Articolo
23 mar 2017

Aiutateci a trovare l’ufficio biciclette a Palermo

di fiabpalermo

Sapevate che a Palermo esiste un ufficio biciclette? Un attimo, forse è meglio fare un passo indietro; sapete cos’è un ufficio biciclette? Proviamo a spiegarlo prima di tornare alla domanda iniziale. L’ufficio biciclette (da ora UB) è una struttura interna all’amministrazione comunale che si prefigge lo scopo di aumentare l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto privato realmente alternativo all’uso dell’auto. Per raggiungere questo obiettivo mette in campo azioni di promozione e comunicazione, nonché collabora con uffici tecnici fornendo contributi specialistici per una corretta definizione delle infrastrutture e delle “facilities” per ciclisti. La Commissione Europea ci ha ricordato al proposito che: "sul piano organizzativo, la creazione di una unità biciclette è una condizione sine qua non per lo sviluppo di una politica ciclistica realistica ed efficace.” E infatti un UB serve in ultima analisi a “ricordare” ad ogni livello decisionale che esiste la bicicletta. Solo per fare un esempio pratico: l’UB potrebbe intervenire nel caso in cui vengano eseguiti dei lavori su una strada interessata da una pista o percorso ciclabile; l’UB potrebbe valutare che il percorso potrebbe essere migliorato o semplicemente attenzionare (vigilare) sul ripristino delle condizioni di sicurezza e qualità post lavori. Come minimo, l’UB comporta comunque la designazione di un coordinatore presso l'amministrazione che dovrà ricordare la dimensione della bicicletta (a tutte le scale della città: dal gradino alla grossa arteria di comunicazione veicolare) e fungere da “persona-risorsa” a tutti i livelli dell'amministrazione comunale (politico, decisionale, esecutivo e di controllo) e in tutti i servizi che trattano, direttamente o indirettamente, la mobilità in bici (urbanistica, ambiente, lavori pubblici, finanze, insegnamento e gioventù, polizia, trasporti ecc.). In chiave ottimale questa persona dovrebbe essere un/una ciclista, o comunque qualcuno che riceverà una bicicletta di servizio di qualità da usare nel quadro delle sue funzioni o per recarsi al lavoro. A partire da questo livello minimo di organizzazione, si può rafforzare l'importanza dell'unità bicicletta o potenziarla in diversi modi secondo le specificità della città e le possibilità. Ad esempio, si dovranno obbligatoriamente presentare tutti i progetti al coordinatore, oppure l'approvazione del coordinatore sarà resa obbligatoria per tutti i progetti in materia di urbanistica, trasporto e lavori pubblici. Il coordinatore potrà essere affiancato da una segreteria. Si deve aggiungere che non andrebbero create le condizioni per cui “controllore” (UB) e “controllato” possano coincidere in quanto come chiaro, questo vanificherebbe la stessa esistenza dell’UB. Si potranno anche designare collaboratori fissi a tempo pieno e parziale presso gli uffici di urbanistica e lavori pubblici e designare membri dell'unità bicicletta presso altri servizi interessati e presso la polizia. Tutti devono essere ovviamente favorevoli alla bicicletta o, meglio, usarla essi stessi ogni giorno o nel tempo libero. A questo livello, il funzionamento dell'unità può diventare estremamente completo (calendario di lavoro e di riunioni, approvazione obbligatoria di tutti i progetti di urbanistica e lavori pubblici con l'unità bicicletta, potere di iniziativa, bilancio di funzionamento proprio dell'unità bicicletta in materia di relazioni pubbliche, eventualmente bilancio d'investimento proprio o accantonamento di una percentuale del bilancio dei lavori pubblici, meccanismi di consultazione dei gruppi di ciclisti ecc.). Adesso che abbiamo fatto una bella scorpacciata di nozioni, torniamo a noi, cioè a Palermo: bisogna sottolineare che a differenza del Mobility Manager non esiste in Italia una normativa che determini la costituzione di un Ufficio Biciclette presso i Comuni. Al momento esiste solo una raccomandazione (quella buona, non pensate male) della Commissione Europea - DG Ambiente contenuta nel “libro arancio” Cycling: the way UFFICI BICICLETTE, UNO STRUMENTO PER PROMUOVERE LA MOBILITÀ DOLCE AGENDA 21 75 ahead for town and cities, pubblicato anche in Italiano dal Ministero dell’Ambiente con il titolo Città della bicicletta, città dell’avvenire. Da quanto detto si comprende che l’istituzione dell’UB manifesta una aperta volontà dell’amministrazione di indirizzare la propria azione verso la mobilità ciclabile. Ebbene a Palermo l’ufficio biciclette esiste da molti anni (chi scrive non è riuscito a reperire la delibera di istituzione) ma non se ne percepisce la presenza (alla luce delle prerogative citate sopra), non ha un sito, non convoca riunioni e non palesa la sua azione nei confronti della cittadinanza. Visto il momento storico di “cambiamento culturale” e facendo tesoro della buona volontà dell’amministrazione che lo ha istituito riteniamo che sarebbe il caso di una rifondazione di questo ufficio (coinvolgendo il tessuto associativo della città) restituendolo alla sua prerogativa istituzionale cioè una “porta” che il cittadino sa di trovare sempre aperta sui temi trasversali della ciclabilità urbana. Siamo convinti che ciò non possa che giovare al cambiamento; voi cosa ne pensate? fonti: sito FIAB sull’argomento (www.fiabpalermociclabile.it), testo di agenda 21 locale, sito del comune, articoli di Mobilita Palermo vari;

