Articolo
30 mar 2018

FOTO | In ultimazione il “Look” della fermata Palazzo Reale Orleans

di Salvatore Galati

In questo periodo vi stiamo mostrando l'avanzamento dei lavori riguardo il passante ferroviario di Palermo, come potete vedere sono ben celeri. Nel frattempo assistiamo al restyling della fermata Palazzo Reale Orleans. L'azienda che si sta occupando dei lavori di ristrutturazione della fermata, dopo aver concluso quelli in superficie che riguardavano le impermeabilizzazione della struttura sottostante, si è dedicata a ripristinare le uscite di emergenza e i vari locali di servizio. Adesso si è passato alla parte al di sotto della strada, che impegna appunto la fermata vera e propria. I lavori riguardano la sostituzione del contro-soffitto, nuova illuminazione pubblica e aggiornamento degli impianti anti-incendio. È stata sostituita la pavimentazione delle scale e dei mattoni. Infine sono stati imbiancate le pareti. Sono stati installate nuove telecamere e hanno sostituito i vecchi tabelloni informativi, sia quelli che informano appunto l'arrivo del treno sia quelli che segnalano il nome della fermata. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 32
Articolo
24 mar 2018

Info viabilità Sabato 24 e Domenica 25 Marzo

di Salvatore Galati

Ci perviene il comunicato stampa del Comune di Palermo circa eventi che influenzeranno la viabilità cittadina del 24 e 25 marzo. Sabato, in occasione del “Graduation Day”, un corteo accademico di studenti neolaureati partirà  dalla Scuola delle Scienze giuridiche di via Maqueda per raggiungere piazza Verdi, mentre nel centro storico, da piazza Verdi a piazza Bellini, si terrà la rappresentazione della Via Crucis.Domenica delle Palme sono previste manifestazioni religiose nei diversi quartieri cittadini e l’incontro di calcio Palermo-Carpi che si svolgerà allo stadio Renzo Barbera.In entrambe le giornate invece continua la chiusura del Cassaro Basso da via Porto Salvo a via Roma dalle ore 15,30 di sabato 24 alle 22,30 di domenica 25. Sabato 24.03.2018 Rappresentazione via Crucis in Centro Storico (O.D. 293)Ore 16.00 / 20.00Via Maqueda, nel tratto compreso tra via Cavour e piazza Bellini non sarà consentito il transito delle biciclette.Via Vittorio Emanuele, nel tratto compreso tra via Roma e piazza Villena: chiusura al transito veicolare, comprese le biciclette, mediante l'installazione di new jersey. Quartiere Cruillas Dalle ore 17:45 alle ore 18.00Chiusura di via Trabucco in prossimità della villetta Trabucco. Domenica 25.03.2018 Parrocchia Mater Dei - Quartiere Cruillas Dalle ore 08.00 alle ore 12.00, chiusura di piazza Lampada della Fraternità.Dalle ore 11.00 alle ore 11.20, chiusura di via Trabucco nel tratto compreso tra piazza Lampada della Fraternità e via Cervello. Santa Maria degli Angeli a Partanna (O.D. 165) Dalle ore 8.00 alle ore 20.00 chiusura al transito veicolare  e divieto di sosta in via Lorenzo Iandolino, nel tratto compreso tra via Porta di Mare e via Doride. Parrocchia Sant’Alberto Magno – Viale Regione Siciliana Ore 9.00 processione con il seguente itinerario: via N. Mineo, via Sibari, via N. Mineo, viale Regione Siciliana. Santa Chiara d’Assisi Ore 09:30 processione da via Crociferi, via Tommaso Aversa, via Giuseppe Maielli, via Giuseppe Crispi, chiesa. Parrocchia Maria Ss. Di Pompei - Maredolce Ore 10.00 Drammatizzazione passione e morte. SS. Salvatore di via Altarello Ore 10.00 processione via Altarello (in senso contrario alla circolazione veicolare), via Madonna del Soccorso (in senso contrario alla circolazione veicolare), rientro in chiesa. Cattedrale  - via Crucis Cittadina (O.D.279) Ore 10:30 processione via Bonello dal cancello dell’atrio, via Vittorio Emanuele, via Simone di Bologna, piazza Sett’Angeli, fino al portone di bronzo. San Girolamo Mondello Ore 11.00 processione da piazza Mondello a via Piano di Gallo. Santa Lucia Badia del Monte Ore 11:15 processione da via Principe di Belmonte a via Ruggero Settimo. Sant’Antonio di Padova - Arenella Processione  dal Porticciolo, via San Vincenzo de Paoli, rientro in chiesa. Stadio “R. Barbera” – Palermo – Carpi ore 15Dalle ore 12.30 sarà istituita l’area pedonale con interdizione del transito veicolare di viale del Fante, nel tratto prospiciente lo stadio comunale “R. Barbera”, da Piazza Leoni a Piazza Salerno e delle vie del Carabiniere e Cassarà .I veicoli provenienti da Pallavicino, percorrendo viale del Fante, potranno svoltare a sinistra per via Case Rocca per proseguire su viale Ercole, all’interno del Parco della Favorita, in direzione piazza Leoni  o svoltare a destra per piazza Salerno (Villa Sofia), proseguendo per viale Croce Rossa.I veicoli  provenienti da via dei Leoni, raggiungeranno Pallavicino dal viale Croce Rossa per immettersi da piazza Salerno in direzione Palazzina Cinese  o attraversare  viale Diana in direzione Mondello per svoltare a sinistra all’altezza dell’incrocio semaforico di  via Mater Dolorosa.La zona sarà  presidiata dalle pattuglie della Polizia Municipale per la necessaria assistenza agli utenti. Le fermate dei bus delle vie del Fante e Cassarà saranno dirottate in piazza Papa Giovanni  Paolo II e le linee raggiungeranno il  centro città attraverso le vie Croce Rossa e De Gasperi.

