Articolo
04 nov 2020

Via Granatelli | Verso ultimazione dei lavori con installazioni artistiche e murales

di Fabio Nicolosi

Sono in fase di ultimazione i lavori di sistemazione dell'area pedonale di via Principe di Granatelli e via Salvatore Vigo da parte delle maestranze del Coime. I lavori che si erano interrotti a causa del lockdown si svolgono in raccordo con la Sovrintendenza ai Beni Culturali. A completamento di questi lavori, di concerto con i commercianti e i residenti di questa zona, l’area pedonale sarà abbellita con alcuni murales e alcune installazioni artistiche, anche queste concordate con la Sovrintendenza e, infine, si procederà al posizionamento di alcuni elementi di arredo e verde. “Si tratta – ha detto il vice sindaco Fabio Giambrone – di importanti interventi di decoro che renderanno più piacevole e fruibile la zona grazie anche alla collaborazione dei cittadini che vi abitano e lavorano. Un particolare ringraziamento va naturalmente agli artisti che contribuiranno con le loro opere a rendere più bella l’area". Per l'assessore Mario Zito, si tratta di "un altro piccolo ma significativo momento per unire la creatività con la rigenerazione di spazi urbani, costruendo un percorso virtuoso che unisce l'istituzione con il mondo dei dei nostri artisti." Le opere saranno realizzate da Davide Puma, Felix Feltrin, Roy Lichtenstein, Davide Pescanowskip. Enrico Ceccotto, Camilla Ancilotto e Pao, quest'ultimo realizzatore di alcuni dissuasori che verranno installati in via Granatelli.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
03 nov 2020

NUOVE LINEE TRAM | La gara per la verifica del progetto definitivo e del Progetto Esecutivo per la realizzazione delle nuove Linee Tranviarie della Città di Palermo -Tratte A, B, C è da ripetere

