Articolo
05 giu 2017

Il comune blocca i lavori del nuovo LIDL nella sede di Salamone e Pullara

di Mobilita Palermo

Il comune ha deciso di bloccare i lavori in corso presso la struttura ex Salamone e Pullara di Viale Regione Siciliana, struttura che sarebbe dovuta diventare un nuovo punto vendita LIDL. A bloccare i lavori, si legge dal comunicato stampa, sono state le sollecitazioni ricevute provenienti dal mondo accademico-scientifico. In particolare ecco cosa ne pensa Zeila Tesoriere, professoressa di progettazione architettonica alla Scuola Politecnica dell'Ateneo di Palermo (ex facoltà di Architettura): "si tratta di un manufatto che dovrebbe essere recuperato e valorizzato, pur mantenendo la nuova destinazione d'uso". Da almeno un anno la docente, nell'ambito delle attività di ricerca e didattica del suo laboratorio IN_Fra, sta portando avanti uno studio sulla struttura: "Nei confronti di questo edificio, di certo interesse dal punto di vista architettonico, abbiamo fatto indagini di archivio. La collaborazione degli eredi del progettista, l'ingegnere Gabriele Nicoletti, è stata fondamentale perché ci ha permesso di acquisire materiali originali e inediti relativi all'edificio". La professoressa parla di una struttura frutto di un preciso lavoro progettuale che va al di là del gusto comune: "Il gusto personale non è un criterio per chi vive nell'ambito dell'architettura e fa ricerca. L'importante non è stabilire se un manufatto piace o meno ma piuttosto se esso sia oggi testimonianza di un rapporto fra il progettista e la disciplina, o ancora fra il progettista e il suo contesto che in questo caso è la circonvallazione. Questi sono i criteri che ci indicano se un elemento svolge un ruolo e se è opportuno soffermarsi su di esso, fornendo delle indicazioni volte per esempio alla preservazione e alla tutela". Il manufatto di Salamone&Pullara per Tesoriere rispecchia questi criteri e ha principalmente due valori: uno relativo alla sua posizione e uno in quanto struttura che all'interno del suo tempo esprime e declina dei temi: "Un'opera - afferma - progettata fornendo contributi ad alcuni argomenti fondamentali della progettazione di quell'epoca". Stiamo parlando del 60-62 per la prima fase del lavoro con una sopraelevazione realizzata nel 79 dallo stesso Nicoletti. Il valore relativo dell'edificio è legato, si diceva, alla sua posizione: "Si tratta di una delle due sole opere architettoniche moderne sull'intera Circonvallazione. L'altra, leggermente arretrata rispetto al filo stradale è l'edificio sede dell'assessorato all'Agricoltura, progettato da Caronia Roberti. Per il resto lungo il tracciato c'è solo edilizia corrente". Un altro elemento architettonico di straordinario valore sulla circonvallazione - riferisce - è l'ex ospedale psichiatrico opera di Francesco Paolo Palazzotto del 1885-1889 "ma qui siamo già a 350 metri dalla circonvallazione". Questo è solo uno degli elementi che secondo la professoressa fanno di questo un edificio che dialoga con il suo tempo. Un'opera frutto di un'epoca nella quale la specializzazione del mestiere non era ancora intervenuta come avviene oggi. "Nicoletti era un progettista attentissimo, prolifico e preciso - dice ancora Tesoriere - che ha seguito tutta l'evoluzione del progetto fin nel minimo dettaglio. Il materiale di archivio mostra i calcoli della scala elicoidale, gradino per gradino, fatti a mano dall'ingegnere". E aggiunge come l'edificio sia ricco di citazioni architettoniche: "I riferimenti principali che l'edificio declina sono almeno due: uno è quello al padiglione isolato in cui prevalgono le superfici orizzontali chiara interpretazione di Frank Lloyd Wright. Un altro tema che è presente e che riveste un grandissimo interesse è proprio la scala elicoidale, che chi ha frequentato il negozio per acquistare materiali edili certamente ricorda. Si tratta di una presenza iconica all'interno di questa sala, dove si stagliano solo i pilastri, scala che rinvia a quella di Jean Tschumi presso l'edificio Nestlé in Svizzera, che Nicoletti si recò a visitare di persona". Speriamo che la sovrintendenza dia un parere positivo o negativo nel minor tempo possibile affinché si decidano le sorti della struttura. Ecco il comunicato del comune: I lavori per la realizzazione di una attività commerciale presso l'immobile di viale regione siciliana una volta sede della ditta "Salamone & Pullara" sono sospesi in attesa che l'amministrazione riceva un parere da parte della Sovrintendenza. L'immobile non risulta essere in atto vincolato in alcun modo e pertanto l'amministrazione ha rilasciato regolari autorizzazioni ad una ditta che ha richiesto di poter realizzare una nuova struttura commerciale. A seguito di sollecitazioni ricevute in tal senso e provenienti dal mondo accademico-scientifico, si è quidi deciso di rimettere una decisione finale al parere che sarà reso dalla Sovrintendenza, ente pubblico titolato e responsabile per l'eventuale apposizione di vincoli. Ecco qualche scatto proprio a cura di Zeila T. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 41
Articolo
26 mag 2017

