03 mag 2020

Coronavirus | Ecco come sarà la “Fase 2″ di Amat


Vi avevamo parlato di una nuova eventuale opportunità, per lo spostamento tramite la mobilità dolce, in vista alle nuove abitudini da Covid-19, che sta contribuendo a un cambiamento sociale. 

Da nord a sud ci si domanda come cambierà lo spostamento tramite il trasporto pubblico in città. In questa fase è di sicuro obbligatorio  l’utilizzo di mascherine, per evitare che persone asintomatiche diffondano il patogeno a persone sane.

L’Amat si sta muovendo con le predisposizioni consigliate dal Ministero dei Trasporti.

Dal 4 maggio come sarà muoversi a Palermo con i mezzi pubblici di Amat?

  • Ogni passeggero potrà salire a bordo di un bus o del tram solo se sarà munito di mascherina di protezione;
  • Come è avvenuto a Milano, anche Amat sta applicando sui sedili (tram/bus) degli adesivi in cui vietano di sedersi e invece sul piano calpestabile verrà applicato un segna posto per gli utenti che staranno in piedi. Naturalmente questi adesivi sono applicati per mantenere la distanza minima di 1 m;
  • Le fermate di alcune linee centrali verranno soppresse momentaneamente e vi sarà un messaggio che l’utente è pregato di recarsi alla prossima fermata per poter prendere il mezzo. Verranno istituite tre squadre: addetti alla verifica, bigliettai ed operatori della mobilità, l’obbiettivo è quello di regolare il flusso dei passeggeri per l’uscita e la salita alle fermate dei tram/bus, sarà fatto anche a bordo. (Sarà la volta buona che i palermitani imparino a rispettare le indicazioni che sono applicate alle porte?)
  • Grazie a queste squadre si avrà un controllo alle fermate e che riguarderà: il distanziamento, lo smistamento delle uscite e salite dei passeggeri, la capacità massima di trasporto sui bus e tram e la verifica del biglietto e/o abbonamento. Tutto questo effettuato con 2 addetti.
  • Il terzo addetto, opererà sui mezzi per garantire sempre il distanziamento e i flussi di uscita e salita dalle vetture. E verificare il titolo di viaggio.

Inoltre saranno riaperti i punti commerciali di vendita dei biglietti, sempre da lunedì 4 maggio:

  • via Giusti;
  • Piazzale Ungheria;
  • Piazza Indipendenza;
  • Piazzale J. Lennon;
  • via Nina Siciliana;
  • via Basile
  • capilinea della rete tranviaria.

Sempre con gli stessi orari in vigore prima della sospensione.

Gli uffici di via Borrelli, invece, rimarranno aperti dal lunedì al venerdì dalle 8,00 alle 13,00 e dalle 14,30 alle 17,30.

 

WhatsApp Image 2020-05-02 at 11.46.17 (1)

WhatsApp Image 2020-05-02 at 11.46.17 (2)


abbonamentoadesiviamat palermobiglietticomune di palermoCoronaviruscovid-19distanziamentofermateTramtram palermo

16 commenti per “Coronavirus | Ecco come sarà la “Fase 2″ di Amat
  • peppino1234 105
    07 mag 2020 alle 10:12

    Tutto tempo perso! all’ AMAT di Palermo i passeggeri fanno quello che voglione ,si siedono ovunque e nessuno parla: tranne qualche sceneggiata che fanno per i giornalisti.SOLITO SCHIFO !!!

    • peppe2994 3465
      07 mag 2020 alle 12:05

      Solito qualunquismo direi. Al momento c’è molta attenzione nel rispetto delle norme anti contagio ed i conducenti fanno rispettare le regole soprattutto per la loro sicurezza, ma si sa…lamentarsi è sempre facile e gratuito.

      • peppino1234 105
        07 mag 2020 alle 15:59

        Ho letto quanto accaduto sul 110 questa mattina 7 maggio in p.Giotto:A una signora che faceva notare al conducente che erano saliti tanti passeggeri in piu’, occupando TITTI I POSTI anche quelli vietati, il coducente risponde testualmente: un si preoccupassi ,s’acchiana u cuntrulluri scinninu titti picchi sunnu senza bigliettu.
        A mio parere il conducente avrebbe dovuto rifiutarsi di partire e chiamare la polizia.
        Se questa eì’ serieta e rispetto delle regole …..