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
07 mar 2018

Un cordolo per la sosta selvaggia all’incrocio via m. stabile – via p. aragona

di Luca Brandaleone

Buongiorno Comunità, Oggi volevo presentarVi una proposta circa l'incrocio via M. Stabile / Via. P. Aragona, dove purtroppo molti miei concittadini hanno l'abitudine di sostare sulle zebrature orizzontali, riducendo invariabilmente la visibilità delle macchine provenienti da ambo le due strade. Come potete vedere in alto, questa è la situazione attuale che si viene a verificare giornalmente, spesso a causa di coloro che spendono la loro pausa pranzo in bar/ristorantini limitrofi, spesso per la (solita) ineducazione  tutta palermitana. In basso, invece, la Via Porto Salvo, da satellite, dove sono stati installati dei cordoli per evitare (giustamente) la sosta selvaggia che caratterizzava il weekend in quella zona. Da ciò che si evince non solo in foto ma anche passandoci quotidianamente, la proposta qui avanzata ha dato buon esito, annullando o riducendo drasticamente tale fenomeno. Alla luce di ciò, volevo proporVi l'installazione di cordoli che delimitino la zebratura orizzontale - dove ricordo sia vietato sia il transito sia la sosta - perché possa cessare questo fenomeno dilagante e rendere la viabilità un po' meno caotica di quanto già non lo sia in tutta la città. Se qualcuno dovesse avere una controproposta, commenti il post, in modo tale da renderCi parte attiva della Città. Grazie dell'attenzione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 gen 2018

