Articolo
09 apr 2019

Treno+bus, un’alternativa per raggiungere Mondello

di Antony Passalacqua

Palermo - Si avvicina la nuova stagione estiva, e con essa si riproporranno (speriamo di no...) gli annosi problemi che gravano su Mondello. Decoro, sicurezza, abusivismo, e mobilità. Oggi vogliamo riproporre una proposta che lanciammo due anni fa per un collegamento fra Palermo e Mondello e complementare alla linea 806, sfruttando la linea del Passante Ferroviario. Mondello è servita dalle linee  544, 603, 614, 606 che si alterna stagionalmente, e infine 806. Ed è proprio su quest’ultimo collegamento, utilizzato da tanti utenti provenienti dalla parte Sud della città, che si focalizza la nostra proposta da attuare durante la stagione balneare e che oggi rispolveriamo alla luce della riapertura del Passante Ferroviario. La 806 durante i mesi estivi presenta determinate criticità che si ripercuotono soprattutto sulla linea 101. Essendo una linea stagionale, ha bisogno di una maggiore capacità di carico e per questo sfrutta i bus autosnodati che vengono inevitabilmente sottratti dalla linea 101. Col risultato che durante l’orario estivo,  proprio la linea 101 diventa quasi impossibile da poter prendere lungo via Roma durante gli orari di punta: tanti utenti che devono raggiungere la 806 e che si aggiungono agli utenti abitudinari ma a bordo di un bus da 12m. In sostanza si riduce la capacità di trasporto del 101 a fronte di una maggiore domanda. E allora ci vogliamo soffermare su questo aspetto proprio per alleggerire la 101 nel tragitto fra la Stazione C.le e piazza Sturzo (capolinea 806) ed anche la 806 fino a Mondello al fine di evitare di vedere “carri bestiame” e/o utenti costretti a rimanere a terra. E non sono poche le scene che si vedono lungo via Libertà. Il Passante Ferroviario garantisce oggi un collegamento fra Palermo Centrale e  la fermata Palermo Tommaso Natale, ogni ora al minuto 08 e con fermate a Guadagna, Vespri, Orleans, Lolli, Notarbartolo, Francia, San Lorenzo, La Malfa e Cardillo. Giunti a Tommaso Natale, una navetta express gratuita senza fermate intermedie che dal nuovo parcheggio esterno alla fermata (ad oggi ancora chiuso per difformità della segnaletica e privo di illuminazione) potrebbe fare da spola con Mondello in corrispondenza degli orari di arrivo dei treni. I vantaggi sarebbero non indifferenti: il comfort di poter viaggiare seduti comodamente e con aria condizionata, tempi certi di arrivo, alleggerimento traffico utenti lungo gli assi via Roma-viale della Libertà e tempi sicuramente inferiori rispetto a quelli impiegati dal 101 e 806 messi assieme dalla Stazione Centrale a Mondello, e pari a oltre un'ora. Oggi un treno impiega già 39′ da Centrale fino a Tommaso Natale,  e da considerare possibili variazioni  già col prossimo orario estivo da Giugno dove potrebbe esserci un incremento delle corse. Entro 55' circa circa si arriverebbe ad un collegamento dal pieno centro città fino a Mondello. Senza problemi di parcheggio, senza stress da traffico, senza la preoccupazione di vedersi arrivare bus sovraffollati e rimanere alla fermata. Tempi che potrebbero abbassarsi col nuovo orario estivo Trenitalia. Il collegamento vuole solo essere complementare alla linea 806, ma potrebbe rappresentare un'alternativa alla eventuale realizzazione della tranvia su Mondello. La proposta è stata inoltrata all'assessorato di competenza, con l'auspicio che ne possano tenere conto.

