Articolo
25 mag 2020

FOTO | Via Palinuro: si inizia a vedere la fine dei lavori

di Fabio Nicolosi

Vi mostriamo delle foto recenti di Via Palinuro. Come mostrano gli scatti sono in dirittura d’arrivo i lavori per il completamento di via Palinuro, la strada che collegherà la via Mondello e la via Galatea permettendo di agevolare il raggiungimento della borgata marinara con un percorso alternativo all’attuale percorso lungo il mare. Dopo lo stop dei lavori, iniziati a gennaio del 2018 e poi sospesi per una perizia di variante necessaria per le opere di consolidamento del canale “Ferro di cavallo” e dopo l’ulteriore interruzione dovuta all’emergenza Covid, le maestranze della ditta aggiudicataria dell’appalto sono tornate al lavoro da pochi giorni. Nei giorni scorsi si è iniziato a stendere lo strato di asfalto, rimangono ancora alcuni tratti della strada da ultimare. Occorre adesso installare la segnaletica verticale e realizzare quella orizzontale, oltre a piantumare il verde previsto e definire tutte le aree al momento ancora area di cantiere Ringraziamo Daniele Chiovaro per le foto: Riportiamo anche alcune proposte che il comitato “Mondello Merita di Più” ha inoltrato all'ufficio traffico e mobilità: Isola pedonale Viale Regina Elena: continuamente invasa dalle auto, specie nei fine settimana, diventa una bolgia infernale invece che un luogo di svago per famiglie e un luogo di passeggiata sul lungomare di Mondello. Urge nuova delimitazione e segnaletica, fermo restando il diritto ai residenti di accedere, che riteniamo però debba essere regolamentato da orari limitati, come è corretto in isole pedonali di alta frequentazione (come Via Maqueda). Urgono anche controlli regolari della Polizia Municipale nei giorni di sabato e domenica fino a Maggio e tutti i giorni per il periodo da Giugno a Settembre (inclusi). Nuova sperimentazione ZTL/isola pedonale Lungomare di Mondello, dallo stabilimento fino a Capo Gallo. Accesso consentito e garantito h24 solo ai mezzi pubblici (BUS e Taxi), ed ai residenti e consegne merci commercianti o pullman e taxi per Hotels, in determinate fasce orarie. Oggi la stragrande maggioranza dei commercianti è favorevole alla chiusura al traffico, perché la situazione è diventata insostenibile ed invivibile (specie i fine settimana) e la vivibilità del Borgo Marinaro, per tutti (turisti e non) ne risente pesantemente. Non possiamo più aspettare il cantiere bloccato di Via Palinuro, che non si comprende quando verrà finalmente riaperto e completato. Regolari controlli di Polizia Municipale, possibilmente con istituzione posto fisso da Giugno a Settembre (inclusi), sulla Piazza di Mondello, continuamente invasa dalle auto. Inoltre il lungomare ed il Belvedere Barbera sono invasi anch’essi, non dalle auto ma dai venditori abusivi, che non appena la Municipale va via, scatenano l’occupazione di tutto lo spazio possibile, inibendo l’utilizzo della passeggiata ai cittadini.

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
18 mag 2020

CANALE MORTILLARO | Prosegue la progettazione del rifacimento della via Amorelli

di Salvatore Galati

Con un accordo istituzionale tra il Comune di Palermo e la Regione Sicilia, stilato lo scorso febbraio, proseguono le attività di progettazione del canale Mortillaro. In cosa consistono i lavori? Demolizione e ricostruzione del solaio di copertura del canale Mortillaro, sotto la via Amorelli, nel tratto compreso tra la via Salerno e la via Vanvitelli; Saranno realizzati i marciapiedi e le caditoie per le acque piovane.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
17 mag 2020

