Articolo
17 nov 2020

Villa Niscemi, innovazione e risparmio energetico: led per l’illuminazione artistica

di Fabio Nicolosi

Strisce led ad alta efficienza, con ottiche speciali per l’illuminazione artistica, per tre dei saloni di rappresentanza del piano nobile di Villa Niscemi. La nuova illuminazione, che coniuga innovazione, efficienza e risparmio energetico, è stata progettata e realizzata da AMG Energia nell’ambito di un intervento straordinario deciso dal Comune di Palermo per l’adeguamento alle normative vigenti degli impianti elettrici della sede di rappresentanza dell’Amministrazione cittadina con un finanziamento complessivo di poco più di 114 mila euro dell’Ufficio del vice capo di gabinetto Cerimoniale e relazioni internazionali di Villa Niscemi. AMG Energia ha concluso l’adeguamento dell’impianto elettrico di tutto il sito alle normative di sicurezza, con un intervento complesso, riuscito grazie alle competenze e capacità presenti in AMG Energia: è stato necessario effettuare “innesti” di parti nuove sugli impianti esistenti, in modo da salvare le porzioni utilizzabili adeguandole alle nuove norme, in locali caratterizzati da un’alta valenza artistica e perciò con attività di non facile esecuzione e conseguendo, altresì, un importante risparmio per le casse comunali. Le attività sono state effettuate, inoltre, senza alcuna interruzione per i servizi presenti a Villa Niscemi, che sono rimasti regolarmente attivi. Una delle novità del lavoro completato riguarda l’uso delle luci led per la valorizzazione di affreschi e decorazioni delle sale della villa settecentesca: sala Santa Rosalia, sala Quattro Stagioni e Sala Verde. La luce uniformemente distribuita offre oltre che ad un risparmio sui consumi, un perfetto connubio tra innovazione e piena tutela e valorizzazione dei beni storico-architettonici cittadini. L’intervento è stato progettato e diretto dalla direzione Pubblica illuminazione ed energia di AMG Energia e in particolare dall’unità organizzativa che si occupa di manutenzione straordinaria degli impianti elettrici interni. Gli interventi hanno ottenuto, tra l’altro, il benestare della Soprintendenza ai beni culturali, che è stata parte attiva anche durante l’esecuzione dei lavori con suggerimenti e indicazioni, così come l’ufficio del Centro storico del Comune e l’ufficio di Gabinetto del sindaco. “E’ un piccolo ma significativo intervento realizzato da AMG, coniugando la messa in sicurezza con l’innovazione e con il risparmio energetico - sottolinea il sindaco, Leoluca Orlando - che dà ancora più lustro ad uno dei beni monumentali della città, che speriamo possa presto tornare ad essere visitabile e fruibile pienamente dai cittadini una volta superata l’emergenza Covid”. “L’intervento che coniuga nuova tecnologia con la valorizzazione di una villa storica, sintetizza bene la vocazione di AMG Energia, società nata oltre cento anni fa ma che è sempre stata attenta all’innovazione e adesso più che mai vuole guardare avanti - dichiara il presidente Mario Butera - confermando la sua piena operatività al fianco del Comune. E’ il risultato delle competenze e professionalità presenti in azienda, pronte a misurarsi con compiti sempre nuovi e diversi”. Alcuni dati tecnici. Sono circa 95 i metri di striscia led installati nelle tre sale di Villa Niscemi: circa 26 metri nella sala Santa Rosalia, circa 37 nella sala Quattro Stagioni e circa 32 nella sala Verde. Si tratta di strisce led ad alta efficienza, installate sulle cornici delle stanze, che offrono elevate performance dal punto di vista illuminotecnico con ottiche adeguate all’espansione della luce verso il centro della volta, adatte proprio all’illuminazione di tipo artistico. Sono alimentate a 24 volt e rilasciano ben 1800 lumen/metro. Porzioni di queste strisce a led sono state anche dotate di kit di emergenza autonomo, in modo da consentirne all’attivazione anche in caso di momentanea mancanza di energia elettrica. Il progetto è stato completato con l’installazione di 12 lanterne artistiche, sempre a led, con ottiche opportune per minimizzare i consumi elettrici, sul prospetto principale e nella corte interna.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
11 nov 2020

