Articolo
22 feb 2017

Palermo città più trafficata d’Italia e sesta in Europa per la sesta volta!

di Fabio Nicolosi

Palermo Capitale Del Traffico 2016! Benvenuti a Palermo, la città più congestionata d’Italia. Minuto più minuto meno, 149 ore di vita, nel 2016, sono state «rubate» agli automobilisti palermitani dai picchi del traffico, che hanno impiegato il 43 per cento di tempo in più (nel 2015 era 41%) per arrivare a destinazione rispetto allo stesso tempo che sarebbe occorso in una situazione normale. Percentuali che — secondo il rapporto «TomTom index 2017», letto dal Corriere in anteprima — pongono il capoluogo siciliano al sesto posto in Europa e al ventunesimo nel mondo, battendo anche megalopoli come Londra e Parigi. Non è andata meglio ai guidatori di Roma (40% di congestione) che, seppure al secondo posto in classifica, ha vinto la (poco invidiata) palma di città più trafficata nelle ore mattutine. Al terzo posto c’è Messina che, peggiorando dal 35 al 39 per cento, ha battuto Napoli (31%). Milano (30%), invece, ha «ceduto» la quinta posizione a Reggio Calabria (31%). Quindi, fra le prime dieci, ci sono Catania (29%), Taranto (28%), Bari (27%) e Firenze (26%). Analizzando i dati sorprende che Palermo si confermi per il sesto anno al vertice di questa classifica. Nel giro di pochi mesi in città sono state realizzate misure importanti per snellire il traffico: dall’introduzione della tramvia all’avvio della zona a traffico limitato per il centro storico, passando per il bike e il car sharing. Eppure la percentuale di congestione è addirittura aumentata: un vero e proprio paradosso. «I dati del rapporto ci stimolano a continuare a insistere sui provvedimenti che diminuiscono il traffico veicolare — spiega Giusto Catania, assessore cittadino alla mobilità — e a pianificarne di nuovi come altre linee di tram; aumentare la lunghezza delle piste ciclabili sino a 100 chilometri (malgrado la nostra giunta l’abbia portata da 12 a 37 chilometri). A questo si aggiungano l’ingrandimento delle aree pedonali; la più grande rete di car sharing pubblico d’Italia con mezzi anche per disabili; la terza flotta di bike sharing del Paese e, presto, arriveranno 70 nuovi autobus». Una politica che punta su nuove infrastrutture e pianificazione del futuro, che sembra però non pagare sul breve periodo.«Dobbiamo insistere e lavorare anche su un terzo elemento: la “pedagogia” dei cittadini — conclude Catania — e cioè informarli sulla presenza dei nuovi mezzi a disposizione per circolare convincendoli a lasciare nel box la propria auto. Infine, far capire a tutti che i disagi di oggi saranno i punti di forza di domani per ridurre le code. Non vuole essere una scusa ma credo che la congestione di oggi sia figlia anche dei tanti cantieri aperti per realizzare le opere che ho citato e altre infrastrutture come il passante ferroviario che attraverserà la città». Ma allora quel cambiamento culturale tanto osannato da Orlando e dai suoi assessori quando avverrà? Intanto attendiamo e godiamoci queste 149 ore di vita trascorse in auto. Nel merito non basta realizzare tram, passante ferroviario e anello ferroviario. Non ci si deve limitare alla costruzione delle grandi infrastrutture se poi non si "connettono" fra loro. Oggi l'integrazione tariffaria diventa essenziale per poter parlare di un servizio davvero capillare, rapido ed economicamente vantaggioso per l'utenza. Ciò è la condizione che riteniamo prioritaria per il trasporto pubblico a Palermo.

