Articolo
16 mag 2020

Distanziamento sociale alle fermate del tram: manca la segnaletica apposita

di Gustavo Enrico

In questo periodo di pandemia Covid-19, tenere le distanze è necessario. La situazione è delicata quando si aspettano i mezzi pubblici, soprattutto il Tram. Come sappiamo le banchine d'attesa a Palermo non sono molto larghe (a parte i capolinea e qualche altra eccezione);  le  indicazioni per aiutare a mantenere le distanze giuste, non state messe in tutte le fermate.   La foto mostra la fermata "Parco Uditore" direzione Borgo Nuovo, ma ce ne sono altre in questo stato. Poi, sulla panchina sotto la pensilina dovrebbe essere indicata la posizione in cui sedersi e quindi  stabilire quante persone la possono occupare (forse due seduti ai limiti opposti): neanche in questo caso c'è segnalazione. Per fortuna non ho notato folla in attesa, per il momento. In previsione di nuove aperture di attività, sarebbe il caso di rendere la segnalazione capillare su tutte le fermate del Tram e degli autobus. Ma attendiamo, magari l'apposizione della segnaletica è ancora in corso.

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
03 mag 2020

Coronavirus | Ecco come sarà la “Fase 2″ di Amat

di Salvatore Galati

Vi avevamo parlato di una nuova eventuale opportunità, per lo spostamento tramite la mobilità dolce, in vista alle nuove abitudini da Covid-19, che sta contribuendo a un cambiamento sociale.  Da nord a sud ci si domanda come cambierà lo spostamento tramite il trasporto pubblico in città. In questa fase è di sicuro obbligatorio  l'utilizzo di mascherine, per evitare che persone asintomatiche diffondano il patogeno a persone sane. L'Amat si sta muovendo con le predisposizioni consigliate dal Ministero dei Trasporti. Dal 4 maggio come sarà muoversi a Palermo con i mezzi pubblici di Amat? Ogni passeggero potrà salire a bordo di un bus o del tram solo se sarà munito di mascherina di protezione; Come è avvenuto a Milano, anche Amat sta applicando sui sedili (tram/bus) degli adesivi in cui vietano di sedersi e invece sul piano calpestabile verrà applicato un segna posto per gli utenti che staranno in piedi. Naturalmente questi adesivi sono applicati per mantenere la distanza minima di 1 m; Le fermate di alcune linee centrali verranno soppresse momentaneamente e vi sarà un messaggio che l'utente è pregato di recarsi alla prossima fermata per poter prendere il mezzo. Verranno istituite tre squadre: addetti alla verifica, bigliettai ed operatori della mobilità, l'obbiettivo è quello di regolare il flusso dei passeggeri per l'uscita e la salita alle fermate dei tram/bus, sarà fatto anche a bordo. (Sarà la volta buona che i palermitani imparino a rispettare le indicazioni che sono applicate alle porte?) Grazie a queste squadre si avrà un controllo alle fermate e che riguarderà: il distanziamento, lo smistamento delle uscite e salite dei passeggeri, la capacità massima di trasporto sui bus e tram e la verifica del biglietto e/o abbonamento. Tutto questo effettuato con 2 addetti. Il terzo addetto, opererà sui mezzi per garantire sempre il distanziamento e i flussi di uscita e salita dalle vetture. E verificare il titolo di viaggio. Inoltre saranno riaperti i punti commerciali di vendita dei biglietti, sempre da lunedì 4 maggio: via Giusti; Piazzale Ungheria; Piazza Indipendenza; Piazzale J. Lennon; via Nina Siciliana; via Basile capilinea della rete tranviaria. Sempre con gli stessi orari in vigore prima della sospensione. Gli uffici di via Borrelli, invece, rimarranno aperti dal lunedì al venerdì dalle 8,00 alle 13,00 e dalle 14,30 alle 17,30.  

