Articolo
15 feb 2020

A19 Palermo – Catania | Da lunedì 17 febbraio, intervento programmato sul giunto del viadotto Fiumetorto

di Fabio Nicolosi

Chiusura della carreggiata in direzione Catania e doppio senso di circolazione sulla carreggiata in direzione Palermo, dal km 33,200 al km 34,000, tra gli svincoli di Termini Imerese e Agglomerato Industriale L’intervento avrà una durata di tre settimane A partire da lunedì 17 febbraio saranno avviati i lavori di ripristino dei giunti di dilatazione e delle testate delle solette del viadotto Fiumetorto, al km 33,350 dell’autostrada A19 “Palermo-Catania”, in direzione Catania. Per consentire l’esecuzione dell’intervento, sarà necessario procedere alla chiusura al traffico della carreggiata in direzione Catania dal km 33,200 al km 34,000, con deviazione del traffico nei due sensi di marcia sulla carreggiata in direzione Palermo. I lavori avranno una durata di tre settimane e si concluderanno venerdì 6 marzo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 feb 2020

Treno Punta Raisi-Cefalù: difficile ad Aprile. Ecco perché

di Antony Passalacqua

Come è già noto, la Regione sta lavorando da tempo  per attuare la velocizzazione dei collegamenti ferroviari tra Cefalù-Termini Imerese e l'aeroporto Punta Raisi.  Ciò sarà reso possibile grazie alla bretella realizzata durante i lavori del Passante Ferroviario a Palermo, e che serve la fermata “Maredolce”, evitando ai convogli di fermarsi a Palermo  C.le. Hanno destato però non poche perplessità le recenti dichiarazioni dell'Assessore alle Infrastrutture M. Falcone circa l'attuazione di questo collegamento veloce già a partire dal 2 Aprile. Tecnicamente molto improbabile e vi illustriamo il perché. Anzitutto l'attuazione dei nuovi orari avviene con cadenza semestrale, Giugno e Dicembre, e modificare tale orario "in corsa" creerebbe non pochi problemi. Altra questione rilevante, che evidenzia anche il Comitato Pendolari Sicilia, è che ad oggi non si conoscono le fermate che effettuerà questo nuovo collegamento; non si conosce il numero di convogli perché è chiaro che non potrà esserci UN SOLO treno giornaliero ma un servizio cadenzato. Infine non si conosce neppure la copertura finanziaria. In sostanza NON C'E' NULLA DI UFFICIALE, se non dichiarazioni che vanno a scontrarsi anche con le perplessità sorte all'interno degli uffici dell'Assessorato stesso. Il collegamento senza alcun dubbio si farà, ma preferiamo essere più realistici senza troppi e facili entusiasmi. Ecco perché Giugno è molto più realistico.

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
12 dic 2019

Passante Ferroviario | Si lavora a collegamento diretto fra Cefalù e Punta Raisi

di Antony Passalacqua

Palermo - Riportiamo alcune interessanti dichiarazioni relative al possibile miglioramento dell’offerta commerciale sui treni regionali nell’hinterland Palermitano. A margine dell’incontro prodottosi per discutere della istituzione delle ferrovie turistiche il giorno 11 dicembre tra gli amici della Associazione Sicilia in Treno e l'Assessore ai Trasporti della Regione Sicilia, On. Marco Falcone, presso la sede dell'Assessorato Regionale Infrastrutture e Mobilità , l’Ass. Falcone, illustrando nel corso della conversazione diverse azioni (in termini infrastrutturali, tariffari e di rimodulazione razionale dell’offerta) legate a determinate criticità del trasporto regionale su ferro. Fra le azioni prossime a diventare operative, ha evidenziato, con soddisfazione, che si sta produttivamente lavorando per ottenere una velocizzazione dei collegamenti ferroviari tra Cefalù-Termini Imerese e Punta Raisi. Sicilia in Treno, approfondendo quindi l’argomento, ha domandato se si intendesse sfruttare l'itinerario diretto tra queste importanti città e l’aeroporto di Palermo, grazie alla bretella realizzata durante i lavori del Passante del capoluogo isolano e che serve la fermata “Maredolce”, bypassando così Palermo C.le con una riduzione sensibile dei tempi di percorrenza, ottenendo risposta affermativa in tal senso. Rimaniamo pertanto in attesa delle novità che nel breve termine verranno attuate, certi delle potenzialità dell'intera infrastruttura.

