Articolo
21 ott 2020

Via Roma, fra crisi nell’era di Amazon e speranze per il futuro

di Antony Passalacqua

Palermo - Un lento declino che sembrerebbe inesorabile e che continua ancora oggi a far abbassare le saracinesche. Via Roma sempre più una strada che dal punto di vista commerciale non è più attrattiva come i suoi vecchi fasti e col serio rischio chiusura di Rinascente, sarà un bel colpo all'immagine della strada. Ma cosa è accaduto in questi anni  che ha portato il glorioso asse stradale a questa crisi? E non sono in pochi a puntare il dito contro la Ztl colpevole  di aver fatto abbassare tante saracinesche. Ma è davvero così? Può una limitazione del carico veicolare incidere sulle attività commerciali quando alcuni metri più avanti nelle aree pedonali si rivaluta l'offerta commerciale e le persone si riappropriano degli spazi pubblici? Con onestà intellettuale dobbiamo evidenziare che la crisi di via Roma non è certo figlia degli ultimi 3 anni, da quando è stata istituita la Zona a Traffico Limitato, bensì è da ricercare fin dall'avvio dei centri commerciali in città. Dal 2009 anno di avvio del Centro Commerciale Forum sono sbarcati in città grandi brand internazionali e con essi una piccola rivoluzione negli acquisti a Palermo che avvantaggiano di sicuro il consumatore. Vengono colpiti noti marchi storici locali nel campo degli elettrodomestici, dell'abbigliamento ma anche i cinema, sanitari/hobbystica fai date. Fino ad arrivare ad oggi con il web, l'era del commercio digitale. E purtroppo pochissimi sono riusciti ad adeguarsi e/o fidelizzare la propria clientela, tanti sono i marchi storici che inesorabilmente hanno chiuso in via Roma e dintorni. Ma hanno chiuso anche in altre zone e basta farsi una passeggiata dalle parti di viale Strasburgo e via Restivo. Ecco, in circa 10 anni è mutato il mercato, il Centro Storico riscopre la sua vocazione turistica, e tante realtà locali non hanno saputo rinnovarsi dal punto di vista infrastrutturale, commerciale e senza affacciarsi al web, senza una vetrina commerciale sui vari marketplace o con una propria piattaforma web.  E nell'era di Amazon, senza questi strumenti difficilmente si potrà reggere. Quanto avvenuto per le vie Maqueda e Vittorio Emanuele dove c'è stata una completa mutazione dell'offerta commerciale, è la riprova che è cambiato il mercato e con esse le condizioni per ritornare a investire in quelle strade. Ma allora vanno aperti solo food store/pizzerie/paninerie/street food? Niente affatto, bisogna creare le condizioni per poter ritornare a investire in via Roma. Se da un lato abbiamo evidenziato le carenze degli imprenditori locali nell'affacciarsi al web e dotarsi di nuovi strumenti, da un altro lato ci si scontra con quello che in pochi raccontano: il caro affitti. Provate semplicemente a verificare dai singoli annunci di affitto le richieste (esorbitanti). Parliamo ad esempio di circa 25 mq con una richiesta di € 1200,00. La vicenda Rinascente ne è l'esempio più lampante. O addirittura tante sono le saracinesche abbassate in quanto i locali non sono più in regola con le vigenti normative urbanistiche. E tanti sono i costi per poter sanare/rimettere a norma i bassi che i proprietari si accontentano di tenerli chiusi. Qui potrebbe giocare un ruolo importante il Comune mettendo in campo incentivi per la ristrutturazione dei locali, sgravi fiscali a favore dei proprietari e sgravi per chi vorrà investire e....magari facendo cadere il tetto dei 200mq dall’articolo 5 del Piano urbanistico commerciale. Il che consentirebbe l'arrivo di ulteriori prestigiosi marchi. A seguire decoro urbano, sicurezza, trasporti e infrastrutture. Ok, c'è il 101 e con l'immissione in servizio di nuovi autisti vedremo più bus per strada dato che ogni giorno in rimessa rimangono altrettante vetture (nuove) per mancanza di autisti. Ma il 101 bisogna riuscire a prenderlo e le periferie giustamente reclamano un sensibile incremento delle corse.   Qualche spiraglio di luce. Qualcuno si domanderà sul perché continuano ad aprire minimarket sparsi o sul come vengono sostenute le spese di apertura e gestione. Beh, lasciamo ad altri organi questo compito, ma permetteteci una considerazione qui. Il minimarket nella sua semplicità rappresenta un negozio di vicinato. Quanti durante il lockdown hanno avuto necessità di reperire un prodotto (un pacco di pasta, biscotti, dentifricio, saponetto, acqua) nelle vicinanze dal proprio domicilio? Ebbene il lockdown ha dimostrato che non è necessario recarsi a tutti i costi presso il Centro Commerciale facendo anche a meno della domenica per fare gli acquisti. Si è riscoperta l'efficacia del negozio di vicinato, usanza che si era quasi persa.  Ci sono anche strade del Centro Storico dove le botteghe di artigianato riescono a fare rete fra loro, riaccendono le vetrine in stradine fino a ieri al buio, creano terreno fertile per attirare nuova clientela. E margini per investire su questo fronte ce ne stanno. Perché mancano panetterie di qualità, drogherie, lavanderie automatizzate, e magari rivitalizzare quelle poche botteghe artigiane storiche rimaste aperte. Sia chiaro, il commercio elettronico offre enormi vantaggi ma se non ci si muoverà più di casa neppure per acquistare di persona, via Roma diventerà un luogo fantasma.  