di Fabio Nicolosi

Il Progetto definitivo ed Esecutivo per la realizzazione delle nuove Linee Tranviarie della Città di Palermo -Tratte A, B, C subisce il primo stop forzato. La determinazione dirigenziale n.8990 del 25 settembre 2020 dichiara, la procedura per la Verifica del Progetto Definitivo e del Progetto Esecutivo per la realizzazione delle nuove Linee Tranviarie della Città di Palermo -Tratte A, B, C deserta per mancanza di offerte valide. Ripercorriamo velocemente le tappe: con Determinazione Dirigenziale n. 26 del 23/05/2017 dell’Area Tecnica della Riqualificazione Urbana e delle Infrastrutture è stato approvato il Bando di Concorso Internazionale di progettazione del Sistema Tram Palermo – Fase II Progetto Generale e progetto 1°Stralcio; con Determinazione Dirigenziale n. 18 del 23/05/2018 di questo Servizio sono stati approvati i verbali di gara della commissione giudicatrice e proclamato il vincitore del concorso internazionale di progettazione in argomento, identificato, nel costituendo Raggruppamento Temporaneo di Professionisti costituito da Ing. Cassata Ruggero (capogruppo), n.q. di legale rappresentante della società RGM S.r.l.; Ing. Bonadies Dino (mandante) n.q. di legale rappresentante della società Rpa S.r.l.; Ing. Scotti Alberto (mandante) n.q. di legale rappresentante della società Technital S.p.A.; Ing. Cassata Giovanni (mandante), libero professionista; con Determinazione Dirigenziale n. 28 dell’11.07.2018 di questo Servizio è stato approvato lo schema di contratto e il disciplinare prestazionale per l’affidamento dei servizi di progettazione del bando di concorso internazionale di progettazione in due fasi per la progettazione del “Sistema Tram Palermo – Fase II progetto Generale” e “– Progetto I° stralcio”, così come modificati per effetto della negoziazione; con atto Rep. 20 del 17/07/2018 e successivo atto aggiuntivo Rep. n. 44 del 18/12/2018, regolarmente registrati, è stato affidato al predetto Raggruppamento Temporaneo di Professionisti, il servizio di ingegneria e architettura relativo alla progettazione del “Sistema tram Palermo – Fase II progetto Generale” e “ Progetto I° stralcio” – Progettazione di Fattibilità Tecnica ed economica e prime indicazioni e prescrizioni per la stesura dei piani di sicurezza, limitatamente a: − linea “A”, linea “B”, linea “C”; con nota prot.115/2018 è stato consegnato dal suddetto R.T.P.S. la progettazione dello Studio di fattibilità tecnico-amministrativo nei tempi assegnati, avviandosi quindi la progettazione definitiva dell’intervento; con determinazione dirigenziale dell’Area Polizia Municipale - Servizio Trasporto Pubblico di Massa e Piano Urbano del Traffico - n. 8481 del 09.07.2019, integrata con determinazione dirigenziale n.12023 del 18.10.2019, è stata indetta, ai sensi dell’art.60 del D. Lgs. 50/2016 e ss.mm. ii, procedura aperta per l’affidamento del servizio di Verifica, ai sensi dell’art. 26 del d.lgs.50/16 e ss.mm.ii., del Progetto Definitivo e del Progetto Esecutivo per la realizzazione delle nuove Linee Tramviarie della Città di Palermo – Tratte A, B, C, per l’importo a base d’asta di € 977.690,06 comprensivo di spese ed oneri accessori ed al netto di IVA ed oneri previdenziali, approvando il bando e disciplinare di gara, unitamente ai relativi allegati; con nota n.712049 del 14.07.2020 il Servizio Contratti, su mandato della Commissione di gara, ha trasmesso al RUP n. 17 verbali di gara, di seguito indicati, per gli adempimenti di cui all’art. 29 del D. Lgs. n. 50/2016, i verbali di gara; - n. 1 del 11.02.2020; - n. 2 del 18.02.2020; - n. 3 del 06.03.2020; - n. 4 del 11.05.2020; - n. 5 del 13.05.2020; - n. 6 del 14.05.2020; - n. 7 del 19.05.2020; - n. 8 del 20.05.2020; - n. 9 del 25.05.2020; - n. 10 del 27.05.2020; - n. 11 del 04.06.2020; - n. 12 del 15.06.2020; - n. 13 del 16.06.2020; - n. 14 del 23.06.2020; - n. 15 del 25.06.2020; - n. 16 del 30.06.2020; - n. 17 del 09.07.2020; con nota prot.n.795915 del 03.09.2020 il RUP, riscontrando la superiore nota del Servizio Contratti ha richiesto alla Commissione di gara, ai sensi del punto 23 del disciplinare di gara, di formulare la propria proposta in ordine all’esito della procedura in argomento, non chiaramente esplicitata negli atti sopra richiamati; con e.mail del 15.09.2020 il Presidente di gara ha trasmesso al RUP il verbale di gara n. 18 del 15.09.2020, con il quale la Commissione di gara ha dichiarato che nessun concorrente è in possesso di tutti i requisiti di partecipazione richiesti dal disciplinare di gara, proponendo l’adozione del provvedimento di esclusione di tutti i concorrenti alla procedura di gara; Una brutta battuta d'arresto. Adesso bisognerà ripubblicare la gara sperando di trovare qualche offerta valida. Un ritardo sulla tabella di marcia prevista dal comune di Palermo che prevedeva l'inizio dei lavori per fine 2021. Adesso i lavori, sperando in ulteriore intoppi, potranno iniziare non prima del 2022

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
02 nov 2020

Passante Ferroviario | Dopo 6 anni torna fruibile piazzale Ambrosini (piazzale Francia)

di Fabio Nicolosi

A distanza di sei anni dalla sua chiusura, il piazzale torna ad essere fruibile a tutti. La grossa area è stata per anni utilizzata come campo base del cantiere del passante ferroviario. Adesso, con i lavori quasi terminati, l'area è stata restituita alla collettività. Non abbiamo letto alcuna ordinanza e non sappiamo se ne sarà prevista alcuna, ma l'accesso all'area è libero quindi a nostro avviso è utilizzabile da tutti MA Si questo ma così importante è necessario, ci sono due punti che non possiamo far a meno di notare. Il primo è sicuramente l'asfalto: dopo anni di lavoro si è pensato di restituire il piazzale asfaltando solo le aree danneggiate dal cantiere e non l'intero piazzale. Le solite cose a metà. Il secondo riguarda il distributore di metano: ne parliamo da anni, ma non si è mosso nulla. Che fine farà? Nessuno lo sa! È lí a usurarsi ancora prima di entrare in esercizio. Non ci resta che lasciarvi alle foto di EmaPa88 che ringraziamo