Cantieri navali | Completati i lavori di consolidamento del bacino

di Fabio Nicolosi

Torna l'acqua nel bacino di carenaggio di 150mila tonnellate nello stabilimento Fincantieri di Palermo. Sono stati completati i lavori di consolidamento e messa in sicurezza statica del Bacino di Carenaggio n°5 del porto di Palermo. Il bacino di carenaggio era stato iniziato negli anni 80 e mai completato. Dal 2015 Trevi Spa ha iniziato le attività propedeutiche alla sua futura messa in esercizio, realizzando la chiusura e la impermeabilizzazione, il trattamento del sedimento contaminato racchiuso all'interno, lo svuotamento e lo smaltimento dei rifiuti che negli anni si erano accumulati e la realizzazione di tutte le verifiche strutturali, prove e controlli sulle strutture esistenti (pali di fondazione presenti sul fondo del bacino eseguiti precedentemente e cassoni cellulari). L'Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia occidentale ha dato l'ordine di allagare l'infrastruttura per proteggerla dalle intemperie, in attesa della gara di circa 80 milioni, si pensa che sarà pubblicata già a settembre, per i lavori conclusivi. Procedono intanto i lavori, per la costruzione della banchina di trecento metri accanto il bacino di 400mila tonnellate. Ad ottobre è previsto il ritorno crociere a Palermo. Spazio anche a Termini Imerese, dove i lavori del nuovo porto stanno rispettando la tempistica e dovrebbero concludersi entro il prossimo anno. Non si scioglie ancora il nodo che riguarda i vecchi bacini galleggianti di carenaggio, di 52 e 19 tonnellate, ormai considerati relitti, che ancora rimangono nello specchio d'acqua del porto di Palermo e, come ha più volte rilevato l'Autorità portuale, sono di intralcio alla navigazione delle grandi navi da crociera e rappresentano anche un ostacolo per alcune aree produttive del Cantiere, e vanno rimossi. Ma non è ancora chiaro cosa voglia fare la Regione, proprietaria di bacini, delle due infrastrutture: fare un mega bacino (progetto ormai datato che non si che fine ha fatto) o alienarli. Ringraziamo la FIOM Palermo per il comunicato stampa

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
16 mag 2020

Distanziamento sociale alle fermate del tram: manca la segnaletica apposita

di Gustavo Enrico

In questo periodo di pandemia Covid-19, tenere le distanze è necessario. La situazione è delicata quando si aspettano i mezzi pubblici, soprattutto il Tram. Come sappiamo le banchine d'attesa a Palermo non sono molto larghe (a parte i capolinea e qualche altra eccezione);  le  indicazioni per aiutare a mantenere le distanze giuste, non state messe in tutte le fermate.   La foto mostra la fermata "Parco Uditore" direzione Borgo Nuovo, ma ce ne sono altre in questo stato. Poi, sulla panchina sotto la pensilina dovrebbe essere indicata la posizione in cui sedersi e quindi  stabilire quante persone la possono occupare (forse due seduti ai limiti opposti): neanche in questo caso c'è segnalazione. Per fortuna non ho notato folla in attesa, per il momento. In previsione di nuove aperture di attività, sarebbe il caso di rendere la segnalazione capillare su tutte le fermate del Tram e degli autobus. Ma attendiamo, magari l'apposizione della segnaletica è ancora in corso.

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
15 mag 2020

ANELLO FERROVIARIO | Modifica temporanea delle linee Amat su via Roma

di Salvatore Galati

Palermo - A causa dei lavori da eseguire per la realizzazione dell’anello ferroviario di Palermo, in via Roma, nel tratto compreso tra via Principe di Belmonte e via Emerico Amari, a partire dalle ore 09.30 del 13/05/2020 e sino a giorno 27/10/2020 e in ogni caso fino ad ultimazione dei lavori, sarà adottato un provvedimento di chiusa al transito veicolare. Per quanto sopra le linee 101 – 102 – 103 – 104 – 108 – 124 – 134 – 812 – N1 – N2 – N5, effettueranno il seguente percorso alternativo: Linea 101– Da viale del Fante per Staz. Centrale – segue normale percorso. Da Staz. Centrale verso Stadio – via Roma – a destra via P.pe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – piazza Sturzo – a sinistra via Domenico Scinà – via Turati – segue normale percorso. Linea 102 – Da Staz. Notarbartolo verso Stazione Centrale – segue normale percorso. Da Staz. Centrale verso Staz. Notarbartolo – via Roma – a destra via P.pe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – piazza Sturzo – segue normale percorso. Linea 103 – Da J. Lennon verso Porta Felice – segue normale percorso. Da Porta Felice verso J. Lennon – normale percorso fino in via Roma – a destra via P.pe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – piazza Sturzo – a sinistra via Domenico Scinà – via Turati – segue normale percorso. Linee 104 – 108 provenienti da piazza Indipendenza verso piazza Sturzo – normale percorso fino in via Roma – a destra via P.pe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – piazza Sturzo – seguono ognuna sul proprio percorso. Rispettivamente Da via Della Libertà e da via Turati verso Indipendenza – seguono normale percorso: Linea 124 – Da Parcheggio Emiri verso Stazione Centrale – segue normale percorso. Da Stazione Centrale verso Parcheggio Emiri – via Roma – a destra via P.pe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – piazza Sturzo – a sinistra via Domenico Scinà – via Turati – segue normale percorso. Linea 134 – Da J. Lennon verso piazza XIII Vittime – segue normale percorso. Da piazza XIII Vittime verso J. Lennon – via Cavour – via Roma – a destra via P.pe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – piazza Sturzo – a sinistra via Domenico Scinà – via Turati – segue normale percorso. Linea 812 – Da Via F. Crispi (capolinea porto) verso Montepellegrino – normale percorso fino in via Roma – a destra via P.pe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – piazza Sturzo – a sinistra via Domenico Scinà – via Turati – segue normale percorso. Da Montepellegrino verso Via F. Crispi (capolinea porto) – segue normale percorso. Linea N1 – da piazza Indipendenza: normale percorso fino in via Cavour – a sinistra via Villaermosa – via Wagner – a destra via Amari – a sinistra via Roma – segue normale percorso. Linea N2 – da piazza Indipendenza: normale percorso fino alla Stazione C.le – via Roma – a sinistra via Cavour – a destra via Villaermosa – via Wagner – a destra via Amari – a sinistra via Roma – segue normale percorso. Linea N5 – da Staz. Centrale: normale percorso fino in via Cavour – a destra via Villaermosa – via Wagner – a destra via Amari – a sinistra via Roma – segue normale percorso.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 mag 2020

