Articolo
29 mag 2020

Pums bocciato, ma l’assessore Catania smentisce: i fatti

di Fabio Nicolosi

Questa mattina su una testata locale é uscito un articolo titolato: Il Ministero delle Infrastrutture boccia il Pums, a rischio i finanziamenti per Palermo Riportiamo parte dell'articolo da BlogSicilia: Non passa al vaglio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) adottato nel 2019 dal Comune di Palermo. Il Ministero, con una nota del 10 aprile 2020, ha confermato le criticità sull’adeguatezza dei contenuti, oggetto di un ricorso al Tar presentato da numerosi cittadini. Lo rende noto Nadia Spallitta, esponente di Europa Verde. In particolare, il Ministero ha ribadito la necessità che si adotti un piano metropolitano, mentre l’attuale PUMS limita le sue indagini al territorio cittadino, ed inoltre ritiene inadeguati i contenuti a tal punto da attribuire un punteggio agli elaborati del Comune inferiore alla soglia minima necessaria per accedere ai finanziamenti statali. Non si é fatta attendere la replica dell'assessore alla mobilità Giusto Catania: Quante bugie sul PUMS!!! Nessuna bocciatura da parte del Ministero, come qualcuno tenta di raccontare in queste ore. Evidentemente si confondono i propri desideri con la realtà dei fatti. Intanto, la data per definire l’iter del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile è ottobre 2020. Non si è mai vista una bocciatura prima di concludere la procedura! Basterebbe questo dato oggettivo per smentire coloro i quali sperano che la città possa perdere i finanziamenti per infrastrutture strategiche per il trasporto pubblico. Nel merito il Ministero, nella sua periodica osservazione del Piano, ha chiesto all’amministrazione di procedere con integrazioni, alcune delle quali hanno già trovato riscontro. Infatti la giunta comunale ha integrato, qualche giorno fa, il PUMS con il piano di monitoraggio e i relativi indicatori; il quadro conoscitivo del Trasporto pubblico ed ha avviato la fase partecipativa del monitoraggio, mettendo sul sito istituzionale un questionario di consultazione. Inoltre, siamo di attesa della Valutazione strategica Ambientale da parte della Regione. Il Ministero ha scritto che il PUMS è vicinissimo al raggiungimento dei parametri di sufficienza (lo ha scritto prima delle integrazioni già adottate dalla Giunta!) e ha esplicitamente apprezzato il percorso partecipativo svolto dall’amministrazione nella fase di redazione del PUMS. Nel frattempo gli uffici tecnici stanno lavorando alle ulteriori integrazioni prima di mandare il Piano al Consiglio comunale per l’approvazione definitiva. Questi sono i fatti. Il resto sono desideri o illazioni. A voi le conclusioni.     AGGIORNAMENTO: Qui alleghiamo la valutazione analitica del Pums da parte del M.I.T.         Dal sito del Comune è facilmente rintracciabile un comunicato stampa  datato 14/05/2020 con la quale venivano annunciati integrazioni al Pums quali " il piano di monitoraggio ed il quadro conoscitivo del trasporto pubblico. " E verificando la scheda valutativa, proprio  il Piano di Monitoraggio  risulterà uno dei punti decisivi per il raggiungimento della soglia di sufficienza. Anche se bisognerà domandare agli addetti ai lavori il perché tale documento non sia stato prodotto prima.

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
24 apr 2020

58 mln per la riqualificazione urbana della città di Palermo: firmato l’accordo di programma tra comune e regione

