Articolo
20 mar 2019

Autostrada A20 Palermo – Messina | Chiusura dello svincolo Pollina/Castelbuono fino al 28 giugno

di Fabio Nicolosi

Dalle ore 7:00 del 20 marzo sarà chiusa al traffico la rampa di uscita (per gli utenti provenienti da Messina) dello Svincolo Pollina-Castelbuono sull’autostrada A20. La chiusura – che dovrebbe durare approssimativamente fino al 28 giugno – si è resa necessaria al fine di eseguire tutti i necessari lavori di messa in sicurezza dei luoghi colpiti da dissesto (km 154+600 – Svincolo). Gli utenti provenienti da Messina e diretti allo Svincolo Pollina–Castelbuono dovranno uscire allo Svincolo di Tusa e/o allo Svincolo di Cefalù. Invariata la viabilità autostradale nella carreggiata monte (direzione da Palermo verso Messina) e l’accesso in autostrada dallo Svincolo di Pollina-Castelbuono per gli utenti provenienti dalla S.S.113 e diretti verso Palermo e verso Messina. In loco segnaletica con indicazione la chiusura della rampa. Ditta esecutrice Peloritana Appalti srl di Barcellona Pozzo di Gotto.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
18 mar 2019

Autostrada A19 Palermo – Catania | Da lunedì 18 marzo lavori di pavimentazione da Palermo verso Bagheria

di Fabio Nicolosi

Sono stati ultimati gli interventi di pavimentazione sull’autostrada A19 “Palermo-Catania” che hanno interessato la carreggiata in ingresso a Palermo, tra Altavilla Milicia e Villabate. Dalle ore 9 di lunedì 18 marzo, invece, il cantiere sarà operativo lungo la carreggiata in uscita da Palermo e fino a Bagheria, con chiusure alternate delle corsie di emergenza e marcia o di sorpasso, in base all’avanzamento dei lavori, che avranno una durata massima di cinque settimane. Gli interventi, eseguiti nell’ambito del programma #bastabuche, rientrano nel più ampio piano di manutenzione straordinaria relativo all’intera autostrada, per il quale è previsto un investimento complessivo pari a circa 850 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 mar 2019

RAP | Un nuovo centro comunale di raccolta in piazza della Pace

di Fabio Nicolosi

L'annuncio proviene dalla pagina facebook del neo assessore Catania che scrive: Il mio primo atto da assessore all'Ambiente: oggi ho firmato, insieme a Leoluca Orlando, l'ordinanza per l'istituzione del Centro comunale di raccolta differenziata a Piazza della Pace. Entro il mese di Aprile l'area sarà attiva. È il secondo centro, dopo viale dei Picciotti, e contribuirà a rendere più sostenibile la nostra città. L'obiettivo a medio termine è quello di individuare un'area per ogni quartiere di #Palermo. Prossima tappa: Mondello, prima dell'inizio della stagione estiva... Restiamo dunque in attesa dei dettagli sui tempi di realizzazione. Ricordiamo che i rifiuti conferibili nel Centro di raccolta sono i seguenti: toner per stampanti esauriti imballaggi in carta e cartone imballaggi in plastica imballaggi in metalli imballaggi in materiali misti (plastica e metalli) imballaggi in vetro carta e cartone abbigliamento oli e grassi commestibili medicinali batterie e accumulatori apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso legno plastica rifiuti ingombranti rifiuti biodegradabili di cucine e mense Vi terremo aggiornati

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
14 mar 2019

Amg Energia | Ritornano in funzione 80 punti luce a Cruillas e la torre faro di piazzale Ambrosini (ex piazzale Francia)

di Fabio Nicolosi

Riparato un guasto, tornano alla piena funzionalità gli impianti di illuminazione della zona di Cruillas, con la riaccensione di oltre 80 punti luce. Torna in funzione anche la torre faro di piazzale Ambrosini (ex piazzale Francia) che era stata disattivata per consentire l'esecuzione di lavori Sis per la realizzazione della nuova stazione ferroviaria "Francia", nell'ambito del raddoppio del passante ferroviario. Altro intervento completato, la riparazione di un guasto e la riaccensione di proiettori su palo nella zona di via XXVII Maggio, allo Sperone. Gli operatori di Amg Energia hanno riparato, in tempi record, un guasto che si è verificato a carico di un'apparecchiatura della cabina di alimentazione denominata "Cep", determinando lo spegnimento di uno dei due circuiti di media tensione alimentati per un totale di circa 80 punti luce, nella zona compresa fra via Cruillas, via Trabucco, via Vanvitelli. Strade alimentate a punti luce alternati, quindi, o rimaste al buio perché collegate soltanto al circuito disattivato per il guasto. La riparazione si è conclusa con esito positivo in tempi rapidi, consentendo la riattivazione complessiva degli impianti e quindi dei circa 80 punti luce rimasti spenti. Grazie alle attività costanti di manutenzione ordinaria e all'impegno degli operatori della società, in questo momento la percentuale dei guasti in città si aggira intorno ad una quota fisiologica dell'8 per cento su un totale di 46.984 punti luce. "Le maggiori criticità sono legate agli impianti di illuminazione e relativi componenti e apparecchiature di cabina ormai arrivati a fine vita tecnica utile – spiega l'amministratore unico di Amg Energia Spa, Mario Butera –. Sono vetusti e siamo costretti a continui interventi, dispendiosi e il più delle volte non risolutivi, per mantenerli in vita. Molte apparecchiature sono ormai fuori produzione e pressoché irreperibili sul mercato: se si guastano (come nel caso dell'interruttore di cabina Acqua dei Corsari) si deve ricorrere ad un intervento straordinario, che va deciso e autorizzato dal Comune di Palermo, proprietario degli impianti". Un'altra attività è stata completata con la riaccensione della torre faro di piazzale Ambrosini, ex piazzale Francia. Era stata disattivata per consentire la realizzazione della stazione ferroviaria "Francia", nell'ambito dei lavori per il raddoppio del passante ferroviario. Gli operatori di Amg Energia hanno proceduto alla posa di nuovi cavi di bassa tensione e a riattivare i collegamenti: in funzione 12 proiettori da 1.000 watt ciascuno. Infine, torna ad essere completamente illuminata la zona dell'asilo di via XXVII Maggio, allo Sperone. Gli operatori di Amg Energia hanno sostituito 6 proiettori collocati su due pali in via Buozzi e riparato un guasto sul circuito di bassa tensione. Nei prossimi giorni è in programma anche la verniciatura dei sostegni.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
13 mar 2019

