Articolo
28 mar 2018

Viabilità | Ultimati i lavori sul cavalcavia Bonagia

di Fabio Nicolosi

Sono stati ultimati i lavori di manutenzione del piano viabile in corrispondenza delle due spalle nel cavalcavia di Bonagia, via Papa Giovanni XXIII, con ripristino dei giunti di dilatazione. Le opere sono state eseguite nell'ambito dell'Accordo Quadro di ponti e cavalcavia cittadini e hanno interessato alternativamente le due carreggiate, consentendo, durante i lavori, il passaggio dei veicoli in una delle due carreggiate. Da questa mattina sono state dismesse le delimitazioni del cantiere e ripristinata la viabilità nel doppio senso di marcia. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 feb 2018

Viabilità | Chiuso parzialmente dal 26 Febbraio al 24 Marzo il ponte di Bonagia

di Fabio Nicolosi

Per lavori di manutenzione straordinaria, sarà chiuso come da richiesta del direttore dei lavori, il viadotto che attraversa viale della Regione Siciliana all'altezza di Bonagia. Le lavorazioni verranno effettuate nella porzione di carreggiata lato mare, limitatamente alla zona centrale. In alternativa è consigliato utilizzare il viadotto Carlo Perrier. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 ago 2017

FERCAM apre una nuova filiale a Palermo

di Fabio Nicolosi

Con una nuova filiale a palermo fercam rafforza la propria rete distributiva in Sicilia. Presenza capillare sul territorio FERCAM rafforza con la nuova struttura a Palermo la propria presenza in Sicilia, dove già è presente da tre decenni a Catania. “Tra Palermo e Catania ci sono quasi 200 km e con questo nostro nuovo insediamento non solo ottimizziamo l’ultimo miglio, ma miglioriamo il servizio per i nostri clienti in loco, che sono in particolare aziende del settore vitivinicolo, agroalimentare e oleifici che hanno l’esigenza di raggiungere in tempi molto brevi i loro mercati nazionali e anche euronazionali. Con questa nuova apertura riusciremo a fare fronte alla crescente domanda di servizi di distribuzione del territorio, garantendo una maggiore vicinanza ai nostri clienti delle provincie di Palermo e Trapani“, è convinto Giuseppe Rubini, direttore operativo Distribuzione Italia. La nuova struttura palermitana di FERCAM, operativa dal 7 agosto 2017, è sita in Via Padre Francesco Randazzo a CARINI (PA) e dispone di 10.000 mq di piazzale oltre ad un magazzino di 3.500 mq e 25 baie di carico per un agevole carico/scarico contemporaneo di altrettanti automezzi. La direzione è stata affidata a Giacomo Mangano, profondo conoscitore del luogo e con lunga esperienza nel settore della distribuzione. Efficienza del servizio con particolare attenzione alla sicurezza FERCAM Palermo garantirà direttamente la distribuzione nelle province di Palermo e Trapani essendo collegata direttamente agli HUB di Bologna, Piacenza, Napoli oltre alla Filiale di Catania; a disposizione della propria clientela palermitana e trapanese dunque dell’intera rete distributiva nazionale e euronazionale di FERCAM per l’ottimizzazione della supply chain. Per Palermo l’arrivo degli automezzi è previsto nelle primissime ore del mattino al fine di garantire la distribuzione lo stesso giorno di arrivo Per offrire massima qualità del servizio, particolare attenzione è stata posta anche alla sicurezza con all'installazione di un efficiente sistema di video sorveglianza 24/7 e di sistemi di protezione antincendio. Collaboratori esperti e affidabili Nella nuova sede palermitana lavorano attualmente 5 dipendenti e 5 collaboratori addetti alle operazioni di magazzino. A breve l’organico sarà completato con un addetto commerciale. Per le attività di distribuzione con presa e consegna delle merci la filiale di Palermo si avvale di 15 vettori, tutti con provata competenza professionale e lunghi rapporti di collaborazione. “Come azienda di servizi attribuiamo massima importanza al fattore umano, perché un’azienda è fatta dalle persone che ci lavorano. In particolare in un’azienda di servizi è la persona che rende il servizio un servizio ottimale,” afferma Giuseppe Rubini. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
23 giu 2017

