Articolo
17 mag 2021

Viabilità | Ufficializzata la pedonalizzazione di Piazza Castelnuovo, Via Amari, via Ruggero Settimo

di Mobilita Palermo

Sono quattro le ordinanze emesse questa mattina e pubblicate sul sito istituzionale del Comune di Palermo (www.comune.palermo.it) inerenti la pedonalizzazione. Queste, di fatto, interesseranno via Amari e via Ruggero Settimo/Castelnuovo. Inoltre sono previste anche modifiche alla circolazione in via Wagner/via Villaermosa e via Cavour. Tutti i provvedimenti entreranno in vigore dopo l'apposizione delle relative segnaletiche. A queste quattro ordinanze si aggiunge una quinta, emessa nello scorso novembre, con la quale si istituisce il doppio senso di marcia in via Turati. "Si tratta di una scelta strategica che cambierà la vivibilità della città - ha commentato l'assessore alla Mobilità, Giusto Catania -. Il collegamento pedonale tra il porto e il Centro storico sarà un volano di crescita economica e turistica e contribuirà a superare la crisi che hanno vissuto, in questo ultimo anno, le attività commerciali. La riorganizzazione della circolazione veicolare contribuirà a fluidificare il traffico nell'attesa della chiusura definitiva del cantiere di superficie del collettore fognario di via Roma". Per il sindaco Leoluca Orlando, "Si tratta di un'area strategica per lo sviluppo e l'attrattività di una parte della città nel triangolo 'ingresso Porto-piazza Politeama-piazza Verdi'. La pedonalizzazione costituisce un'azione programmatoria e le specifiche ordinanze tengono conto delle esigenze e delle proposte all'interno di una scelta fondamentale che connota la visione complessiva di governo di Palermo". VIA EMERICO AMARI. Tratto stradale compreso tra via Francesco Crispi, esclusa,e via Michele Miraglia (carreggiata laterale) e tra via Principe di Scordia e piazza Ruggiero Settimo: Istituzione di area pedonale, eventualmente protetta con dissuasori Rimane aperto alla circolazione veicolare l'asse di via Roma. A causa dei lavori del collettore fognario, il tratto compreso tra via Michele Amari e via Riccardo Wagner, queste escluse, sarà percorribile sino alla conclusione degli stessi. VIA RUGGERO SETTIMO. PROVVEDIMENTO A CARATTERE SPERIMENTALE VALIDO SINO AL 31 MAGGIO 2022 PIAZZA CASTELNUOVO Tratto stradale compreso tra piazza Sant’ Oliva, Paolo Paternostro e piazza Ruggiero Settimo: Istituzione di area pedonale, eventualmente protetta con dissuasori PIAZZA RUGGIERO SETTIMO Tratto stradale compreso tra via della Libertà e via Ruggiero Settimo: Istituzione di area pedonale, eventualmente protetta con dissuasori VIA RUGGIERO SETTIMO Intero tratto, ad eccezione dell’ attraversamento con via Mariano Stabile: Istituzione di area pedonale, eventualmente protetta con dissuasori. VIA CAVOUR. Tratto compreso tra via Villaermosa e via Ruggiero Settimo: Istituzione del doppio senso di marcia. VIA VILLAERMOSA Istituzione del senso unico di marcia in direzione via Cavour sul cui sbocco vige l'obbligo di dare la precedenza e di svoltare a destra. All'incrocio con via M. Stabile i veicoli provenienti da via R. Wagner potranno svoltare a destra o proseguire dritto, osservando la precedenza come già stabilito. Al momento peró rimane il grosso dubbio sul percorso dedicato al mezzo di trasporto pubblico, l'autobus. Che giro farà? Sarà ancora obbligato a svoltare a destra per via Dante o sarà costretto a fare il giro da Piazza Sturzo, Via Amari, Via Wagner e poi finalmente via Roma?

