Articolo
09 apr 2018

Corso Tukory |Rompi e rattoppa: sprecare tempo e denaro nella “difficile” arte di coordinarsi

di Antony Passalacqua

In questi giorni Corso Tukory è sottoposta ai lavori di rifacimento dell'asfalto a cura della Rap. Lavori che sono iniziati da una decina giorni e che vengono eseguiti durante la notte al fine di limitare i disagi alla circolazione stradale. Il nuovo asfalto è stato posato fino all'altezza di via G. Arcoleo. Manca infatti l'ultimo tratto fino all'Ospedale dei Bambini. Oggi l'amara scoperta, col nuovo asfalto di usura già "bucato" dagli scavi per la posa della fibra ottica. Ci troviamo nel primo tratto di corso Tukory nei pressi del mercato di Ballarò. Una situazione desolante e sconcertante nel vedere denaro pubblico destinato al ripristino di una strada e andare in fumo così. Di chi le responsabilità? Rap che non verifica quali siano i lavori già programmati o viceversa l'azienda incaricata dei lavori per la posa della fibra ottica che ha pianificato o non comunica le strade interessate dai lavori? L'ufficio Traffico che emana le ordinanze, le invia rispettivamente alle aziende che si occupano di lavori in città e alla Polizia Municipale. Ok, le strade oggetto di lavori vengono poi riasfaltate a cura e spese dell'azienda che effettua lavori. Ma coordinamento, questa parola sconosciuta a tanti... Dobbiamo prepararci all'ennesimo scaricabarile col valzer delle responsabilità? In tutta questa confusione, se qualcuno sa parli.    

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
30 mar 2018

FOTO | In ultimazione il “Look” della fermata Palazzo Reale Orleans

di Salvatore Galati

In questo periodo vi stiamo mostrando l'avanzamento dei lavori riguardo il passante ferroviario di Palermo, come potete vedere sono ben celeri. Nel frattempo assistiamo al restyling della fermata Palazzo Reale Orleans. L'azienda che si sta occupando dei lavori di ristrutturazione della fermata, dopo aver concluso quelli in superficie che riguardavano le impermeabilizzazione della struttura sottostante, si è dedicata a ripristinare le uscite di emergenza e i vari locali di servizio. Adesso si è passato alla parte al di sotto della strada, che impegna appunto la fermata vera e propria. I lavori riguardano la sostituzione del contro-soffitto, nuova illuminazione pubblica e aggiornamento degli impianti anti-incendio. È stata sostituita la pavimentazione delle scale e dei mattoni. Infine sono stati imbiancate le pareti. Sono stati installate nuove telecamere e hanno sostituito i vecchi tabelloni informativi, sia quelli che informano appunto l'arrivo del treno sia quelli che segnalano il nome della fermata. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 32
Proposta
20 feb 2017