Caro Assessore alla Mobilità ti scrivo…

di Mobilita Palermo

Buongiorno, sono da poco terminate le elezioni amministrative 2017 ed oggi ci sentiamo di scrivere questa breve lettera al futuro assessore che verrà designato alla mobilità. Caro Assessore, il compito che ti è stato assegnato è molto complicato e pieno di sfide. Ti trovi infatti a dover occuparti di una tra le città d'Italia con più traffico, una città dove i mezzi pubblici stentano ad essere utilizzati e dove il trasporto privato è la tipologia di spostamento più utilizzato. Ci aspettiamo tanto da te, perché avrai cinque anni in cui dovrai dimostrare che Palermo è una città che può aspirare ad essere una capitale europea, dove la mobilità sostenibile è il punto fermo e dove il mezzo privato va utilizzato solo per uscire dalla città e non per spostarsi all'interno della stessa. Già da adesso quindi, ti invitiamo a dialogare con tutte le associazioni che da anni si occupano della mobilità all'interno della città per conoscere le problematiche e per trovare soluzioni. Ma di cosa ha bisogno Palermo? Sicuramente non è necessaria la terza corsia di Viale Regione, o meglio, non è necessaria così com'è stata messa nero su bianco. Viale Regione Siciliana, strada urbana di scorrimento, ha assoluto bisogno di due interventi fondamentali, il primo che riguarda il completamento del Ponte Corleone e il secondo che riguarda la soppressione di tutti i semafori con la realizzazione di nuove passerelle pedonali. E' invece importante dare continuità al sistema tram affinché la linea su Viale Regione possa trovare una sua importanza giungendo alla cittadella universitaria. Per quanto riguarda la mobilità ciclabile poco o nulla è stato fatto in questi anni, ed è necessario, anche visto la crescita esponenziale di mezzi a due ruote, pensare e progettare a percorsi sicuri che i ciclisti possano utilizzare ogni giorno. Andrebbero sicuramente terminati nel minor tempo possibile i vari cantieri in città, dal passante all'anello terminando per il collettore fognario. Altro punto importante è la viabilità delle aree costiere nella stagione estiva, nulla si è fatto per migliorare Mondello, Sferracavallo, Barcarello, l'Addaura. Bisogna anche puntare molto sul trasporto pubblico e quindi è necessario dare mandato ad AMAT affinché utilizzi tutti gli strumenti per migliorare il servizio esistente, tramite rilevazione in tempo reale di ogni mezzo e non solo di alcune linee, possibilità di segnalazione guasti o problemi a bordo, maggiore controllo a bordo dei mezzi anche tramite personale in borghese. E sopratutto deve essere migliorata la comunicazione, non è possibile che un azienda di trasporto pubblico sia limitata sul fronte principale, l'informazione. Basta guardare le altre aziende italiane. In ottica futura andrebbe anche portata avanti il progetto della MAL. Infine per quanto riguarda la manutenzione delle strade, andrebbe programmato tutto perché è impensabile rifare il manto stradale e la settimana successiva autorizzare ulteriori scavi che vanificano il lavoro svolto. Bisogna anche verificare che i lavori svolti siano stati svolti a regola d'arte, non è tollerabile vedere nuove buche a poche settimane dalla fine dei lavori. Di carne al fuoco ce n'è tanta, ma sappiamo che il tempo a disposizione è molto per cui siamo fiduciosi e trarremo le conclusioni a fine mandato. Con un augurio di buon lavoro Lo staff di Mobilita Palermo Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 40
Articolo
25 mag 2017

Viale Regione Siciliana | Svincolo Bonagia verrà chiuso in notturna per lavori

di Mobilita Palermo

Per consentire i lavori di manutenzione straordinaria sul viadotto che attraversa Viale Regione Siciliana all'altezza di Bonagia / Falsomiele (Viale Giovanni Papa XXIII) sarà chiuso il tratto di Viale Regione e di Viale Giovanni Papa XXIII I lavori saranno divisi in quattro fasi: Le prime due dalle ore 21 alle 6 del giorni successivo, dal 25 Maggio all'1 Giugno interesseranno la carreggiata centrale direzione Tp quella in direzione Me/Ct non in contemporanea. Le ultime due dalle ore 7 alle ore 16 dal 29 Maggio al 10 Giugno. Attenzione che verrà posto il limite di 30km/h per la presenza del cantiere. Ecco l'ordinanza: Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
12 dic 2016

Amat | Effetto ZTL sull’aumento del numero di biglietti e abbonamenti?

