Articolo
27 apr 2010

Trenitalia va via, ma c’è chi si organizza.

di Lele

Novità in vista mentre gli autotrasportatori lamentano l’entrata in vigore, da giugno, dell’Ecopass per attraversare lo Stretto. Gmc ottiene la licenza per il trasporto ferroviario e presenta il Piano industriale alla Regione. Trenitalia decide di far “saltare” alcune corse, non tutte le province sono ben collegate dai bacini aeroportuali, le coste non sempre sono raggiungibili annoveriamo l’assenza di porti turistici. E da ultimo, il sindaco di Messina decide di adottare un “eco-pass” in vigore dal 1° giugno. «Il trasporto ferroviario - dice Giuseppe Campione, a.d. Gruppo Logistico GMC - è la sola modalità ad impatto ecologico zero, ed è il solo che consentirà a città come Messina di rinascere. Stati come la Svizzera e l’Austria, Paesi di transito verso l’Europa, per il solo attraversamento impongono tasse ai mezzi pesanti che variano dai 150 ai 450 euro a seconda i km percorsi, e noi ci scandalizziamo se il sindaco di Messina richiede 9 euro per l’eco-pass». Il treno si sa, ha anche il suo fascino. E per ovviare al garbato abbandono in Sicilia di Trenitalia, il Gruppo Logistico GMC, l’unica società siciliana privata operante nel campo della mobilità, ha ottenuto nelle scorse settimane dal ministero dei Trasporti, la licenza per il trasporto passeggeri in Sicilia. Ora ha presentato alla Regione Siciliana il piano industriale delle attività di trasporto a mezzo ferrovia che, operativo dal 2011, prevederà la realizzazione di due linee (turistica e business). Piano che è stato accolto favorevolmente da Vincenzo Falgares (dirigente generale Dipartimento Trasporti Regione Siciliana). Le locomotive di produzione svizzera avranno una capacità di 250 posti e una velocità che può raggiungere i 150 km/h. Velocità che varierà per le condizioni attuali delle linee ferrate siciliane ma, basterebbero pochi interventi, con investimenti limitati (pare siano già disponibili) per consentire di velocizzare tratte come la CT-PA, la ME-PA, la CT-AG e la AG-PA.

Leggi tutto    Commenti 26
Articolo
15 apr 2010

PFP, Fermata Roccella. Aggiornamento…

di Lele

Si continua a lavorare per realizzare la fermata Roccella, vicino al CC Forum Palermo. Questa fermata darà l'opportunità agli abitanti della zona perferica, di poter utilizzare il treno per i lunghi spostamenti, sopratutto per i pendolari che lavorano fuori città. Speriamo quanto prima di poter vederla attivata. FOTO DATA 03/04/2010 (altro…)

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
14 apr 2010

PFP, Tratta Carini. Aggiornamento…

di Lele

Si sta costruendo un passaggio pedonale vicino alla stazione,  che consentirà l'attraversamento, quando l'attuale passaggio a livello verrà chiuso definitivamente e sostituito dal muro. A buon punto anche la posa dei nuovi binari inerenti il raddoppio, dove  l' installazione va da Ciachea fino alla stazione. FOTO DATA 26/03/2010 (altro…)

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
11 apr 2010

Raddoppio FS, tratta Cefalù-Lascari. Aggiornamento…

di Lele

Continuano spediti i lavori per la realizzazione della galleria che da Cefalù in località Ogliastrillo, finirà il suo percorso presso l'area dell'hotel Costa Verde. Si tratta di una galleria con doppio binario che si estende per 4 Km. Sono stati già scavati 60 mt in entrambe le direzioni. La Cefalù 20 Scarl e la Italtunnel Scarl lavorano su più turni anche nei gg. feriali (sabato-domenica) per portare avanti questa mega opera infrastrutturale di cui il nostro territorio ha tanto bisogno. Lo scavo della galleria lato Cefalù si sta effettuando con la massima "delicatezza" per la presenza di alcuni villini soprastanti. Non appena i lavori saranno conclusi la trincea lato Cefalù verrà coperta, diventando così per la parte iniziale una galleria artificiale, dove la S.S.113 passerà sopra di essa ritornando al suo percorso originario.   FOTO DATA 21/02/2010 Tracciato ...Guarda le altre foto

Leggi tutto    Commenti 31
Articolo
13 feb 2010

Progetto Sottopasso Ferroviario di Santa Flavia

di Lele

Risolverà il problema del congestionamento del traffico, diminuirà l´inquinamento causato dalle auto in coda, e ridarà ai cittadini flavesi accessibilità alla villetta della stazione”. É stato presentato così dal sindaco di Santa Flavia, Antonio Napoli, il progetto per il sottopasso ferroviario che prevede l´abolizione dell´attuale passaggio a livello.  “Ogni giorno, i cittadini di Santa Flavia sono costretti a passare in media circa mezz´ora della propria vita in attesa che si alzino le sbarre del passaggio a livello. Il progetto dell´architetto Antonio Iovino, permetterà di azzerare questi tempi d´attesa e inoltre l´opera sarà realizzata con un bassissimo impatto ambientale”. Con la chiusura del passaggio si andrà ad eliminare il rischio della vita, un aspetto che per R.F.I., dopo i tragici incidenti degli ultimi anni è diventato davvero fondamentale”. I tempi di attesa al passaggio a livello sono inevitabilmente costretti a salire. Entro il 2014 verrà infatti concluso il passante di Palermo che consentirà il collegamento diretto tra Cefalù e Punta Raisi con un aumento di percorrenza dagli attuali 120 a circa 200 treni al giorno. Le 9 ore attuali di sosta aumenteranno considerevolmente, col tempo l´opera diventerà in ogni caso necessaria. “Il progetto ci ha convinto – prosegue Badagliacca – adesso però ci auguriamo che sia l´Amministrazione a decidere in tempi brevi. Entro il 2012 verranno realizzate le ultime opere con i fondi di R.F.I., scaduto il termine i finanziamenti non saranno più disponibili”. Se il termine, come previsto dal progetto verrà rispettato, l´Amministrazione comunale di Santa Flavia non parteciperà finanziariamente alla costruzione dell´opera, ma si occuperà soltanto successivamente della sua manutenzione. Per questo motivo entro i prossimi 15 giorni verrà convocato il Consiglio Comunale per l´approvazione del piano di lavoro che riguarda il sottopasso.  Planimetria ...Guarda le altre foto

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
26 gen 2010

PFP,Tratta Carini. Aggiornamento…

di Lele

I lavori nella tratta Carini sono a buon punto. Dalle foto si evince come la posa dei binari è stata già effettuata dalla fermata Ciachea fino al passaggio a livello di Carini dove qui si sta lavorando per creare la trincea che accoglierà i binari. Anche il nuovo sottopasso pedonale Ciachea sta prendendo forma. In questa tratta non ci sono tanti ostacoli da superare nella prima fase dei lavori dato che è tutto in pianura ed accanto al binario esistente si può lavorare tranquillamente visto lo spazio d'azione libero. FOTO DATA 18/I/2010   ...Guarda le altre foto

Leggi tutto    Commenti 13