Leggi tutto    Commenti 12
Articolo
31 ott 2020

Porto di Palermo | Inaugurato il terminal aliscafi

di Fabio Nicolosi

Un nuovo terminal aliscafi per le isole Eolie e Ustica, la nuova veste della banchina Sammuzzo, il parcheggio a servizio di Capitaneria e Dogana, il mooring dolphin in testata del Molo Vittorio Veneto. E ancora: la posa della prima pietra per la totale riqualificazione del Molo Trapezoidale e la ratifica dell’importante accordo sindacale che ha permesso alle imprese, in un momento tanto delicato, di assumere circa 200 persone, visti i risultati conseguiti. Ad annunciare le novità nel porto di Palermo è il presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, Pasqualino Monti che oggi ha incontrato la stampa. Il nuovo terminal aliscafi è stato realizzato all’estremità del Molo Sammuzzo "per rispondere alle crescenti esigenze del traffico aliscafi da e verso Ustica e le principali isole Eolie, e per offrire accoglienza e servizi al milione di passeggeri in partenza o in transito, sia nei periodi estivi che in quelli invernali". Dispone di locali climatizzati per la biglietteria e l’attesa, e poi bar e servizi, oltre a uno spazio all’aperto dotato di tavolini e sedie. L’edificio si colloca lungo il muro divisorio che separa la banchina Sammuzzo dalla restante parte del Molo trapezoidale, luogo che rappresenta un tassello importante del processo di recupero alla fruizione pubblica del waterfront urbano. Inoltre, tutta la banchina Sammuzzo, lunga 350 metri, è stata interessata da una massiccia opera di consolidamento, che la rende finalmente fruibile alle navi da crociera di ultima generazione, e da una significativa campagna di demolizioni che ne ha modificato l’assetto funzionale e percettivo: sono state eliminate le gru, poste in estremità di banchina, così come le rotaie, ormai in disuso. Al loro posto, tanto verde e un terminal diffuso ad accogliere oltre un milione e mezzo di passeggeri crocieristi che la concessione firmata lo scorso dicembre con due tra le più importanti compagnie di crociera al mondo, Costa e MSC, garantirà. Per il consolidamento e il restyling funzionale della banchina Sammuzzo, l’escavo dei fondali del bacino Crispi 3 e il connesso consolidamento della diga foranea, il mooring dolphin - prolungamento della banchina per ospitare navi XL di ultima generazione - in testata del molo Vittorio Veneto e il nuovo terminal aliscafi sono stati spesi circa 51, milioni di euro, finanziati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti anche attraverso i fondi europei. Nel processo, ormai in atto, di riqualificazione del fronte a mare portuale-urbano, l’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale ha stabilito di procedere con un’opera di complessiva riqualificazione dell’area del Molo trapezoidale. Quest’area subirà, coerentemente con il Piano regolatore portuale, significative modifiche volte al miglioramento dell’offerta di servizi per i crocieristi e per la collettività. Il progetto servirà a dare continuità alla passeggiata sulla Cala, estendendola sino alla parte terminale del molo Trapezoidale e al Parco archeologico che così si candita a diventare sito Unesco, inserito nel “Percorso Arabo-Normanno”, già parte della Heritage List; a liberare le aree del Castello a Mare e valorizzare il sito; a generare spazi per l’ozio urbano e il business legato anche al made in Sicily e, quindi, al prodotto enogastronomico siciliano con tutte le sue eccellenze. Accanto al Parco archeologico del Castello a Mare, di cui gli scavi hanno rintracciato il perimetro, verranno realizzati una passeggiata, una piazza, un lago urbano, 9 edifici con varie destinazioni, tra cui un auditorium e un anfiteatro panoramico da 200 posti, parcheggi. Qualche numero: 26 mila mq l’area di intervento, 8000 mq occupati dal laghetto urbano, 25,5 milioni di investimento, un anno e mezzo di lavori. Uno storico tratto della costa cittadina, che da sempre rappresenta un luogo di interazione tra la città e il porto, viene in tal modo sottratto al degrado e “popolato” di funzioni e di usi a carattere urbano. Il Molo trapezoidale cambierà faccia, diventerà una marina bay, una sorta di Barcelloneta di grande fascino e dalla forte identità, perché sarà moderna ma ingloberà il passato, quel Castello a Mare posto a presidio della città antica. Qui verrà dato il benvenuto ai passeggeri crocieristi, ai passeggeri per le