di Fabio Nicolosi

Stamane in videoconferenza è arrivata la firma sull’Accordo di Programma da 58 milioni di euro per la riqualificazione urbana della città di Palermo, varato dal Governo Musumeci in sinergia con l’amministrazione comunale. Presenti l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone, dal presidente della Regione Nello Musumeci, il direttore del Dipartimento Infrastrutture Fulvio Bellomo, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il vicesindaco Fabio Giambrone, l’assessore alla Rigenerazione urbana Maria Prestigiacomo. “La Regione – ha dichiarato l’assessore Falcone – mette in campo una corposa dotazione finanziaria da investire su 28 progetti di recupero di beni immobili, scuole, viabilità e spazi verdi in quartieri come Sperone, Borgo Nuovo e Zen. Si tratta di risorse immobilizzate da decenni che oggi sblocchiamo per la necessaria riqualificazione di importanti zone della città, creando così cantieri e lavoro per i prossimi mesi, quelli cioè della ripresa dalla crisi del coronavirus. Due sono i progetti che andranno in gara entro l’estate: quello da 10 milioni per il restauro del Baglio Mercadante allo Zen e quello da 7 milioni per la riqualificazione urbana in via De Felice allo Sperone. L’obiettivo che ci siamo posti con il Comune – prosegue Falcone – è di rendere esecutivi entro 18 mesi tutti gli altri progetti del piano e, a tal fine, siamo pronti a mettere a disposizione dell’ente il supporto dei nostri uffici del Genio civile”. “Con questo ambizioso piano – ha aggiunto il sindaco Leoluca Orlando – stiamo recuperando fondi ex Gescal risalenti addirittura ai primi anni Novanta, dimostrando quanto sia importante, per muovere investimenti e creare sviluppo, la collaborazione istituzionale fra Comune di Palermo e Regione. Che questa firma avvenga mentre ci accingiamo a far ripartire l’economia della nostra città e della nostra regione, anche se casuale è certamente significativo. Ripartiremo anche con una edilizia di qualità volta alla riqualificazione di periferie urbane nelle quali si realizzeranno importanti strutture e infrastrutture per la comunità. Un grande ringraziamento – conclude Orlando – va, oltre ovviamente che al Governo della Regione, a tutti i funzionari e tecnici che hanno lavorato per rendere possibile il recupero e lo sblocco di queste importanti risorse.”

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
14 apr 2020

Monte Pellegrino: affidate le gare per la progettazione esecutiva e per le indagini del versante che sovrasta l’Addaura e Vergine Maria

di Fabio Nicolosi

Passi avanti per i quattro progetti da oltre 30 milioni di euro finanziati dal Patto per il Sud, per mettere in sicurezza contro il rischio geologico del versante più pericoloso di Montepellegrino, quello che sovrasta l’Addaura e Vergine Maria. Sono state infatti aggiudicate le gare per la progettazione esecutiva e per le indagini che dovranno portare all'avvio dei lavori il prossimo anno. Le aree interessate sono tutte classificate come R3 ed R4, quindi quelle in cui il rischio per la popolazione è indicato come elevato o molto elevato. Insomma quelle in cui in base ai parametri ufficiali vi è un concreto e grave rischio per la popolazione residente. Sarà la Regione, in accordo con il Comune di Palermo, a gestire la fase amministrativa, in particolare dalla struttura del Commissari per gli interventi contro il dissesto idrogeologico Maurizio Croce. Il Comune mantiene, tuttavia, la responsabilità della Direzione dei lavori. Tutta l’area di Montepellegrino sui vari versanti è stata oggetto di diversi interventi già dal 2007, ma solo ora si potranno finalmente affrontare i problemi delle due aree in cui è maggiore la presenza umana. Il maxi intervento è stato diviso per motivi economici e tecnici in quattro lotti, di cui è stata affidata ora la progettazione a due diversi raggruppamenti. Quello guidato dalla RPA Srl si è aggiudicato due lotti per complessivi 1,1 milioni di progettazione, mentre altri due lotti sono andati al raggruppamento guidato dalla Sering Ingegneria Srl, per complessivi 490 mila euro. I progetti dovranno essere ultimati entro la fine dell’anno, salvo proroghe legate all'emergenza Covid-19, mentre i lavori dovrebbero poi concludersi entro dicembre del 2023. Dei quattro lotti, il principale è quello D, relativo all’area sovrastante la borgata di Vergine Maria e più prossima al cimitero dei Rotoli. Qui i lavori avranno un costo stimato di circa 13 milioni di euro, mentre gli altri tre lotti avranno complessivamente un costo di 17 milioni. Il lotto A, che ha un valore di circa 9 milioni è quello all'interno del quale ricadono le famose grotte con le incisioni rupestri, che potranno quindi tornare fruibili al termine dell’intervento. Tutti i progetti dovranno essere redatti, per decisione del Comune, in accordo con delle linee guida che tengano conto anche della tutela dell’ambiente specifico dell'area di riserva, approvate dal Consiglio Regionale per la Protezione del Patrimonio Naturale e redatte con la partecipazione dell’Università. Per il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore Maria Prestigiacomo “si tratta di un importantissimo passo avanti per la prevenzione del rischio e per restituire Montepellegrino alla sua piena fruizione in sicurezza. Un risultato importante anche della collaborazione con la Regione perché questi interventi possano procedere con la massima velocità".