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
06 apr 2019

Lavoratori “abbandonati” da AMAT: abbonamenti rescissi, anzi no

di Mobilita Palermo

Un fulmine a ciel sereno. Diversi lavoratori si ritrovano impossibilitati a rinnovare l'abbonamento per un servizio utilizzato da tanti cittadini che cercano di privilegiare il mezzo pubblico a quello privato. Nella stessa giornata abbiamo ricevuto più di una segnalazione e ve le riportiamo integralmente per spiegarvi il problema: Gentile redazione di Mobilita Palermo,  vi segnalo un disservizio notevole da parte dell'Amat. Insieme a tanti colleghi ho usufruito dell'abbonamento in convenzione Grandi Strutture,  €45 per tre mesi su 4 linee. Adesso Amat ha disdetto tutte le convenzioni,  ancorché sul sito vengano ancora pubblicizzate. Ritengo che scoraggiare i cittadini lavoratori (soprattutto quelli che devono recarsi in ztl per lavoro) ad usufruire dei mezzi pubblici sia una scelta discutibile. Inoltre penso che l'incasso da abbonamento,  anche se in convenzione,  sia comunque un ricavo sicuro per l'azienda. Non capisco questa politica commerciale. L'abbonamento mensile senza convenzione è improponibile: 32€ su tutte le linee, quando il lavoratore fa sempre lo stesso percorso e pertanto non è interessato a tutta la rete evidentemente. Qual è la logica? Dello stesso tenore la denuncia pervenutaci da R. Boscaino: Gent.le redazione, vi contatto per segnalare che in data odierna mi sono recato ad un punto AMAT per il rinnovo del mio abbonamento trimestrale (lavoratore grandi strutture - abbonamento a 4 linee al costo di 45€) riscontrando l'impossibilità di procedere al rinnovo in quanto AMAT avrebbe rescisso tutte le convenzioni. Ritengo che tale decisione unilaterale dell'azienda, in un contesto di mobilità ancora problematico, gravi particolarmente sui cittadini, soprattutto su coloro che lavorano in territorio interessato da Ztl. Segnalo altresì che AMAT pubblicizza ancora tale abbonamento sul proprio sito, che ritengo il canale istituzionale di comunicazione con l'utenza. Spero in una vostra segnalazione della problematica a supporto della mobilità fruibile per la nostra città ed in favore di chi i mezzi pubblici li utilizza e soprattutto li paga! Di sicuro c'è una totale mancanza di comunicazione diretta con l'abbonato, di preavviso, di qualsiasi buon senso per non penalizzare oltre modo una categoria di cittadini. Una gestione veramente scadente e assurda dell'abbonato che si vede tradito oltre che "abbandonato" . Riscontriamo soltanto una circolare emessa da AMAT a riguardo: «Con la presente si comunica che Amat sta valutando la sostenibilità finanziaria dell’abbonamento “Grandi Strutture”. In ogni caso, sono garantiti l’emissione e/o il rinnovo di tale titolo fino al 30/06/2019, termine in cui questa Azienda si riserva l’opzione di rimodulare o eliminare del tutto tale tipologia di abbonamento dal proprio piano tariffario. Pertanto, rinnovi e/o emissioni dovranno avvenire entro e non oltre il 31/03/2019». Confermiamo anche noi che sul sito di AMAT è ancora visibile e presente questa tipologia di abbonamento, con tanto di modulo da poter compilare. Dunque, oltre a inserire un avviso apposito sul sito ufficiale, sarebbe stato doveroso "congelare" quella tipologia di abbonamento. Mostriamo tutto il nostro imbarazzo, nel 2019, nell'assistere ad episodi del genere, nell'era dei social e della comunicazione istantanea. Confidiamo in una pronta risposta da parte dell'azienda nel merito della vicenda. Mentre però scriviamo, sembra che l'azienda convocherà le parti in causa per ripristinare a Palermo gli abbonamenti per le grandi strutture.

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
04 apr 2019

La Domenica Favorita, ecco le navette gratuite dell’Amat

di Antony Passalacqua

Palermo - Al Parco con le navette gratuite dell’Amat. Entra nel vivo la manifestazione “Domenica Favorita” e l’azienda di trasporto pubblico, su richiesta del Comune di Palermo, ha organizzato il servizio di navette gratuite che accompagneranno i palermitani da un punto all’altro della Favorita. Per quattro domeniche, 7/14 aprile e 5/12 maggio, dalle 10 alle 17, gli autobus navette si muoveranno all’interno del Parco. La frequenza è stimata in dodici minuti. I bus partiranno da piazzale dei Matrimoni (capolinea). Per conoscere l’itinerario, le tredici fermate delle navette e i luoghi di interesse immersi nel verde del Parco basterà dare uno sguardo alla mappa (si può stampare) pubblicata sul sito della manifestazione: https://www.ladomenicafavorita.com/mappa/