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
16 apr 2021

Via Ruggero Settimo pedonale, ma qualche perplessità….

di antony977

Ha destato un certo entusiasmo  l'annuncio di ieri sull'istituzione di nuove aree pedonali "sperimentali". Si, parliamo infatti di provvedimenti sperimentali come lo è stato per l'intero iter di via Maqueda che lo ha accompagnato a pedonalizzazione definitiva. Un'area pedonale diventa tale dal punto di vista amministrativo se corredata da delibera consiliare e inserita nell'apposito piano delle pedonalizzazioni che fa parte integrante del Piano Generale del Traffico Urbano. Via E. Amari liberata dai cantieri dell'Anello Ferroviario si presta come corridoio d'ingresso verso la città dal Porto. E inevitabilmente si pensa ai turisti o a quando riprenderanno ad arrivare i flussi crocieristici. Anche via Ruggero Settimo negli anni ha sempre dimostrato le potenzialità come spazio pubblico  da fruire e lo si è visto durante la chiusura dell'incrocio con piazza Castelnuovo.  però sono gli stessi che seguirono la chiusura di via Maqueda. Segno che l'esperienza NON insegna a chi non è disposto a imparare... Ma...permetteteci un interrogativo che vogliamo porre sul fronte del trasporto pubblico. Attualmente la linea 101 è costretta, giunta a piazza Castelnuovo,  ad una grande deviazione per bypassare l'intero quadrilatero compreso fra il Politeama e piazza Verdi:  vie Dante-Goethe-Volturno e Cavour per rientrare su via Roma. Le criticità si presentano già su via Dante con 2 semafori e infine il "budello" di via Volturno. Un prolungamento dei tempi di percorrenza che alle volta può arrivare anche a oltre 30', dall'esperienza di alcuni utenti che hanno manifestato questo disagio. E tralasciamo la cosiddetta zona rossa, che non sembra affatto. Ma qui rischiamo di entrare in un altro capitolo a parte. Forse è il caso di lasciare una corsia riservata per i bus lungo via Amari o su via Ruggero Settimo per meglio raggiungere via Roma?

Leggi tutto    Commenti 16
Articolo
28 lug 2020

Dopo 7 anni via Maqueda diventa area pedonale. Si accendono telecamere e dissuasori

di antony977

Palermo - Dopo ben 7 anni giunge al traguardo la definitiva pedonalizzazione di via Maqueda. Una storia cominciata a Settembre 2013 con la chiusura forzata della strada a causa del cedimento della copertura del Collegio San Rocco. Da quel momento qualche commerciante supportato da associazioni come la nostra e da una campagna lanciata da Repubblica-Palermo hanno saputo innescare interesse in questa strada oltre che la lungimiranza nel prevedere le prospettive di sviluppo grazie ad un'area centrale chiusa al traffico e le conseguenze:  un’opportunità di sviluppo commerciale oltre che a riscoprire una maggiore vivibilità di questi luoghi. Una minoranza che nel tempo ha saputo coinvolgere residenti e commercianti, che non ha badato a chi paventava crollo del commercio se non addirittura una desertificazione. Il resto è storia, l'istituzione fino ad oggi della ztl su via Maqueda e la graduale chiusura oraria della strada. Oggi non è più tempo da perdere e serve il tanto promesso basolato lungo l'intera strada, ulteriori telecamere per migliorare la sicurezza ma anche vigilare sul decoro. Dal prossimo 3 agosto sarà istituita l'area pedonale in via Maqueda, nel tratto stradale compreso tra la via Cavour e piazza Villena. E' quanto stabilito con un'ordinanza firmata oggi (N° 557 del 27/07/2020), che di fatto revoca quelle emesse nel marzo 2006 e nel maggio del 2017, che designavano la strada come "ZTL". L'accesso veicolare sarà consentito attraverso 14 varchi: il varco di accesso sarà quello di via Maqueda, angolo via Cavour, mentre quello di uscita sarà via Maqueda, altezza di piazza Villena. L'area pedonale potrà essere attraversata proveniendo dalle seguenti vie: via Alessandro Scarlatti, varco in ingresso/attraversamento; via Trabia, varco in uscita/attraversamento; via Amico Ugo Antonio, varco in uscita; via Sant'Agostino, varco in ingresso/attraversamento, via Bandiera, varco in uscita/attraversamento; via Bari, varco in ingresso/attraversamento; Discesa dei Giovenchi, varco in uscita/attraversamento, via Napoli, varco in uscita; via dei Candelai, varco in ingresso/attraversamento; via Venezia, varco in uscita/attraversamento, via del Celso varco in uscita/attraversamento; Salita castellana, varco in ingresso/attraversamento. L'accesso da via Cavour sarà possibile unicamente ai mezzi pubblici di emergenza, nonché ai residenti e ai fornitori delle attività commerciali che non possono accedere tramite gli altri varchi. Lo stesso varco sarà chiuso da dissuasori anti-sfondamento a scomparsa, il cui controllo avviene tramite un sistema automatico in grado di riconoscere la targa dei veicoli. I lavori di installazione dei dissuasori sono stati eseguiti dal Coime sotto il coordinamento dell'Assessorato per il decoro, guidato dal vicesindaco Fabio Giambrone che sottolinea "l'importanza per la città e per l'Amministrazione di poter disporre di maestranze in grado di realizzare importanti interventi, anche strutturali, per migliorare le condizioni di sicurezza e la vivibilità di Palermo".