PUMS | Il Ministero dell’Infrastrutture e Trasporti da il via libera al Piano Urbano della Mobilità Sostenibile

di Mobilita Palermo

A fine Maggio era uscito, su una testata locale, un articolo titolato: Il Ministero delle Infrastrutture boccia il Pums, a rischio i finanziamenti per Palermo. Non si era fatta attendere la replica dell’assessore alla mobilità Giusto Catania: Quante bugie sul PUMS!!! Nessuna bocciatura da parte del Ministero, come qualcuno tenta di raccontare in queste ore. Evidentemente si confondono i propri desideri con la realtà dei fatti. La giunta comunale ha integrato, qualche giorno fa, il PUMS con il piano di monitoraggio e i relativi indicatori; il quadro conoscitivo del Trasporto pubblico ed ha avviato la fase partecipativa del monitoraggio, mettendo sul sito istituzionale un questionario di consultazione. Riportiamo il comunicato stampa del Comune di Palermo che rimuove ogni dubbio sul PUMS e sul superamento della soglia minima Il Ministero dell’Infrastrutture e Trasporti ha trasmesso la seconda valutazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) della città di Palermo. Il monitoraggio sancisce che la pianificazione della città di Palermo ha già superato la soglia della conformità minima, attestandosi al 2,47% e superando l'asticella in ben 5/6 degli criteri che contribuiscono al raggiungimento del risultato finale. Per il sindaco Leoluca Orlando, "Si conferma che il lavoro svolto dalla Giunta e dagli Uffici è stato corretto, così come si conferma che molte polemiche dei mesi scorsi erano del tutto infondate e strumentali. Prosegue il nostro lavoro per dotare Palermo di strumenti di programmazione moderni ed efficaci perché la città possa essere più sostenibile, a partire proprio dal mobilità che ha un così grande rilievo sulla vivibilità". Mentre l'assessore alla Mobilità, Giusto Catania, sottolinea che l'approvazione del Piano "È un riconoscimento al lavoro fatto dai tecnici dell’amministrazione comunale ed inoltre vengono sconfessati tutti i profeti di sventura che avevano scommesso sul fallimento del PUMS, con la consequenziale perdita dei finanziamenti pubblici per le infrastrutture sulla mobilità. Gli uffici della mobilità urbana continueranno ad aggiornare i dati con l’obiettivo di intervenire sulle aree del PUMS che potrebbero ancora essere soggette a miglioramenti. Il Pums è un piano strategico per la città e contribuirà al raggiungimento di obiettivi fondamentali per migliorare la mobilità urbana e della qualità dell’aria.” Manca, adesso, l’ultimo passaggio: la Valutazione Strategica Ambientale (VAS), calendarizzata per la prossima in Commissione regionale, e il PUMS sarà inviato al Consiglio comunale per la sua approvazione definitiva, nel pieno rispetto dei tempi previsti dal Decreto Ministeriale. Si allega la comunicazione del Ministero

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
03 ago 2020

Al via la ristrutturazione del Baglio Mercadante nel quartiere di San Filippo Neri