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mar 2019

AMAT | Domenica 24 Marzo deviate 12 linee bus

di Fabio Nicolosi

In occasione della manifestazione podistica "strapalermo", in programma domenica 24 marzo, e con la chiusura al traffico veicolare di piazza Verdi (nel tratto compreso tra via Cavour e via Pignatelli Aragona, da mezzanotte alle 14), via Cavour (nel tratto compreso tra via Roma e piazza verdi, dalle 7 alle 13), via Roma (nel tratto compreso tra piazza Giulio Cesare e via Cavour, dalle 7 alle 13) e via Maqueda (nel tratto compreso tra via Cavour e via Torino, dalle 7 alle 13), l'Amat ha modificato temporaneamente i percorsi di dodici linee bus: N1, 101, 102, 103, 104,106, 108, 124, 134, 806, 812, navetta Centro storico. Si comunica che giusta ordinanza N°331/OD  del 19.03.2019, domenica 24/03/2019 si svolgerà a Palermo la manifestazione sportiva denominata “Strapalermo – corri Strapapà 2019”. Per l’occasione saranno chiuse al transito veicolare, con orari differenziati secondo le esigenze espresse dagli organizzatori e sino al termine della manifestazione, le sotto elencate vie e piazze: P.zza Verdi nel nel tratto compreso tra via Cavour e via Pignatelli Aragona dalle ore 00.00 alle ore 14.00; Via Cavour nel tratto compreso tra Via Roma e P.zza G. Verdi dalle ore 04.00 alle ore 13.00; Via Roma nel tratto compreso tra P.zza G. Cesare e Via Cavour dalle ore 07.00 alle ore 13.00; Via Maqueda nel tratto compreso tra Via Cavour e Via Torino dalle ore 07.00 alle ore 13.00. Conseguentemente, le linee in oggetto modificheranno i percorsi nel modo appresso stabilito:   Linea Notturno1 Da P.zza Indipendenza (Cap) – normale percorso fino V. Volturno – a sx V. Pignatelli Aragona – P.zza San F.Sco di Paola – P.zza Amendola – V. Sammartino – a dx V. La Farina – P.zza Mordini –  P.zza F. Crispi – inversione di marcia in P.zza F. Crispi – a dx V. Libertà – segue normale percorso.   Linea 101– Da V.le del Fante per Staz. Centrale – normale percorso fino in V. Della Libertà –  a sx V. Duca Della Verdura – a dx P.zza Giachery  – V. F. Crispi – V. Cala – Foro Umberto I – V. Lincoln –  P.zza G. Cesare (Cap.). Da Staz. Centrale verso Stadio – V. Balsamo – a sx C.so dei Mille – a dx V. Lincoln –  Foro Umberto I – inversione di marcia – Foro Umberto I – V. Cala – V. Crispi (lato valle) – P.zza XIII Vittime –  V. Cavour – V. Roma – segue normale percorso.   Linea 102 – Da Staz. Notarbartolo per Staz. Centrale – normale percorso fino in V. Notarbartolo segue per V. Duca Della Verdura – a dx P.zza Giachery  – V. F. Crispi – V. Cala – Foro Umberto I – V. Lincoln –  P.zza G. Cesare ( Cap.di transito). Da Staz. Centrale verso Staz. Notarbartolo –  V. Balsamo – a sx C.so dei Mille – a dx V. Lincoln –  Foro Umberto I – inversione di marcia – Foro Umberto I – V. Cala – V. Crispi (lato valle) – P.zza XIII Vittime –  V. Cavour – V. Roma – segue normale percorso.   Linea 103 – Da J. Lennon verso Politeama: normale percorso fino in P.zza Virgilio – V. Latini – V. Houel – V. Goethe – a sx V. Turrisi – V. Balsano – V. Volturno – a sx V. Pignatelli Aragona – P.zza San F.Sco di Paola – P.zza Amendola – V. Sammartino  – segue normale percorso verso J. Lennon.  