Leggi tutto    Commenti 16
Articolo
20 giu 2018

AMAT | Autobus a fuoco, fortunatamente nessuna conseguenza

di Fabio Nicolosi

A fuoco un autobus a gasolio nella zona di Borgo Novo, intorno alle ore 14 di ieri, le fiamme si sono propagate nella parte posteriore, dove è alloggiato il motore. Il bus era fermo a capolinea, durante il cambio dell’autista, dove improvvisamente si è scaturito l’incendio che grazie al tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco hanno domato l’incendio, sul posto sono arrivate due squadre dei VVF con APS (Auto Pompa Serbatoio) e due autocisterne d’acqua ABP (Auto Botte Pompa) da 8 e 14 mila litri. Sono ancora in corso le indagini per accettarne le cause. Prima che inizino i primi paragoni con le vicende di Roma e Milano, sottolineiamo che questo è stato un episodio sporadico. I mezzi Amat sono "anziani", ma vengono curati con molta attenzione da parte del personale AMAT presente nelle officine, che con le poche risorse a disposizione fa i miracoli. L'Amat ha già fatto in modo di comprare nuovi mezzi, entro l'anno ne arriveranno più di 80 che andranno proprio a rimpiazzare il parco auto.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
22 mag 2014

LA PROPOSTA| Una linea tram lungo il Foro Italico

di Amico di MobilitaPalermo

Riprendo, a distanza di poco più di tre anni da un mio precedente articolo pubblicato,  una suggestiva ipotesi di sviluppo della rete tranviaria di Palermo (attualmente in costruzione) riproponendo, dopo aver variato parti del tracciato e definito meglio le criticità, quella che ai tempi chiamai “linea Mare”; uno studio, dicevo, aggiornato al contesto attuale e con un grado di dettaglio maggiore per ciò che riguarda lo sviluppo della tranvia, le infrastrutture a corredo, gli ingombri della sede e delle vie interessate e l’impatto con l’attuale reticolo urbano.   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 22
Articolo
19 set 2011

Tematizzare e personalizzare le fermate della “metropolitana”

di Giulio Di Chiara

I lavori del Passante Ferroviario di Palermo, come sappiamo, saranno propedeutici oltre che al doppio binario, anche a nuove stazioni. La fortuna di questi tempi è data dal fatto che le notizie viaggiano alla velocità della luce, pertanto in fase di progettazione e realizzazione di un qualcosa è possibile prendere spunto da altri, nonchè evitare errori commessi altrove. Contestualizzando un attimo, diremmo che in questi anni Palermo sta vivendo una rivoluzione sul settore dei trasporti, qualcosa di "eccezionale" che altrove è pura normalità. Detto ciò, questo preambolo serve ad introdurre una discussione sull'opportunità più o meno persa di vedere cose del genere: Siamo a Monaco di Baviera, stazione s-bahn a Karlsplatz. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 24
Articolo
07 nov 2010

Il Tram a mare: un’idea di espansione

di Giulio Di Chiara

Per la rubrica "Diventa articolista per un giorno" riportiamo una dettagliatissima proposta di A. Bernasconi circa l'ampliamento della linea tranviaria verso il mare: Ecco la mia idea per una linea tranviaria: L'idea della linea "mare" tranviaria nasce da una serie di considerazioni: in primis la zona solcata dal tram è scoperta, in gran parte dello sviluppo ipotizzato, da tutte le altre grandi opere di mobilità attualmente in corso di realizzazione a Palermo. Nè metro, nè Anello, nè Passante infatti saranno abbastanza vicini da servire la zona del fronte a mare nella parte centrale della città. Altra considerazione è che ai capi del tracciato proposto si trovano 3 stazioni ferroviarie che potrebbero divenire dei nodi di interscambio assai comodi: in primis, la Stazione Centrale, che vedrà attestarsi il futuro servizio del passante cittadino e che diverrà terminal dell'attuale, costruenda, linea 1 tranviaria. Poi vi è piazza Politeama, che vedrà la nascita di una stazione ferroviaria sotterranea sul cosiddetto Anello. A questi sistemi di trasporto, bisognerà aggiungere, nella più rosea delle previsioni, anche le previste fermate della metropolitana leggera automatica, attualmente in fase di progettazione. (click per ingrandire la mappa) Il terzo terminal, da servire in una prima fase (anche per questioni viarie) con un ramo tranviario a singolo binario, sarebbe la stazione (altro…)

Leggi tutto    Commenti 34

Ultimi commenti