Articolo
30 mar 2018

FOTO | In ultimazione il “Look” della fermata Palazzo Reale Orleans

di Salvatore Galati

In questo periodo vi stiamo mostrando l'avanzamento dei lavori riguardo il passante ferroviario di Palermo, come potete vedere sono ben celeri. Nel frattempo assistiamo al restyling della fermata Palazzo Reale Orleans. L'azienda che si sta occupando dei lavori di ristrutturazione della fermata, dopo aver concluso quelli in superficie che riguardavano le impermeabilizzazione della struttura sottostante, si è dedicata a ripristinare le uscite di emergenza e i vari locali di servizio. Adesso si è passato alla parte al di sotto della strada, che impegna appunto la fermata vera e propria. I lavori riguardano la sostituzione del contro-soffitto, nuova illuminazione pubblica e aggiornamento degli impianti anti-incendio. È stata sostituita la pavimentazione delle scale e dei mattoni. Infine sono stati imbiancate le pareti. Sono stati installate nuove telecamere e hanno sostituito i vecchi tabelloni informativi, sia quelli che informano appunto l'arrivo del treno sia quelli che segnalano il nome della fermata. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 35
Articolo
13 dic 2017

FOTO | La fermata Palazzo Reale / Orleans si rifà il look, ma…

di Salvatore Galati

Dopo la riapertura della strada di Corso Re Ruggero, per i lavori di ripristino dei giunti di impermeabilizzazione, adesso si passa ad una ristrutturazione interna della stazione. Sono stati installati un nuovo controsoffitto ed una nuova illuminazione La fermata è dotata di un'ascensore, però purtroppo non funzionante. Se non fosse guasto, sarebbe utile a metà, perché dall'ingresso principale scende fino alla banchina del binario 2, quello direzione Giachery, ma non porta al livello più inferiore della banchina e quindi non è possibile raggiungere il binario 1, direzione Palermo centrale. Infatti l'ingresso lato piazza Indipendenza, è dotato solo di scale e non vi è l'ascensore, vi chiediamo come fa una mamma con passeggino o una persona disabile a prendere il treno dal binario 1?

