Articolo
31 mag 2021

Sicurezza stradale, in arrivo nuovi cartelli per tutela ciclisti

di Mobilita Palermo

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo in merito al posizionamento di nuova cartelli stradali volti a sensibilizzare l'attenzione degli automobilisti verso i ciclisti in città. Come più volte richiesto e sollecitato da questa associazione (anche tramite la Consulta della bicicletta), ci aspettiamo il rifacimento del manto stradale lungo la nuova ciclabile Villafranca-Praga (e non solo qui) e la potatura del verde lungo tutto il percorso all'interno del parco della Favorita.       Palermo - Su sollecitazione delle associazioni ciclistiche della città e in condivisione con la Consulta delle biciclette, l'Ufficio Mobilità urbana ha data mandato ad Amat di posizionare cartelli stradali che invitano gli automobilisti ad avere attenzione ai ciclisti, garantendo la distanza di 1,5 metri. I primi cartelli saranno posti lungo la Favorita e in Viale dell'Olimpo, strade altamente frequentate dai ciclisti palermitani.“È un segnale di attenzione ai ciclisti e una misura che mette in sicurezza chi ha scelto la mobilità dolce - afferma il sindaco Leoluca Orlando –    rappresenta un ulteriore contributo al cambiamento culturale della città e conferma la sensibilità dell'amministrazione comunale nei confronti della mobilità sostenibile.”“Siamo consapevoli che non bastano i cartelli per impedire gli incidenti – sottolinea l’assessore alla mobilità Giusto Catania – tuttavia è importante attuare un’azione pedagogica e culturale per promuovere il rispetto dei ciclisti, soprattutto nei tratti stradali condivisi con le automobili.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 mar 2019

La “mattanza” dei pedoni in via Roma, quali rimedi?

di antony977

Palermo - Sembra non aver fine la "mattanza" di pedoni in via Roma falciati da auto a forte velocità. Proprio ieri sera attorno le 21 (ben oltre l'orario in cui cessa la Ztl)  una ragazza è stata investita assieme al suo cane mentre stava attraversando la strada all'altezza di piazza Borsa. E' il quinto incidente che si verifica in appena un mese, di cui uno letale dove ha perso la vita un commerciante di via Maqueda. Nonostante le vittime e i ripetuti incidenti, ciò non sembra scuotere le coscienze di chi utilizza le strade ad uso e consumo proprio. Dimenticando che quando si guida si hanno enormi responsabilità non solo sui passeggeri, ma su tutte e persone attorno. La causa è sempre la stessa: l'alta velocità.  A questo punto ci aspettiamo importanti e significativi provvedimenti proprio per salvaguardare l'utenza debole, pedoni come anche ciclisti. Ben vengano autovelox fissi e bando all'ipocrisia di chi sarà pronto a gridare che servono a fare cassa. La vita non ha prezzo e va salvaguardata. Ma ben vengano le cosiddette zone 30.  Interventi che non si limitano al posizionamento della sola segnaletica stradale, ma a creare delle sostanziali modifiche all'assetto strale e volte a far rallentare le auto. E ne riportiamo qualche esempio che potrebbero adattarsi alla strada, tenendo conto delle corsie preferenziali dei bus. Ma anche dispositivi lampeggianti posti nei punti cruciali. Si, perché sono quasi sempre gli stessi i punti dove si sono verificati gli incidenti. E quanti altri ancora dovranno passare prima di vedere attuati dei provvedimenti?      