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
12 ott 2016

Ufficialmente revocate le targhe alterne

di Mobilita Palermo

Con l'entrata in funzione della ZTL Centrale viene abolito il provvedimento che istituiva le targhe alterne. L'ordinanza n° 273 del 10 Ottobre 2016 revoca l'ordinanza n° 305 del 02 Marzo 2010 che istituiva la limitazione circolare a targhe alterne nell'ambito del territorio comunale di Palermo. Alleghiamo estratto della delibera: Quindi se nella parte centrale della città è in vigore la ZTL nel resto si può circolare a prescindere da targa pari o dispari.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
15 set 2016

ZTL | Pass in vendita da domani: Ecco come fare per richiederlo online

di Fabio Nicolosi

Sarà attiva dal 10 ottobre a Palermo la Ztl Centrale, che si estende da piazza Giulio Cesare a via Cavour e da Porta Nuova a Porta Felice. L'amministrazione comunale ci riprova. Da domani la vendita dei pass avverrà sia on line, con pagamento mediante carta di credito o di debito, che allo sportello Amat di via Borrelli o agli sportelli Aci di Palermo e provincia. Chi aveva già acquistato il pass dovrà prima farsi rimborsare l'esistente e successivamente richiedere la nuova copia, non è prevista alcuna forma di conversione. Con il pass online si può gia circolare, poiché viene rilasciato un pass temporaneo in attesa di ricevere o andare a ritirare il pass. Dieci i varchi di ingresso e uscita individuati, controllati in una fase iniziale dalla Polizia municipale, e successivamente attraverso le telecamere. Ecco il LINK dove poter acquistare gli abbonamenti online. La “ZTL Centrale” è individuata nel perimetro che va da Porta Nuova a Porta Felice, da Piazza Giulio Cesare a Via Cavour, gli orari vanno dalle 8 alle 20 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 8 alle 13. La domenica ed i giorni festivi non vige il provvedimento. Vi è un nuovo Pass "Sosta Parco Chiuso" dal costo di 30€ / annuo che permette a tutti coloro che l'acquistano di parcheggiare all'interno della ZTL Suddetto pass dovrà essere accompagnato dall'esistente tagliando per parcheggiare nelle zone blu, quindi oltre ai 10€ annui per il parcheggio, si dovranno pagare 30€ per chi vorrà posteggiare dentro la ZTL. Grazie a questo pass si potrà lasciare l'auto all'interno della ZTL ed utilizzarla al di fuori degli orari in cui la stessa è valida. Il pass sarà necessario solo per chi non ha acquistato il pass per l'accesso alla ZTL, perché con il pass ZTL si può circolare e posteggiare all'interno del perimetro. Nella Ztl potranno accedere, anche con auto definite inquinanti (cioè motori a benzina: categoria euro 0,1,2) – motori diesel: categoria euro 0,1,2,3) soltanto i residenti (tassa annuale da 90 euro con auto inquinante e 80 euro con auto meno inquinante), i mezzi di assistenza sanitaria e i turisti per raggiungere per la prima volta le strutture ricettive. I soggetti non residenti “che per esigenze oggettive possono accedere alla ZTL Centrale”, potranno farlo solo alla guida di un'auto meno inquinante: chi lavora, studia o fa cure sanitarie in Rtl potrà fare il pass annuale (100 euro), semestrale (50 euro) o mensile (20 euro), tutti gli altri potranno usufruire del ticket giornaliero a 5 euro, comunicando con un sms la targa del proprio veicolo associandolo al numero del pass oppure il pagamento puo' avvenire anche a posteriori (entro la mezzanotte del giorno dopo) ma soltanto telematicamente. Gratis l'ingresso per le auto elettriche e gli scooter, sconto del 50% per mezzi ibridi e a metano. Seguono aggiornamenti...