  • peppino1234 105
    07 mag 2020 alle 16:45

    Inoltre ,a breve ,i palermitani cominceranno a strappare gli adesivi dei divieti dai posti e comunque si siederenno dove capita.Quanto poi al controllore che gli dice di alzarsi, verra’ trattato a calci e pugni come fanno quelli sorpresi senza biglietto.Il popolo palermitano e meridionale in genere E’ QUESTO….c’e’ poco da fare. Sono vastasunazzi e basta.

    • peppe2994 3465
      08 mag 2020 alle 0:49

      Buongiorno e bentornato nel mondo reale.
      Quattro ragazzi che ogni tanto se la prendono con i controllori diventano automaticamente definizione del far west ? Ridicolo.

      Evidentemente non stai a Palermo. Le persone al momento sono prudenti. I mezzi poco frequentati. Sempre i soliti luoghi comuni idioti. Noi siamo così e colà, ma certe dinamiche spesso sono solo nella testa di chi le pensa.

    • Orazio 1438
      07 mag 2020 alle 21:23

      Perdonami, tu sei addentro alla materia, ma le ultime esperienze reali con l’ATM di Messina mi fanno dire che a Messina quasi non esistono più nemmeno gli autobus…

      • peppino1234 105
        08 mag 2020 alle 10:05

        SAPPI che a Messina il servizio di tram e autobus c’e’ e funzione, in questa fase 2, in modo esemplare !

        • Orazio 1438
          08 mag 2020 alle 22:34

          Quindi il tram ha ripreso a funzionare? Sono sempre i convogli di prima? Se è così è una buona notizia. L’imbecille sindaco come prima cosa lo aveva sospeso dicendo di doverlo smantellare, poi visto che il ministero non avrebbe finanziato l’acquisto di autobus è tornato sui suoi passi?

          Sono sempre gli stessi convogli FIAT? Una buona notizia se funzionano.

          • peppino1234 105
            09 mag 2020 alle 11:06

            Si i tram sono sempre quelli : per quanto io sappia l’anno passato hanno ricevuto pezzi di ricambio dal GTT di Torino , dove circola lo stesso tipo di tram su alcune linee, e cosi’ hanno rimesso in linea alcuni tram che erano fermi. Il sindaco diceva di volerlo abolire, ma ormai non ci pensa piu’ neppure lui. Inoltre sono stati acquisiti nuovi autobus fra cui due snodati, per cui il servizio funziona in modo accettabile. Per l’emergenza attuale si sono organizzati molto meglio di noi , ma dobbiamo considerare che e’ una citta’ piu’ piccola e un’azienda piu’ piccola, quindi tutto viene rese un po piu’ facile. Palermo e’ una metropoli, ma ieri ho visto un “amattista” al politeama che faceva salire e scendere i passeggeri ammassati solo dalla porta centrale……la cosa si commenta da sé.

          • Orazio 1438
            09 mag 2020 alle 13:37

            Lì a Messina hanno pensato a realizzare una linea tranviaria funzionale ma non hanno realizzato la razionalizzazione delle linee di autobus, che dovrebbero essere “a pettine” cioè dal tram alle borgate interne e invece partono dal centro per raggiungere le stesse borgate, sovrapponendo buona parte del percorso a quello del tram.

            Poi la scelta dei convogli è stata poco felice, dei FIAT che prima di Messina circolavano solo a Torino, ci sarà stato un motivo se il modello non ha avuto mercato, per finire poi assai presto fuori produzione.

  • peppino1234 105
    08 mag 2020 alle 10:03

    Tengo a precisare che sono palermitano e ho sempre vissuto a Palermo in mezzo a tanta vastasaggine.Personalmente faccio parte della categoria dei FESSI,infatti cosi’ sono definiti coloro che rispettano le leggi, pagano le tasse e le bollette,pagano addirittura la TARSU !!! e se salgono su un autobus,tram o treno PAGANO SEMPRE IL BIGLIETTO.Per cui ho pieno diritto di definire IGNORANTE E INCAPACE quell’autista del 110 di giorno 7 maggio che si e’ comportato in quel modo schifoso e che andrebbe sanzionato severamente con un mese di sospensione dal servizio e dallo stipendio: COSA CHE DI CERTO NON AVVERRA’ perché all’AMAT si ragiona dicendo VABBE’ E CHI CI FU !!!!
    V E R GOGNA PER L’amat e per chi mi ha risposto con tante cazzate !

    • Orazio 1438
      10 mag 2020 alle 14:49

      Comunque è di oggi la notizia dell’autista del 102 picchiato perchè voleva fare scendere un passaggero che risultava in sovrannumero, Nemmeno è giusto che questa gente debba per forza vivere ogni momento della propria vita da eroe.


Lascia un Commento

Ultimi commenti