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
26 ott 2018

Sicurezza stradale | 17 sanzioni dai controlli sui Tir

di Fabio Nicolosi

La Polizia Municipale ha effettuato controlli su strada dei mezzi pesanti, Tir ed autoarticolati, che in transito su viale Regione Siciliana sono stati convogliati per le opportune verifiche presso il Centro Mobile di Revisione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed il Comitato Albo Trasportatori nello stand allestito in piazza John Lennon. Alla fine degli accertamenti sono state elevate 17 sanzioni. L’attività, organizzata con cadenza ciclica, è finalizzata a verificare la regolarità amministrativa della documentazione delle merci, le condizioni di trasporto eseguite secondo la normativa Adr per il trasporto su strada di merci pericolose e la normativa Atp sul trasporto refrigerato a temperatura controllata di derrate alimentari, i tempi di guida e di riposo dei conducenti e la regolarità tecnica. Dagli accertamenti compiuti, solo tre autotreni sono risultati regolari. Sei sono stati sanzionati per dispositivi di equipaggiamento inefficienti, due conducenti per rapporto di lavoro in conto terzi, uno per irregolarità nei fogli di registrazione del cronotachigrafo, uno per non aver inserito la carta del conducente nel cronotachigrafo, un mezzo d’opera per la circolazione senza contrassegno di pagamento indennizzo di usura. Inoltre nel corso delle verifiche sono state rilevate altre violazioni: 5 per mancanza di documenti di circolazione e una carta di qualificazione del conducente scaduta. Nel 2018 il gruppo di lavoro “controllo mezzi pesanti” della Polizia Municipale, nell’ambito degli interventi programmati dal Comandante Gabriele Marchese per la tutela della sicurezza stradale, ha controllato 850 veicoli ed elevato 594 sanzioni, di cui riguardanti irregolarità delle caratteristiche tecniche dei mezzi pesanti, per esempio le ruote di dimensioni diverse oppure le sponde caricatrici idrauliche non annotate nella carta di circolazione e il rispetto dei tempi di riposo dei conducenti. Ha effettuato inoltre 107 controlli su autobus, soprattutto in occasione di gite scolastiche.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
27 ago 2018

Circonvallazione | Da lunedì 27 lavori sul viadotto Bonagia

di Salvatore Galati

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa i prossimi lavori lungo la Circonvallazione.   Si concluderanno entro sabato prossimo, 25 agosto, i lavori di restauro strutturale del viadotto dello svincolo Calatafimi di viale della Regione Siciliana.   Lunedì 27 agosto i lavori di manutenzione dei ponti e cavalcavia cittadini proseguiranno nel viadotto Bonagia dell’omonimo svincolo che sarà interessato da interventi all'intradosso. Le fasi di intervento inizieranno dalle corsie in direzione Catania, occupando circa il 50% della carreggiata, per proseguire successivamente nelle corsie direzione Trapani. L’intervento dovrebbe durare quindici giorni circa.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
18 mag 2018

Telefonino alla guida, controlli della Polizia Municipale

di antony977

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa i controlli sull'uso del telefonino alla guida.   Palermo - Potenziati i controlli della Polizia Municipale sull’uso del telefonino alla guida, prima causa di incidenti stradali a livello nazionale, per la distrazione procurata. Su via Sciuti, Notarbartolo, Dante e strade limitrofe, gli agenti del nucleo autovelox, operando in abiti civili e a bordo di moto civetta, hanno sanzionato 23 conducenti di veicoli mentre utilizzavano il telefonino alla guida. Per ciascun contravventore è  dunque scattata la sanzione di 161 euro e sono stati decurtati 5 punti dalla patente, come previsto dal codice della strada. Nel corso dei controlli gli agenti hanno sequestrato un veicolo privo di copertura assicurativa, contestato un omesso utilizzo della cintura di sicurezza e tre mancate revisioni del mezzo. Il servizio sarà pianificato per le altre zone della città, in maniera tale da garantire un controllo capillare.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
22 ago 2017

A Palermo cresce il numero di morti in strada: 11 in più rispetto al 2015

di Fabio Nicolosi

E' stato da poco pubblicato il rapporto ACI-Istat per l’anno 2016: nel 2016 si sono verificati in Italia 175.791 incidenti stradali con lesioni a persone che hanno provocato 3.283 vittime (morti entro il 30° giorno) e 249.175 feriti. Secondo l’elaborazione Istat, nel territorio comunale di Palermo lo scorso anno si sono verificati 2.195 incidenti, che hanno causato 25 morti, 11 in più rispetto al 2015. Ma cosa si può fare per diminuire il numero di morti? Un provvedimento che diminuisce drasticamente il numero di morti in strada è la riduzione della velocità massima consentita sulle strade comunali a 30 km/h: a Parigi il 90% delle strade si percorre a non più di 30 km/h, New York da alcuni anni sta portando avanti il piano “Vision Zero”, nessuna vittima in strada. Quando il limite di velocità dei veicoli passa da 50 a 30 km/h si ha una notevole riduzione dello spazio di arresto ed un aumento del raggio del cono visivo del conducente del veicolo. Questo indirizzo progettuale è adottato in molte città europee e non solo, proprio perché è risultato il modo più efficace per aumentare la sicurezza per i pedoni ed i ciclisti, ridurre le morti su strada, incrementare il grado di sicurezza e vivibilità e diminuire l’inquinamento acustico nella città. Gli utenti della strada più vulnerabili sono infatti i pedoni. Le principali barriere alla mobilità pedonale sono i bassi livelli di sicurezza pedonale percepita, le carenze infrastrutturali (sovrappassi stradali, larghezza marciapiedi), mancanza di continuità degli itinerari pedonali e inadeguatezza degli attraversamenti. Laddove non è possibile intervenire mediante la riduzione della velocità, poiché la tipologia di strada non lo consente, occorre agire nella messa in sicurezza della strada con interventi ugualmente efficaci. Occorre aumentare anche le campagne di sensibilizzazione e girare per le scuole insegnando l'educazione stradale ai bambini piccoli Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
02 set 2016