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
09 set 2016

ZTL, si partirà a Ottobre. Ecco chi pagherà

di Antony Passalacqua

Tutto pronto o quasi per il via alla Ztl II. Dopo le vicissitudini fra Tar, Cga e Consiglio Comunale, ieri sono state presentate le nuove modalità attuative della “ZTL centrale”. L’Amministrazione era presente al gran completo, a testimonianza dell’importanza del provvedimento adottato, dichiarato ”immediatamente eseguibile”, stante l’urgenza di provvedere, proprio nell’imminenza della settimana europea della mobilità sostenibile, che si svolgerà dal 16 al 22 settembre. Perimetro e orari  La “ZTL Centrale” è individuata nel perimetro che va da Porta Nuova a Porta Felice, da Piazza Giulio Cesare a Via Cavour,   gli orari vanno dalle 8 alle 20 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 8 alle 13. La domenica ed i giorni festivi non vige il provvedimento. Chi potrà accedere Nella Ztl potranno accedere, anche con auto definite inquinanti (cioè motori a benzina: categoria euro 0,1,2) – motori diesel: categoria euro 0,1,2,3) soltanto i residenti (tassa annuale da 90 euro con auto inquinante e 80 euro con auto meno inquinante), i mezzi di assistenza sanitaria e i turisti per raggiungere per la prima volta le strutture ricettive. I soggetti non residenti “che per esigenze oggettive possono accedere alla ZTL Centrale”, potranno farlo solo alla guida di un'auto meno inquinante: chi lavora, studia o fa cure sanitarie in Ztl potrà fare il pass annuale (100 euro), semestrale (50 euro) o mensile (20 euro), tutti gli altri potranno usufruire del ticket giornaliero a 5 euro, comunicando con un sms la targa del proprio veicolo associandolo al numero del pass oppure il pagamento puo' avvenire anche a posteriori (entro la mezzanotte del giorno dopo) ma soltanto telematicamente. Gratis l'ingresso per le auto elettriche e gli scooter, sconto del 50% per mezzi ibridi e a metano/GPL.   Agevolazioni e vendita pass Previste anche agevolazioni per quelle attività imprenditoriali, come gli autonoleggi, che hanno flotte aziendali per le quali sarà possibile acquistare un numero discrezionale di pass per vetture non inquinanti. I pass potranno essere poi abbinati a diverse autovetture in modo alternato La vendita dei pass avverrà sia on line, con pagamento mediante carta di credito o di debito, che allo sportello Amat di via Borrelli o agli sportelli Aci di Palermo e provincia. Chi aveva già acquistato il pass potrà farlo compensare con il nuovo pass. Dieci i varchi di ingresso e uscita individuati, controllati in una fase iniziale dalla Polizia municipale, e successivamente attraverso le telecamere.   Le principali misure adottate riguardano: -          l’inibizione all’accesso ai mezzi definiti maggiormente inquinanti (motori a benzina (categoria euro 0,1,2) – motori diesel (categoria euro 0,1,2,3); -          l’introduzione, per i soggetti che non risiedono nella “ZTL Centrale” e che non hanno esigenze oggettive di spostamento, di pass giornalieri a pagamento; -          la riproposizione delle agevolazioni per i veicoli a minor patto ambientale (auto elettriche, ibride, alimentate a gas metano/GPL), per i quali è previsto il libero transito; -          i residenti/domiciliati/ accasermati, anche nelle strade perimetrali, godono delle agevolazioni dei residenti/domiciliati/ accasermati nella ZTL (un costo differenziato del pass annuale di euro 80  per i veicoli meno inquinanti ed euro 90 per i veicoli più inquinanti) ; -          gli accessi alla ZTL Centrale dei veicoli dedicati al carico e scarico merci, compresi i traslochi, verranno ridotti ad una sola fascia oraria diurna; -          l’abbonamento annuale, al costo forfettario di 15 euro, al trasporto pubblico (AMAT) per i possessori di mezzi maggiormente inquinanti - in possesso di reddito ISEE non superiore a 3.000 euro/anno che hanno esigenze oggettive per l’accesso in ZTL - e per gli studenti in età dell’obbligo di istruzione, fino a 16 anni, che frequentano scuole all’interno della ZTL Centrale; -          agevolazioni per i titolari di abbonamento annuale al trasporto pubblico Amat; -          agevolazioni ai residenti, domiciliati ed accasermati ,titolari di pass annuale ZTL, che potranno usufruire gratuitamente, di una linea del trasporto pubblico che attraversa la ZTL (101 ESCLUSO), dell’autorizzazione annuale al parcheggio nella zona assoggettata a tariffazione nella quale ricade la dimora del richiedente, del permesso sosta a varco chiuso (transito consentito dalle 20.00 alle 8.00 e sosta consentita dalle 8.00 alle 20.00 al costo annuale di 30 euro per tutte le tipologie di veicoli).   