BANDO | Sará riqualificata piazza Papireto

di Fabio Nicolosi

È stato pubblicato sul sito del Comune il bando per la riqualificazione di piazza Papireto. L’opera risulta inserita nell’elenco annuale (cat. 11 - progr. 090) del vigente Piano Triennale OO.PP. 2017-2019 approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 475 del 22 settembre 2017. L’intervento è previsto con un importo di € 580.000,00 finanziato con fondi della L.R. 25/90 La durata dell'appalto è fissata in 240 (duecentoquaranta) giorni dalla data di consegna lavori. Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione è entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 30.01.2018 Prima seduta pubblica si terrà alle ore 9:30 del giorno 31.01.2018. Stato di fatto La piazza Papireto è uno spazio di notevoli dimensioni, all’interno del Centro Storico di Palermo tra le vie Matteo Bonello e Papireto, a quota inferiore rispetto a quest’ultima via. Il tratto iniziale di via Papireto, sovrastante la piazza, ha un andamento ad “esse” per raccordare la via Bonello con la via Papireto. Il salto di quota rispetto al sedime della piazza è delimitato da un muro di contenimento in conci regolari di calcarenite che segue il tracciato stradale. Sulla piazza prospettano edifici a tre e quattro livelli, alcuni palazzetti e la mole dello storico Palazzo Santa Rosalia, attuale sede dell’Accademia delle Belle Arti. Con il primo stralcio dell’intervento in questione è stato recuperata la pavimentazione in basolato della zona della piazza Papireto antistante il Palazzo Santa Rosalia e della porzione di piazza in acciottolato con ricorsi in pietra di Billiemi fino all’intersezione con la via Gianferrara. Oltre alla piazza Papireto l’area di progetto comprende i tratti della via dei Carrettieri e della via Gianferrara, tra la piazza Papireto e la via Matteo Bonello; comprende, altresì, il vicolo Papireto, il prolungamento della via Gioiamia, oltre la via Bonello, e l’area triangolare compresa tra tale pro- lungamento, la via Matteo Bonello e via Papireto. Tipologia e stato di conservazione delle pavimentazioni esistenti. La via Carrettieri è pavimentata con basole di Billiemi, in discrete condizioni di conservazione, con monta centrale, poste a “spina di pesce”, con canalette laterali raccordate agli edifici con fasce di basole poste ortogonalmente all’asse stradale. La via Gianferrara e il vicolo Papireto sono attualmente rifinite da uno strato di asfalto, posto pre- sumibilmente sui resti dell’originaria pavimentazione in pietra. La sede stradale del prolungamento della via Gioiamia è pavimentata in calcestruzzo, in cattive condizioni di conservazione. La parte della strada antistante gli edifici è pavimentata con una fascia di raccordo costituita da basole stradali poste ortogonalmente all’asse stradale, completata da una canaletta di scolo. La pavimentazione della porzione di piazza Papireto, esclusa dalla realizzazione del I Stalcio, è in pessime condizioni di conservazione per l’intenso uso veicolare e per il cattivo funzionamento del sistema di smaltimento delle acque piovane. Si possono, tuttavia, distinguere brevi tratti dell’originario acciottolato con guide di pietra di Billiemi. L’area triangolare pavimentata in battuto cementizio, delimitata dal prolungamento della via Gioia- mia, dalla via Matteo Bonello e da via Papireto è in cattive condizioni di conservazione; le radici af- fioranti delle alberature lungo la via Matteo Bonello ne hanno, inoltre, deformato in più punti la pa- vimentazione. Il paramento del muro di contenimento della via Papireto è in pessime condizioni di conservazione con presenza di erbe infestanti, di ampli tratti degradati e di conci mancanti. La scala di collega- mento della via Papireto con la sottostante piazza ha una rampa con gradini in pietra di Billiemi e l’altra con gradini in travertino. Entrambe le rampe sono in cattivo stato di manutenzione. Descrizionedell’intervento. Nel progetto in questione sono previste le seguenti opere: il completamento del rifacimento dell’acciottolato della piazza Papireto tra la via Gianferrara e il prolungamento della via Gioiamia, il rifacimento del battuto cementizio