Linea 104 – Da Parcheggio Basile verso Duca Della Verdura – normale percorso fino V. Volturno – a sx V. Pignatelli Aragona – P.zza San F.Sco di Paola – P.zza Amendola – V. Sammartino – a dx V. La Farina – P.zza Mordini –  P.zza F. Crispi – V. Borrelli – V. Calvi – V. Dalla Chiesa – a sx V. Duca della Verdura – segue normale percorso verso Parcheggio Basile osservando la deviazione domenicale relativa alla chiusura di V. Libertà. Linea 106 Da Parcheggio Emiri verso Stadio: – normale percorso fino in V. Dante – a dx V. Latini – V. Houel – V. Goethe – a sx V. Turrisi – V. Balsano – V. Volturno – a sx V. Pignatelli Aragona – P.zza San F.Sco di Paola – P.zza Amendola – V. Sammartino – a dx V. La Farina – P.zza Mordini –  P.zza F. Crispi – V. Borrelli – V. Calvi – segue normale percorso. Da Stadio verso Parcheggio Emiri – normale percorso fino in V. Della Libertà – a dx P.zza Mordini – carreggiata laterale monte di via Della Libertà – a dx P.zza Castelnuovo – V. Dante –  segue normale percorso per  P.ggio Emiri.   Linea 108 Da Ospedale Civico (Cap.): : normale percorso fino in Via Volturno – a sx V. Pignatelli Aragona – P.zza S F.Sco di Paola – V. Houel – V. Goethe – segue normale percorso fino a Osp. Civico.   (Bus 10m) Linea 124 Da Parcheggio Emiri verso Staz. C.le: normale percorso fino in C.so F. Aprile – a dx C.so A. Amedeo – P.zza Indipendenza – C.so Re Ruggero – C.so Tukory – V. Arcoleo – V. Salamone Marino – V. Pisacane – a dx V. Marinuzzi – a sx V. Errante – V. Oreto – Staz. Centrale. Da Saz. C.le verso Parcheggio Emiri: –  V. Balsamo – a sx C.so dei Mille – a dx V. Lincoln –  Foro Umberto I – inversione di marcia – Foro Umberto I – V. Cala – V. Crispi (lato valle) – P.zza XIII Vittime –  V. Cavour – V. Roma – P.zza Sturzo – V. Turati – V. Dante – V. Latini – V. Houel – V. Goethe – P.zza V. E. Orlando –  segue normale percorso per parcheggio Emiri.   Linea 134 – Da J. Lennon verso P.zza XIII Vittime: normale percorso fino a V. Paternostro – a sx V. Garzilli – a sx V. Dante – segue normale percorso verso J. Lennon.   Linea 806 – Da P.zza Sturzo verso Mondello Teti: segue come previsto dalla D.C. n° 15 del 12/03/2019 deviazione domenicale relativa alla chiusura della carreggiata centrale di via della libertà. Da Mondello Teti verso P.zza Sturzo: – normale percorso fino in V. Della Libertà –  a sx V. Duca Della Verdura – a dx P.zza Giachery  – V. F. Crispi – P.zza XIII Vittime – V. Cavour – V. Roma – P.zza Sturzo.   Linea 812 – Da P.zza Sturzo verso Montepellegrino: segue come previsto dalla D.C. n° 15 del 12/03/2019 relativa alla chiusura domenicale della carreggiata centrale di via della libertà. Da Montepellegrino verso Sturzo: normale percorso fino a P.zza Giachery – segue a sx V. Piano dell’ Ucciardone – V. Crispi – a dx V. Cavour –a dx V. Roma –  P.zza Sturzo ( Cap.).   Navetta Free Centro Storico – Da P.tta Santo Spirito: normale percorso fino in V. Garibaldi – segue su V. Garibaldi – V. Lincoln – P.zza G. Cesare (Transito pensilina esterna) – Corso Tukory – segue n.p fino in P.zza Verdi indi prosegue a sx per V. Pignatelli Aragona – P.zza San F. Di Paola – P.zza Amendola – V. Sammartino – a dx V. La Farina – a sx V. Villafranca – V. Mattarella – V. Notarbartolo – V. Duca Della Verdura – a dx P.zza Giachery  – V. F. Crispi – V. Cala – segue normale percorso.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 mar 2019

