Articolo
13 mag 2020

Al via i lavori per la nuova rete fognaria nel quartiere Villagrazia

di Salvatore Galati

Partono i lavori per la realizzazione della rete fognaria nel quartiere Villagrazia di Palermo. Sulle vie Agnetta ed Enea si realizzerà un intervento da quasi ottocento mila euro, sesto in ordine di tempo ad essere avviato nel capoluogo siciliano dalla struttura del Commissario Straordinario Unico per la Depurazione Enrico Rolle: contribuirà infatti a superare la procedura d’infrazione C-565/10, per la quale l’Italia è stata condannata dalla Corte di Giustizia europea al pagamento di una sanzione per il mancato trattamento delle acque reflue. La consegna dei lavori nel quartiere palermitano si aggiunge a quella già avvenuta attraverso la Struttura commissariale, con la collaborazione dell’amministrazione comunale, nel quartiere Marinella, a Sferracavallo, Mezzomonreale, nelle vie Ripellino e Carmine di Palermo e sempre nel quartiere Villagrazia in via Valenza. Questi ultimi due interventi sono già stati conclusi e collaudati. “A Palermo – ricorda il Commissario Unico per la Depurazione Enrico Rolle – proseguiamo il nostro lavoro assieme al Comune su tutti e tredici gli interventi previsti: pur di importo contenuto, questo di Villagrazia ci fa andare avanti nella strada per assicurare in tutto il comune capoluogo un sistema fognario efficiente e dunque una migliore qualità dell’ambiente”. "Prosegue – afferma il sindaco di Palermo Leoluca Orlando - la proficua collaborazione con la struttura del Commissario Rolle, con interventi in diversi quartieri della città, che restituiranno a Palermo un ambiente più pulito e aiuteranno a rendere nuovamente fruibili in sicurezza e balneabili tutte le nostre coste. Sono anche – continua Orlando - interventi che di fatto contribuiscono alla mitigazione del rischio idraulico grazie a sistemi di smaltimento più efficienti". Nelle vie Agnetta ed Enea di Villagrazia, per i prossimi cinque mesi, la ditta affidataria (Tek Infrastrutture) dovrà realizzare la rete di acque nere, oggi mancante, e un collettore per le acque bianche per razionalizzare il sistema fognario esistente nel quartiere: quest’ultimo intervento è cofinanziato dal Comune di Palermo. L’importo complessivo dell’intervento è di 793 mila euro. Avviati in modo parziale a settembre 2019, l’avvio definitivo è stato possibile solo con il completamento delle attività preliminari di bonifica da ordigni bellici inesplosi sulle aree oggetto di intervento, che si sono rivelate particolarmente complicate per la presenza di una fitta rete di sottoservizi sulle sue vie Agnetta ed Enea. L’intervento, gestito dalla Struttura Operativa per l’attuazione degli interventi in Sicilia del Commissario Straordinario, prevede, oltre al ruolo di Sogesid come Responsabile Unico del Procedimento, l’impegno del Comune di Palermo per la Direzione dei Lavori e per il Coordinamento della Sicurezza in fase di esecuzione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 set 2016

Presentato il Progetto RUIS, tante belle tavole ma quando i primi lavori?