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
26 set 2019

Piazza Pretoria, stalla a cielo aperto?

di Mobilita Palermo

Palermo - Dallo scorso agosto è stata avviata la parziale pedonalizzazione lungo la parte centrale di corso V.Emanuele via Maqueda bassa, e il cambio di senso di marcia  – da Piazza Giulio Cesare ai Quattro Canti (Piazza Villena) durante la fascia oraria 7-10 dl mattino. La chiusura di questo tratto di strada ha sulla carta enormi potenzialità in termini di fruibilità, percorsi turistici e nuove attività commerciali, soprattutto con l'esperienza vissuta nel tratto di strada opposto via Maqueda alta. Decoro, pulizia, sicurezza sono pilastri fondamentali per rendere uno spazio pubblico attraente. E, visti i tempi, mettiamo anche la limitazione delle attività food. Ma di quest'ultimo aspetto avremo modo per parlarne nei prossimi giorni. Le immagini che vi mostriamo rappresentano però lo scenario quotidiano che si presenta in via Maqueda nel tratto adiacente piazza Pretoria. Ape Calessini, venditori ambulanti (che spostano i pochi arredi urbani presenti per parcheggiare) e soprattutto carrozze a cavallo che stazionano in questo lembo di strada trasformandolo letteralmente in una stalla.  Eppure nessuno sembra rispettare gli spazi assegnati, nessuno che osa richiamarli. I cavalli ovviamente liberi di urinare, ma basta una secchiata d'acqua (?). L'assenza di decoro è indice di poca attenzione per questi luoghi dove andrebbero fatte rispettare le regole, senza distinzione alcuna. E rivedendo qualche ordinanza perché riteniamo "anomalo" che veicoli a motore quali gli Ape Calessini siano liberi di scorazzare all'interno delle aree pedonali, talvolta correndo talvolta con musica a manetta schivando pericolosamente i pedoni. Le foto che ci sono state inviate fanno parte di un reportage più ampio a cura cittadini e liberi professionisti. Indignati come giusto che sia, ma pronti a metterci la faccia e offrire proposte e/o idee.    

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
04 mag 2018

Mercati storici: scattano nuove pedonalizzazioni e restrizioni al traffico. Ecco tutte le vie interessate

