Articolo
23 lug 2015

La storia e i dubbi sul limite 30km/h in Viale Regione: il Comune ci risponde

di Giulio Di Chiara

Giusto ieri riportavamo la segnalazione di molti utenti che, spinti dalla presenza improvvisa di un autovelox, si sono interrogati sull'esistenza di un limite orario di 30km/h lungo Viale Regione Siciliana, nei pressi del ponte Corleone. Sempre ieri avevamo ipotizzato che la causa potesse essere ricondotta alla tenuta strutturale del ponte stesso. Avevamo ragione. Ma c'è dell'altro e vogliamo raccontarvelo. Intanto dopo l'inoltro della segnalazione alla Polizia Municipale e al Comune di Palermo, abbiamo registrato una pronta risposta da entrambi gli enti e vogliamo sottolinearlo per sfatare ogni tanto il mito che la pubblica amministrazione non risponde mai. Entrando nel merito, questa la ricostruzione dei fatti che ci è stata fornita (documenti alla mano): già nel 2005 si nutrivano dubbi circa la tenuta strutturale del Ponte Corleone. Dubbi che indussero il Comune di Palermo a commissionare un incarico al Prof. Ing. Luigi Palizzolo (Consulenza del 23 Febbraio 2005 su Determinazione sindacale n.347/DS del 29/12/2003) per verificare lo stato dell'arte e porvi rimedio. Da questa relazione dell'Ingegnere Palizzolo si ribadiva la carenza infrastrutturale e si proponevano 4 tipi di interventi per salvaguardare la sicurezza della collettività. Fu scelto il CASO 1, che nella fattispecie recita: "La struttura è quella attuale, si impone il divieto di sorpasso dei mezzi pesanti e si mantiene la riduzione del limite di velocità a 30 km/h. In tale caso si consente il passaggio di un veicolo il cuo singolo asse abbia peso non superiore a 11 tonnellate. Alla luce di questa relazione, venne emanata un'ordinanza (n°294 del 24/02/2005) da parte del dirigente del settore "Mobilità e Traffico" del Comune di Palermo che, viste tutte le indicazioni e le note ricevute, compresa la relazione di Palizzolo, che ordinava quindi: a. L'istituzione del divieto di transito ai veicoli con asse di peso maggiore a 11 tonnellate (così come suggeriva Palizzolo nella relazione). b. L'istituzione del divieto di sorpasso nei predetti tratti stradali (prima e dopo il ponte, ndr) per i veicoli con carico superiore a 3,5tonnellate c. L'istituzione del limite di velocità 30km/h nel tratto di 100 metri del viale Regione Siciliana a monte ed a valle del predetto ponte. Inoltre le fermate AMAT venivano confermate laddove già erano presenti nei pressi del ponte. Infine, sempre l'AMAT era incaricata di provvedere a collocare la necessaria segnaletica stradale. Da quel lontano 2005, tutto è rimasto invariato, ovvero questa ordinanza è ancora vigente. Soltanto con un'ordinanza nr. 832 del 2015 si è introdotto un limite di velocità intermedio 50km/h tra i già esistenti 70km/h e i 30km/h del ponte per favorire una riduzione graduale della velocità. Questo è quanto, tutto è formalmente in regola. Ma non vi risulta strano qualcosa? Ad esempio, il fatto che dal 2005 sia vietato il transito a veicoli di peso asse superiore alle 11 tonnellate significa che da più di dieci anni da Palermo verso Catania e Messina non "dovrebbero" uscire (ne entrare) da questa arteria stradale autocarri o macchine che superino questo limite di carico: tale limite comprende varie tipologie di mezzi ma evidentemente nè esclude altri (ad esempio alcune macchine operatrici hanno capacità di carico molto elevate che vanno oltre). Considerando la struttura stradale del capoluogo, ci risulta davvero difficile pensare altri vie alternative dove far transitare questi mezzi. Forse via Messina Marine.... ma sarebbe una follia. Per cui: o in questi anni questo limite non è stato rispettato e fatto rispettare da nessuno, oppure questa tipologia di traffico è stata dirottata su via Messina Marine (e ripetiamo, sarebbe stata una follia) o su altre arterie che al momento non riusciamo ad immaginare. Altra osservazione: in questi anni il limite orario di 30km/h non è stato rispettato pressochè da nessuno, e non occorre alcuna rilevazione scientifica per dimostrarlo. Basts recarsi sul luogo e verificare che in quel tratto di strada si procede spediti come d'altronde la stessa struttura rettilinea invita a fare. Quindi, anche qui: se davvero c'è un rischio, un pericolo strutturale concreto tale da imporre questo limite di velocità così forte, come mai nessuno lo ha mai fatto rispettare in tutti questi anni? Stiamo veramente rischiando grosso oppure l'amministrazione non reputa attendibile la relazione che nel lontano 2005 l'ing. Palizzolo redigette? Notiamo insomma una discrepanza tra le prescrizioni contenute in questi documenti ufficiali e quanto avviene nella realtà. Pertanto chiediamo al Comune di fare chiarezza: se c'è davvero un pericolo su quel ponte, è preoccupante che nessuno sino ad ora se ne sia occupato e occorrerebbe prendere tutte le precauzioni del caso (rinforzare la segnaletica, verificare il passaggio di autoarticolati con peso superiore al limite, etc.) consci del fatto che un limite di 30km/h in quel punto causerebbe code interminabili di auto nell'arteria stradale più importante della città. Viceversa, che si rivaluti quella ordinanza e le limitazioni applicate.      