isole e ai diportisti che raggiungeranno le nostre coste a bordo di grandi yacht o di altre imbarcazioni; qui verrà accolta la popolazione locale: oltre tre milioni e mezzo di persone all’anno che potranno usufruire di una grande area commerciale e storica al tempo stesso, cerniera tra la nuova zona crociere e il centro storico, offrendo non solo servizi al turismo, alla nautica da diporto, al tempo libero e al commercio, ma anche alcuni servizi culturali in grado di innalzare il rango dell'area portuale con conseguente generazione di valore. Qualche numero: 26 mila mq l’area di intervento, 8000 mq occupati da un laghetto urbano, 9 edifici, tra cui un auditorium e un anfiteatro panoramico da 200 posti, 25,5 milioni di investimento, un anno e mezzo di lavori. Tra progetti ancora in corso e altri ultimati, l’AdSP ha impegnato e speso un importo di 296,8 milioni di euro. Nel porto di Palermo le somme sono state destinate ai lavori (attualmente al 70%, termine gennaio 2021) di escavo dei fondali del bacino Crispi 3 e il connesso consolidamento della diga foranea per un valore del progetto di 39 milioni e 300 mila euro; al bacino di carenaggio (39 milioni), al bacino da 150 mila TPL (81 milioni), alla riqualificazione del Molo Trapezoidale (25,5 milioni); alla ristrutturazione dell’esistente Stazione Marittima (18 milioni) i cui lavori termineranno il prossimo giugno. Nel porto di Termini Imerese le opere destinatarie delle somme sono: il completamento del molo foraneo di sottoflutto (20 milioni) e di sopraflutto (19 milioni); i lavori di dragaggio (35 milioni) e quelli di consolidamento della diga foranea (20 milioni). “Il nostro è un progetto circolare straordinario – spiega Monti - perché, consolidate o costruite le infrastrutture a vantaggio delle navi da crociera, siamo pronti a ospitare navi di ogni dimensione e, inoltre, all’industria crocieristica possiamo affiancare l’industria pesante, il bacino industriale per la costruzione delle imbarcazioni. Ecco allora prendere corpo un asset industriale completo, unito a un corollario di servizi e di bellezza della città che fa il resto. Nel progetto Sicilia occidentale si integrano perfettamente alcune delle funzioni principali che lo Stato demanda alle AdSP, alcune delle quali andrebbero potenziate per ottenere risultati migliori. Mi piace parlare di un metodo preciso che ci ha portato a ottenere evidenti risultati. A Palermo siamo partiti dalla separazione dei flussi (traffico merci dal traffico passeggeri), dalle opere di grande infrastrutturazione (dragaggi, allungamento e consolidamento delle banchine, dolphin), dal consolidamento delle grandi infrastrutture, dalla riqualificazione e realizzazione di strutture ricettive adeguate al mercato (stazione marittima, terminal aliscafi). A questi interventi si è agganciata la promozione degli scali, ossia la necessità di promuovere sul mercato il prodotto realizzato. Che significa mettere i nuovi asset, ammodernati, a reddito, incrementando così il livello di ricavi della nostra Autorità". "E lo abbiamo fatto attraverso l’elemento regolatorio, quello della concessione demaniale. Nel caso delle crociere, com’è noto, è stata bandita una gara per la concessione, aggiudicata nel dicembre dello scorso anno, da due tra le più importanti compagnie di crociere al mondo, Costa e MSC - alle quali potrebbe aggiungersene una terza di pari importanza, Royal Caribbean - impegnate in pochi anni a portare oltre un milione e mezzo di passeggeri crocieristi nei nostri porti. Fondamentali, per far questo, i fondi messi a disposizione dal MIT, di fronte a progetti immediatamente cantierabili”. Non solo infrastrutture: “A conferma che per me ben fatto è sempre meglio che ben detto, ci fa enorme piacere dare un’altra notizia che riguarda l’occupazione”, riprende Monti. “Due project PPP (Partenariato pubblico/privato) - uno per l’efficientamento energetico e l’altro per i servizi in ambito portuale - e l’incremento di traffico ro/ro (+18,8) hanno consentito di chiudere un accordo sindacale che ha portato la Compagnia dei lavoratori portuali e le imprese portuali a stabilizzare 99 portuali a tempo indeterminato e ad assumere 95 interinali sempre a tempo indeterminato. Un risultato concreto che, nonostante il momento di grande incertezza che attraversiamo, sottolinea le potenzialità del porto nel progettare e realizzare il futuro in cui desideriamo vivere”.