Leggi tutto    Commenti 18
Articolo
19 ago 2019

In demolizione il ponte sul fiume San Leonardo

di Fabio Nicolosi

L’azienda Nurovi s.r.l. prosegue a ritmo serrato i lavori sul fiume San Leonardo. E’ stata completata, con i finanziamenti della Regione Siciliana, la seconda fase dei lavori di ricostruzione del collegamento sul Fiume San Leonardo a Termini Imerese. Dopo il posizionamento del Ponte Bailey, infatti, si è proceduto a dismettere la vecchia struttura metallica, in attesa di passare al terzo ultimo step del percorso con la realizzazione della nuova infrastruttura viaria che collegherà la strada statale 113 con il centro del Palermitano. "Si procede a tappe forzate - sottolinea il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, da cui dipende il dipartimento della Protezione civile che sovrintende i lavori - per restituire alla comunità termitana la piena funzionalità di un’arteria stradale di grande importanza. Per contratto, l’intervento dovrà essere completato entro il prossimo mese di gennaio, ma c’è il massimo impegno di tutti, però, affinché l’impresa possa terminare a fine anno". Si tratta di un’opera attesa da anni che verrà realizzata - con 3,7 milioni di euro del Po Fesr 2007/2013 - da un consorzio di imprese capeggiato dalla Rti Nurovi, dalla cooperativa Edilap, su progettazione della Omniservice Engineering. "Con la costruzione del nuovo ponte - spiega Calogero Foti, responsabile della Protezione civile della presidenza della Regione - si avvia la fase di completamento di un progetto infrastrutturale che risale al 2015. La realizzazione del ponte provvisorio è stata necessaria per garantire la continuità dei flussi". Le tappe dei lavori: Il 16 Aprile si sono svolte le prove strutturali del ponte provvisorio che collegherà Termini Imerese a Trabia. Durante le prove strutturali gli operai hanno fatto transitare sul ponte un primo camion dal peso di circa 42 tonnellate, fermandolo al centro della struttura. Dopo pochi minuti, hanno fatto transitare altri quattro camion, posizionandoli rispettivamente due nella parte anteriore e due posteriore del primo camion. In questo modo i cinque camion coprivano totalmente l’area del ponte. Successivamente all'apertura del ponte si é iniziata la demolizione del vecchio ponte. Il 31 Luglio è stato smontato in due sezioni il vecchio ponte che, per il tramite di tre autogru della portata di 250 tonnellate, è stato appoggiato sul letto del fiume.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
21 gen 2019

Passante Ferroviario | Dal 27 Gennaio cambiano gli orari, accolte le richieste dei comitati pendolari

di Fabio Nicolosi

A seguito di una riunione avvenuta presso l'assessorato regionale infrastrutture e mobilità dov'erano presenti i Comitato Pendolari Sicilia, Trenitalia e la Regione Sicilia sono state esposte alcune variazioni d'orario che entreranno in vigore già dal 27 Gennaio. I Punta Raisi - Palermo arriveranno 6 minuti prima a Palermo Centrale, assorbendo parte delle lunghe attese a Orleans e altre stazioni (complice anche l'attivazione del raddoppio tra Orleans e Pa Centrale) I Palermo - Punta Raisi partiranno 3 minuti dopo, quindi al minuto 08 e al minuti 38. I treni per Termini Imerese partiranno al minuto 58 Si sono cosi garantite le coincidenze di molti treni con gli orari del passante, in particolare si è di fatto messo fine all'assurdità dei Termini che partivano al minuto 47, costringendo quindi numerosi pendolari a non riuscire a prendere la coincidenza, costringendo quindi ad attendere il treno successivo. Quindi dal 27 Gennaio il treno del passante ferroviario arriverà al minuto 47 e il treno per Termini partirà al minuto 58, ad esclusione del treno 26498. Notizia che reputiamo ancora più importante è: Entro il 2022 arriveranno 43 treni nuovi, forse addirittura 48. Avremo quindi la flotta completamente nuova.

