Articolo
14 nov 2017

Palermo – in tram verso la mobilità nuova

di Salvatore Galati

“Palermo - in tram verso la mobilità nuova”. Legambiente ha insignito del premio "Buone Pratiche - Ecosistema Urbano 2017" la città di Palermo. Legambiente Onlus, ha premiato l'amministrazione comunale per il percorso intrapreso con la mobilità sostenibile e per la scelta delle nuove linee di tram verso il centro. Palermo ha scelto la mobilità sostenibile e con essa ha superato la sconnessione tra periferie e centro, consentendo che tutti i quartieri abbiano pari dignità e siano collegati grazie alla cura del ferro, alla realizzazione di quattro linee di tram già in esercizio ed altre tre linee che sono progettate con i fondi del Patto per il Sud, il Patto per Palermo. Cita il primo Cittadino. Il tram da solo non basta per le esigenze dei cittadini, in oltre bisogna accoppiare altre forme di mobilità come: il car sharing, anche elettrico; il bike sharing; il taxi sharing; le aree pedonali, ad ampie zone di wi-fi free e lo sviluppo delle connettività digitale. Tante scelte contribuiscono il cambiamento dello stile di vita di molte persone, in una città che vive questo riconoscimento di Legambiente come un invito ad andare avanti attraverso un percorso che si arricchisce di prestigiosi riconoscimenti, come l’itinerario Unesco arabo normanno, la Capitale Italiana dei giovani 2017 e la Capitale italiana della cultura 2018. Un tema molto importante per la nostra città e che ci auguriamo che possa migliorare la vita di tutti noi. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 17
Articolo
11 ott 2016

TRAM | Mercoledì 12 Ottobre verrà ri-aperto l’incrocio Uditore – Da Vinci

di Fabio Nicolosi

Mercoledì 12 ottobre p.v. alle ore 10,00, come disposto dall'Ufficio Mobilità Urbana con l'O.D. n. 938/16, sarà riaperto alla circolazione veicolare l'incrocio tra il viale Leonardo da Vinci e la via Uditore. L'Area Infrastrutture e l'Amat hanno messo a punto l'impianto semaforico che sarà attivato da parte di Amg e dopo la regolamentazione dei tempi e delle fasi per l'alternanza dei flussi veicolari, sarà consentito l'attraversamento dell'incrocio da parte dei veicoli. L'impianto semaforico avrà attivato anche il funzionamento notturno. Nutriamo forti dubbi sulla viabilità dell'area di Piazza Einstein (Ex Motel Agip) e vorremmo capire quale sia la necessità che ha comportato questa riapertura vista l'estrema vicinanza fra i due impianti semaforici. Il rischio è di rivedere quanto già visto due anni fa ad incrocio aperto e con incolonnamenti di auto fin dall'imbocco di piazza Einstein. Riteniamo piuttosto che sia un capriccio di qualche politico locale che non ha mai digerito la chiusura dell'incrocio. Come si dice in questi casi, ai posteri l'ardua sentenza.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
07 dic 2015

Riapre l’incrocio fra via L. Da Vinci e via Uditore. La Polizia Municipale snobbata

di Fabio Nicolosi

Con l’ordinanza 1706 del 04 Dicembre 2015 viene nuovamente autorizzata l’apertura tramite impianto semaforico dello svincolo Uditore. Ripercorriamo le tappe: Il 13 Novembre 2011 veniva chiuso l’incrocio per iniziare i lavori del tram Il 17 Ottobre 2014 veniva aperto per la prima volta dopo la fine dei lavori l'incrocio L’11 Settembre 2015 veniva chiuso dopo una richiesta del comando della polizia municipale E adesso viene riaperto dopo un sopralluogo della VI Commissione Consiliare e della presentazione di una raccolta firme operata dalla Quinta Circoscrizione. Ci lamentiamo spesso che i cittadini non siano ben informati sulla viabilità, che ci sia un traffico infernale in città e che la Polizia Municipale faccia meno di quello che ci aspettiamo, ma è normale che nel giro di un anno questo incrocio sia stato aperto e chiuso ben tre volte? Il cittadino che la mattina si sveglia per andare a lavorare cosa ne potrebbe sapere? Allora sbagliamo a criticare quando vediamo che, pur vedendo il cartello di strada chiusa, la gente prova lo stesso a percorrere la via? Perchè se la Polizia Municipale ha chiesto di mantenere chiuso l’incrocio per migliorare la viabilità, lo stesso parere dopo solo un mese viene ignorato e viene riaperto l’incrocio? Questo è un vero e proprio teatrino che provoca solo confusione e fa peggiorare il traffico. Chiediamo quindi di capire di chi siano le reali responsabilità e che venga presa una volta e per tutte una decisione su questo incrocio. Diciamocelo: con l'incrocio chiuso la viabilità era più scorrevole e lo possono testimoniare i tanti automobilisti che transitano in quel tratto. Ma evidentemente i pareri tecnici contano molto poco, se non nulla. Speriamo solo di non ritrovarci tra un mese a dover tornare a scrivere che l’incrocio è stato nuovamente chiuso.

