Articolo
16 nov 2020

Passante Ferroviario | Pubblicata la gara per completare la galleria e le fermate Lolli e Giustizia

di Fabio Nicolosi

RFI ha pubblicato oggi la nuova gara d’appalto per completare la galleria e le strutture delle fermate Lolli e Giustizia, nell’ambito dei lavori di raddoppio del Passante Ferroviario di Palermo. Dopo la fine delle demolizioni delle palazzine pericolati, si apre oggi un nuovo capitolo di questa opera che vede lentamente vedere la luce. L’opera, infatti, in questo tratto specifico, è bloccata dal 10 giugno 2012 a causa dell’“imprevisto geologico” che causò crepe negli edifici, rendendoli pericolanti. Al di sotto di essi vi sono da scavare 58 metri di galleria “Giustizia-Lolli”. Il presente appalto costituisce il secondo lotto dei lavori di completamento della Galleria denominata GN1D denominata GN1D e delle strutture delle fermate Lolli e Giustizia e fa parte delle più complesse opere di riappalto a seguito del recesso esercitato dal Contraente Generale per i lavori di realizzazione del Passante ferroviario di Palermo. La soluzione progettuale scelta denominata “soluzione con pozzo” prevede la realizzazione della galleria in artificiale (lato fronte Lolli, per un tratto di 40 metri scavando dall’alto all’interno di un pozzo di diaframmi eseguiti con idrofresa. I restanti 20 metri (a partire dal fronte Giustizia) saranno scavati abbattendo la falda. La realizzazione di pannelli compenetrati (diaframmi) e ben infissi in profondità all’interno dello strato garantisce la tenuta idraulica del sistema, sia dal fondo che lateralmente sulle pareti. I diaframmi saranno scavati con idrofresa. Il pozzo presenterà una larghezza complessiva di circa 10 m e sarà lungo circa 40 m: esso sarà costituito da diaframmi realizzati mediante idrofresa che, a loro volta, saranno divisi in pannelli primari e secondari. Inoltre è prevista la realizzazione di pannelli specifici posizionati agli spigoli del pozzo. I pannelli primari, realizzati per primi, saranno caratterizzati da una lunghezza di 2.3 m e da una gabbia di armatura di 2.1 m, mentre la realizzazione dei secondari prevede la formazione di pannelli di lunghezza pari a 2.8 m armati con gabbie da 2.5 m. Tutti i pannelli presenteranno uno spessore pari a 1 m e hanno una lunghezza di 45 m. La realizzazione dei diaframmi mediante idrofresa avviene all’interno dei setti già realizzati con jet grouting (camerette) e ciò rappresenta una buona garanzia di riuscita dello scavo e del getto dei pannelli, minimizzando il disturbo dell’ammasso in fase scavo e confinando il getto del calcestruzzo evitando il rischio di eventuali perdite all’interno dell’ammasso circostante. La quota di fondo scavo, alla quale viene posizionato la soletta in c.a. è di circa 26 m dal piano campagna. Il pozzo verrà scavato dall’alto predisponendo, un sistema di abbassamento della falda dal fondo scavo quando questa verrà intercettata (circa -16m da p.c.). La restante parte di galleria da realizzare in naturale è posizionata fuori dal pozzo e coincide con la posizione delle camere jet 5 e 6: lo scavo, infatti, proseguirà in naturale dal fronte lato Giustizia, verso il pozzo. Oltre che ai jet grouting previsti, potrà essere necessario effettuare del jet grouting integrativo. Una volta ultimato lo scavo di quest’ultimo e previa realizzazione di drenaggi dal fronte della galleria e di 4 pozzi drenanti dal p.c. anche dal lato Lolli si dovrà procedere l’abbattimento del diaframma esistente fra il fronte attuale lato Lolli e i diaframmi di testata del pozzo previa integrazione dei consolidamenti da p.c. e la realizzazione di 2 pozzi drenanti. L’importo complessivo per la realizzazione delle opere, risultante dal Progetto Esecutivo posto a base di gara, ammonta a complessivi € 17.723.720,10 oltre IVA, in particolare: Oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso: € 935.364,04; Lavori e servizi (BOE): € 16.788.356,06 (di cui: € 10.134.069,66 per prestazioni a corpo e € 6.654.286,40 per prestazioni a misura). Le prestazioni di raccolta, trasporto, smaltimento rifiuti sono pari a € 75.284,40. I costi della manodopera sono stati stimati in € 5.554.236,35. Durata del contratto d’appalto: 900 giorni (2 anni e mezzo) Il termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione è fissato per il 20 gennaio 2021, ore 12. L’apertura delle buste avverrà il 21 gennaio 2021 alle ore 9,30.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 nov 2020