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
21 mar 2017

RAP | Avviata la raccolta differenziata ad UniPa

di Fabio Nicolosi

Ieri mattina, presso la cittadella universitaria di Viale delle Scienze il Rettore dell'Università degli Studi di Palermo Fabrizio Micari, il Sindaco Leoluca Orlando, l'Assessore all'Ambiente Sergio Marino e il Presidente RapRoberto Dolce hanno dato avvio all'attività del servizio di raccolta differenziata programmato all'interno del progetto che prevede anche l'educazione ambientale all'interno del Campus. Tale attività era stata anche prevista nell'ambito del Protocollo di intesa siglato il 9 giugno 2016 tra Università di Palermo, Comune di Palermo e RAP, finalizzato allo svolgimento di attività di interesse comune di natura tecnica, scientifica e didattica. Nello specifico la raccolta differenziata prevede che vengano conferite in modo separato le frazioni di materia (carta/cartone, plastica, metalli, vetro). A tale scopo sono stati installati circa 150 bidoni carrellati di colore diverso, aventi capacità di 360 litri, localizzati in corrispondenza dei Dipartimenti universitari, delle grandi utenze interne alla cittadella (bar, mensa) e degli spazi comuni; inoltre, ciascun Dipartimento sarà dotato di contenitori salva carta, forniti da COMIECO (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base cellulosica). Il servizio di prelievo da parte della RAP avrà cadenza bisettimanale e ogni tipologia di rifiuto differenziato, come già avviene sull'intera città per la raccolta differenziata "porta a porta", stradale e di prossimità, sarà conferito presso le piattaforme autorizzate e convenzionate rispettivamente con: Comieco (Carta e Cartone), Coreve (Vetro) e Corepla (plastica e metalli). L'intera iniziativa è coordinata dal Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM), con la partecipazione attiva della componente studentesca per quanto concerne le attività di informazione e comunicazione alle utenze interessate dal servizio. "Sono particolarmente lieto di presentare questa iniziativa che costituisce un momento di importante crescita del senso civico che vuole trasmettere l'intera comunità universitaria.  – ha sottolineato il Rettore, Fabrizio Micari – In questo modo UniPa rafforza il processo di sensibilizzazione già avviato ad un folto e importante target di popolazione, formato soprattutto da giovani. I temi di protezione dell'ambiente e conservazione delle materie prime sono sempre stati valori che UniPa ha contribuito a fornire, nel solco delle politiche di Palermo città universitaria,  per il raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata della città.  Si avvia oggi – ha continuato -  la prima fase di un più lungo percorso di qualificazione ambientale del campus universitario, che prevede anche interventi per la raccolta della frazione umida di origine organica e il suo utilizzo per la produzione di compost, da destinare ai terreni all'interno al suo interno. Questo è solo l'inizio – ha concluso il Rettore - abbiamo in previsione ulteriori interventi per estendere la raccolta differenziata anche alle altre sedi universitarie". "Prosegue il cammino di collaborazione tra l'Università e l'amministrazione comunale - dichiara il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando - che adesso trova la sua applicazione anche nella città universitaria,  un'area che ospita ventimila presenze e nella quale si registra  una grande sinergia anche con gli studenti e il personale. L'avvio della differenziata nel campus e le attività di informazione e sensibilizzazione, costituiranno un'altra prassi positiva realizzata in città".  "L'iniziativa all'interno della cittadella universitaria ha un valore educativo maggiore che altrove, perché rappresenta il tempio della cultura e del sapere - dichiara l'Assessore all'Ambiente, Sergio Marino - e i nostri studenti attraverso un corretto conferimento e il rispetto per la cosa pubblica saranno il modello della nuova società che sicuramente non rimarrà indietro rispetto alle più avanzate culture europee". "Messo a posto un ulteriore tassello nel mosaico delle iniziative intraprese da parte della RAP anche con l'ausilio di Comieco – dichiara il Presidente Rap, Roberto Dolce.  Con la raccolta differenziata all'interno del campus universitario va ad implementarsi l'attuazione del programma che l'azienda si è dato per incrementare la raccolta differenziata nella città di Palermo, che dal 7 %, oggi è al 14 % e con l'Università crescerà sicuramente, grazie anche a questa attività voluta fortemente dal Rettore e dal Sindaco, nel luogo preposto alla formazione delle future generazioni per coinvolgerle nel processo di cambiamento culturale. Tante sono le iniziative già intraprese dalla Rap - continua il presidente - con accordi operativi per la raccolta differenziata presso i grandi produttori di rifiuti, come per esempio, gli ospedali, le caserme, le cliniche private, le scuole e gli uffici. Questa iniziativa presso l'Università rappresenta una delle azioni previste all'interno del protocollo di intesa, ma non è l'unica; un'altra è stata già avviata con il DICAM per l'aggiornamento e la formazione di alcuni dipendenti della RAP nell'uso dei sistemi informativi territoriali, al fine di assicurare un miglioramento della qualità del servizio reso nei confronti dei cittadini ed una migliore e più efficiente organizzazione e gestione delle risorse umane e strumentali".

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
28 giu 2016

Nuovo ingresso per l’Università

di Piero1994

Salve, vorrei parlarvi di un problema che chi giornalmente si reca all’università avrà notato. Chi viene da Viale Regione, una volta in via Basile deve effettuare l’inversione e poi accedere all’università. Il problema è che il primo varco utile a effettuare l’inversione ed entrare all’università si trova a 1,5 km dall’inizio della via Basile, pertanto ogni giorno siamo costretti a percorrere questa strada immersi nel traffico, che si addensa maggiormente proprio in quel varco, dove si crea una lunga coda di macchine che devono svoltare a sinistra, specialmente la mattina. Per questo pensavo, perché non creare un accesso all’università già molto prima? Magari all’altezza del Parcheggio Basile. Ho notato che c’è già un cancello che porta all’università, ma non è un cancello di ingresso, probabilmente lo usano solo professori o chi comunque lavora all’università. La mia idea sarebbe creare un ingresso tra questo cancello e il Parcheggio Basile. C’è uno spazio vuoto, pieno di erbacce che potrebbe essere utilizzato e in questo modo si arriverebbe direttamente all’edificio 18. Ne gioverebbero gli universitari che venendo da viale Regione potrebbero entrare all’università in brevissimo tempo, e ne gioverebbero tutti gli altri, perché non si creerà più la coda al varco per l’inversione di marcia. Insomma, ne gioverebbe la circolazione. Non mi sembra una proposta così “complicata” e non penso ci debbano essere problemi con questo breve tratto in cui costruire la strada. E’ una cosa semplice, anche se  purtroppo sono le cose semplici quelle più difficili da fare in questa città.  