Leggi tutto    Commenti 38
Segnalazione
21 lug 2015

Un limite di 30km/h e un autovelox all’improvviso su Viale Regione Siciliana

di Mobilita Palermo

Ci state segnalando da più parti che ieri, lungo Viale Regione Siciliana direzione Trapani, all'altezza del Ponte Corleone è stato piazzato un autovelox della Polizia Municipale, puntato dritto verso un tratto di carreggiata in cui vige il limite di velocità di 30km/h. Si, avete letto bene, 30 km/h. Questo cartello, a memoria, esiste già da diversi anni, anche se nessuno lo rispetta e nessuno lo ha mai fatto rispettare a onor del vero. E' subito posto dopo qualche centinaio di metri da un limite a 50 e poco prima del ponte in questione. Ieri i vigili urbani hanno deciso di far rispettare questo limite. La domanda sorge spontanea: ma perchè esiste un limite di 30 km orari in una arteria così importante, dove il limite di velocità è diffusamente imposto a 70km/h? Possiamo ipotizzare che sia qualche problema legato alla struttura del ponte Corleone, che doveva essere oggetto di lavori, poi decaduti con il contestuale fallimento della società Cariboni. Ma appunto, non siamo tecnici. Ci piacerebbe quindi ricevere delle spiegazioni anche sul perchè, in caso di precauzioni strutturali, soltanto adesso si decida di porre l'attenzione apponendo l'autovelox laddove nessuno mai ha avuto la cognizione di un limite così forte e perentorio. Sebbene questa non sia un'attenuante per gli automobilisti che dovrebbero sempre rispettare la segnaletica stradale, questa situazione risulta un pò particolare. Gireremo questo articolo al Comando dei Vigili Urbani e all'Ufficio Traffico, nella speranza di ricevere dei ragguagli.  

Leggi tutto    Commenti 14    Proposte 0
Articolo
19 dic 2011

Ponte Corleone: il racconto tragicomico di un film + proposte illustrate

di Giulio Di Chiara

Ogni maledetta mattina: ore 7:30 titolo originale: il raddoppio della carreggiata del ponte Corleone anno: 1962 - 2012 genere: drammatico / comico luogo: Palermo, viale Regione Siciliana, Ponte Corleone trama: purtroppo… sempre la stessa ogni mattina… Mentre tutto scorre, come direbbe una canzone, mentre iniziano i preparativi per le feste di Natale, mentre la città si colora di rosso e tutti diventano magicamente più buoni io mi fermo a pensare ad un piccolo particolare: Il nostro “amato” Ponte Corleone compie proprio nel 2012 “mezzo secolo”. Bè direte voi, ma proprio adesso ci pensi? (altro…)

Leggi tutto    Commenti 40
Articolo
19 lug 2011

Coda interminabile in viale Regione Siciliana: recupero di un morto

di Comitato

Da diverse ore ci viene segnalata una coda interminabile lungo viale Reg. Siciliana, direzione Catania, nei pressi del bar Baby Luna. Secondo prime segnalazioni, un uomo si sarebbe lanciato dal ponte limitrofo, morendo sul colpo. Sarebbero in corso le operazione di recupero del corpo del cadavere. L'ennesima tragedia che si consuma in loco. Sarebbe questo il motivo del forte rallentamento che interessa l'asse viario già da diverse ore. Consigliamo al momento di non mettersi in marcia verso questa zona. Cercheremo di reperire ulteriori dettagli.

