Articolo
15 lug 2019

Nuove linee tram, secondo stop al ricorso contro il progetto

di Mobilita Palermo

Palermo - Anche il Consiglio di Giustizia Amministrativa stoppa la domanda di sospensione relativa alla realizzazione della nuova tranvia e presentata da alcuni cittadini. Il Cga, che non è altro che l'organo di appello alle decisioni del Tar, ha sostanzialmente respinto la domanda di sospensione degli atti relativi all'attuale progettazione, con espresso riferimento alla sentenza del Tar dello scorso Marzo e che già rigettava la richiesta di sospensiva degli atti. "Considerato, anche alla luce della natura squisitamente prodromica dell’atto impugnato, che da parte dei ricorrenti non viene allegato un attuale e debitamente qualificato periculum in mora; Ritenuto che le ragioni dedotte dagli interessati possono essere già efficacemente salvaguardate mediante un ravvicinato esame della controversia in sede di merito da parte del giudice competente; P.Q.M. Il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, in sede giurisdizionale, pronunciando sull’istanza cautelare in epigrafe così dispone: - respinge la domanda di sospensione dell’efficacia degli atti impugnati. - accoglie la domanda cautelare di parte ai soli fini della sollecita definizione del giudizio nel merito da parte del Tribunale competente." Il CGA sollecita anche il Tar a fissare  udienza nel merito delle questioni tecnico/amministrative, che anziché due anni potrà veder luce fra 7/10 mesi. Ma per quel periodo ci sarà anche il parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici che dovrà esprimersi circa l’approvazione definitiva. Che dirà il Tar?    

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
11 lug 2019

Via Palinuro | La regione approva la perizia di variante

di Fabio Nicolosi

È datata 04/07/2019 la delibera dell’Ass. Reg. Infrastrutture e Mobilità con la quale il dirigente responsabile del procedimento autorizza la perizia di variante richiesta dal comune di Palermo che prevede, la realizzazione di un solaio carrabile al fine di oltrepassare il canale “Ferro di Cavallo”. Vedremo dunque se e quando i lavori ripartiranno sperando che sia l’ultimo stop di un’opera fondamentale per la borgata di Mondello e per la sua pedonalizzazione Alleghiamo il documento:

Leggi tutto    Commenti 12
Articolo
01 lug 2019

Anello Ferroviario | Si realizzano gli ultimi pali in via Amari

di Fabio Nicolosi

Dopo settimane in cui il silenzio faceva da padrone l'area di cantiere di via Amari, sembra che qualcosa si sia mosso. Sono stati completati da AMAP gli interventi per lo spostamento finale della sottorete dell'impianto di acque nere e si potrà dunque procedere ad ultimare le palificazioni anche all'angolo con via P.pe di Scordia. Successivamente alla fine delle palificazioni si procederà alla rimozione di terra, si getterà il solettone superiore della galleria artificiale e si ricoprirà tutto con nuova terra e si ultimeranno i lavori in quel tratto di strada. Impossibile adesso stabilire dei tempi, perché tanto dipenderà dalla forza lavoro impiegata. Ringraziamo renard78 per le foto: Notizia a margine, sembra che il MISE abbia dato il via libera alla vendita della Tecnis alla D'Agostino Costruzioni, vedremo i tempi necessari al passaggio dell'azienda ai nuovi proprietari e oltre a seguire la vicenda ci auguriamo che si possa portare a termine velocemente l'appalto con nuove risorse.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
28 giu 2019