L’Assessore alla Mobilità Giusto Catania ha scandito i tempi: “Entro la prima decade di ottobre sarà attiva la ZTL nel centro storico. Entro la prossima settimana sarà possibile emettere i pass È un provvedimento di tutela del centro storico, del patrimonio artistico e monumentale, dell’aria e della salute dei Palermitani in una zona, il centro storico, in cui le strade sono più strette e maggiore pesa il tema dell’inquinamento. Abbiamo fatto una proiezione sulle stime dei flussi di traffico reali e contiamo di avere una riduzione di circa il 37 per cento della pressione veicolare relativa al traffico di destinazione verso il centro storico. Ad oggi – ha continuato Catania- i veicoli che hanno come destinazione il centro storico sono 45 mila. C’è un modo per ridurre il traffico: ridurre il numero delle macchine che circolano. In questo momento a Palermo circolano quotidianamente circa 900 mila veicoli. Allora, questi provvedimenti che noi facciamo, vanno tutti nella direzione di ridurre il numero di veicoli che circolano e chiediamo ai palermitani di aiutarci, anzi di aiutare la città in questo , perché abbiamo sempre di più la necessità che circolino meno veicoli a Palermo. E’ evidente, infatti, che il traffico è prodotto dal numero di veicoli che circolano  e questo produce maggior inquinamento”.   L’Assessore all’Ambiente Sergio Marino ha dichiarato che “il dato saliente e significativo di questo provvedimento è la tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente. Considero questo provvedimento come una “ordinanza sindacale” perché dettata da motivi di urgenza. Dall’indomani dell’avvio della ZTL comincerà il mio, il nostro lavoro di monitoraggio dei dati delle centraline, per verificare se, come ci auguriamo, la ZTL produce un miglioramento della qualità dell’aria. È anche prevista la prosecuzione di un tavolo tecnico,  per stabilire le politiche di sviluppo sostenibile della città di Palermo, anche alla luce del provvedimento odierno. Da assessore, ma anche da cittadino che lavora da trent’anni alla tutela della salute e dell’ambiente, attribuisco a questo provvedimento una importanza strategica e fondamentale“.   Le dichiarazioni del sindaco “L’urgenza nel provvedere” sta tutta nei numeri: infatti, come si legge nella deliberazione della Giunta Comunale n.176 dell’8 settembre 2016, “risulta che ogni giorno, il sistema urbano di Palermo è interessato da un flusso di autovetture pari a 898.352 (di cui 69.104 nell’ora di punta 7.30-8.30). Dei 69.104 spostamenti effettuati durante l’ora di punta, 56.910 effettuano spostamenti interni alla città e rappresentano, dunque, la mobilità interna dei residenti; i restanti 12.194 sono relativi agli spostamenti di scambio e di attraversamento del centro urbano”. Avvalendosi dei dati aggiornati al mese di luglio 2016, emerge chiaramente “la stretta correlazione tra la diffusione degli inquinamenti dovuti al traffico ed il loro peso preponderante sull’area urbana della “ZTL Centrale” e quindi l’impatto positivo sulla riduzione degli inquinamenti determinabile dall’istituzione della ZTL Centrale”. “Il ricorso alla soluzione dell’istituzione di zone a traffico limitato – si legge ancora nella deliberazione – è coerente ad altre esperienze già attivate in molte città italiane” e “l’ampiezza della ZTL Centrale di Palermo, confrontata con altre Città metropolitane (e precisamente: Milano, Roma, Napoli, Bologna, Firenze, è in termini percentuali (Roma esclusa) la più bassa, considerato, peraltro che, come risulta dai dati UNESCO, il centro storico della città di Palermo è il più grande d’Europa (insieme a quello di Lisbona).” Ancora, “la limitazione del traffico veicolare all’interno della ZTL1 assume una particolare importanza in quanto la rete stradale del centro storico possiede livelli di capacità estremamente più bassi rispetto a quelli della ZTL 2 e pertanto è soggetta ad elevati livelli di criticità ed inquinamento ambientale ed atmosferico”. Quindi, “pur sussistendo le condizioni per avviare la “ZTL Centrale” nella sua totalità (ZTL1+ZTL2), occorre porre in essere una graduale attuazione della “ZTL Centrale”, in relazione all’esigenza primaria di tutela del Centro Storico, avviando la ZTL1".