della zona triangolare alberata e del marciapiedi di piazza Papi- reto, il rifacimento del basolato della via Gianferrara e del vicolo Papireto, la pavimentazione in ac- ciottolato e basolato del prolungamento della via Gioiamia, la manutenzione straordinaria del baso- lato di via dei Carrettieri, nonché, il recupero del muro di contenimento della via Papireto e dellascala di collegamento tra la via e la stessa piazza. La zona triangolare viene prevista con disegno delle guide in pietra con un unico piano inclinato, i campi in battuto cementizio sono previsti con finitura rigata antiscivolo. Per l’intera area di progetto è previsto uno scavo di sbancamento fino alla quota – 0,50 m, con esclusione dell’area triangolare e del marciapiedi, quota da cui verranno ricavati gli scavi a sezione obbligata per la posa in opera degli impianti, dopo il ricolmo degli stessi verrà realizzata una mas- sicciata stradale con tout-venant di cava dello spessore di 25 cm e su questa verranno posate le pavimentazioni. L’acciottolato sarà realizzato con ciottoli di fiume, in pietra dura, collocati di coltello su un letto di posa, composto da un impasto umido di sabbia e cemento, gli stessi verranno costipati e livellati a mano con l’uso di mazza lignea e i giunti verranno saturati con sabbia fine. L’acciottolato sarà riquadrato in campi delle stesse dimensioni di quelli realizzati nel I stralcio, deli- mitati da guide costituite da basole di pietra calcarea grigia di Billiemi o similare, spicconate, delle larghezza di cm 25 poste a correre. I basolati stradali saranno realizzati con basole di pietra calcarea grigia di Billiemi o similare, con superfici a vista spicconate, collocate su un letto su di posa realizzato con impasto umido di sabbia e cemento, costipate e livellate a mano con l’uso di mazza lignea. Per la via Carrettieri, in discrete condizioni, è prevista una manutenzione del basolato esistente e la revisione degli impianti tecnologici. Detta manutenzione consiste nella dismissione, spicconatura e ricollocazione delle basole, nella integrazione di quelle mancanti con analoghe di pietra di billiemi. Il basolato della via Gianferrara verrà realizzato con la stessa sezione tipo della via dei Carrettieri. Il basolato del vicolo Papireto, invece avrà sezione tipo con scolo delle acque al centro della stra- da. Per la pavimentazione in battuto cementizio dell’area triangolare si prevede la dismissione di quello esistente, il livellamento del terreno sottostante per la nuova sistemazione, la realizzazione delle guide e delle orlature con elementi di pietra calcarea di Billiemi o similare e la realizzazione del nuovo battuto cementizio dello spessore complessivo di 8-10 cm. Per le alberature esistenti, che verranno mantenute, si prevede il loro inquadramento in due campi in sostituzione degli attuali cercini. Il bordo delle due aree sarà realizzato con profili di ferro pieno delle dimensioni di mm 100 x 10. Nuovo impianto fognario. Nel progetto è prevista la revisione e la razionalizzazione del sistema di smaltimento fognario dell’area. Le nuove condotte principale ( 500 e  300) saranno posate in scavi di adeguate dimensioni e sa- ranno rinfiancate e imbottite con sabbia; gli scavi verranno riempiti con materiale arido siliceo e mi- sto granulare stabilizzato fino alla quota di – 0,50 m dalla sede stradale. Il sistema di raccolta delle acque meteoriche è previsto con caditoie stradali sifonate antiratto con basi di raccolta in pietra calcarea grigia di billiemi o similare. Il nuovo impianto fognario sarà completato dal sistema di raccolta delle acque nere e delle acque bianche provenienti dai fabbricati con pozzetti sifonati, nonché, dai relativi collegamenti ai collettori con tubazioni in PVC del diametro di 200 e 250 mm. Impianto di pubblica Illuminazione Nel progetto è prevista la predisposizione dei pozzetti, dei tubi montanti in acciaio e dei cavidotti necessari al completamento dell’interramento delle linee di alimentazione dell’impianto di pubblica illuminazione dell’area di progetto. È possibile consultare il bando al seguente LINK Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 18
Articolo
01 apr 2017