di Fabio Nicolosi

Riportiamo il seguente comunicato stampa che facendo un raffronto tra i dati del 2015 e del 2016 fa notare un aumento sia dei biglietti venduti, che degli abbonamenti emessi. Vogliamo quindi chiedervi se alla luce di questi dati, ritenete che sia tutto causa della ZTL o se in realtà ci sia stato un miglioramento del servizio e sempre più utenti preferiscano il mezzo pubblico al mezzo privato. Il trasporto pubblico di Amat a Palermo è in grande crescita. Lo testimonia, incontrovertibilmente, il sensibile incremento della vendita di biglietti e di abbonamenti nell'ultimo anno. Nel dettaglio: Numero biglietti venduti: raffronto novembre 2015/novembre 2016: +26,7% raffronto anno 2015 (gennaio -novembre)/anno 2016 (gennaio -novembre): +12% Numero abbonamenti venduti: raffronto novembre 2015/novembre 2016: +19,6% raffronto anno 2015 (gennaio -novembre)/anno 2016 (gennaio -novembre): +20,7% "Già prima dell'avvio del tram e, ancor di più, dopo la sua entrata in funzione - dichiara il Sindaco Leoluca Orlando - la Dirigenza Amat e l'Amministrazione comunale hanno messo in campo tutto quanto necessario e possibile per il rilancio del trasporto pubblico a Palermo. Un servizio gravemente colpito dai tagli apportati dal governo regionale (accompagnati da altrettanto gravi ritardi nei trasferimenti) e dalla piaga della evasione ma che, nonostante ciò, è costantemente migliorato nel tempo." "Questi numeri - sottolinea l'Assessore alla Mobilità, Giusto Catania - indicano chiaramente che i risultati sono visibili sia in termini di aumento dei passeggeri, sia in termini di riduzione dell'evasione. Numeri ancora più significativi, se si considera che si riferiscono solo per una minima parte al periodo di vigenza della ZTL e non comprendono l'ultimo periodo che ha visto un inasprimento dei controlli per la sicurezza di conducenti e passeggeri." Per Antonio Gristina, Presidente dell'Amat, "sono risultati che premiano le politiche tariffarie dell'azienda per facilitare gli abbonamenti. Politiche al cui ulteriore miglioramento stiamo lavorando, insieme a nuovi servizi per l'informazione puntuale ai cittadini. L'azienda sta lavorando a nuovi servizi, anche con partner tecnologici internazionali, che saranno annunciati il prossimo 14 dicembre". Speriamo che tra le novità che saranno annunciate il 14 Dicembre ci sia il tracciamento dei mezzi tramite GPS, così come più volte chiesto a gran voce dall'intera collettività. Vi terremo aggiornati! Ti potrebbe interessare anche: AMAT | Vademecum su biglietti, abbonamenti e punti vendita AMAT | In arrivo i nuovi parchimetri AMAT | Biglietto unico integrato? Adesso la palla passa alla regione

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 giu 2016

Il calvario dell’Addaura: tra abbandono e isolamento

di Andrea Baio

Pubblichiamo questo sfogo comprensibile da parte del proprietario dell'Addaura Hotel Residence, che denuncia lo stato di isolamento e abbandono dell'Addaura, penalizzata adesso anche sotto il profilo dei trasporti. Non ci resta che sottolineare come, sotto la coltre di proclami da campagna elettorale, la triste realtà che viene sempre a galla è alla fine la solita scarsa lungimiranza di chi non coglie il valore turistico ed economico di molte zone della nostra città. Senza contare la solita differenza tra palermitani di serie A e palermitani di serie B, dove all'interno della stessa città si palesano enormi disparità in termini di servizi (sempre e comunque carenti). E' triste dover festeggiare oggi i 20 anni di attività dell'Addaura Hotel Residence Congressi con l'amarezza del completo abbandono della nostra bellissima località. L'ultima, almeno in ordine di tempo, riguarda la mobilità interna del turista che noi preferiamo considerare ospite. Infatti, dopo aver subito la soppressione della linea 833, rimane solo la 603, che disponendo di sole 2 vetture passa "ogni morte di papa". L'unico sollievo era quello della navetta 86 annunciato qualche giorno prima del 15 giugno, con la quale i turisti alloggiati all'Addaura, sia in hotel che nelle decine di strutture private dei dintorni, avrebbero potuto raggiungere Valdesi o per andare in spiaggia o per proseguire con gli autobus per la città. Ma la tegola è arrivata con la soppressione improvvisa della navetta. Il fatto grave sta nel non avere avvertito nessuno e per tempo di tale decisione. Sui portali web da sempre abbiamo pubblicato tale servizio disposto dal Comune, e naturalmente i turisti sono infuriati. A loro non interessa la nostra inconsapevolezza. Erano sicuri di poter andare in spiaggia con un mezzo pubblico e invece sono costretti o ad affrontare a piedi i pericolosi curvoni dell'Addaura senza marciapiedi, o chiamare un taxi che per fare 1.500 metri chiede minimo 15 euro! In più il litorale davanti l'albergo è invaso da decine di camper stanziali che scaricano i loro gabinetti direttamente sul terreno a pochi metri dal mare, nell'indifferenza sia della Capitaneria che dei Vigili. E' difficile giustificare tutto ciò particolarmente nel momento in cui si richiede il pagamento dell'imposta di soggiorno, considerato un balzello iniquo. Credo che in queste condizioni territoriali di abusivismo e mancanza di trasporti, che come è risaputo distruggono le attività turistiche legali come la nostra, non sappiamo se ci saremo ancora il prossimo anno

Leggi tutto    Commenti 23