Leggi tutto    Commenti 26
Articolo
30 ott 2020

Anello Ferroviario | Completato il solettone in area 6.2a, tra la via Wagner e la Via Roma

di Fabio Nicolosi

La D'Agostino Costruzioni ha completato in breve tempo il solettone in area 6.2a. Adesso occorrerà riempire lo scavo, ripristinare i sottoservizi e stendere lo strato bituminoso che permetterà di riaprire la strada. Il tratto compreso tra via Wagner e Via Roma era stato chiuso i primi giorni di maggio. Non sappiamo ancora se il tratto ultimati questi lavori sarà parzialmente riaperto o si aspetterà la fine dei lavori in area 6.2b cioè il tratto tra via La Lumia e via Wagner. Ringraziamo Pietro A. e Huge Palermo per le foto: A tutti gli utenti che spesso accusano che i lavori sono lenti o che si sta distruggendo la città vogliamo farvi notare la foto di appena un mese fa, il 30/09/2020: In un solo mese sono state ultimate le palificazioni, si è provveduto a rimuovere la terra fino allo strato di posa del solettone, realizzato il solettone.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
29 ott 2020

Passante Ferroviario | Abbattuta l’ultima palazzina di Vicolo Bernava

di Fabio Nicolosi

Con l'abbattimento dell'ultimo edificio si è concluso il lavoro di demolizione iniziato il 29 luglio. Come in occasione dell'apertura del cantiere, a dare il giusto risalto ad un importante passo verso il raddoppio del binario fra Orleans e Notarbartolo, sono intervenuti l'Assessore Regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità On.le Marco Falcone e il Sindaco di Palermo Prof. Leoluca Orlando. L'ing. Filippo Palazzo, responsabile degli investimenti RFI nel nodo di Palermo e Preside della Sezione CIFI siciliana ha sinteticamente illustrato le successive fasi necessarie al completamento dell'opera. Si aspetta la pubblicazione della gara di appalto per la prosecuzione dei lavori. La dichiarazione dell'assessore Marco Falcone: Le palazzine di Vicolo Bernava sono già un ricordo. Ora avanti con il Passante di Palermo. Anche questo era un cantiere fantasma. Con il Governo Musumeci, in sinergia con Rfi e gli altri attori, sono partite le demolizioni attese da otto anni, necessarie per completare la galleria ferroviaria sottostante. Al lavoro per un’opera di rilancio infrastrutturale e risanamento urbano per la città. Il sindaco Leoluca Orlando ha voluto sottolineare come la demolizione dell'ultimo edificio di vicolo Bernava che bloccava il completamento del passante ferroviario - cui ha presenziato in mattinata - e le iniziative in tema di mobilità, illustrate nel pomeriggio, danno il senso di un intervento "che non è episodico ma che sta dentro un quadro complessivo".

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
28 ott 2020

Mobilità | Sospensione ztl notturna, incremento bus in circolazione e nuovo operatore Car-Sharing

di Mobilita Palermo

Palermo - Si è svolta oggi pomeriggio una videoconferenza nel corso della quale il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore alla Mobilità Giusto Catania ed il presidente dell’Amat, Michele Cimino hanno illustrato gli interventi messi a punto  in tema di mobilità dall'amministrazione comunale e dall'azienda di via Roccazzo, definita dal sindaco “partner essenziale e strategico”. In apertura, il sindaco ha voluto sottolineare come la demolizione dell'ultimo edificio di vicolo Bernava che bloccava il completamento del passante ferroviario - cui ha presenziato in mattinata - e le iniziative in tema di mobilità, illustrate nel pomeriggio, danno il senso di un intervento "che non è episodico ma che sta dentro un quadro complessivo". Nel dettaglio, è stata disposta la sospensione della ZTL notturna a partire già dal prossimo venerdì sera in ragione dell'attuale emergenza pandemica. Questo "svincolerà" ulteriori 17 autobus che potranno essere utilizzati di giorno. Si dà mandato al Dirigente del Servizio Mobilità Urbana di procedere all'emissione dell'ordinanza di sospensione entro venerdì mattina, così da rendere operativa la misura già il prossimo venerdì sera”. Le telecamere rimarranno attive, per ragioni di sicurezza e controllo del territorio. L'occhio elettronico non registrerà, la sera, i veicoli in ingresso e in uscita dalla zona ZTL, che rimarrà regolarmente attiva nei giorni e nelle ore diurne precedentemente stabiliti.Nessuna sospensione delle “zone blu”. Nel corso dell'incontro è stata anche annunciata l'ormai imminente assunzione, a tempo determinato, di cento nuovi autisti di autobus e di 41 meccanici per aumentare la frequenza delle corse e, contestualmente ridurre le presenze sui veicoli, al fine di rispettare la stringente normativa di contrasto al contagio da covid-19.  I primi quaranta autisti dovrebbero prendere servizio nel giro di dieci giorni circa. Al via, presumibilmente all'inizio del prossimo anno, le procedure per le assunzioni a tempo indeterminato, affidate  ad una agenzia interinale, con l'obiettivo di ringiovanire l'organico dell'azienda, il cui ultimo concorso per autisti risale al 1990. Sarà aperto ai privati il car sharing, che finora gestisce soltanto l'Amat. La Giunta, infatti, ha deciso di aprire al mercato per offrire altre possibilità di utilizzo delle automobili condivise. E’ ancora aperto il bando per le colonnine di ricarica elettrica, mentre martedì sarà chiusa la procedura di affidamento del monopattino sharing. 

Leggi tutto    Commenti 1