di Mobilita Palermo

Riportiamo il comunicato stampa del Comune di Palermo che avvia il processo di pedonalizzazione o limitazione dei flussi veicolari su svariate arterie e piazze nel centro storico. In particolare il focus si concentra sui mercati storici che soffocano tra il degrado e una generale disorganizzazione spaziale e funzionale abbastanza diffusa. L'obiettivo dichiarato insomma è risvegliare il fascino dei mercati e la loro vocazione commerciale, artigianale e turistica. Non sono ancora resi noti gli orari delle limitazioni e il livello di restrizione applicata a ciascuna via, in quanto viene dato mandato agli uffici preposti di redigere opportuni piani di circolazione. Attenderemo i provvedimenti esecutivi per valutarne eventuali punti di forza e debolezza. Vi lasciamo al comunicato: Sessanta tra vie, piazze e vicoli nelle zone dei mercati storici cittadini saranno interessate da una limitazione della circolazione veicolare che mira a ridurre la presenza delle auto a vantaggio della vivibilità, del rilancio commerciale ed artigianale, della fruizione turistica. E’ questa la sintesi di un delibera approvata dalla Giunta su proposta del sindaco Leoluca Orlando e con l’elaborazione tecnica congiunta dell'Area della riqualificazione urbana e del Servizio del trasporto pubblico e della mobilità. Il provvedimento mira a rivalutare le realtà commerciali e sociali dei mercati storici nonché a favorire lo sviluppo di attività consone con il territorio, quale volano fondamentale per la vitalità, la vivibilità e l’attrattività di questa zona della città e per lo sviluppo dell'economia ad essa collegata. In particolare, la Giunta ha incaricato  il Servizio Trasporto Pubblico di Massa e Piano Urbano del Traffico, entro il termine di 90 giorni a partire da oggi, di regolamentare con successivi provvedimenti la circolazione stradale nelle zone dei mercati storici; allo stesso tempo, la Giunta ha dato mandato al Servizio SUAP di predisporre una per l’esercizio delle attività esistenti e/o di nuovo insediamento all’interno di tali aree. Anche in questo caso il provvedimento dovrà essere redatto entro 90 giorni. Le aree oggetto della nuova regolamentazione sono quelle che sono indicate come ZTL o come pedonali nel Piano Particolareggiato Esecutivo per il centro storico e nel Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU) oltre ad alcune ad esse limitrofe che nelle quali la limitazione del traffico è funzionale alla migliore fruibilità e funzionalità delle prime. Le cinque aree interessate dal provvedimento sono quelle dei mercati di Ballarò, Capo e Vucciria oltre alla zona di via Calderai e quella di via Cantavespri. In particolare, l'elenco delle vie che saranno interessate dal provvedimento è il seguente: Via Cappucinelle Discesa delle Capre Via delle Mura Di S. Agata Via Quattro Coronati Via Principe di S. Giuseppe Via Dalmazio Birago Vicolo della Cassetta Via Bandiera Via Cesare Battisti Vicolo Monacelli Discesa Bandiera Vicolo delle Pergole Via della Concezione Via Gaetano Sgarlata Via Collegio di Maria al Carmine Vicolo S. Paolino Via Antonino Borzì (tratto v. Bandiera/v. Bari) piazza Teatro S. Cecilia Via Carrettieri Via Giuseppe Patania Via Cagliari Discesa dell'Eternità Via S. Basilio Via Vincenzo Cantavespri Via dei Seggettieri Vicolo S. Basilio Via Divisi Via Beati Paoli Via Maccheronai Via Albergheria (tratto v. Ballarò/v.lo delle Ruote) Via Porta Carini Piazza Caracciolo Via Porta di Castro (tratto v. Ballarò/v. Benfratelli) Via G. B. Pagano Via Pannieri Via Casa Professa (tratto v. Ballarò/v.lo S.Michele Arcangelo) Via S. Agostino Via Argenteria    Via Ballarò Piazza degli Aragonesi Via Calderai Via Giovanni Naso Vicolo Maestro Cristofaro Via del Bosco Via S. Cristoforo Vicolo Abbadia Via Ballarò Via Giovanni Procida Via S. Gregorio Piazza Carmine Via Livorno Via Mura di S. Vito Vicolo Iannucci Via dei Cassari Via della Ruota Vicolo della Madonna Piazza Beati Paoli Via Gaetano Donizetti (tratto v. U. A. Amico/v. S.Agostino) Vicolo Chiarandà Vicolo dei Sanguinazzai Vicolo del Romito Di seguito le mappe delle aree coinvolte. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
16 gen 2017

Dove non ci sono i controlli, solo i cittadini possono “salvare” un’area pedonale?