di Mobilita Palermo

Al via, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell'accordo stipulato fra Comune e Regione, l'iter burocratico per la realizzazione dei progetti e degli interventi previsti nel quartiere di San Filippo Neri con i fondi Ex-Gescal. Lo ha annunciato questa mattina l'assessora alle Infrastrutture e alla Rigenerazione urbana, Maria Prestigiacomo, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso l'Aula Rostagno di Palazzo delle Aquile. "I progetti - ha spiegato l'assessora Prestigiacomo - comprendono la riqualificazione di due scuole già presenti nel quartiere, la costruzione di un nuovo asilo nido e la ristrutturazione del Baglio Mercadante che comprenderà un'area attrezzata a verde, un centro di quartiere, una ludoteca, una biblioteca, uno spazio per giovani e anziani, e un'area dedicata alle persone fragili. La cifra stanziata per questi interventi - ha aggiunto - è pari a 28 milioni, di cui 18 ex gescal e 10 del fondo Mercadante che il Comune ha fatto finanziare, ricorrendo a un altro fondo europeo, cofinananziando l'intera opera con 500 mila euro attraverso la Cassa Depositi e Prestiti". Il primo progetto che andrà in gara, dopo che il presidente della Regione Siciliana avrà firmato definitivamente, è il baglio Mercadante che è già esecutivo: a giorni andrà in pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale affinchè i cittadini possano fare le loro osservazioni che andranno in variante urbanistica. Dopo il parere del Territorio Ambiente, il progetto passerà all'Ufficio Infrastrutture della Regione, per la firma finale del presidente della Regione. Da quel momento, entro l'anno, potrà andare a gara. "Per le altre opere - ha continuato l'assessore - il Comune sta stipulando un accordo istituzionale con il Provveditorato per le opere pubbliche, che ci seguirà nelle progettazioni che non sono esecutive, oltre a un accordo con gli ordini professionali, possibile grazie alla nuova normativa introdotta dal cosiddetto "Decreto rilancio" post Covid. Questo complesso programma - ha ricordato l'assessora Prestigiacomo - è frutto di una importante sinergia e collaborazione con la Regione, in particolare con l'assessore Marco Falcone e il direttore Fulvio Bellomo. Con la realizzazione di questi progetti - ha concluso - nasceranno molti spazi di aggregazione che renderanno il quartiere molto più vivibile: finalmente il San Filippo Neri diventerà centro, non sarà più periferia".

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
31 lug 2020

ZONE BLU | La guida per i pass scaduti o in scadenza in vista della riattivazione del 3 Agosto

di Fabio Nicolosi

In considerazione della riattivazione, a partire dal prossimo lunedì 3 agosto, degli stalli di sosta tariffata nel territorio comunale (le cosiddette "Zone Blu"), si riepilogano di seguito le modalità di utilizzo dei pass pre-esistenti e quelle per la richiesta di nuovi pass. Per le Borgate Marinare di Sferracavallo e Mondello: I PASS ZONE BLU EMESSI NEL 2019 HANNO VALIDITA’ AUTOMATICA PER L'ANNO 2020. Per tutte le altre zone della città, per i Pass già emessi e con scadenza successiva al 17.03.2020: LA VALIDITA’ E’ PROROGATA AUTOMATICAMENTE PER IL REALE PERIODO DI INTERRUZIONE DELLA SOSTA TARIFFATA, QUINDI PER UN PERIODO PARI A 139 GIORNI. Per esempio: Pass scaduto il 17/03/2020 valido fino al 03/08/2020; Pass scaduto il 27/03/2020 valido fino al 13/08/2020; Pass scaduto il 24/04/2020 valido fino al 10/09/2020; Pass scaduto il 30/06/2020 valido fino al 16/11/2020. Per il rilascio di nuovi pass: POSSONO ESSERE RICHIESTI IN QUALSIASI MOMENTO E PRESSO TUTTE LE CIRCOSCRIZIONI ABILITATE. Attenzione, per i pass relativi alle borgate marinare di Mondello e Sferracavallo, l'unica postazione abilitata è quella di Pallavicino in via Eleonora Duse. PASS SCADUTI PRIMA DEL O IL 16.03.2020 (ad eccezione di quelli per Mondello e Sferracavallo che restano validi tutto il 2020): POSSONO ESSERE RICHIESTI IN QUALSIASI MOMENTO E PRESSO TUTTE LE CIRCOSCRIZIONI ABILITATE. RINNOVO PASS IN SCADENZA Tutti i pass in scadenza possono essere rinnovati durante il periodo di proroga già richiamato, secondo il seguente calendario, al fine di evitare assembramenti. Pass in scadenza naturale fra il 17 marzo e il 16 aprile, rinnovo dal 31 luglio (con validità a decorrere dal 4 agosto); Pass in scadenza dal 17/04 al 15/05/2020, rinnovo dal 17/08/2020; Pass in scadenza dal 16/05 al 15/06/2020, rinnovo dal 01/09/2020; Pass in scadenza dal 16/06 al 15/07/2020, rinnovo dal 17/09/2020; Pass con scadenza successiva al 16/07/2020, rinnovo dal 01/10/2020. Postazioni decentrate abilitate al rilascio dei Pass: Piazza Marina, Piazza Marina 44 – Tel. 091.7408380-81 Brancaccio, Via San Ciro, 15 – Tel. 091.7409631 Mezzomonreale, Viale Regione Siciliana, 95 – Tel. 091.7409500-14 Boccadifalco, Piazza Pietro Micca n. 26 – Tel. 091.7408300-03 Tricomi, Via Tricomi 14/A – Tel. 091.7408640-41 Borgo Nuovo, Largo Pozzillo n. 7 – Tel. 091.7408080 Noce/Malaspina, Via Bevignani n. 74 – Tel. 091.7409080 Resuttana, Via Monte San Calogero, 28 – Tel. 091.7407698 San Giovanni Apostolo, Via Filippo Paladini 14 – Tel. 091.7408443-40 Pallavicino, Via Eleonora Duse, 31 – Tel. 091.7409440 I Pass Zone Blu per i residenti delle borgate marinare sono rilasciati solo dalla Postazione decentrata Pallavicino.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 lug 2020