Viabilità | Chiusa corsia centrale di Viale Regione Siciliana per lavori urgenti all’altezza di via Principe di Paternò in direzione Trapani

di Fabio Nicolosi

Si informa la cittadinanza che per consentire alcuni lavori urgenti di consolidamento della copertura del Canale Mortillaro che passa sotto la Circonvallazione, la corsia centrale della strada, all'altezza di via Principe di Paternò in direzione Trapani, è stata chiusa per circa 200 mt. La Polizia municipale è sul posto. L'intervento fa parte di un piano complessivo seguito dall'Area della Rigenerazione urbana del Comune e finanziato dal Ministero dell'Interno. La durata dell'intervento, il cui costo complessivo è di 250 mila euro, è di due mesi circa. Tuttavia, è possibile che si verifichi la necessità di dover intervenire anche nell'altra corsia, in direzione Catania, con un eventuale prolungamento dei lavori, ove questo fosse riscontrato necessario in questa prima fase. Un altro intervento in corso è quello in via Montepellegrino per la messa in sicurezza della soletta del canale Passo di Rigano. Il costo dell'opera è sempre di 250 mila euro e la durata dei lavori sarà di circa 90 giorni, a causa della presenza di sottoreti. "Si tratta di due importanti interventi di messa in sicurezza dei canali - afferma il sindaco Leoluca Orlando - che hanno un importante ruolo per il deflusso delle acque meteoriche. I disagi sono purtroppo inevitabili, ma allo stesso tempo non rinviabili per non mettere a rischio la sicurezza di chi ogni giorno utilizza queste due arterie stradali".

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
11 nov 2020

PUMS | Il Ministero dell’Infrastrutture e Trasporti da il via libera al Piano Urbano della Mobilità Sostenibile

di Mobilita Palermo

A fine Maggio era uscito, su una testata locale, un articolo titolato: Il Ministero delle Infrastrutture boccia il Pums, a rischio i finanziamenti per Palermo. Non si era fatta attendere la replica dell’assessore alla mobilità Giusto Catania: Quante bugie sul PUMS!!! Nessuna bocciatura da parte del Ministero, come qualcuno tenta di raccontare in queste ore. Evidentemente si confondono i propri desideri con la realtà dei fatti. La giunta comunale ha integrato, qualche giorno fa, il PUMS con il piano di monitoraggio e i relativi indicatori; il quadro conoscitivo del Trasporto pubblico ed ha avviato la fase partecipativa del monitoraggio, mettendo sul sito istituzionale un questionario di consultazione. Riportiamo il comunicato stampa del Comune di Palermo che rimuove ogni dubbio sul PUMS e sul superamento della soglia minima Il Ministero dell’Infrastrutture e Trasporti ha trasmesso la seconda valutazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) della città di Palermo. Il monitoraggio sancisce che la pianificazione della città di Palermo ha già superato la soglia della conformità minima, attestandosi al 2,47% e superando l'asticella in ben 5/6 degli criteri che contribuiscono al raggiungimento del risultato finale. Per il sindaco Leoluca Orlando, "Si conferma che il lavoro svolto dalla Giunta e dagli Uffici è stato corretto, così come si conferma che molte polemiche dei mesi scorsi erano del tutto infondate e strumentali. Prosegue il nostro lavoro per dotare Palermo di strumenti di programmazione moderni ed efficaci perché la città possa essere più sostenibile, a partire proprio dal mobilità che ha un così grande rilievo sulla vivibilità". Mentre l'assessore alla Mobilità, Giusto Catania, sottolinea che l'approvazione del Piano "È un riconoscimento al lavoro fatto dai tecnici dell’amministrazione comunale ed inoltre vengono sconfessati tutti i profeti di sventura che avevano scommesso sul fallimento del PUMS, con la consequenziale perdita dei finanziamenti pubblici per le infrastrutture sulla mobilità. Gli uffici della mobilità urbana continueranno ad aggiornare i dati con l’obiettivo di intervenire sulle aree del PUMS che potrebbero ancora essere soggette a miglioramenti. Il Pums è un piano strategico per la città e contribuirà al raggiungimento di obiettivi fondamentali per migliorare la mobilità urbana e della qualità dell’aria.” Manca, adesso, l’ultimo passaggio: la Valutazione Strategica Ambientale (VAS), calendarizzata per la prossima in Commissione regionale, e il PUMS sarà inviato al Consiglio comunale per la sua approvazione definitiva, nel pieno rispetto dei tempi previsti dal Decreto Ministeriale. Si allega la comunicazione del Ministero