di Mobilita Palermo

Gestire è sicuramente più difficile che creare. A Palermo almeno. Non è la prima volta che vi raccontiamo di provvedimenti a cui non sono seguiti dei fatti. Grazie all'utente G. Bellomare facciamo un salto a Piazza Rivoluzione dove da tempo è stata istituita un'isola pedonale delimitata da dissuasori, proprio davanti a due famosi locali. Ebbene, a differenza di altre spazi , questo perimetro non è mai divenuto veramente pedonale perchè qualche settimana dopo l'istituzione, le cose non erano più al loro posto. Evidentemente a qualcuno il dissuasore da fastidio e pensa bene di spostarlo. Come segnala l'utente, i vigili difficilmente intervengono (o rispondono). Purtroppo non è il primo caso. Sembra che questi interventi di pedonalizzazioni secondarie (rispetto all'asse Maqueda ad esempio) risulteranno vincenti solo se il contesto sociale (composto da residenti e commercianti) lo accetterà e lo proteggerà di buon grado. Un concetto nobile che a Palermo risulta difficile da applicare in maniera univoca. Ad oggi servono ANCHE i controlli.   Ci eravamo occupati ad Agosto 2015 di questa piazza e scrivevamo: A differenza di Piazza S.Anna, dove l’apposizione di idonei arredi urbani hanno reso efficiente il provvedimento, qui si è nuovamente ricaduti nell’errore di sperare nelle buone intenzioni di certi palermitani che nel frattempo non hanno perso tempo a manifestare la propria arroganza e lanciare messaggi di opposizione all’amministrazione. Ancora una volta l'annuncio di telecamere a salvaguardia di queste aree è stato disatteso poteva essere lo strumento che avrebbe scongiurato questi episodi ricorrenti di anarchia attraverso provvedimenti seri, duraturi, lungimiranti. In un vaso rimovibile da sole due braccia forzute non vediamo nulla di serio, duraturo e lungimirante. Se da una parte non è possibile piantare idonei dissuasori sul basolato storico, gli arredi installati fra la GAM e piazza S.Anna dimostrano che è possibile fare dei buoni interventi... Segnaliamo dunque questa situazione ancora una volta al Comune. Salve, In allegato foto che documentano la sistematica violazione dell’area pedonale di piazza Rivoluzione da parte di auto e moto durante un normale sabato sera, oltre all’inciviltà dei cittadini, che hanno pensato bene di spostare i blocchi di delimitazione in cemento per garantirsi l’accesso nella suddetta piazza. Polizia municipale assente (e chiamate al centralino senza risposta).

Leggi tutto    Commenti 21
Articolo
02 dic 2016

“Via Roma e dintorni” prova a battere un colpo: il calendario di eventi per riconquistare attrattività

di Mobilita Palermo

Via Roma è stata ed è ancora al centro del dibattito, nell'ambito dell'attivazione della ZTL e più in generale della trasformazione urbana che è in atto con le pedonalizzazioni in centro storico. Per rispondere a residenti e commercianti, il Comune ha promosso questa iniziativa con eventi e manifestazioni durante il weekend, coinvolgendo anche le associazioni.   Nell’ambito del ricco cartellone della manifestazione “via Roma e dintorni”, su iniziativa dell’Assessorato alle Attività Produttive e previa acquisizione del parere della Soprintendenza BB.CC.AA, da domani, venerdì 2 Dicembre a domenica 4 Dicembre, a Piazza Croce dei Vespri, le Associazioni “Le vie dei Colori”, “Alab” e “Quick” proporranno estemporanee artistico-culturali, mentre il Consorzio Ballatore presenterà la mostra itinerante “viaggio intorno ad un chicco di grano antico duro siciliano”. A Piazza San Domenico, l’Istituto Ferrara presenterà “le vie delle nuove identità: valorizzazione territoriale/guide in lingua”, un’ attività d’indagine, ricerca, monitoraggio e promozione turistica dell’identità dei luoghi. Gli studenti porranno domande ai turisti sul gradimento dei servizi offerti dalla città. A Piazza Sant’Anna, “Le Freschette BioBistrot”, con attività di somministrazione, promuoveranno la valorizzazione di corretti stili alimentari. Sabato 3 e domenica 4 Dicembre, le iniziative sopra descritte saranno accompagnate musicalmente, dalle 17 alle 19, dal trio acustico “The Black Hats” dell’Associazione “Kandisky”, Domenica 4 Dicembre, inoltre, la Confcommercio Palermo, a Piazza san Domenico e Piazza Sant’Anna proporrà un percorso di animazione tematico-culturale, dalle piante alla somministrazione di eccellenze locali.  

Leggi tutto    Commenti 12