Numerare le uscite in Viale Regione ? C’è qualcosa! Ecco la risposta dell’Ufficio Traffico

di Giulio Di Chiara

Ricordate la proposta discussi qui su Mobilita relativa alla numerazione delle uscite lungo Viale Regione Siciliana, per agevolare e razionalizzare i flussi veicolari? Avevamo mandato l'articolo all'Ufficio Traffico, che ci ha prontamente risposto con questa nota, che riportiamo: Si fa riferimento alla vs. mail di pari oggetto del 02/5/2017, assunta al ns. prot. n. 652367 del 03/5/2017. Preso atto dei contenuti della stessa, si vuol evidenziare che al lettore attento non può sfuggire che il vigente Piano Generale del Traffico prevede nella "Relazione tecnica: Progetto" al cap. 7.2.10 un apposito intervento sulla segnaletica d'indirizzamento nel viale Regione Siciliana. L'intervento previsto fonda sulla realizzazione di uno studio sulla nuova segnaletica di indirizzamento nella circonvallazione di Palemo, già curato dall'Ufficio Traffico, che si propone di fornire agli utenti della strada, tramite la segnaletica di indicazione, informazioni necessarie per la corretta e sicura circolazione, nonché per l'individuazione di itinerari, località, servizi ed impianti stradali, nonché una precisa identificazione alfà-numerica a ciascuno degli svincoli e dei varchi di collegamento tra le carreggiate centrali e laterali della circonvallazione. [...] Il PGTU pertanto prevede la redazione di un apposito "Piano di Dettaglio", il cui progetto possa essere realizzato nel più breve tempo possibile, anche per successivi stralci fùnzionanti, prevedendo una tipologia di segnale di indicazione posto sopra la carreggiata di marcìa, che si ritiene possa costituire una soluzione ottimale per la segnaletica di indicazione lungo il viale Regione Siciliana, da estendere successivamente negli altri più importanti assi stradali della città. È altresì opportuno informare che gli uffici del traffico già nel 2005 hanno redatto un'apposita documentazione progettuale al riguardo, che oggi andrebbe solo verificata/aggiornata, verificando se sussistano le risorse e le condizioni che fin qui hanno frenato la realizzazione dell'intervento. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
25 mag 2017

Viale Regione Siciliana | Svincolo Bonagia verrà chiuso in notturna per lavori

di Mobilita Palermo

Per consentire i lavori di manutenzione straordinaria sul viadotto che attraversa Viale Regione Siciliana all'altezza di Bonagia / Falsomiele (Viale Giovanni Papa XXIII) sarà chiuso il tratto di Viale Regione e di Viale Giovanni Papa XXIII I lavori saranno divisi in quattro fasi: Le prime due dalle ore 21 alle 6 del giorni successivo, dal 25 Maggio all'1 Giugno interesseranno la carreggiata centrale direzione Tp quella in direzione Me/Ct non in contemporanea. Le ultime due dalle ore 7 alle ore 16 dal 29 Maggio al 10 Giugno. Attenzione che verrà posto il limite di 30km/h per la presenza del cantiere. Ecco l'ordinanza: Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
23 mag 2017