Che fine ha fatto l’acquisto di nuovi 11 convogli tram?

di palermo77

Il 3 gennaio 2016, l’ingegnere Gianfranco Rossi, direttore d’esercizio e direttore commerciale del Tram Palermo, come riportato dal Giornale di Sicilia in un articolo di Federica Certa, dichiarava: «Le nuove vetture saranno 11 o 12 - spiega -. Entro il mese partiranno le gare per l’acquisto dei mezzi, finanziati con 50 milioni dell’Unione Europea». (https://palermo.gds.it/articoli/cronaca/2016/01/03/il-lento-avvio-del-tram-fra-ritardi-e-intoppi-rossi-nuove-vetture-entro-la-fine-del-mese-b6a2e321-ac77-4594-b49a-667bea9448db/). Dopo poco più di 3 anni, che fine ha fatto l'acquisto di queste nuove vetture che favorirebbero non poco la riduzione dei tempi di attesa, accelerando così la frequenza del numero dei convogli?

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
11 mar 2019

Riaperta parzialmente via Roma nel tratto tra via Cavour e via Bentivegna

di Fabio Nicolosi

Essendo in parte terminati i lavori di realizzazione del pozzo del sistema fognario Cala, si è potuta ridurre l'area di cantiere e riaprire parzialmente la carreggiata destra nel senso di marcia di via Roma. In attesa del completamento dei lavori, permane dunque la deviazione per gli autobus e viene mantenuta la viabilità su via Bentivegna e via M. Stabile. La nuova ordinanza ha validità fino al 31 Agosto, data entro la quale si spera di riaprire completamente la strada. Ecco copia della nuova planimetria dell'area: Foto di copertina di mediomen

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 mar 2019

La giunta comunale presenta la proposta del PUDM (piano di utilizzazione delle aree demaniali marittime)

di Fabio Nicolosi

Si è svolta ieri la presentazione della Proposta di Piano di utilizzazione delle aree demaniali marittime, adottata dalla Giunta comunale la scorsa settimana. Alla presentazione hanno preso parte il Sindaco, l'Assessore all'Ambiente Sergio Marino e l'Assessore designato Giusto Catania. Il Piano, che passa ora al vaglio dell'Ufficio Territoriale Ambiente della Regione e del Consiglio Comunale, sarà approvato nei prossimi 18 mesi, previo anche un percorso di consultazione dei cittadini che potranno fare proposte ed osservazioni. La proposta varata dalla Giunta prevede che le aree della costa cittadina, da Villabate a Isola delle Femmine, siano suddivise in diversi lotti da assegnare tramite bando pubblico per periodi di 6 anni. In particolare sono previsti circa 80 lotti per complessivi 180 mila metri quadri, che saranno destinati a: - 45 spiagge attrezzate - 11 punti di ristoro - sei ristoranti - campi sportivi da spiaggia. Previste inoltre la realizzazione di una pista ciclabile da 25 km parallela alla costa, l'esproprio della strada privata che porta a Capo Gallo, un parco alla foce del Fiume Oreto ed una cittadella della nautica. Ovviamente non tutta l'area di costa è interessata dal PUDM, che deve tenere conto dei vincoli urbanistici già esistenti e della presenza delle concessioni demaniali marittime rilasciate in passato, spesso per usi estranei alla fruizione del mare. Ciascuna concessione non potrà superare i tremila metri quadri e dovrà alternarsi con aree destinate alla libera fruizione. I Bandi di assegnazione delle aree, salvo pochissimi casi, potranno essere fatti solo dopo la scadenza delle concessioni tutt'ora vigenti, prevista nel 2020. "Per la costa palermitana - afferma il Sindaco - può essere una vera rivoluzione, con il mare finalmente restituito e fruibile dai cittadini. Speriamo che fino alla approvazione definitiva del PUDM nessuno pensi di fare o autorizzare altre cose che andrebbero in direzione opposta. Questo Piano si presta a diventare un altro strumento per lo sviluppo di Palermo sempre più in chiave turistica, legata al rispetto e alla valorizzazione del territorio." Soddisfazione per l'approvazione dell'atto è stata espressa dall'Assessore Marino, che ha simbolicamente "passato il testimone" al suo successore Giusto Catania. "Il Piano è uno straordinario strumento di pianificazione - hanno detto - che rende evidente quale è la direzione verso la quale la città vuole andare; una direzione fortemente voluta dai cittadini in questi anni hanno dato vita a comitati ed associazioni per la riappropriazione e la tutela della costa."

Leggi tutto    Commenti 4

Ultimi commenti