Proposta per la modifica della viabilità in corso Tukory

di marco1959

Chiunque debba transitare nella zona di Corso Tukory alta, sia a salire che a scendere, sa che molto probabilmente dovrà affrontare un calvario, per il caos traffico causato in principal modo dalla rotatoria situata all'incrocio con via dei Benedettini, che a mio avviso è sbagliata, sia come ubicazione che come forma. Infatti è stata realizzata decentrata e finisce per ostacolare gravemente il flusso veicolare che scorre da Via Ernesto Basile verso la Stazione. In diverse ore del giorno o in occasioni delle frequenti manifestazioni di fronte palazzo d'Orleans, il blocco è totale e ciò comporta, oltre ai disagi per i cittadini, sia automobilisti che utenti del servizio pubblico, gravissime conseguenze nei confronti di chi ha bisogno di recarsi nel vicino pronto soccorso del Civico, che risulta praticamente impossibile da raggiungere anche per le ambulanze a sirene spiegate. A mio parere bisogna intervenire in almeno 3 punti con altrettante rotatorie, nonchè invertire il senso di marcia sul lato ovest di corso Re Ruggero e a questo proposito ho realizzato una mappa che tenta di illustrare la proposta. Lo scopo degli interventi si riassume nei seguenti punti: 1) Fluidificare il traffico in entrata a Palermo da via Basile in corrispondenza del suddetto incrocio, che è molto intenso sopratutto nelle ore mattutine (1° rotatoria); 2) Consentire allo stesso flusso veicolare diretto verso il centro da piazza Indipendenza, di girare direttamente in corso Re Ruggero senza impegnare la rotatoria più in basso (2° rotatoria); 3) Evitare di intasare ulteriormente la già congestionata piazza Indipendenza deviando il flusso veicolare diretto verso via Ernesto Basile su corso Re Ruggero lato ovest, invertendo l'attuale senso di marcia e instradando il traffico in uscita da Palermo su via Brasa e quindi in via Basile, evitando il giro da piazza Indipendenza; 4) Consentire l'inversione di marcia nei due sensi di Via Basile all'altezza di piazza Stazzone (3° rotatoria), il che alleggerirebbe ulteriormente il traffico, che attualmente converge tutto verso la mini rotatoria all'altezza di via dei Benedettini. Un'altra soluzione, aggiuntiva alle precedenti, sarebbe quella di abolire i due distributori di carburante che attualmente restringono ulteriormente le carreggiate di corso Tukory, prima della rotatoria esistente, nonché vietare tassativamente il parcheggio in queste aree nevralgiche. La realizzazione delle 3 rotatorie porta purtroppo al sacrificio di un paio di grossi alberi, e la rimodellazione di alcuni marciapiedi, però la vivibilità e la sicurezza dell'intera area ne gioverebbero parecchio. Che ne pensate?

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
01 feb 2017

Riasfaltatura di Corso Tukory, traffico elevato nelle ore di punta

di Fabio Nicolosi

Sono iniziati Lunedì i lavori di manutenzione delle superfici viarie di Corso Tukory, l'intervento riguarderà una superficie di 12.000 mq di asfalto e l'intervento rientra nel piano di riqualificazione urbana delle circoscrizioni Ovviamente i lavori svolti dalle prime ore del mattina al primo pomeriggio, causano lunghe file di auto e numerosi disagi, ma diciamo che non vi raccontiamo nulla di nuovo. Il nostro consiglio è quindi di utilizzare percorsi alternativi per non sovraccaricare una viabilità già critica nella zona per via di numerosi flussi di mezzi provenienti da più direzioni e che confluiscono nella stessa intersezione. Ecco il comunicato stampa: Rap informa che da Lunedì le squadre di manutenzione ordinarie delle superfici viarie con operai e mezzi d'opera apriranno il cantiere in Corso Tukory per il ripristino di circa 12.000 mq di asfalto. Contestualmente un'altra squadra sta ultimando le attività manutentive su via Gaetano Costa per poi sempre lunedì prossimo iniziare le attività su via Olio di Lino ( 13.000 mq) , Molara ( 8.300 mq) e Aquino Molara ( 7.000 mq) . Le operazioni di manutenzione sono supportate dall'ausilio del settore mobilità e dai vigili urbani per regolare il traffico veicolare/pedonale. Ulteriori interventi di manutenzione sono stati già programmati e riguardano la via Abramo Lincoln( 11.400 mq) e via Luigi Sarullo ( mezza carreggiata di valle 5.000 mq) . Per quanto attiene Corso Tukory e via Abramo Lincoln questi lavori rientrano nell'intervento coordinato dall'Amministrazione con le partecipate che stanno interessando la seconda circoscrizione