Leggi tutto    Commenti 27
Articolo
19 ott 2020

AMAT | Rinnovamento della flotta autobus. Respinto il ricorso dell’impresa “Industria Italiana Autobus S.P.A”

di Fabio Nicolosi

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana (CGA) ha respinto il ricorso dell’impresa “Industria Italiana Autobus S.P.A” contro il Comune di Palermo che aveva disposto l'esclusione della società ricorrente dalla procedura aperta per la fornitura di 36 autobus urbani, suddivisa in 2 lotti finanziati nell'ambito del Pon Metro Città di Palermo 2014 – 2020. La prima gara era relativa ad un progetto di rinnovamento della flotta autobus con 10 vetture Diesel Euro 6 del tipo autosnodato a fronte della dismissione di 10 autobus obsoleti diesel Euro 2, già non più circolanti e attualmente a deposito. Le risorse Pon Metro per questo progetto sono pari a € 4.148.000. La seconda gara era, invece, relativa a 26 vetture, sempre classificate Euro 6, di lunghezza di 18 mt. Le risorse Pon Metro in questo caso sono € 6.900.000. Alla luce dell'espressione favorevole del CGA, è stato dato mandato al Servizio Contratti di procedere con urgenza agli adempimenti necessari per la stipula del contratto di appalto con l'aggiudicatario delle due gare, la società Irisbus Spa. La gara era stata aggiudicata nel maggio del 2018, ma la società Industria Italiana Autubus aveva contestato la propria esclusione, la cui validità, basata su alcune irregolarità nella presentazione dell'offerta, è stata invece confermata prima dal TAR e poi dal CGA. La sentenza del TAR era arrivata quasi subito già nel 2018, ma la società ricorrente aveva sollevato una presunta violazione del diritto comunitario, rendendo necessario un ulteriore pronunciamento della Corte Europea di Giustizia, avvenuto nel maggio del 2019. Poi il blocco delle attività giudiziarie dovute al Covid ha ulteriormente allungato i tempi del giudizio. "E' una sentenza che, ancorché positiva - afferma il sindaco Leoluca Orlando - non può non lasciare l'amaro in bocca. Questi autobus avrebbero potuto entrare in servizio già nel 2019 ma l'accanimento giudiziario della ricorrente, pur legittimo, ha determinato un ritardo di oltre un anno e mezzo. E mai come in questo momento di crisi avere più autobus in circolazione avrebbe un effetto positivo sulla città. E' una storia che racconta molto sulla necessità di una semplificazione radicale del sistema degli appalti che, pur garantendo trasparenza e tutela da rischi di corruzione e irregolarità, deve liberarsi da un intrico di norme complesse, a volte contraddittorie, spesso poco chiare e in conflitto fra loro". "Prosegue l'investimento dell'Amministrazione comunale per rendere più efficiente il trasporto pubblico locale. Il rinnovo della flotta di bus contribuisce, inoltre, a limitare le emissioni inquinanti e a migliorare la qualità dell'aria". Lo dichiara l'assessore all'ambiente e alla mobilità, Giusto Catania, commentando la notizia del respingimento da parte del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana del ricorso dell’impresa “Industria Italiana Autobus S.P.A” contro il Comune di Palermo, che aveva disposto l'esclusione della società ricorrente dalla procedura aperta per la fornitura di 36 autobus urbani.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
05 ott 2020