Cefalù: Un veicolo elettrico destinato al trasporto dei residenti

di Fabio Nicolosi

In arrivo un veicolo elettrico a 6 posti destinato al trasporto gratuito, all'interno del centro storico, dei residenti nel territorio comunale. E' stato consegnato al Comune di Cefalù il nuovo veicolo elettrico Melex 366 di Exelentia che, a partire dall'avvio del periodo di pre – esercizio dei varchi elettronici di accesso alla ZTL del centro storico, effettuerà quotidianamente corse gratuite per i residenti. Avranno diritto al servizio gratuito tutti i residenti nel territorio comunale semplicemente mostrando un documento di identità. Il mezzo elettrico consentirà di raggiungere il centro storico lasciando la propria auto all'esterno della ZTL. Per il Sindaco Rosario Lapunzina, “si tratta di un ulteriore passo avanti per rispettare gli impegni presi con l'UNESCO nell'ambito del Piano di Gestione del sito Patrimonio dell'Umanità “Palermo arabo – normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale”. Con l'avvio del pre-esercizio dei varchi elettronici e con la messa in esercizio del servizio navetta elettrica gratuito per i residenti, Cefalù punta decisamente verso la mobilità sostenibile. Un significativo passo avanti per fare della città di Ruggero una realtà più vivibile nel rispetto dei diritti dei residenti e più accogliente nei confronti dei turisti. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
30 mar 2017

Piazza Borsa, com’è e come potrebbe essere

di Fabio Nicolosi

Si parla di pedonalizzazioni, ed ecco che qualche giorno fa, girovagando tra i gruppi di Facebook mi sono imbattuto in questo bellissimo rendering che mi ha subito fatto venir voglia di mettere in atto la proposta. Rendering realizzato da Alessio Trapani. Si, perché Piazza Borsa per anni è stata l'area del parcheggiatore abusivo per eccellenza con numerosi raid compiuti dalla polizia municipale. In realtà il grosso spazio potrebbe essere riqualificato creando una piazza rialzata centrale e lasciando una singola corsia di marcia a quota leggermente inferiore. Per evitare che l'enorme spazio possa essere invaso basterebbe o realizzare un gradino molto elevato tra sede stradale e sede pedonale, oppure una ringhiera anche discontinua che blocchi il transito alle auto, perché si sa, noi palermitani siamo capaci di tutto, ad ora di posto auto. Pensate per esempio a tutte le attività commerciali che potrebbero sfruttare quello spazio per ampliare la proprio area espositiva, oppure alle varie manifestazioni ludiche che potrebbero essere realizzate. Ecco un perfetto assist per i futuri candidati a sindaco...