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
15 apr 2016

Università Palermo, quasi tutto pronto per l’ingresso a pagamento

di Antony Passalacqua

Sembrano essere giunti quasi al termine i lavori di UniParking, l'istituzione dell'ingresso e della sosta a pagamento all’interno della cittadella universitaria di viale delle Scienze. Dalle immagini, sembra che siano state completate l'installazione dei cosiddetti tornelli, emettitrice ticket, telecamere riconoscimento targhe e telecamere presidio varchi. Nonostante le recenti proteste, il servizio si accinge a essere pronto ai nastri di partenza (sembra che verrà attivato da Settembre). Ma mancano anche dei servizi essenziali e che non possiamo non evidenziare. Manca anzitutto una navetta interna che possa coprire il tragitto dall’ingresso lato Orleans fino alla facoltà di Biologia. Non sappiamo se verrà ripristinato contestualmente all'attivazione della ztl all'interno di viale delle Scienze. Manca un varco di accesso diretto fra l’Università e il terminal di via Basile. C’è un cancello che viene aperto solo in determinati orari. E alle volte si è costretti a uscire fuori su via Basile per raggiungere quell’area. Mancano idonee rastrelliere lungo il viale dove poter lasciare tranquillamente la propria bicicletta. E mancando le rastrelliere di conseguenza non c’è idea sulla realizzazione di una piccola ciclo-officina collettiva. Sempre in ambito sicurezza, c’è un limite di velocità di 20km/h, perennemente violato. Pensare a realizzare una zona 30? Mancano apposite corsie ciclabili lungo viale delle Scienze per consentire il transito dei ciclisti in piena sicurezza. Mancano delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici (auto o bici), tali da poter invogliare all’uso di mezzi a basso impatto ambientale. Mancano dei pannelli informativi che diano le informazioni basiliari sui vari mezzi di trasporto in città o su come raggiungere viale delle Scienze (orari metrò, percorsi bus urbani ed extraurbani, titoli di viaggi, etc.). Molti sono infatti gli studenti fuori sede che hanno difficoltà a reperire le informazioni. Manca la segnaletica verticale che dia chiare indicazioni sull’ubicazione della stazione metrò Orleans o del terminal di via Basile. Cose elementari va...

Leggi tutto    Commenti 30
Articolo
14 mar 2016

Pullman e sosta selvaggia, caos in zona Università

di Antony Passalacqua

Le autolinee extraurbane da sempre attente alle esigenze dei propri utenti. Questa è una scena che si presenta quasi quotidianamente (dal lunedì al venerdì) durante gli orari di punta. Studenti che attendono i pullman in fermate improvvisate o presunte tali, senza pensiline, senza alcuna indicazione, senza panchine e seduti sui marciapiedi. Al momento della partenza , in determinate linee gli studenti sono ammassati all'inverosimile. L'Ast come Questo è uno dei tanti carrozzoni che prende contributi pubblici dalla Regione, ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ovviamente non si sente più parlare del famoso terminal Basile e nel frattempo regna il caos in zona via Vasile

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
08 ott 2015

FOTO | Ecco come si presenta oggi il parco Cassarà

di Fabio Nicolosi

Ecco lo stato del Parco Cassarà con immagini che ritraggono l'attuale area interdetta al pubblico. Non sappiamo bene se i lavori di bonifica sono stati completati e non sappiamo neanche i tempi di riapertura. La scorsa settimana era prevista presso la Circoscrizione una conferenza proprio riguardo novità sul parco, ma che è stata annullata, quindi speriamo che presto ci vengano fornite nuove informazioni Dalle foto comunque sembra che il verde continui ad essere curato. Un vero peccato vedere un parco così grande non accessibile

Leggi tutto    Commenti 6