Leggi tutto    Commenti 21
Articolo
04 ott 2010

Ponte Corleone: ecco perchè non verranno realizzati i varchi di immissione

di Giulio Di Chiara

In pieno spirito Mobilita, l'utente Diesse78 ha richiesto spiegazioni all'ufficio traffico di Palermo circa la possibilità di aprire il varco stradale che collegherebbe la corsia laterale di Viale Reg. Siciliana con quella centrale nei pressi del Ponte Corleone, sostituendo di fatto quello esistente, decisamente più pericolosa. Riportiamo in calce la risposta dell'Ing. Ciralli: Gent. Sig. ************* in risposta alla sua mail del 15/9/2010, si rappresenta quanto segue. Come si evince dall'immagine allegata alla presente il varco richiesto si caratterizza per la sua elevatissima pericolosità dettata dalla fatto che i veicoli transiterebbero dalla carreggiata laterale a quella centrale in un tratto in curva ove le situazioni di visibilità non sono ottimali. Va oltretutto evidenziata la presenza nei pressi del varco richiesto di un distributore di carburante , la cui localizzazione indurrebbe manovre oltremodo pericolose qualora fosse aperto il varco in questione. Occorre evidenziare che la manovra di immissione nella corsia centrale può essere effettuata in tutta sicurezza utilizzando - scelta consigliata - il vicino svincolo "Bonagia", che risulta adeguatamente collegato con la viabilità della stessa Bonagia e di Falsomiele. Non si ritiene quindi di dover aprire alcun varco, considerato anche che, quando sarà completato il raddoppio del ponte sul fiume Oreto, si provvederà a chiudere, finalmente e definitivamente, anche il varco esistente a ridosso dello stesso ponte, onde regolarizzare la circolazione veicolare ed il sistema degli accessi. Cordiali Saluti Il Dirigente Ing. Marco Ciralli Riceviamo dunque una risposta ufficiale alla nostra iniziativa che premeva per l'apertura del varco. Sembra che le motivazioni riportate dall'ufficio traffico siano valutazioni che, comunque, non attengono a regole tecniche e ingegneristiche. Pertanto ognuno tragga le sue conclusioni.

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
14 set 2010

Ponte Corleone: la soluzione la vedono tutti tranne chi di competenza

di Giulio Di Chiara

E' incredibile come a distanza di mesi, dopo numerosi solleciti, nessuno abbia preso un provvedimento per aprire il varco GIA' ESISTENTE lungo il Viale Reg. Siciliana, poco prima del ponte citato. Come sta avvenendo all'altezza di via Pitrè, occorre rompere il cordolo/marciapiede che separa le due carreggiate, e permettere così un innesto più graduale alle auto nella corsia centrale. In precedenti articoli, diversi utenti avevano avanzato la medesima proposta, basta riesumarli da QUI Di seguito un ulteriore sfogo di un'automobilista: Salve a tutti, desideravo porre un problema che era stato evidenziato in un vostro post nel febbraio di quest'anno ma che non è stato più preso in considerazione.Il traffico assurdo e incredibile che al mattino ogni anno coglie tutti coloro che attraversano viale regione siciliana nei pressi del ponte corleone, non appena iniziano scuole e lezioni all'università.. Il traffico inizia con precisione all'altezza dello svincolo bonagia e finisce dopo il ponte corleone dalle ore 7.30 alle ore 10 circa,quando piove inizia anche prima delle 7.15. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 28
Articolo
19 nov 2009

Come alleviare il traffico sulla circonvallazione di Palermo

di Giulio Di Chiara

Per la rubrica "Diventa articolista per un giorno", proponiamo questi suggerimenti di Diesse78 in merito ai problemi che si verificano lungo viale Reg. Siciliana: ciao a tutti vi pregherei vivamente di inoltrare queste soluzioni a chi si occupa di mobilita' a Palermo. Una soluzione del problema del traffico in prossimita' del ponte Corleone (problema discusso recentemente dal camper gds) potrebbe essere Continua a leggere

Leggi tutto    Commenti 49