Amat, arrivano i nuovi bus autosnodati

di Antony Passalacqua

Palermo - Vanno in pensione dopo circa 20 anni i vecchi autosnodati Iveco in servizio sulla linea 101 .Anche se  già erano scomparsi dalla circolazione da oltre un mese, i nuovi autosnodati verranno impiegati sul "navettone". Di conseguenza termineranno i disagi dovuti al guasto di vetture molto datate, con conseguenze negative sul servizio. Ecco i perché l'utilizzo in varie giornate di bus da 12m. Da domani cominceranno ad entrare in servizio altri 51 nuovi bus dell’Amat. Si completa così la fornitura di 89 autobus destinati a rinforzare il parco dei mezzi circolanti dell’azienda palermitana di trasporto pubblico. I nuovi bus sono stati presentati questa mattina nel hub di piazzale Giotto, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e dell’amministratore unico dell’Amat Michele Cimino. Dopo i 38 bus a arrivati lo scorso gennaio (da 12 metri a metano, “UrbanWay”, forniti dalla IrisBus -10.241.000 euro), oggi sono stati presentati 39 autobus a gasolio di 10 metri denominati “CityMood 10” (identici alle ultime due forniture) forniti dalla Industria Italiana Autobus (8.385.000 euro); 10 snodati da 18 metri a gasolio, “CityMood 18”, forniti dalla Industria Italiana Autobus (3.005.000 euro) e 2 autobus a gasolio di circa 7 metri, Iveco “50C18 Car Ind”, forniti dalla Sivibus (207.800 euro). L’importo per l’acquisto dell’intera fornitura di 89 bus ammonta a circa 22 milioni di euro, di cui l’80 per cento è finanziato dal ministero del Trasporti - con il contributo a valere sul fondo legge 28/12/2015, n 208 confluito nel fondo istituito dalla Regione Siciliana per il trasporto pubblico locale - mentre per il restante 20 per cento, circa quattro milioni di euro, con risorse di Amat. Al momento il parco macchine dell’Amat è composto da 403 autobus, con un’età media di 12,5 anni. Con la nuova fornitura, quasi il 50 per cento dei bus in circolazione ogni giorno saranno nuovi. Entro il 2019 si aggiungeranno 139 nuovi bus, in sostituzioni di altrettanti mezzi che saranno alienati, che faranno scendere l’età media a poco meno di 7 anni. BIGLIETTAZIONE L’Amat è ormai a un passo dal completamento del sistema di bigliettazione elettronica , con l’introduzione definitiva del biglietto magnetico. I nuovi titoli di viaggio hanno sostituito i vecchi biglietti. Le nuove validatrici sono state installate su buona parte della flotta e sono in dotazione in tutti i nuovi autobus. SICUREZZA In tema di sicurezza del personale alla guida dei bus, secondo quanto è emerso dalle riunioni con il prefetto Antonella De Miro, l’azienda ha predisposto il primo ordine che riguarda l’acquisto di 11 cabine blindate, che saranno installate nella prossima fornitura di nuovi autobus.  

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
26 feb 2019

La sicurezza nei nostri quartieri dove sta?