Viabilità | Da lunedì 1 Luglio chiude il tratto di via Roma prima di via Amari

di Fabio Nicolosi

La Polizia Municipale informa che da lunedì 1 luglio la viabilità cittadina nel centro città sarà modificata in relazione alla chiusura al transito dell'incrocio via Roma/via Amari per i lavori di disinquinamento della fascia costiera dall'Acquasanta al fiume Oreto. L'installazione del cantiere, che prevedrà lo spostamento dei sottoservizi e la realizzazione del pozzo "Roma – Amari", sarà necessaria per addurre le acque al depuratore di Acqua dei Corsari mediante il potenziamento del "Sistema Cala". (O.D. 571/19). La circolazione stradale sarà garantita attraverso percorsi alternativi: da via Roma si potrà svoltare verso via Ammiraglio Gravina per percorrere via Wagner che cambierà senso di marcia e ritornare su via Roma verso piazza Sturzo. Parallelamente a via Roma, si potrà percorrere via Villaermosa per proseguire su via Wagner. Coloro che percorreranno via E. Amari da piazza Ruggero Settimo saranno obbligati ad immettersi in piazza Sturzo. Da via Roma per arrivare in via Crispi si potrà percorrere via Principe di Belmonte. Nel dettaglio: Via Roma, tratto compreso tra via Ammiraglio Gravina e via Emerico Amari escluse: chiusura al transito veicolare e pedonale, ad eccezione di un camminamento protetto almeno su uno dei marciapiedi. Via Roma, sospensione della corsia riservata direzione Stazione Centrale nel tratto Amari – Cavour. Via Riccardo Wagner, intero tratto: istituzione del senso unico di marcia in direzione via E. Amari. Sosta regolamentata in senso parallelo sul lato sinistro nel senso di marcia, laddove prevista. Al fine di consentire la variazione della disposizione degli stalli, sarà istituito il divieto di sosta con rimozione, con segnaletica collocata con almeno 48 ore di anticipo rispetto alle reali esigenze. Per metri 10 dopo la via Ammiraglio Gravina, sul lato destro nel senso di marcia, vigerà il divieto di sosta con rimozione 0-24 per consentire la manovra di svolta. Istituzione temporanea di fermata bus AMAT nel tratto via Amm. Gravina Per metri 10 prima della via Riccardo Wagner: istituzione del divieto di sosta con rimozione 0-24 sui due lati della carreggiata per consentire la manovra di svolta a destra. In piazza Ruggiero Settimo, lato via E. Amari, verrà posizionato un cartello di preavviso sull'obbligo di percorrere piazza Don Sturzo, attesa l' inversione di marcia della via Riccardo Wagner. In tutte le strade interessate dai lavori dovrà essere garantito, almeno su un lato della sede stradale e in qualunque momento, un percorso pedonale protetto e sicuro. L' impresa esecutrice dei lavori provvederà a posizionare la segnaletica di preavviso, anche luminosa, circa la presenza del cantiere, su tutte le strade che conducono ad esso, con indicazione degli itinerari alternativi. Dall'osservanza del presente provvedimento sono esclusi i mezzi d'opera dell' impresa. I lavori suddetti, potranno essere eseguiti anche nelle ore notturne, nei giorni festivi e prefestivi riducendo per quanto possibile il nocumento arrecato alla quiete pubblica e comunque l'area di cantiere dovrà essere segnalata e recintata, fornita anche di opportune segnalazioni luminose regolamentari inerenti la zona interessata dai lavori e tutti gli ostacoli al libero transito.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 giu 2019

AMAP | Mercoledì 19 Giugno interruzione idrica in diverse zone della città

di Fabio Nicolosi

L’AMAP informa che, dalle ore 0:00 alle ore 20:00 di mercoledì 19.06.2019, per lavori di manutenzione al serbatoio Monte Grifone, verrà interrotto il trattamento del Potabilizzatore Risalaimi. Questa Società, pertanto, sarà costretta a ridurre l’approvvigionamento idrico alla fascia pedemontana della città di Palermo. Tale condizione causerà sicuridisservizi nei circuiti:Villagrazia Alta, Calatafimi Alta, Pagliarelli, Borgo Molara, Boccadifalco, Borgo Nuovo, C.E.P. L’erogazione idrica si normalizzerà nelle 24 ore successive al termine dell’interruzione, salvo imprevisti. Per eventuali informazioni si potranno contattare i seguenti numeri: 091 279111 (risponditore automatico) o il numero verde 800-915333 (esclusivamente da telefono fisso).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 giu 2019

