri, le case di riposo, le residenze per anziani. Nei prossimi giorni è previsto l'arrivo di un terzo volo, mentre l'ultima parte del carico, quella più corposa, arriverà via nave.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
09 apr 2020

Coronavirus |Chiusura della Favorita, il piano della Polizia Municipale

di Antony Passalacqua

Palermo - Per le festività pasquali tutti gli esercizi commerciali, quindi anche le panetterie ed i supermercati, resteranno chiusi al pubblico. Lo ha stabilito l'ultima ordinanza emanata dalla Regione siciliana che resterà in vigore fino al 13 aprile. L'obiettivo e quello di evitare assembramenti nei supermercati domenica e lunedì prossimo. Vietati i servizi di consegna a domicilio, fatta eccezione per i farmaci e per i prodotti editoriali A Palermo sarà chiusa al pubblico, come stabilito dal sindaco Leoluca Orlando, il Parco della Favorita. In questa zona sarà rafforzato il servizio di pattugliamento delle forze dell'ordine e della polizia municipale. Oltre al presidio del Parco della Favorita, la polizia municipale garantirà anche quello dei varchi di accesso verso Monte Pellegrino e al mercato di Ballarò, in questo ultimo caso di concerto con le forze dell'ordine. Pattuglie saranno anche dislocate in direzione del pratone del Foro Italico ed in altri luoghi dove potrebbero registrarsi degli assembramenti. In particolare, sabato, nei turni di mattina e pomeriggio saranno 20 le pattuglie impiegate nei servizi di ordine pubblico e 23 quelle destinate alla verifica del rispetto delle ordinanze nazionali e regionali. Domenica, sempre nei turni mattinali e pomeridiani, saranno impiegate rispettivamente 20 e 23 pattuglie, mentre nel giorno di Pasquetta 18 e 25 pattuglie. A queste, nei giorni di domenica e lunedì prossimo, si aggiungono 4 pattuglie di infortunistica stradale, 3 per il Tso e 4 in turni centrali e posti fissi. Rimangono chiuse anche le ville e i giardini comunali ed il divieto di gite fuori porta, di spostamenti nelle seconde case e verso i luoghi di villeggiatura. Vietata anche la pratica di ogni attività motoria e sportiva all'aperto, anche in forma individuale, comprese le attività motorie all'aperto di minori accompagnati da un genitore. E’ consentito, in caso di necessità, alle persone affette da disabilità intellettive e/o relazionali, con l'assistenza di un accompagnatore, svolgere una breve passeggiata giornaliera in prossimità della propria residenza o domicilio. Gli spostamenti con l’animale di affezione, per le sue esigenze fisiologiche, sono consentiti solamente in prossimità della abitazione.

Leggi tutto    Commenti 0