di Mobilita Palermo

Vi abbiamo spesso relazionato di atti vandalici avvenuti nel quartiere Sperone, contro la linea 1 del tram. Atti vandalici che si riducono in lanci di bottiglie, di sassi contro le vetture bianche. Addirittura controllori e autisti che vengono picchiati in altre zone della città. Mentre per completare la notizia, diversi giorni fa sulla linea 1 un controllore è stato menato da ignoti che hanno anche rotto un vetro di un bus... giorno 13 febbraio 2019, è stato rotto nuovamente un vetro ad una vettura del tram della linea 1. Qui non si parla solo di atti vandalici contro mezzi pubblici o aggressioni contro dipendenti Amat. Si distruggono panchine cestini butta-carta da pochi mesi installate in via Messina Marine presso la spiaggia di Romagnolo. Parlando di cose "fresche", muri imbrattati e fermate dei bus con tabelle rubate. Ma davvero ancora il Comune di Palermo sta con le mani in mano e non provvede a rafforzare i controlli? Potrebbe essere questa la domanda che un pò tutti si pongono davanti a questo accanimento particolarmente sospettoso verso un particolare servizio offerto alla cittadinanza, ovvero il trasporto pubblico. La gente perbene è stanca di vivere in una città sempre più incivile ed è altrettanto stanca di vedere irrisolti questi problemi annosi. E' altrettanto vero che "esistono" gli incivili e alle nostre latitudini sono purtroppo tanti, ma ci sono anche tanti contribuenti che hanno il sacrosanto diritto di usufruire dei servizi di una città. Sebbene sia impensabile prevedere che per ogni incivile vi sia un controllore o una forza dell'ordine, in quanto insostenibile economicamente oltre che illogico, ci chiediamo da sempre quale sia il confine delle responsabilità tra l'inciviltà diffusa e i controlli della pubblica amministrazione. Tema a nostro avviso molto delicato che non può sempre e solo ridursi ad uno scarica barile verso chi ci amministra. Non che il Comune non abbia colpe, anzi. La costanza degli interventi e la presenza sul territorio sono gli standard più difficili da garantire. In questi giorni, la cronaca ci ha regalato qualche buona notizia, come l'arresto di uno dei giovani che aggredì il controllore, mentre in alcune linee sono entrati in in azione i vigilantes. Ma davvero è soltanto una questione di "controllo"?

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
15 feb 2019

La totale assenza di Amat sui social network

di Fabio Nicolosi

EDIT: Ci informano che da alcune settimane è attivo l'account ufficiale Amat del tram @PalermoTram su Twitter . È il preludio alla riapertura dei social che riguardano il gommato? L'azienda municipalizzata con sede in Via Roccazzo è totalmente sparita dai social network. Nell'era della comunicazione digitale, l'azienda dimostra di essere anni indietro nella comunicazione. Basti pensare che l'ultimo post pubblicato sulla pagina ufficiale Facebook risale all'11 Novembre 2015, che coincide anche con l'ultimo tweet. Ma perché Amat non ha più investito sui social? La comunicazione dovrebbe essere una delle priorità dell'azienda di Via Roccazzo, invece sembra che preferisca non avere contatti e trincerarsi dietro l'unico centralino telefonico che spesso fornisce informazioni poco precise e vaghe, d'altronde non possiamo pretendere che un dipendente dietro una scrivania conosca ogni spostamento/ritardo/danneggiamento di ogni singolo autobus. In realtà proprio i social, oltre che come valvola di sfogo, potrebbero essere utili per raccogliere segnalazioni e lamentele. Autobus sporchi, autisti ritardatari, paline che forniscono informazioni errate. Insomma ci sarebbe veramente tanta carne al fuoco. E purtroppo nei prossimi mesi la situazione rimarrà la stessa in quanto non sono previsti fondi e finanziamenti per un semplice addetto alla comunicazione che dovrà quindi essere effettuata o da personale interno che avrebbe anche questa menzione o da personale esterno a titolo gratuito. Ma è un'anormalità solo palermitana, o anche le altre aziende che svolgono trasporti pubblici in Italia hanno la stessa carenza? Roma: a gestire la rete è ATAC, presente su tutti i social network fornisce comunicati e informazioni tramite Facebook, Twitter e app ufficiali Milano: a gestire la rete è ATM, presente solo su twitter è molto attiva e si preoccupa di informare i suoi utenti anche con un app dedicata Torino: a gestire è GTT, presente sui social e anche con un assistente in chat oltre che con un applicazione dedicata E in Sicilia? Catania: AMT ha un account Facebook che gestisce attivamente con comunicati, foto, video e informazioni varie. Permette tramite piattaforme terze di acquistare online sia i biglietti che gli abbonamenti Messina: ATM non ha social network, ma ha un app dedicata oltre a servirsi di servizi terzi per l'acquisto di biglietti e soste. Insomma anche le concorrenti isolane sono messe meglio di noi... Che facciamo AMAT? Ci diamo una svegliata? O siamo costretti a recarci fisicamente nei punti vendita per avere info e chiarimenti?

Leggi tutto    Commenti 17