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
28 mag 2016

Se Domenica (29 Maggio) a mare volete andare, la Favorita dovete evitare

di Fabio Nicolosi

Viste le numerose manifestazioni che si svolgeranno Domenica 29 Maggio, vi consigliamo di leggere attentamente le limitazioni per evitare traffico e stress. La polizia municipale rende noto le manifestazioni previste per domenica 29 maggio che riguardano di mattina, a Mondello, lo svolgimento della 'XIII edizione della Giornata Nazionale dello Sport'; la chiusura del parco della Favorita dalle ore 08,00 alle ore 13,00 per lo svolgimento di due diversi eventi : una manifestazione ciclistica dalle ore 08,00 alle ore 11,00 ed a seguire l'attraversamento del parco di una carovana di motociclisti diretti al Santuario di Montepellegrino. Sempre in mattinata, un corteo di autovetture d'epoca percorrerà il centro storico ed inoltre, nell'ambito delle manifestazioni del 64° Raduno Nazionale Bersaglieri, si svolgerà la sfilata da Porta Nuova al Foro Italico dove, a conclusione del raduno si celebreranno gli onori finali ed in serata, alle ore 18,00 la prevista cerimonia dell'ammainabandiera in piazza Vittorio Veneto, alla presenza del ministro per la Difesa Roberta Pinotti. Alle 19 partirà la processione del Corpus Domini da piazza S. Domenico. La polizia unicipale, impiegherà nelle manifestazioni 130 uomini e donne del Corpo per disimpegnare i servizi di viabilità ed assicurare la necessaria assistenza agli automobilisti ed agli utenti delle strade interessate ai percorsi. In totale, saranno 300 gli agenti e gli ufficiali impegnati nell'arco delle 24 ore per garantire i servizi di polizia stradale in città e nelle borgate marinare di Sferracavallo e Mondello e nella zona della Fiera del Mediterraneo, compresi i servizi di polizia amministrativa per la vigilanza degli abusivismi commerciali ed i controlli delle sedi istituzionali. Nel consigliare percorsi alternativi a chi avesse la necessità di raggiungere le zone interessate alle manifestazioni , si elencano in dettaglio, orari e percorsi: ore 8,30 'XIII edizione della Giornata Nazionale dello Sport - Mondello' , chiusura al transito veicolare nel tratto di strada antistante lo stabilimento e doppio senso di marcia davanti Palace Hotel Parco delle Favorita chiusura dalle ore 08,00 alle ore 13,00 dalle ore 8 alle ore 11 manifestazione ciclistica '2° Trofeo Pegaso 2016' con chiusura al transito veicolare delle seguenti vie: via Case Rocca intero tratto tra viale Ercole e viale del Fante; viale Diana tratto compreso tra la stradella di collegamento tra i viali Diana e Ercole (altezza Piazzale dei Matrimoni) e Viale Margherita di Savoia; viale Ercole intero tratto; all'interno del Parco della Favorita nel tratto compreso tra la fontana d'Ercole ed il viale Duca degli Abruzzi; viale Regina Di Savoia nel tratto compreso tra Via Mater Dolorosa ed il cancello Giusino; via Paolo Giaccone e via Sebastiano Bosio; strade senza uscita alla sbocco sul viale Margherita di Savoia (escluso i residenti); senso unico nel senso e nel tratto tra l'ingresso di viale Diana e via Martin Luter King (escluso i residenti e coloro i quali sono diretti alla struttura equestre); ore 09,00 64° Raduno Nazionale Bersaglieri - sfilata dei bersaglieri da Porta Nuova al Foro Italico attraverso il seguente percorso: piazza Indipendenza, Porta Nuova, corso Vittorio Emanuele, Porta Felice, Foro Italico Umberto I°. Concluderà la cerimonia, il passaggio della stecca tra i sindaci delle città di Palermo e Pescara previsto intorno alle 12,30 circa. ore 09,00 XXIII edizione della Rievocazione storica della Coppa Vincenzo Florio: esposizione delle autovetture nel tratto tra via Mariano Stabile e piazza Verdi e dalle ore 12,30 attraversamento in corteo delle seguenti vie: Cavour, Roma, Dalla Chuiesa, Marchese di Villabianca, piazza Leoni, viale del Fante, via Resuttana dalle ore 11 alle ore 13 15esima edizione della 'Motoakkianatarimuntipiddirinu'- i partecipanti al raduno prenderanno il via dal parcheggio Forum per poi proseguire verso la bretella Forum ed attraversare le vie Salvatore Corleone, Prospero Favier, Filippo Pecoraino. Giuseppe Cirrincione, Emiro Giafar, Svincolo Giafar, viale Regione Siciliana, viale Regione Siciliana sud est (dopo la rotonda di via Belgio), via Ugo La Malfa, via Giovanni Spadolini, viale Lanza Di Scalea, via Renato Guttuso, via Sandro Perdili, via Dell'Olimpo. piazza Castelforte, via Venere. via Regina Margherita di Savoia, viale Ercole, viale Diana, viale della Favorita, via Imperatore Federico, largo A. Sellerio, via Pietro Bonanno -; Spianata Sacra Grotta - fine evento. Le strade del percorso saranno soggette alla temporanea chiusura al transito veicolare per il tempo strettamente necessario a consentire il passaggio della carovana. ore 19 Processione del Corpus Domini in piazza San Domenico a partire dalle con il seguente percorso: uscita dalla Chiesa di San Domenico, via Roma controsenso, via Vittorio Emanuele via Matteo Bonello, ingresso Cattedrale. E' prevista la chiusura temporanea al transito veicolare al passaggio della processione.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
06 mag 2016