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
16 mar 2017

Medie Superfici in centro, una chance da cogliere al volo

di Mobilita Palermo

Dal Giornale di Sicilia e da Repubblica si  apprende che, arriverà presto in consiglio la delibera che dovrebbe porre fine all'anacronistico vincolo urbanistico che ha bloccato fino ad oggi l'apertura in centro storico di nuove attività commerciali di superficie superiore ai 200 mq. Ciò permetterebbe a Palermo tra le altre cose di adeguarsi alla normativa nazionale. Un limite questo che non vale per licenze già concesse quando l'atto entrò in vigore nel 2000, come ad esempio per la Rinascente. Se la delibera ottenesse il via libera, sarà dunque possibile concedere licenze commerciali per l'apertura di nuove attività di media dimensione, cioè con una superficie non superiore a 1500 mq. Si tratta di un provvedimento richiesto da tempo a gran voce dalle varie associazioni di categoria, rientrante nel pacchetto di misure anti crisi presentate da tempo al Comune ( comprendenti sgravi fiscali e sul canone di locazione di locali sfitti). Adesso l' amministrazione Orlando, la stessa che a suo tempo fece apporre il vincolo ( ma erano altri tempi..), sembra voler pigiare sull'acceleratore, portando il provvedimento in consiglio comunale in tempi brevi. L'obiettivo è giungere presto ad una delibera che apra le porte a griffe e marchi internazionali ( quelli che più necessitano di superfici di una certa metratura, e che trovano oggi difficoltà enormi a reperirle a Palermo, al di fuori di via Libertà), abolendo i vincoli che fino adesso li hanno tenuti lontani dal centro storico di Palermo, che intanto sperimenta da qualche tempo marcati fenomeni di desertificazione commerciale. Basti pensare fra tutte alla ottocentesca e monumentale via Roma che oltre al degrado e all'assenza di arredo urbano, deve fare i conti ultimamente con lo squallore delle troppe saracinesche abbassate e il buio delle vetrine spente (un locale su due sfitto e una cinquantina di negozi chiusi da oltre un anno e la metà di questi sono proprio locali di media dimensione, secondo le recenti stime di Confesercenti Palermo). Una opportunità quindi da cogliere al volo, per la quale gli operatori del settore chiedono di far presto, tempi brevi che però sembrano cozzare come sempre con i tempi lenti della politica locale, con le sue logiche astruse e spesso di ostacolo ad ogni forma di sviluppo. Si ritiene possa trattarsi di un provvedimento positivo in grado di aumentare la competitività commerciale del centro storico in generale. Potrebbe rappresentare quell'ulteriore momento di svolta tanto auspicato, dopo quelli recentemente sperimentati con la pedonalizzazione degli assi storici e la nomina del percorso arabo normanno a Patrimonio mondiale dell'Umanità Unesco. Incrociamo le dita dunque, e speriamo che la cosa vada in porto, cercando di non abbassare la guardia. Anche perché, come si accennava sopra, non tutte le parti politiche sembrano convergere e remare nella stessa direzione e le polemiche fioccano, soprattutto per la "sospetta tempestività" con cui viene proposto e presentato il provvedimento, proprio a ridosso delle prossime elezioni amministrative. Molti consiglieri di opposizione, chiedono non a caso di postergare la discussione e l'adozione del provvedimento di tre mesi, cioè a dopo le elezioni, quando si conoscerà il nome del sindaco e della giunta che amministreranno la città nei prossimi 5 anni. Ci chiediamo, cosa c'entrano le elezioni con una cosa che non dovrebbe manco formare oggetto di discussione? Perché vincolare sempre tutto all'esito delle elezioni, anche quando si è dinanzi a provvedimenti che possano dare risposte serie e tangibili ai tanti operatori commerciali di via Roma, decimati e martoriati dalla crisi economica e da problemi quali il caro affitti? Tra l'altro fa ancor più senso notare che certe rimostranze ed esternazioni, provengano proprio da coloro da sempre ritenuti "nemici" dei centri commerciali e a parole sembrano opporsi fermamente all'insediamento di nuove grosse superfici. "La città non sarebbe economicamente in grado di sopportarne il peso, senza che ciò possa non comportare una ulteriore decisa scomparsa delle poche attività locali, che ancora resistono alla crisi nelle vie del centro antico", questo più o meno il ritornello che spesso sentiamo levarsi da più parti come fosse una litania. Poi però, quando si tratterebbe di fare concretamente qualcosa, mettendo in campo un provvedimento efficace che mira a riequilibrare un po' i pesi a favore del centro storico e della sua rivitalizzazione economica, ecco che si storce il naso e si prende tempo, secondo un copione che troppe volte abbiamo visto recitare. Che strano mondo davvero la politica, quanto meno quella in salsa panormita.. Giovanni Mineo

Leggi tutto    Commenti 33