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
09 mar 2016

La sosta selvaggia davanti alle scuole e l’assenza di educazione civica

di Antony Passalacqua

Quella che vedete ritratta nella foto, è la scena che si presenta ogni giorno dinanzi l'istituto paritario di corso Tukory. Auto in sosta selvaggia ad attendere l'uscita dei ragazzi da scuola. Immaginate quindi il budello che si crea qualche decina di metri prima. E non devono passare bus o mezzi pesanti... Ma è una "prassi" che si presenta non solo qui ma in prossimità di tantissime scuole di Palermo. Bambini e ragazzi lasciati/prelevati come pacchi postali, e genitori con le proprie auto parcheggiate fin quasi oltre i cancelli. Persino davanti gli istituti superiori, persino davanti note facoltà universitarie. Un problema culturale che rispecchia molti comportamenti diffusi in città, ma che molto spesso rischiano di essere tramandati alle nuove generazioni. Il risultato? Parleremo sempre per i prossimi decenni di sosta selvaggia. Eppure non mancano gli strumenti per presidi e genitori. Le scuole di qualsiasi ordine che potrebbero sensibilizzare gli alunni con una campagna di educazione civica, fin dalle  elementari. Una volta c'era una squadra di vigili urbani che effettuava queste lezioni in determinate scuole, o i presidi di vigili durante gli orari di entrata/uscita. Forse oggi con  la mancanza di risorse economiche, vengono meno queste figure? Sta di fatto che è diventato raro vedere questi presidi in giro. Esiste anche il pedibus, una forma di trasporto collettivo per gli alunni delle elementari e medie inferiori che vengono accompagnati a piedi a scuola da alcuni genitori con le stesse modalità (percorsi, fermate) dello scuolabus. In pratica, i bambini, anziché prendere l'autobus, alla fermata si aggregano ad una comitiva guidata da alcuni genitori giungendo fino a scuola, e compiendo il percorso inverso ritornando a casa. Un pò come quando da bambini si veniva accompagnati a scuola dalla nonna o dalla vicina di casa. A Palermo negli ultimi mesi sono spuntati tanti cartelli che raffigurano le fermate pedibus, ma ha mai avuto seguito l'iniziativa da parte delle scuole? Un'amministrazione non dovrebbe limitarsi alla sola repressione, ma promuovere una sana educazione civica fra le nuove generazioni per poter convivere nel pieno rispetto di ogni cittadino e degli spazi pubblici.

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
21 set 2015

La grande bruttezza davanti al Museo Geologico

di Antony Passalacqua

Questa è la situazione che si presenta quasi quotidianamente agli ingressi del Museo Geologico "Gemellaro" di corso Tukory, a causa del mercatino locale coniato ironicamente "mercatino del rubato". Eloquenti sono le parole di P.A. che ha segnalato la situazione paradossale che si presenta sotto gli occhi di residenti, turisti e studenti universitari. Signore e signori, questo e' l'ingresso del Museo Geologico Gemmellaro; per chi non lo sa il Museo e' di grandissimo interesse scientifico, contiene lo scheletro completo di Thea, una donna vissuta in Sicilia 14 mila anni fa, nonche' un esemplare completo di elefante nano oltre a preziosissimi fossili! Ma questo succede ovunque, anche a Milano, Torino, Genova, Roma...per carita'!!!

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
29 giu 2015

FOTO | Scattata la chiusura al traffico attorno San Giovanni degli Eremiti

di Antony Passalacqua

E' scattato questa mattina il primo step del piano della mobilità che interesserà il cosiddetto percorso arabo-normanno, nell’ambito della chiusura del Cassaro. E' stata resa pedonale l’area antistante la chiesa di San Giovanni degli Eremiti nel tratto fra via Mongitore e via Porta di Castro. Rivoluzionato il traffico veicolare in corso Tukory. Pertanto le auto che proverranno dalla stazione centrale, giunte all’altezza dell’Ospedale dei Bambini, potranno svoltare a sinistra e proseguire in direzione di corso Re Ruggero, con la corsia lato mare che cambierà appositamente senso di marcia in direzione di piazza Indipendenza. Viceversa, le auto che proverranno da via E. Basile e vorranno dirigersi verso piazza Indipendenza potranno effettuare inversione di marcia tramite un’apposita rotatoria che è stata ricavata dall’ex cordolo spartitraffico ormai demolito, di fronte l’Ospedale dei Bambini. In pratica non si sarà più costretti a dover fare il largo giro da via Benedettini. Foto: F. E. Turano Campello    

Leggi tutto    Commenti 7