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
23 nov 2015

Tram: linea 1 ai nastri di partenza ma senza contratto di esercizio non si parte #vogliamoiltram

di Mobilita Palermo

Come già preannunciato, sembra che sia quasi tutto pronto per l’avvio all’esercizio tranviario della la linea 1, da Roccella al Forum.  Dopo circa 8 anni di attesa fatta di disagi e cantieri, la linea 1 sembra avere le carte in regola per essere avviata all'esercizio definitivo, senza necessariamente attendere l'avvio contemporaneo con le linee 2 e 3 che dovranno ancora essere sottoposte ad altri iter amministrativi (pre-esercizio, collaudo ministeriale, etc.). In tutto questo però, manca ancora il contratto di esercizio fra Amat e il Comune di Palermo. Contratto che ancora deve passare al vaglio del Consiglio Comunale, e sulla quale è in corso un acceso dibattito fra le forze politiche in Consiglio Comunale dove addirittura viene paventata l'ipotesi di affidamento ad una società privata tramite bando nonostante l'Amat sia "stazione appaltante". Ipotesi che richiederebbe ben 2 anni di tempo, vanificando la formazione dei conducenti fin qui addestrati e con abilitazione conseguita; inoltre 2 anni dove le intere infrastrutture resterebbero ferme con seri rischi sulla manutenzione. Ritardi che l'intera città non può di certo permettersi. Con le associazioni Palermo Indignata e il Coordinamento Palermo Ciclabile abbiamo lanciato l'hashtag #vogliamoiltram per dare al via una campagna mediatica e incalzare le istituzioni comunali ad assumersi le proprie responsabilità. La città non può aspettare oltre. Qui uno stralcio dell'articolo di Repubblica Palermo dove viene riepilogata l'intera vicenda.  

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
23 apr 2015

PEDALATA | 24 Aprile 2015 – Pedalata per Monreale

di Fabio Nicolosi

L’associazione Palermo Ciclabile organizza per il 24 Aprile una pedalata con partenza da Piazza Vittorio Emanuele e arrivo a Piazza Guglielmo (Monreale) Anche quest’anno la nostra associazione è stata invitata a collaborare alla realizzazione di una pedalata serale per le strade della cittadina normanna di Monreale. La pedalata sarà la prima manifestazione legata alla festa del SS. Crocifisso, festa molto sentita nel comune di Monreale. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 mar 2015

Si insedia la Commissione sulla Mobilità| Prossimo tema: la ZTL, date il vostro contributo

di Giulio Di Chiara

Oggi si è insediata la Commissione Tecnico-Consultiva sulla mobilità urbana istituita dal Comune di Palermo, alla quale sono stati invitati diversi soggetti, enti e istituzioni, tra cui noi (Determinazione Dirigenziale n.18 del 19/02/2015). L'obiettivo dichiarato dall'assessore Catania è quello di costituire un gruppo di lavoro costante nel tempo che funga da laboratorio per sviluppare valutazioni generali a supporto delle decisioni. La commissione è così composta: Giusto Catania (assessore al ramo), Salvatore Amoroso (professore di Teoria e tecnica della Circolazione dell'università di Palermo), Giuseppe Salvo (professore di tecnica ed economia dei trasporti all'università di Palermo), Domenico Caminiti (dirigente dell'Amat), Luigi Galatioto (vice-comandante della Polizia municipale), (altro…)

Leggi tutto    Commenti 16
Articolo
19 nov 2014

Via Roma, rivoluzione fra associazioni e commercianti

di Comitato

Dopo il recente flash mob che ha visto svariate associazioni contro il provvedimento di parcheggio domenicale su via Roma, vi avevamo annunciato un incontro coi commercianti. L'obiettivo era di  far fronte comune in una battaglia che in fondo è la stessa per entrambi: una via Roma a misura d’uomo che inviti la gente a passeggiarvi. Anche perché abbiamo sempre ribadito che la nostra presa di posizione non è assolutamente contro i commercianti, ma contro un provvedimento che non riteniamo assolutamente utile, né per loro, né tanto meno per la città. Ebbene, l'incontro sembra che abbia prodotto i primi risultati e dopo la vicenda di via Maqueda, anche questa può ritenersi una piccola rivoluzione culturale. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
08 nov 2014

FLASH MOB: Occupiamo la corsia preferenziale di via Roma

di Comitato

COORDINAMENTO PALERMO CICLABILE, PALERMO INDIGNATA, IMOVE, MOBILITA PALERMO, BIC BICI IN CITTA', COMITATO MAQUEDA PEDONALE, PALERMO BY BIKE, MUOVI PALERMO. Ritroviamoci domenica alle 9:30 di fronte l'ex Standa per occupare simbolicamente la corsia preferenziale con le nostre biciclette, ma anche con passeggini, pattini, monopattini, trampoli, tricicli, a piedi, in bus e quanto altro all'insegna di una mobilità seria. Potrete anche portare delle sdraio, sedervi sulla corsia preferenziale e scambiare quattro chiacchiere. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 19
Articolo
21 ago 2014

Piste Ciclabili a Palermo…chi?

di antony977

Vi riportiamo un reportage di Repubblica-Palermo dove i nostri amici del Coordinamento Palermo Ciclabile hanno mostrato l'effettivo stato delle piste ciclabili a Palermo. O di quelle che si possono ritenere tali. Spicca qualche richiesta accolta come il transito delle biciclette all'interno delle ville storiche o la sperimentazione del transito delle due ruote lungo la corsia preferenziale di corso V.Emanuele. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 2