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
05 mar 2020

Viabilità | Da venerdì 6 Marzo riapre via S.Isidoro alla Guilla

di Fabio Nicolosi

Il Dirigente del Servizio Mobilità Urbana comunica l'apertura del tratto stradale di via S.Isidoro alla Guilla - interessato da lavori di riqualificazione della pavimentazione stradale - per venerdì 6 marzo. Quanto sopra, con riferimento ai lavori di cui all'Ordinanza n. 219 del 28.02.2020. Si allegano alla presente: - Tavola illustrativa con l'indicazione dei percorsi viari alternativi che consentono di raggiungere la via Candelai; - Ordinanza dirigenziale n. 219 del 28/02/2020.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 feb 2020

AMAT | La linea 234 costretta a cambiare percorso a causa di continui atti di teppismo

di Fabio Nicolosi

Si comunica che la linea 234 in via provvisoria e sperimentale a far data dal 01/03/2020, a causa dei continui atti di teppismo, che si sono verificati frequentemente nel quartiere Medaglie D’oro da parte dei ragazzi, contro i nostri mezzi aziendali in transito, effettuerà il seguente percorso: PARCHEGGIO ORETO (Capolinea) – carreggiata laterale valle V.le Reg. Siciliana – V. Albiri – a dx V. Troina – a sx V. Dell’Airone – V. dell’Usignolo – V. Villagrazia – a dx per carreggiata lato valle V.le Regione Siciliana – svincolo Brasa – Via E. Basile – a dx V. Lussorio Cau – V. Roccella – a sx V. Marini – a sx V. Crisafulli – a dx V. G.le V. Artale – a dx Via E. Basile – a sx immissione corsia preferenziale contromano altezza via Solarino – uscita corsia e prosecuzione su via E. Basile carreggiata di sx – C.so Tukory – V. Giorgio Arcoleo – a sx V. Salamone Marino – V. Pisacane – a dx V. Marinuzzi – a sx V. Errante – V. Fazello – P.zza G. Cesare – STAZIONE CENTRALE (Capolinea di transito) – C.so Tukory – corsia preferenziale contromano via E. Basile – Via E. Basile – inversione di marcia al varco a monte del parcheggio Basile – a dx V. Solarino – V. Marini – a dx V. Roccella – a dx Reg Siciliana valle – Cavalcavia E. Basile – carreggiata laterale monte V.le Reg. Siciliana fino a Ponte Corleone – Ponte Corleone – immissione nella carreggiata laterale monte V.le Reg. Siciliana – Via V. Moneta – V. dell’Ermellino – carreggiata laterale monte V.le Reg. Siciliana – a sx cavalcavia Perrier – Orsa Minore – a dx V. Oreto – a dx Reg. Siciliana – PARCHEGGIO ORETO (Capolinea

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
03 mag 2019

FOTO| Tutti giù per terra: l’auto sprofonda nell’asfalto posato di recente

di Mobilita Palermo

Siamo in via Mariano Stabile e grazie allo scatto di S. Gugliotta possiamo rendervi conto ancora una volta del pessimo stato in cui versano le strade palermitane. Nel caso specifico il manto bituminoso è completamente collassato creando una voragine dove l'auto si è incastrata, apperentemente senza gravi danni a persone o cose. Questo va ad arricchire l'infinito almanacco delle strade asfaltate male, con materiale scadente e facilmente degradabile, reso ulteriormente pericoloso da scavi e interventi successivi. ASfalto da terzo mondo con segnaletica orizzontale da quarto. Non osiamo immaginare cosa poteva accadere se a transitare sul posto vi fosse stato un ciclista o un motociclista. Questa piaga non è stata mai risolta, nè tantomeno affrontata dai vertici comunali che non monitorano nè puniscono coloro che si occupano di scarificare e asfaltare le vie di Palermo. La RAP è la società incaricata, ed è inutile qualsiasi commento. E' vergognoso perchè non si tratta di un caso isolato, praticamente tutta la città è ridotta in condizioni pietose. Nessuno in questi anni ci ha mai messo la faccia, dal Sindaco sino all'ultimo dei funzionari.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
03 mag 2019

Elezioni Europee 2019 | Ecco l’elenco degli scrutatori sorteggiati

di Fabio Nicolosi

Gli elenchi degli scrutatori sorteggiati per le elezioni Europee del 26 maggio 2019, nonchè l’elenco degli scrutatoti supplenti sorteggiati e suddivisi per circoscrizione. Si precisa che gli scrutatori supplenti verranno convocati direttamente dall’Ufficio Elettorato con notifica di nomina in caso di rinuncia da parte degli scrutatori titolari. Potete consultare l’elenco degli scrutinatori nominati al SEGUENTE LINK Elenco scrutatori supplenti I Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti II Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti III Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti IV Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti V Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti VI Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti VII Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti VIII Circoscrizione

Leggi tutto    Commenti 0