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
22 nov 2018

Flixbus sbarca a Palermo | Sarà una rivoluzione o un flop?

di Fabio Nicolosi

Dal 3 Dicembre anche in Sicilia e a Palermo sarà operativa FlixBus, la low cost dei viaggi in pullman. Siamo felici di annunciare che dal 15 Novembre 2018 FlixBus arriva in Sicilia, inaugurando collegamenti diretti giornalieri da Agrigento, Catania, Enna e Palermo verso oltre 2.000 destinazioni nazionali ed europee. In particolare, grandi centri come Catania, Enna ed Agrigento potranno beneficiare di collegamenti con oltre 20 città nazionali come Perugia, Siena, Firenze, Pisa, Genova e Roma (collegata sino a due volte al giorno); Palermo invece sarà collegata con Cosenza, Napoli, Urbino, Ancona, Pescara, Genova, ma anche Milano, Torino e Venezia. A beneficiare dell’arrivo di FlixBus nella regione saranno anche i piccoli e medi centri, come Cefalù, Canicattì, Lentini, Milazzo, Modica, Patti, Ragusa, Santo Stefano di Camastra, Termini Imerese, e Taormina che potranno trarre vantaggio da collegamenti diretti con la Calabria, Campania e Abruzzo. Ogni giorno infatti pianifichiamo nuovi collegamenti per rispondere in modo sempre più efficiente alle esigenze di viaggio di chi si sposta in Italia e dall’estero verso l’Italia.Tutto questo si traduce nell’assicurare sempre le migliori fermate e frequenze e nell‘ottimizzare le nostre linee in modo da fornire interconnessioni sempre più comode per ampliare le città raggiungibili e quindi le possibilità di viaggio. Ma sarà una rivoluzione o un flop? Innanzi tutto la politica della low-cost è quella che prima si prenota, più vantaggioso è il prezzo, ma se con gli aerei ancora ancora la cosa può funzionare, il bus è spesso l'ultima spiaggia per chi ha intenzione di spostarsi, soprattutto per viaggi lunghi. Facciamo un esempio reale: Voglio recarmi a Roma da Palermo il 18 Gennaio (preventivi effettuati in data 17/11) Ho messo a confronto volo, aereo, treno Con FlixBus impiegherei dalle 15 alle 21 ore, dipende dalla soluzione che scelgo, con una spesa che varia dai 40 ai 51 euro Con Ryanair impiegherei 1 ora e 15 minuti con prezzi che oscillano tra i 19 e i 34 euro Con Trenitalia impiegherei dalle 11 alle 12 ore con prezzi che variano tra i 33 e i 61 euro Con SaisTrasporti impiegherei 12 ore con una spesa di 34 euro La scelta personale ricadrebbe sicuramente su Ryanair, ma se avessi paura del volo o perdessi la possibilità di acquistare con largo anticipo prenderei Trenitalia che con un prezzo simile mi permette di raggiungere Roma in meno tempo o sceglierei SaisTrasporti. Ecco perchè non ritengo FlixBus l'alternativa che potrebbe fare concorrenza ai vettori locali e nazionali. C'è un però, leggendo la stazione di partenza da Palermo si legge: Palermo (Via Fazello) Il che significa che FlixBus sarà uno dei primi vettori ad usufruire del nuovo terminal bus costruito qualche mese fa proprio a monte della stazione Centrale. Vedremo quindi quando verrà aperto e chi saranno le altre compagnie che lo utilizzeranno

Leggi tutto    Commenti 18
Articolo
02 lug 2018

Interventi di potenziamento tecnologico e infrastrutturale tra altavilla e termini imerese

di Fabio Nicolosi

Rete Ferroviaria Italiana ha programmato sulla linea Palermo – Messina importanti lavori di potenziamento tecnologico e infrastrutturale tra Altavilla e Termini Imerese, da martedì 3 luglio e fino a domenica 9 settembre. I cantieri saranno operativi su entrambi i binari che, a fasi alterne, saranno esclusi dalla circolazione. Saranno realizzati interventi di adeguamento del sistema per la regimentazione delle acque e opere di contenimento, a valle del rilevato ferroviario, per una lunghezza di oltre 350 metri. Si procederà, inoltre, alla bonifica e ristrutturazione dell’intera piattaforma ferroviaria sulla quale si ricostruiranno massicciata, binari e linea elettrica. Il rinnovo dell’infrastruttura consentirà di ottenere un incremento dei livelli di affidabilità della linea e un significativo miglioramento della regolarità del servizio. Per consentire lo svolgimento dei lavori, e ottimizzarne i tempi di esecuzione, sarà modificato il programma di circolazione treni con variazioni dell’offerta di trasporto già inserita e consultabile su tutti i canali informativi e di vendita. In particolare, i treni regionali della relazione Palermo – Termini Imerese faranno capolinea nella stazione di Altavilla. L’intervento rientra nell’ambito del più ampio progetto di potenziamento della rete ferroviaria siciliana, nel corso del 2018, durante il periodo estivo. Investimento complessivo circa 5 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0