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
09 nov 2020

Viabilità | Cambia la mobilità in zona piazza Sturzo, via Roma, via Amari

di Fabio Nicolosi

Il Servizio Mobilità Urbana del Comune, con ordinanza di oggi ha emanato un provvedimento temporaneo, da integrare e modificare a seguito della chiusura del cantiere del collettore fognario attualmente in corso in via Roma, che prevede la regolamentazione della circolazione veicolare nell’anello compreso tra via Dante, parte bassa, via Turati, piazza Luigi Sturzo, via Roma, via E. Amari, via R. Wagner, via P.pe di Granatelli, via Roma e viceversa. Obiettivo finale del provvedimento, una volta che sarà liberata l'asse di via Roma, è quello di consentire il doppio senso di circolazione lungo la stessa, da piazza Sturzo a Piazza Giulio Cesare e, quindi, verificare la fattibilità tecnica per sperimentare nuovi percorsi pedonali in via Amari e via Ruggero Settimo dopo l'eliminazione dei relativi cantieri per l'anello ferroviario. Il provvedimento di oggi, nello specifico prevede in via temporanea: - VIA DANTE: ripristino della corsia riservata contromano tra via Principe di Villafranca e via Niccolò Garzilli. - VIA DANTE (tratto compreso tra via N. Garzilli e piazza Castelnuovo): istituzione del doppio senso di marcia con obbligo dritto all'incrocio con via XX Settembre per i veicoli in direzione mare. - PIAZZA CASTELNUOVO (tratto compreso tra via Dante e via della Libertà): istituzione del doppio senso di marcia con obbligo dritto all'incrocio con via della Libertà, carreggiata centrale e laterale di di mare, per i veicoli in direzione mare. - PIAZZA R. SETTIMO (carreggiata in asse con via Dante, tratto compreso tra via della Libertà e via Gaetano Daita): istituzione del doppio senso di marcia. - VIA TURATI (tratto compreso tra via G. Daita e via Isidoro La Lumia): istituzione del doppio senso di marcia con obbligo dritto e destra all'incrocio con via Isidoro La Lumia per i veicoli in direzione mare. - VIA D. SCINA’ (tratto compreso tra via Isidoro La Lumia e piazza Luigi Sturzo): istituzione del doppio senso di marcia con obbligo a destra allo sbocco con piazza Don Sturzo per i veicoli in direzione mare ed obbligo destra – diritto all’ incrocio con via P. Valdo Panascia, per i veicoli provenienti da piazza Luigi Sturzo. - VIA P. VALDO PANASCIA: allo sbocco su via Domenico Scinà obbligo di svolta a destra in direzione piazza Luigi Sturzo, dando la precedenza. - PIAZZA LUIGI STURZO: istituzione di rotatoria regolamentata con circolazione antioraria e isola di traffico. I veicoli che la percorrono avranno la precedenza su quelli ad essa convergenti. Istituzione del divieto di sosta con rimozione 0-24 sul lato sinistro di tutto l'anello, ad eccezione della parte di monte riservata ai motocicli. - VIA ROMA (tratto compreso tra piazza Luigi Sturzo e via E. Amari): istituzione del doppio senso di marcia con obbligo di svolta a destra all'incrocio con via E. Amari (misura temporanea sino alla riapertura di via Roma); - VIA E. AMARI (tratto compreso tra via Roma e via Riccardo Wagner): istituzione del senso unico di marcia in direzione monte.