FOTO | Viale Regione: Si torna ai 70km/h, nuova battaglia vinta dai cittadini

di Fabio Nicolosi

Ancora una volta i cittadini l'hanno avuto vinta e tramite l'ordinanza n° 1030 del 02 Settembre è stata modificata la precedente ordinanza che modificava i limiti di velocità su viale regione siciliana da 70km/h a 50km/h. EDIT: Aggiunto il cronoprogramma dei lavori Tutto ha inizio qualche settimana fa, quando il comune dopo una sentenza che l'ha costretto a risarcire 600 mila euro per un incidente stradale avvenuto su Viale Regione Siciliana a causa di alcune radici degli alberi che hanno causato il dissesto della sede carrabile si è trovato a dover operare dei lavori per migliorare la situazione attuale ed evitare una pioggia di ricorsi. Vengono quindi ridotti i limiti di velocità da 70 a 50 km/h e tarati anche gli autovelox per permettere l'avvio dei lavori in sicurezza. Il popolo insorge sul web ma non solo con proteste su tutti i social network etichettando il provvedimento come provvedimento per far cassa o come ingiustificato. Duemila sono le multe pervenute al comando della polizia municipale di Via Dogali a pochi giorni dal cambio limite di velocità. Ma ecco la svolta, questa mattina dopo una nuova ordinanza limita la velocità solo nei tratti dove sono in corso i lavori eccezion fatta per il Ponte Corleone dove il limite è imposto a 30km/h a causa dell'instabilità dello stesso e nel tratto Mineo - Perpignano che era stato imposto a seguito degli incidenti mortali avvenuti. Intanto però questa mattina un sopralluogo effettuato dal giornalista Roberto Immesi di LiveSicilia ha dimostrato che questo retro-front era ampiamente evitabile. Vi riportiamo la sua esperienza: Questa mattina, alle 11.04, partiamo dalla rotonda Oreto percorrendo la carreggiata centrale in direzione Trapani. Il traffico è scorrevole, anche se le automobili procedono a velocità contenuta, grazie anche all’autovelox mobile posto poco prima dell’uscita Bonagia. Gli unici operai della Rap all’opera sono nella parallela di viale Regione, nel tratto iniziale che poi porta a via Albiri: una ventina di maestranze sul posto, intente a manovrare i mezzi mentre le auto scontano qualche rallentamento. All’altezza del ponte Corleone il limite si abbassa a 30, per i problemi di stabilità della struttura: qui la circolazione è veramente lenta, anche se restiamo sorpresi nel notare una vecchia Fiat 500 sorpassarci a destra usando la corsia d’emergenza. Code significative si notano soltanto nella parallela, prima dell’uscita per via Leonardo Da Vinci: qui gli incolonnamenti sono considerevoli, ma non riguardano la carreggiata centrale. L’arrivo, all’altezza del sovrappasso Lazio, fa segnare le 11.19. Da lì in poi il limite torna a 70 chilometri orari. Proviamo a fare il percorso inverso. Quando superiamo Lazio, sono le 11.22: anche qui il traffico scorre senza problemi. Si notano però, sulla sinistra, alcuni cartelli che delimitano piccole aree dissestate dalle radici, sia all’altezza di Salamone & Pullara che del nuovo Mediaworld. L’arrivo alla rotonda Oreto avviene alle 11.36. Ancora una volta l'amministrazione comunale non solo ha dimostrato il poco pugno duro su alcuni provvedimenti, ma ha anche dimostrato che l'ordinanza poteva essere migliorata in partenza evitando disagi, multe, lamentele e sopratutto mantenendo un clima disteso. Ecco il provvedimento E una galleria di immagini: Ecco il cronoprogramma dei lavori:

Leggi tutto    Commenti 10