Anello ferroviario | I lavori per la realizzazione della stazione Libertà rimandati a data da destinarsi

di Fabio Nicolosi

La notizia che vi stiamo dando viene fuori da una riunione tra la regione siciliana e il comitato pendolari, avvenuta il 29/05/2019 proprio presso l'assessorato regionale infrastrutture e trasporti. Dalla riunione è infatti emerso che la IPO (Interruzioni Programmate in Orario) che doveva essere attivata questa estate dal 9 giugno all'8 settembre è stata rinviata a data da destinarsi. Questo comporterà che il cantiere di via Sicilia proseguirà il suo silenzio e nessun escavatore potrà proseguire le operazioni di realizzazione della fermata Libertà nel cantiere dell'anello ferroviario. Un'ulteriore ritardo che fa slittare notevolmente i lavori. Ricordiamo infatti che un interruzione programmata è un operazione che richiede tempi lunghi e che spesso viene fatta coincidere con il periodo estivo per ridurre i disagi sui pendolari e sugli utilizzatori del servizio passeggeri. Possiamo quindi immaginare che non vedremo alcun lavoro fino a giugno 2020. La situazione Tecnis è sempre più drammatica e ci mettiamo nei panni di tutti quei residenti e commercianti che da anni attendono la fine di un cantiere che vedono deserto giorno dopo giorno provocando solo disagi senza alcun beneficio. I dettagli: Il servizio rimarrà regolare fino al 22 luglio quando, in ragione della minore domanda di trasporto verrà ridotto, al servizio sarà assegnata la frequenza di 1 collegamento all'ora (invece dei 2 attuali), anche se questa non è una novità. La ripresa delle due frequenze avverrà dal 26 agosto.

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
05 giu 2019

FOTO | I cantieri del raddoppio Ogliastrillo – Castelbuono entrano nel vivo

di Fabio Nicolosi

Era il 22/04/2019 quando attraverso una visita in cantiere venivano mostrati i progressi del cantiere del raddoppio ferroviario Ogliastrillo - Castelbuono. Oggi aggiungiamo nuove buone notizie Ogliastrillo La prima è che la trivella che, per mesi, ha operato ad Ogliastrillo per realizzare i pali della paratia prevista per saldare il salto di quota di circa 10 metri tra la sede della strada statale e quella del realizzando raddoppio è stata portata via, avendo completato il centottantanovesimo palo. I prossimi passi saranno trasformare la palificata interrata in paratia con la faccia lato valle a vista, realizzare una trincea a valle della palificata, costruire la culla per assemblare la talpa, assemblare la talpa, allestire ed attrezzare il cantiere con l’area di stoccaggio dei conci di rivestimento della galleria e con l’area per lo stoccaggio e la decantazione dello smarino. Malpertugio A Malpertugio è quasi tutto pronto per l’inizio dello scavo della galleria Sant’Ambrogio, che, dopo 4.150 metri circa, sbucherà nella valle del Carbone. Quasi tutto, e non tutto, perché deve essere completata la cosiddetta coronella, cioè la struttura di sostegno, a forma di arco, che, man mano che si procederà nello scavo, avrà la funzione di evitare deformazioni e cedimenti della cavità e di garantire la sicurezza degli operatori. Intanto si sta provvedendo a scavare la galleria d'emergenza Sant'Ambrogio Dalle foto non si capisce, ma c'è luce in fondo al tunnel, ed è pieno di macchinari all'interno. valli del Carbone e del Mazzatore Sono stati rivestiti in pietra i muri realizzati negli anni scorsi. Sono in avanzata fase di realizzazione: le tre paratie dell’imbocco, lato Palermo, della galleria Sant’Ambrogio, la spalla, lato Messina, del piccolo viadotto sul Mazzatore, la spalla, lato Palermo, dell’altro piccolo viadotto sul Carbone. Ringraziamo Saro e peppe2994 per le foto e le descrizioni delle lavorazioni

Leggi tutto    Commenti 23