Inquinamento e traffico, nuove misure del traffico in arrivo

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa la qualità dell'aria e i parametri rilevati dall'Arpa. Si prospettano nuove misure di contrasto al traffico privato, oltre al ricorso del Comune al CGA in merito la sospensiva delle ztl da parte del Tar.   Nonostante il miglioramento di alcuni parametri, che portano Palermo ad essere fra le grandi città aree metropolitane italiane con la qualità dell'aria migliore, i parametri rilevati dall'ARPA, l'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente e dalla RAP continuano a destare preoccupazione, soprattutto per la concentrazione di alcuni agenti inquinanti gravemente dannosi per la salute, che nella nostra città sono spesso al di sopra dei limiti di legge. Per questo motivo il prossimo 12 maggio si svolgerà un incontro promosso dalla Regione, con il Comune e l'ARPA, per fare il punto "sulle azioni già adottate o ancora da adottare" per il contrasto dell'inquinamento. Infatti, nonostante il miglioramento complessivo dei parametri registrati dal 2001 ad oggi, molto lavoro resta da fare per ricondurre la qualità dell'aria entro i limiti di rispetto per la salute. A destare maggiore preoccupazione è la concentrazione di PM10 e PM2,5, le cosiddette "polveri sottili" particolarmente pericolose per la salute dell'apparato respiratorio, e quella di biossido di azoto, agente inquinante con effetti irritanti delle mucose e dell'apparato respiratorio. Per entrambi, in modo costante negli anni, nella nostra città si registra un superamento dei limiti di legge o una duratura permanenza entro la soglia di attenzione e pericolo. Per quasi tutti gli inquinanti, il trasporto stradale, ed in particolare quello delle automobili e dei veicoli pesanti, è individuato dall'ARPA come la principale fonte di inquinamento, con una netta prevalenza dei motori diesel fra quelli che producono la maggiore quantità di elementi inquinanti. Il traffico veicolare è infatti responsabile di percentuali che variano dal 10% degli ossidi di zolfo al 74% per gli ossidi di azoto. Relativamente ai cosiddetti "gas serra", il biossido di carbonio e il protossido di azoto, il traffico stradale è responsabile rispettivamente del 58 e del 40 per cento, seguito dagli impianti combustibili per riscaldamento (rispettivamente il 30 e il 22 per cento). Il dato storico (dal 2001 in poi) mostra inoltre che la progressiva introduzione dei veicoli rispettosi della normativa comunitaria (da Euro 1 a Euro 6) e l'introduzione di limitazioni all'uso di combustibili più inquinanti per le navi che sostano al porto e per i mezzi pesanti, ha portato ad avere un'aria migliore in città (con un costante calo degli inquinanti di circa l'1,5% annuo), ma la situazione si è oggi stabilizzata, presentando ancora notevoli criticità. Proprio da qui nasce l'esigenza di interventi per la riduzione del traffico stradale, tanto che la stessa ARPA, arriva a proporre delle soluzioni di breve, medio e lungo termine legate alla forte limitazione del traffico veicolare, con il divieto assoluto di circolazione per i mezzi pesanti in alcune aree della città e, nel lungo termine, l'ampliamento delle Zone a traffico limitato.     Foto: Umbria24.it