Che fine hanno fatto gli attraversamenti pedonali illuminati di via Ugo La Malfa?

di Fabio Nicolosi

La vicenda che vogliamo attenzionare oggi, risale a quasi 7 anni fa. Nel 2013 infatti, chiedevamo ad AMG Energia il motivo della mancata attivazione dei sei impianti dislocati lungo l’intero asse stradale. La risposta che abbiamo riportato, segnalava che AMG Energia non aveva mai ricevuto questi impianti dal comune e che per tale motivo non potevano essere messi in esercizio. Dopo 7 anni la situazione non è cambiata, gli attraversamenti continuano ad essere spenti e i pedoni sono costretti ad attraversare la strada consapevoli che basterebbe poco per garantire la loro sicurezza o meglio di diminuire le possibilità che qualche utente della strada possa non accorgersi della loro presenza. Eppure basterebbe davvero poco per attivarli...

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
29 mag 2020

Pums bocciato, ma l’assessore Catania smentisce: i fatti

di Fabio Nicolosi

Questa mattina su una testata locale é uscito un articolo titolato: Il Ministero delle Infrastrutture boccia il Pums, a rischio i finanziamenti per Palermo Riportiamo parte dell'articolo da BlogSicilia: Non passa al vaglio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) adottato nel 2019 dal Comune di Palermo. Il Ministero, con una nota del 10 aprile 2020, ha confermato le criticità sull’adeguatezza dei contenuti, oggetto di un ricorso al Tar presentato da numerosi cittadini. Lo rende noto Nadia Spallitta, esponente di Europa Verde. In particolare, il Ministero ha ribadito la necessità che si adotti un piano metropolitano, mentre l’attuale PUMS limita le sue indagini al territorio cittadino, ed inoltre ritiene inadeguati i contenuti a tal punto da attribuire un punteggio agli elaborati del Comune inferiore alla soglia minima necessaria per accedere ai finanziamenti statali. Non si é fatta attendere la replica dell'assessore alla mobilità Giusto Catania: Quante bugie sul PUMS!!! Nessuna bocciatura da parte del Ministero, come qualcuno tenta di raccontare in queste ore. Evidentemente si confondono i propri desideri con la realtà dei fatti. Intanto, la data per definire l’iter del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile è ottobre 2020. Non si è mai vista una bocciatura prima di concludere la procedura! Basterebbe questo dato oggettivo per smentire coloro i quali sperano che la città possa perdere i finanziamenti per infrastrutture strategiche per il trasporto pubblico. Nel merito il Ministero, nella sua periodica osservazione del Piano, ha chiesto all’amministrazione di procedere con integrazioni, alcune delle quali hanno già trovato riscontro. Infatti la giunta comunale ha integrato, qualche giorno fa, il PUMS con il piano di monitoraggio e i relativi indicatori; il quadro conoscitivo del Trasporto pubblico ed ha avviato la fase partecipativa del monitoraggio, mettendo sul sito istituzionale un questionario di consultazione. Inoltre, siamo di attesa della Valutazione strategica Ambientale da parte della Regione. Il Ministero ha scritto che il PUMS è vicinissimo al raggiungimento dei parametri di sufficienza (lo ha scritto prima delle integrazioni già adottate dalla Giunta!) e ha esplicitamente apprezzato il percorso partecipativo svolto dall’amministrazione nella fase di redazione del PUMS. Nel frattempo gli uffici tecnici stanno lavorando alle ulteriori integrazioni prima di mandare il Piano al Consiglio comunale per l’approvazione definitiva. Questi sono i fatti. Il resto sono desideri o illazioni. A voi le conclusioni.     AGGIORNAMENTO: Qui alleghiamo la valutazione analitica del Pums da parte del M.I.T.         Dal sito del Comune è facilmente rintracciabile un comunicato stampa  datato 14/05/2020 con la quale venivano annunciati integrazioni al Pums quali " il piano di monitoraggio ed il quadro conoscitivo del trasporto pubblico. " E verificando la scheda valutativa, proprio  il Piano di Monitoraggio  risulterà uno dei punti decisivi per il raggiungimento della soglia di sufficienza. Anche se bisognerà domandare agli addetti ai lavori il perché tale documento non sia stato prodotto prima.