Passante Ferroviario | Ripresi i lavori di realizzazione di realizzazione della nuova bretella su viale Francia

di Fabio Nicolosi

Cinque alberi ad alto fusto saranno abbattuti per permettere il completamento dei lavori del passante ferroviario nella zona di viale Francia. In particolare, per la realizzazione di nuovo tratto viario di collegamento di circa 130 metri a due corsie per senso di marcia e due marciapiedi laterali in corrispondenza dell'incrocio tra viale Francia con la via Monti Iblei e l'innesto di piazzale Gaspare Ambrosini, si rende necessario l'abbattimento di alcune piante che si trovano su suolo pubblico o all'interno della corte di abitazioni private. In un più ampio progetto di riqualificazione, ovvero al completamento delle opere di ricoprimento della galleria ferroviaria che affianca parallelamente via Monti Iblei, la zona sarà dotata di un ampio spazio verde pubblico con la piantumazione di 265 tra essenze di basso e ad alto fusto, di melograno, oleandro, mirto, lentisco, ginestra e lagerstroemia con relativo impianto di irrigazione e pubblica illuminazione oltre alla realizzazione di un percorso pedonale parallelo alla stessa via Monti Iblei con relativi elementi di arredo urbano. "L'abbattimento di uno o più alberi - afferma l'Assessore Sergio Marino - è sempre un fatto triste, ma in alcuni casi è necessario o per motivi di sicurezza o per poter completare importanti lavori pubblici. La nostra politica è quella di chiedere sempre, nel momento in cui autorizziamo gli abbattimenti, che siano realizzati interventi di compensazione quanto più possibile vicino il luogo originario, possibilmente realizzando aree fruibili dai cittadini".

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
14 mag 2020

Passante Ferroviario | Visita dentro la nuova stazione di Capaci

di Fabio Nicolosi

Si è svolto stamane il sopralluogo dell'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone al cantiere della futura stazione ferroviaria di Capaci, nel Palermitano. Erano presenti il sindaco Pietro Puccio e il dirigente territoriale di Rete Ferroviaria Italiana Filippo Palazzo. L'opera, dal valore di oltre tre milioni di euro assegnati dal Governo Musumeci, rientra nell'ambito dello sviluppo del Passante ferroviario sulla linea Palermo-Punta Raisi. A febbraio vi avevamo mostrato i progressi dei lavori nelle aree esterne. Oggi vi portiamo invece all'interno della nuova fermata che, almeno per quanto la porzione lato monte, risulta strutturalmente completata e adesso bisognerà completare le rifiniture, installare gli impianti mancanti e ultimare l'accesso in superficie con pavimentazione, tettoia e tutto il necessario. Vi lasciamo con le dichiarazioni dell'assessore Falcone che si sbilancia anche su una possibile data di apertura, che al momento non é peró confermata da RFI. "A otto mesi di distanza dalla nostra ultima visita a Capaci - ha spiegato Falcone - ritorniamo al cantiere di un opera che fino a poco tempo fa sembrava lontana, proiettata a chissà quando. Oggi invece registriamo una significativa produzione e un importante sviluppo dell'infrastruttura, malgrado i ritardi dovuti all'emergenza coronavirus. Ci auguriamo di poter consegnare entro l'anno alla comunità di Capaci e a tutto il Palermitano un moderno e strategico snodo ferroviario nell'ambito della rivoluzione del Passante ferroviario fra Palermo e l'aeroporto di Punta Raisi. Voglio rivolgere - conclude l'esponente del Governo Musumeci - un ringraziamento agli uomini di Rfi, Italferr, alle imprese e alle maestranze a lavoro per il loro impegno quotidiano".

Leggi tutto    Commenti 10