Viale Regione Siciliana | Chiude il varco nei pressi dello svincolo Lazio

di Mobilita Palermo

Per lavori di scavo in corso in Via Sardegna incrocio Viale Regione Siciliana per ampliamento e realizzazione della rete fognaria (Mango - Atenasio) verrà chiuso il bypassa che dalla corsia centrale di Viale Regione Siciliana Nord-Ovest permette l'ingresso nella corsia laterale all'altezza di Via Del Quarnaro (presso supermercato Prezzemolo & Vitale) Per raggiungere quindi Via De Gasperi o Via Sardegna sarà necessario imboccare lo svincolo Belgio oppure lo svincolo Lazio Ecco copia dell'ordinanza n° 728 del 19/05/2017 Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
05 mag 2017

Viale Regione Siciliana: ecco come si passerà da due a tre corsie

di Fabio Nicolosi

Qualche giorno fa, era stata annunciata l'ennesima rivoluzione alla viabilità cittadina: la terza corsia in Viale Regione Siciliana Dopo avervi illustrato le nostre riflessioni in merito oggi vi spiegheremo come avverrà. Viale Regione Siciliana ai sensi della classificazione funzionale di Palermo (d.d. n° 19 del 08/03/2016) viene definita come strada urbana di scorrimento, categoria D per il C.d.S. La strada è composta da due carreggiate centrali per senso di marcia a loro volta divise in due corsie con una larghezza totale di 4,5 metri circa, con una banchina pavimentata di 3 metri circa. Il provvedimento in via sperimentale che viene emanato dall'ufficio traffico il 28 Aprile 2017 con numerazione 609, autorizza la realizzazione della terza corsia di marcia, dallo svincolo Belgio allo svincolo Bonagia. L'ordinanza diverrà esecutiva allorquando verranno garantite le condizione sicurezza della pavimentazione stradale tramite esplicita attestazione a cura dell'ufficio comunale anche in riferimento agli interventi previsti nell'ordinanza n° 1047 del 05/09/2016. Risulta complesso immaginare la terza corsia anche sul Ponte Corleone, struttura già fortemente danneggiata, che da anni rischia il collasso e che adesso sarà costretta a supportare un flusso veicolare del 30% maggiore rispetto a quello previsto. Chissà se dall'ufficio traffico ne hanno tenuto conto. Ecco l'ordinanza e alcune tavole esplicative Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 31
Articolo
02 mag 2017

Viale Regione | Numerare le uscite per guidare i flussi veicolari verso la città?

di Giulio Di Chiara

E' una possibilità di cui sporadicamente ho sentito parlare nel "pour parler" cittadino, dunque non c'è nessuna fonte istituzionale certa da quel che mi risulta. Però è un'idea che mi ha sempre affascinato e su cui ogni tanto rifletto. Dunque, queste voci di corridoio narrano del posizionamento di cartelli numerati e colorati lungo le uscite che dalla corsia centrale di viale Regione Siciliana consentono il raggiungimento della corsia laterale e degli assi trasversali che si innestano su essa. Giusto per rinfrescarci la memoria, Palermo è orograficamente inserita in una striscia di territorio delimitato dal mare e dai monti. Sull'asse longitudinale di questa lingua, passa viale Regione Siciliana, che interseca perpendicolarmente gli assi mare-monte, e serve un pò tutto l'agglomerato urbano. Con la recente costruzione degli assi tranviari, alcune di queste bretelle sono state modificate, arretrate o addirittura chiuse. Ma perchè colorarle e numerarle? Sempre nel "pour parler" urbano, l'obiettivo di questo intervento sarebbe quello di agevolare la razionalizzazione dei flussi veicolari molto intensi e agevolare una distribuzione più intelligente dell'ingresso alle aree più interne e centrali della città. Per fare un esempio, chi percorre Viale Regione Siciliana e deve recarsi in zona Fiera, ha diverse possibilità di uscita: da via Notarbartolo al ponte di via Belgio vanno bene tutte, ma sicuramente una di queste sarà quella più breve e efficace per raggiungere l'area interessata. Questi cartelli servirebbero intanto a rendere più riconoscibile le uscite stesse (anche e soprattutto quelle che consentono il semplice cambio di corsia), in modo da poterle memorizzare senza dover ricorrere alla citazione delle strade vicine "quella prima di via Principe di Paternò..". Inoltre fungerebbero da consiglio di percorso per gli automobilisti e per tutti quei pendolari e turisti che non conosco a perfezione la viabilità cittadina. Una cosa simile, ma in piccolo, è stata fatta per i tifosi delle squadre ospiti che giocano allo stadio Barbera: in alcuni punti della città viene indicata l'uscita di Tommaso Natale come quella consigliata per raggiungere l'impianto sportivo. Anche qui, sappiamo benissimo che non è l'unica e paradossalmente non è la più vicina alla destinazione, ma evidentemente queste indicazioni contengono un invito non scritto a evitare il transito su assi come viale Lazio per esempio (immaginiamo anche per motivi di sicurezza). Probabilmente queste voci si basano su un provvedimento che poi non è stato attuato o forse sono figlie di idee che hanno semplicemente fatto il giro in città. Però può essere utile parlarne. Voi cosa ne pensate? Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
20 apr 2017