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
24 apr 2020

58 mln per la riqualificazione urbana della città di Palermo: firmato l’accordo di programma tra comune e regione

di Fabio Nicolosi

Stamane in videoconferenza è arrivata la firma sull’Accordo di Programma da 58 milioni di euro per la riqualificazione urbana della città di Palermo, varato dal Governo Musumeci in sinergia con l’amministrazione comunale. Presenti l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone, dal presidente della Regione Nello Musumeci, il direttore del Dipartimento Infrastrutture Fulvio Bellomo, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il vicesindaco Fabio Giambrone, l’assessore alla Rigenerazione urbana Maria Prestigiacomo. “La Regione – ha dichiarato l’assessore Falcone – mette in campo una corposa dotazione finanziaria da investire su 28 progetti di recupero di beni immobili, scuole, viabilità e spazi verdi in quartieri come Sperone, Borgo Nuovo e Zen. Si tratta di risorse immobilizzate da decenni che oggi sblocchiamo per la necessaria riqualificazione di importanti zone della città, creando così cantieri e lavoro per i prossimi mesi, quelli cioè della ripresa dalla crisi del coronavirus. Due sono i progetti che andranno in gara entro l’estate: quello da 10 milioni per il restauro del Baglio Mercadante allo Zen e quello da 7 milioni per la riqualificazione urbana in via De Felice allo Sperone. L’obiettivo che ci siamo posti con il Comune – prosegue Falcone – è di rendere esecutivi entro 18 mesi tutti gli altri progetti del piano e, a tal fine, siamo pronti a mettere a disposizione dell’ente il supporto dei nostri uffici del Genio civile”. “Con questo ambizioso piano – ha aggiunto il sindaco Leoluca Orlando – stiamo recuperando fondi ex Gescal risalenti addirittura ai primi anni Novanta, dimostrando quanto sia importante, per muovere investimenti e creare sviluppo, la collaborazione istituzionale fra Comune di Palermo e Regione. Che questa firma avvenga mentre ci accingiamo a far ripartire l’economia della nostra città e della nostra regione, anche se casuale è certamente significativo. Ripartiremo anche con una edilizia di qualità volta alla riqualificazione di periferie urbane nelle quali si realizzeranno importanti strutture e infrastrutture per la comunità. Un grande ringraziamento – conclude Orlando – va, oltre ovviamente che al Governo della Regione, a tutti i funzionari e tecnici che hanno lavorato per rendere possibile il recupero e lo sblocco di queste importanti risorse.”

Leggi tutto    Commenti 2