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
25 giu 2015

Tram, meno di 14 minuti di percorrenza fra piazza Scaffa e Roccella

di Antony Passalacqua

Proseguono le corse prove delle vetture tranviarie lungo il tracciato della linea 1. Iter necessario per completare tutti i collaudi dell'intera linea, la sincronizzazione semafori, il rodaggio delle vetture e la formazione dei nuovi conducenti. Nel frattempo, emergono già i primi tempi di percorrenza delle vetture che a quanto pare si attestano poco a circa 13'45'' di percorrenza fra il capolinea Forum e piazza Scaffa. Numeri che farebbero sperare in un tempo di percorrenza complessivo dell'intera linea 1, dalla Stazione Centrale fino al Forum, al di sotto dei venti minuti. La linea 1 ha una lunghezza complessiva di 5,5 Km da Roccella fino a via Balsamo. Video a cura di Salvo Galati.   Qui una vettura oggi pomeriggio ripresa all'incrocio con corso dei Mille

Leggi tutto    Commenti 38
Articolo
23 giu 2015

Piazza Scaffa, entro 10 Luglio inaugurazione del nuovo ponte

di Antony Passalacqua

Mancano pochi giorni all'apertura del nuovo ponte di piazza Scaffa che finalmente, dopo mesi di lavori e disagi, vedrà ripristinare la viabilità in un'importante snodo viario della città e non solo. Sono attualmente in corso i lavori di verniciatura all'intero ponte, e la posa dell'asfalto. Si sta inoltre definendo quella che sarà la nicchia che consentirà di visitare i resti del vecchio ponte delle Teste Mozze, ringhiere e segnaletica stradale. Salvo imprevisti, l'inaugurazione avverrà entro la prima decade di Luglio. Foto: A.Gallo          

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
30 mag 2015

Il trasporto pubblico a Palermo potrebbe funzionare?

di Salvatore Galati

Salve sono un ragazzo di 21 anni di Palermo vivo in periferia, precisamente in via Ciaculli;  mi sposto in città con il bus o con il treno, essendo cosciente che camminare col bus è molto complicato. Analizzo molti fattori, il perché il servizio autobus a Palermo funziona male e nelle altre città no! Il mal funzionamento di questo servizio è dovuto a queste problematiche: troppe auto in città, doppie file per le strade, mancanza di linee preferenziali per i bus, guida a casaccio del Palermitano, il non rispetto delle regole stradali. Se davvero noi palermitani vogliamo che il servizio autobus, funzioni, allora perché non posare la propria auto e prendere il bus? Il bus non è puntuale, perché ci sono troppe auto, se la maggior parte delle auto fossero lasciate a casa, in strada non ci sarebbe tutto questo traffico da poter far arrivare il bus in ritardo. A Palermo si stanno portando avanti tre grandi opere: il tram, il raddoppio del passante ferroviario e infine la chiusura dell’anello ferroviario. In breve vi spiego queste tre opere e la loro funzionalità integrati tra di loro, insieme alle linee bus urbane. Il passante ferroviario: È la linea che unisce la stazione centrale di Palermo con l’aeroporto di Punta Raisi (direzione Trapani), in pratica in questa tratta si stanno svolgendo i lavori del raddoppio del binario, l’interramento di questa linea e nuove stazioni che nell’area urbana di Palermo saranno sedici, funge da metropolitana. Ultimati i lavori, la frequenza dei treni sarà di 15 minuti, il costo del biglietto è di €1,30 nell’area urbana di Palermo. Anello ferroviario: la tratta esistente della linea, va da Notarbartolo fino a piazza Giachery. In questa linea i lavori sono i seguenti: prima fase, allungare la tratta da Giachery fino al politeama; la seconda fase prevede la completa chiusura dell’anello, che va dal politeama fino a Notarbartolo, sarà a singolo binario tutto sottoterra. Il costo del biglietto è di €1,30, che è lo stesso del passante ferroviario, la frequenza dei treni sarà di cinque minuti. Anello ferroviario e Passante ferroviario sono gestiti da Trenitalia. Il Tram: comprende tre linee: una che va dalla stazione fino alla zona Roccella; la linea due che va dalla zona castellana fino a Notarbartolo; la linea tre ha un tratto in comune con la linea due e che prosegue verso la circonvallazione, fino al ponte di Corso Calatafimi, per poi risalire dalla circonvallazione e andare a Notarbartolo. La linea uno sarà con una frequenza di 5 minuti e le linee 2 e 3 con una frequenza di 10/15 minuti il sistema tram sarà gestito da Amat. Si farà di nuovo il biglietto integrato tra Amat e Trenitalia, per consentire l’utenza di prendere tram/bus/metrò con un unico biglietto. Tram e metro non inquinano, possono trasportare centinaia di persone in modo veloce e sicuro, senza traffico e con orari regolari, risparmiando sul costo della benzina, del tempo trascorso in auto per cercare il posteggio e il costo del posteggio stesso. Non perdiamo una buona occasione come questa, rifletteteci, pensateci, non siate duri, vedrete che il trasporto pubblico di Palermo migliorerà, dipende da noi .

Leggi tutto    Commenti 42