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
06 nov 2020

A breve Palermo sarà invasa da 3.600 monopattini in sharing

di Fabio Nicolosi

Si è conclusa da parte della commissione tecnica la valutazione per l'ammissibilità delle manifestazioni di interesse pervenute e relative allo svolgimento dei servizi di noleggio sharing di monopattini a propulsione prevalentemente elettrica. Nove, su dieci, sono state le istanze accolte e ognuna di esse garantirà circa 400 monopattini a testa. Il successivo passaggio adesso è l'invio dell'elenco degli ammessi al Servizio Contratti per la verifica dei requisiti e successivamente saranno definite le modalità di attivazione del servizio in città. Il totale dei mezzi che potranno essere offerti sulla piazza di Palermo è di 6.000. "La risposta convinta e numerosa degli operatori - ha detto il sindaco Leoluca Orlando - conferma come Palermo sia percepita giustamente come una città sempre più attenta e aperta alla micromobilità sostenibile. Ulteriore conferma del fatto che anche in materia di mobilità, la cultura di tanti palermitani sta radicalmente cambiando". Per l'assessore Giusto Catania "presto sarà attivo un servizio importante per la città; un'alternativa credibile all’uso dell’automobile che avrà un impatto positivo importante sulla riduzione delle emissioni inquinanti"

Leggi tutto    Commenti 12
Articolo
05 nov 2020

Decoro urbano | Nuovi interventi in via Porto Salvo alla Cala

di Fabio Nicolosi

Dopo quelli già effettuati in piazza Giulio Cesare e via Principe di Granatelli, dipendenti del Coime e dell’Area al Verde hanno ultimato nuovi interventi di decoro e riqualificazione della zona di via Porto Salvo, alla Cala, in prossimità del varco di ingresso alla ZTL. Nel dettaglio, è stato realizzato un prato in erba nelle aiuole spartitraffico, sistemata la segnaletica e la fontana ubicata all'angolo della chiesa di Santa Maria di Porto Salvo. "Una collaborazione efficace e costruttiva tra i rami della Amministrazione - sottolineano il vicesindaco ed assessore al Decoro Urbano, Fabio Giambrone e l'assessore al Verde, Sergio Marino - che attivano interventi di recupero di aree comunali rendendole gradevoli e fruibili ".

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
05 nov 2020

AMG ENERGIA | via Castelforte-viale dell’Olimpo: riattivata cabina e oltre 150 punti luce

di Fabio Nicolosi

Un intervento di manutenzione urgente sulla cabina di pubblica illuminazione e oltre 150 punti luce riaccesi nella zona compresa fra via Castelforte e viale dell’Olimpo. Intanto, si è concluso il primo step di un’attività mirata su viale Regione Siciliana: oltre quaranta punti riaccesi tra interventi specifici di riparazione, sostituzione di armature guaste o ricollocazione di quelle mancanti. Sono alcune delle lavorazioni in cui, in questi giorni, sono impegnati gli operatori di AMG Energia Spa. Tornano in funzione la cabina di pubblica illuminazione e oltre 150 punti luce nella zona di via Castelforte e di viale dell’Olimpo, tra Mondello e lo Zen2. Un grave guasto ad un dispositivo ha spento, per un giorno, la cabina denominata “Olimpo”. E’ stato avviato un intervento di manutenzione urgente, che ha reso necessaria la sostituzione delle unità regolatrici che alimentano i punti luce. Intervento concluso con esito positivo e la riattivazione di oltre 150 punti luce. Ultimato anche il primo step dell’intervento di manutenzione ordinaria ad ampio raggio che AMG Energia sta eseguendo lungo viale Regione Siciliana nel tratto compreso fra lo svincolo di via Pitrè e quello di via Belgio. L’intervento è già stato completato nella corsia lato mare e adesso verrà avviato in quella lato monte. “Sono attività di riparazione che vanno necessariamente eseguite di giorno e che hanno richiesto un’apposita programmazione in considerazione delle difficoltà di esecuzione, per gli elevati flussi di traffico che caratterizzano la strada – spiega il presidente di AMG Energia, Mario Butera - Proprio per questa ragione si stanno svolgendo con il supporto della polizia municipale, che ringrazio per la collaborazione. Si tratta di attività di routine, che vengono programmate e ripetute con cadenza ciclica, importanti per una strada ad elevata percorrenza come viale Regione Siciliana”. Intanto altri interventi di riparazione sono in corso in varie zone della città. Operatori di AMG Energia al lavoro per la riaccensione di circa 160 punti luce nella zona compresa tra via Acireale, via Modica, via Assoro, a Borgo Nuovo, per un guasto ingente su entrambi i circuiti che alimentano gli impianti di illuminazione. Interventi in corso anche nella zona di via Perpignano per la riparazione di un circuito e la riaccensione di circa 80 punti luce, nella zona di via Palmerino-via Maria Santissima Mediatrice e per la riparazione di guasti circoscritti tra via degli Emiri e via Giarrusso, alla Zisa, e in via Rosina Muzio Salvo nella zona di Borgo Vecchio.

Leggi tutto    Commenti 5