di Fabio Nicolosi

Il 29 Agosto è stato presentato il Progetto RUIS di Riqualificazione Urbana Infrastrutture e Sicurezza di Palermo del Comune di Palermo, con cui il capoluogo partecipa al bando per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia Il Progetto è finalizzato alla riqualificazione urbana e la sicurezza della periferia individuata negli ambiti San Filippo Neri - Zen, Marinella, Sferracavallo, Partanna ed è improntato alla realizzazione di interventi per la rigenerazione delle aree urbane degradate, attraverso la promozione di progetti di miglioramento della qualità del decoro urbano, di manutenzione, riuso e rifunzionalizzazione delle aree pubbliche e delle strutture edilizie esistenti oltre che per la sicurezza urbana e la resilienza dei territori. Tanta la carne al fuoco: Alla Marinella verrà realizzato un giardino pubblico. Sul fronte illuminazione pubblica sostenibile si partirà dalla Marinella ma il provvedimento si estenderà pure nelle borgate che vanno da San Filippo Neri allo Zen. La riduzione dei consumi energetici, infatti, sarà resa possibile da impianti a led con 'pali intelligenti' che reggono, tra le altre cose, anche sensori di traffico e wi-fi pubblico. Sul fronte infrastrutture stradali la realizzazione della via Aiace come collegamento delle vie Mondello e Palinuro. Per quanto riguarda gli impianti sportivi è previsto il restauro dell'impianto sportivo di baseball. Anche l'edilizia pubblica è stata inserita con la messa in sicurezza della scuola Sciascia alla Smith e la costruzione di una scuola materna, il tutto allo Zen. Quasi 18 milioni di euro per la città, cui si aggiungono i 40 milioni della città metropolitana. Un totale di 58 milioni di euro, per 49 mesi in tutto, tra progettazione, affidamento, esecuzione e collaudo, che serviranno a restituire la dignità che merita la periferia a nord della città. Tanta carne al fuoco, ma non tutto quello che è stato mostrato potrà essere realizzato. Entro il 31 dicembre, si saprà quali dei progetti andranno gara. E dei restanti cosa si farà? Verranno abbandonati nei cassetti? Saranno il punto forte della ricandidatura di Orlando, così come le nuove linee tranviarie? Ci piace sognare con voi, ma la città oltre a conferenze simili dove si illustra cosa prevede il piano di investimento a lungo termine ha bisogno di vedere cosa concretamente si sta effettuando per migliorare la città. Sono partiti i lavori al palazzetto dello sport? Quando termineranno i lavori per il collettore fognario? Quando inizieranno i lavori per la costa sud e il fiume Oreto? Che fine ha fatto il progetto dell'acquario dell'architetto Piras? E la Fiera Del Mediterraneo? Ecco alcune delle tavole mostrate alla conferenza stampa:

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
07 giu 2016

FOTO | Passante Ferroviario: Riaperta Via Tranchina / Via Stazione San Lorenzo

di Fabio Nicolosi

Dopo la chiusura avvenuta il 13 Ottobre è stata aperta nuovamente Via Tranchina / Via Stazione San Lorenzo Era ormai questioni di giorni, nelle scorse settimane sono stati completati i lavori ai sottoservizi e si era provveduto a posare l'asfalto, installare la segnaletica verticale e quella orizzontale. Viene così riaperta, un' importante valvola di sfogo per la viabilità di Viale Strasburgo e per il vicino Mercato San Lorenzo. Dopo la chiusura di Via Nuova infatti il traffico nella nuova viabilità realizzata alla fine di Via Ugo La Malfa era notevolmente peggiorata, fortunatamente però le maestranze Sis hanno lavorato velocemente per permettere nel minor tempo possibile la riapertura di questo vecchio passaggio a livello che è ormai stato del tutto abolito e che non vedrà più il treno, che transiterà al di sotto della strada così come già accaduto a Sferracavallo e lungo tutto il passante ferroviario. Ringraziamo Kutra per le foto:

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
12 mag 2016

FOTO | Passante Ferroviario | Ultimato il getto in Via Tranchina

di Fabio Nicolosi

Finalmente è stato effettuato il getto di calcestruzzo che "chiude" la trincea artificiale nei pressi della vecchia stazione di San Lorenzo Colli Finalmente, perché grazie a questo ulteriore getto di calcestruzzo si potranno completare lo spostamento delle sotto-reti che verranno quindi appoggiate sopra alla nuova soletta realizzata e potrà essere riaperto al traffico, dopo tutti i vari collaudi statici e le varie prove di carico il passaggio di Via Tranchina. Passaggio che prevedeva lunghe attese davanti le sbarre del passaggio a livello e che invece adesso sarà molto più fluido, grazie all'interramento dei binari che permetteranno dunque di migliorare la viabilità e la vivibilità dell'area. I tempi di riapertura non sono noti, ma essendo stato terminato in questi giorni, considerando un tempo di maturazione del calcestruzzo di circa 28 giorni, ci vorranno almeno un altro paio di mesi per poter iniziare a parlare di riapertura. La nostra previsione è quindi che possa essere aperto a fine Luglio o entro la fine dell'estate, considerando anche la pausa di ferragosto. Ringraziamo Roberto.Palermo e Domefry per gli scatti

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
20 apr 2016

Passante Ferroviario | Tra Via Tranchina e la futura fermata La Malfa mancano solo i binari

di Fabio Nicolosi

Le belle giornate e il bel tempo aiutano sicuramente chi ci invia le foto, ma sopratutto gli operai che lavorano, ecco quindi che vi mostriamo lo stato di avanzamento dei lavori tra le fermate di San Lorenzo e Tommaso Natale.   Dopo aver realizzato la paratia di pali accostati e realizzato il cordolo a sommità della stessa, si è provveduto a scavare la trincea. Alla base di essa si è realizzato un magrone di calcestruzzo che ospiterà la sede dei binari. Prima dell'inizio dei lavori infatti la ferrovia qui scorreva in superficie, mentre è previsto il suo interramento. Come si nota dalle foto sono stati già realizzati i cavidotti per il passaggio dei numerosi cavi per il corretto funzionamento di tutti gli apparati tecnologici ad utilizzo del servizio. Il prossimo passo sarà quindi la cosa del ballast su cui posare le traverse e infine i binari. Ultima, ma non per questa fondamentale, sarà la collocazione dei pali per la catenaria e infine l'installazione della linea ad alta tensione. Ringraziamo giovanni75 per gli scatti:

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
07 apr 2016

Passante Ferroviario | Alla stazione Notarbartolo iniziano ad arrivare i primi pezzi della gru per la TBM

di Fabio Nicolosi

In attesa dell'arrivo del grosso macchinario per lo scavo della galleria iniziano ad arrivare i primi pezzi necessari al montaggio Dopo il completamento del cordolo laterale con tanto di binario per lo scorrimento del carro ponte, ecco finalmente giunti i primi pezzi della gru che servirà al montaggio della TBM che scaverà la seconda canna della galleria tra le stazioni di Notarbartolo e Belgio. Lo scavo della galleria inizierà pochi metri dopo l'imbocco visibile dalla stazione Notarbartolo e proseguirà sotto l'attuale galleria esistente fino alla fermata Lazio che verrà realizzata tra Via Delle Alpi e Viale Lazio, successivamente alla fermata, le due gallerie inizieranno a correre quasi parallelamente fino a trovarsi appaiate nei pressi della fermata Belgio e da lì in poi i binari saranno affiancati fino all'aeroporto. Vi riportiamo i dati più significativi dello scavo con la talpa: Lunghezza tratto imbocco-traslazione più posa rivestimento 153 m Lunghezza tratto da scavare 1.978,50 m Diametro testa fresante ø 9,4 m Diametro intradosso conci 8,2 m Spessore conci 0,4 m Sezione di scavo geometrica 70 mq Volume geometrico totale materiale scavato 140.000 mc Tempo di scavo presunto 10 mesi Avanzamento medio stimato 6,6 m/g Considerando i tempi necessari, riteniamo che sia impossibile rispettare le voci ufficiose che davano settembre 2016 come possibile data di apertura della tratta C, quindi da San Lorenzo a Carini. Più probabile invece che la tratta venga aperta entro fine 2016. Rimaniamo quindi in attesa di una comunicazione ufficiale. Ringraziamo Giovanni75 e Gianos per le foto:

Leggi tutto    Commenti 8