Leggi tutto    Commenti 22
Articolo
27 apr 2016

Targhe Alterne | Da questa mattina al via. Mappa e risposte alle domande più frequenti

di Fabio Nicolosi

A seguito della sospensiva della ZTL il comune torna sul vecchio provvedimento sulle targhe alterne. Il provvedimento voluto da Diego Cammarata nel 2010, nel pieno dell’emergenza smog, infatti non è mai stato revocato, anche se gli automobilisti della quinta città d’Italia sembravano essersene quasi dimenticati, al netto dei malcapitati colti in fallo dalla Polizia municipale. Le pattuglie dei vigili urbani dovrebbero essere sette o otto in giro per la città. Ma quante multe sono state fatte finora? Nel 2010 sono state 3.532; nel 2011 2.188; nel 2012 1.367; nel 2013 607; nel 2014 2.217 e nel 2015 1.213. In totale 11.124. Quali sono le auto interessate? Tutti i veicoli Euro 0, 1, 2 e 3 (la classe di omologazione è segnalata sulla carta di circolazione) Quando e chi può circolare? Dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20. Esclusi sabati, domeniche e festivi. Ma come faccio a capire se il mio mezzo è pari o dispari?  Per capire se una targa è pari o dispari, si deve considerare l’ultima cifra. Quindi se ho una targa pari o dispari come faccio a capire quando posso circolare? Per capire se un giorno è pari o dispari, si deve fare riferimento al calendario: nei giorni dispari (1, 3, 5 e così via) non possono circolare le targhe pari e viceversa. Qual'è il perimetro? Si può circolare liberamente in viale Regione siciliana, nella parte della città a monte della circonvallazione, nei tratti di accesso da viale Regione ai parcheggi Giotto, Emiri, Basile, Belgio e Francia. E ancora le strade che collegano al porto: per raggiungere dal porto la A29 (direzione Trapani) si può circolare liberamente in via Crispi, via Montepellegrino, via Imperatore Federico, piazza don Bosco, piazza Leoni, viale del Fante, via De Gasperi, via Ausonia, via Praga e via Belgio; per raggiungere la A19 (Catania-Messina) dal porto si potrà percorrere via Crispi, Foro Umberto Primo, via Messina Marine, via Galletti, via Pomara. Sono “libere” anche via Ugo La Malfa, via Nicoletti, Mondello. E le bici, ciclomotori e motocicli?  Sono esenti biciclette, motoveicoli e ciclomotori calatizzati. E chi ha il pass disabili? Non devono sottostare alle restrizioni i mezzi delle forze armate e dell’ordine, Croce Rossa, medici e veterinari in visita urgenti, mezzi a Gpl o metano, car sharing, mezzi di linea urbana ed extraurbana, carri funebri, veicoli dei disabili, taxi e autovetture a noleggio con conducente. A questi si aggiungono anche chi svolge un servizio pubblico o di pubblica utilità, ma con una certificazione del datore di lavoro: operatori dei servizi manutentivi di luce, acqua, gas, distribuzione di arburanti, raccolta rifiuti, distribuzione farmaci, mezzi di informazioni giornalistici e televisivi. E se commetto l'infrazione? Quanto sarà la multa?  La sanzione ammonta a quasi 165 euro. LINK ALLA MAPPA Visualliza schermo intero

Leggi tutto    Commenti 31

Ultimi commenti