Viale Regione | La terza corsia per i mezzi pesanti? Qualche riflessione

di Giulio Di Chiara

L'idea è quella di convertire la corsia di emergenza in una corsia riservata ai mezzi pesanti, con l'obiettivo di fluidificare il traffico sull'intero asse di viale Regione Siciliana. E' una soluzione sperimentale annunciata dall'assessore Giusto Catania, il quale ha affermato che l'ufficio traffico è al lavoro per presentare un progetto definitivo di modifica entro la fine di Aprile. Cosa prevede dunque questo probabile cambiamento? Quella che oggi è la corsia d'emergenza potrebbe ben presto essere destinata ai mezzi pesanti, ai bus e ai mezzi del servizio pubblico, lasciando di fatto inalterate le due corsie dedicate alle auto private. Nell'attesa di capire se e quali integrazioni potrebbero essere apportate a questa disposizione, vogliamo fare qualche riflessione sull'argomento. Chi percorre abitualmente Viale Regione Siciliana sa benissimo che ci sono alcuni orari critici in cui i flussi veicolari sono decisamente maggiori, come le prime ore mattutine e quelle a ridosso del tardo pomeriggio. In concomitanza di queste due segmenti della giornata probabilmente si manifesta il massimo picco del pendolarismo. A nostro avviso, le principali cause di queste congestioni sono da attribuire ai due tappi che ancora oggi persistono sull'asse, ovvero i semafori in corrispondenza di Piazzale J. Lennon e di via Perpignano. Sebbene siano stati temporizzati e ottimizzati, non scongiurano lunghe code nei momenti di maggiore flusso. Su via Perpignano attenderemo la realizzazione del sottopasso. I mezzi Amat non transitano più nella corsia preferenziale, mentre non sappiamo se i bus turistici hanno l'autorizzazione a farlo (crediamo e speriamo di si). A prescindere dalla futura ordinanza, ci sembra che qualcosa avvenga già in tal senso. Sicuramente riservare ai mezzi pesanti una corsia dedicata potrebbe agevolare un deflusso più ordinato delle auto che non sarebbero ulteriormente rallentate da tir e camion di grossa stazza. Al contrario, c'è da dire che spesso le corsie riservate sono occupate impunemente dalle auto, le quali vanificano l'utilità della corsia stessa. Dunque, il concetto è che qualsiasi provvedimento di razionalizzazione dei flussi veicolari debba fare i conti con il rispetto delle regole, che oggi non avviene di certo con frequenza. Per cui, al netto di nuove modifiche e disposizioni, questo possibile cambiamento ci sembra un tentativo sicuramente non risolutivo, ma migliorativo. In che misura potrebbe essere migliorativo non lo sappiamo, perchè non possediamo informazioni ufficiali sui flussi attuali, sulla percentuale di incidenza dei mezzi pesanti sul traffico e sugli obiettivi che al Comune si prefiggono di raggiungere. All'ufficio traffico ci stanno lavorando, dunque aspettiamo che l'ordinanza prenda forma e che ci sia comunicato qualche numero in più. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 38

Ultimi commenti