Articolo
20 set 2010

Nuovi treni e bus per la Sicilia, firmata convenzione Ministero-Regione

di Giulio Di Chiara

Apprendiamo e riportiamo quanto segue: PALERMO, 14 set 2010 (SICILIAE) - Sono state sottoscritte al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti due convenzioni tra lo stesso ministero e l'assessorato regionale alle Infrastrutture per l'acquisto di nuovi veicoli, sia treni che bus, a favore del sistema siciliano dei trasporti. Complessivamente, le disponibilita' finanziarie per avviare un processo di ammodernamento dei mezzi ammontano ad un totale di 48milioni e 346 mila euro, cosi' suddivisi: 36 milioni e 260 mila euro a carico dello Stato, 12 milioni ed 86 mila euro a carico del bilancio regionale a copertura del 25 per cento del costo di acquisto dei nuovi mezzi.  Nel dettaglio, saranno acquistati 69 bus delle diverse tipologie, urbano, extraurbano e sub urbano, e 3 composizioni ferroviarie bi-piano, da 800 posti ciascuna. [...]

Leggi tutto    Commenti 16
Articolo
15 mag 2010

Report conferenza “Palermo verso il futuro: mobilità e grandi opere in cantiere”

di Andrea Baio

Pubblichiamo qui di seguito il video della conferenza del 22 aprile 2010, organizzata da Mobilita Palermo e Mondadori Multicenter, sull'evoluzione del trasporto pubblico a Palermo. Abbiamo deciso di rilasciarla per intero, così da dare ampio spazio ai dettagli tecnici per chi fosse interessato. I primi due interventi sono di tipo più tecnico. L'ing. Caminiti espone i dettagli sull'appalto dei tram e il progetto del ponte sul fiume Oreto. L'ing. Pellerito ha dato una panoramica tecnica sulle vetture Bombardier. Terminano la conferenza l'ing. Perilli, che racconta il cantiere del tram sotto il suo aspetto "umano", e l'ing. Galluzzo che espone lo stato dei lavori del passante ferroviario di Palermo. Buona visione httpv://www.youtube.com/watch?v=XfIOk9wKEl0 ...Continua a seguire la conferenza

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
12 set 2008

Passante Ferroviario: aggiornamento dal cantiere Brancaccio residenziale

di Andrea Baio

Siamo stati di recente al cantiere di Brancaccio residenziale. I lavori procedono speditissimi, c'erano due trivelle all'opera e varie pale meccaniche in azione. La consegna è prevista entro il 20 Ottobre. Lì abbiamo incontrato l'ingegnere responsabile, il quale ci ha detto appunto che entro un mese procederanno col collaudo della linea. Questa parte di lavori comprende solo il doppio binario e l'elettrificazione, la stazione e tutto il resto verranno definiti in seguito. Diversamente da quanto si pensava le auto verranno fatte passare al di sotto della ferrovia attraverso la costruzione di un sottopassaggio appunto.  Verranno eliminati entrambi i passaggi a livello e la viabilità nei pressi della futura stazione verrà completamente stravolta migliorandone l'efficienza. E' prevista anche una rotonda. Dopodichè si procederà alla stazione Vespri. Vedendo questo cantiere all'opera l'impressione che si ha avuta è del tutto positiva non c'è che dire, si lavora e lo si fa entro i tempi previsti! Senza intoppi tra qualche anno Palermo avrà la sua più grande opera per la mobilità. Ultima nota a favore: il cantiere non sta assolutamente intralciando la viabilità attuale, tutto è stato fatto per ridurre al minimo i  disagi della gente. ...Guarda le foto

Leggi tutto    Commenti 18
Articolo
13 apr 2008

Mobilita Palermo su “La Sicilia” – II

di Andrea Baio

Link articolo Un nuovo articolo riguardo il passante ferroviario è stato pubblicato su "La Sicilia" di oggi 13 aprile 2008. Nell'articolo è presente un ulteriore interevento di Mobilita Palermo in contrapposizione alle "problematiche" esposte dai comitati del NO. In particolare il comitato ha esposto argomentazioni a sostegno del passante che abbiamo potuto fornire grazie alle indicazioni tecniche ottenute presso gli uffici Italferr, del tutto rassicuranti circa lo svolgimento dei lavori. Punto per punto sono state date risposte dettagliate alle questioni sollevate dai vari comitati cittadini che si oppongono all'attuale progetto. Non c'è nulla di non calcolato, è stato fatto un monitoraggio ambientale per valutare l'impatto acustico, le vibrazioni e l'inquinamento. Ulteriori monitoraggi verranno effettuati durante e dopo il termine dei lavori. Una variante al progetto è già in programma nel tratto Notarbartolo-Cardillo, e prevede l'interramento totale del passante per ridurre al minimo i disagi ai cittadini, come auspicato dal comitato di viale delle Alpi. Non possiamo permetterci quindi ulteriori costi, intoppi burocratici od ostruzionismi ingiustificati che di concreto hanno ben poco, anche perchè alcuni di questi comitati sostengono che il progetto del passante risalga addirittura al 1979, quando il progetto effettivo risale al 2001 ed ha subito notevoli modifiche finalizzate appunto a venire incontro alle esigenze dei cittadini. Link articolo

Leggi tutto    Commenti 0