Pubblicato bando per il servizio noleggio monopattini elettrici

di Antony Passalacqua

Palermo - È stato pubblicato stamani sul sito istituzionale del Comune di Palermo l’Avviso di Manifestazione di Interesse, curato dal Servizio di Mobilità Urbana, per l’individuazione di soggetti per lo svolgimento dei servizi di noleggio di monopattini a propulsione prevalentemente elettrica. Come si ricorderà, con l’obiettivo di ampliare il servizio di mobilità condivisa, il 4 settembre scorso la Giunta ha deliberato il servizio del monopattino sharing, che andrà ad aggiungersi ai servizi di car sharing, bike sharing e taxi sharing. Nella stessa seduta è stato contestualmente sottoscritto un documento che indica le linee guida del nuovo servizio che, inizialmente si svolgerà in via sperimentale per dodici mesi e sarà affidato ad operatori privati del settore con la supervisione dell'Ufficio Mobilità. In ogni caso, la fase sperimentale di ogni manifestazione di interesse presentata ai sensi dell’avviso pubblicato oggi dovrà concludersi entro il 31 dicembre 2022. Alla gara potranno partecipare tutti coloro che sono iscritti presso il registro tenuto dalla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura territorialmente competente, oppure nel registro delle commissioni provinciali per l'artigianato per attività coerenti con quelle oggetto delle presenti Linee Guida. Con riferimento a soggetti residenti in altri Stati all'interno della Comunità europea, sarà sufficiente l’iscrizione alla Camera di Commercio del paese d’origine. Chi si aggiudicherà la gara dovrà garantire un numero di Dispositivi, utilizzabili dall'utenza, pari a non meno del 90% della flotta dichiarata in sede di manifestazione di interesse, nonché autorizzata dal Servizio di Mobilità Urbana, e, comunque, con una flotta fino a 5000 mezzi. I monopattini – che potranno anche circolare con accesso gratuito in ZTL  - saranno fruibili dalla cittadinanza negli spazi oggi dedicati a velocipedi e motocicli o ciclomotori, nonché in aree dedicate a condizione che non sussistano conflitti con pedoni o altre categorie veicolari. In aggiunta a questi spazi, l'amministrazione, in considerazione di esigenze di sicurezza e decoro pubblico, si riserva di individuare aree all’interno delle quali possa essere limitata la circolazione o aree nelle quali incentivare, o inibito e/o limitato, in via temporanea o permanente, il rilascio o prelievo dei Dispositivi. L'avviso di Manifestazione di interesse, le Linee Guida, il Regolamento Generale della Sosta dei dispositivi di micromobilità e la  Determinazione Dirigenziale N 9224 del 01-10-2020 sono pubblicati sul sito istituzionale del Comune di Palermo, alla pagina https://www.comune.palermo.it/noticext.php?cat=4&id=29011

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
02 ott 2020

Aeroporto Falcone Borsellino | Stop ai tamponi ad eccezione dei viaggiatori da Spagna, Grecia, Malta, Croazia e Francia

di Fabio Nicolosi

“In discussione c’è la sicurezza dei passeggeri, non ci resta altro che chiedere, a partire da oggi, la sospensione di qualche settimana dei test sui viaggiatori provenienti dai paesi Ue ed Extra Ue, diversi da Spagna, Grecia, Malta, Croazia e Francia, che invece continueranno ad essere sottoposti a tampone”. Lo dice l’accountable manager e direttore generale di Gesap, la società di gestione dell’aeroporto internazionale di Palermo Falcone Borsellino, Natale Chieppa. Nel corso della riunione di oggi (ieri per chi legge), convocata da Gesap con tutti gli enti di Stato presenti in aeroporto, dove ha partecipato l’amministratore delegato Giovanni Scalia, è stato deciso di chiedere all’Enac la momentanea sospensione dei tamponi visto i disagi subiti ieri dai passeggeri provenienti da Polonia e Germania in testa. “Come accountable manager - spiega Chieppa - devo garantire la sicurezza dei passeggeri in aeroporto. Senza sicurezza non è possibile procedere, almeno fino a quando non ci saranno le condizioni ideali per effettuare, in piena scorrevolezza, le attività del canale sanitario. Ecco perché oggi abbiamo chiesto all’Enac, mettendo a conoscenza anche gli enti di Stato, Polaria, Guardia di Fiinanza e Usmaf (la sanità aeroportuale), di scrivere alla Regione per comunicare la sospensione, così come è successo a Catania, dei test rispetto all’ultima ordinanza regionale. In attesa che tutto ciò venga formalizzato, proprio per garantire la sicurezza dei passeggeri e sulla base anche dell’analisi certificata dall’Usmaf - conclude Chieppa - da oggi, l’attività dei tamponi si è concentrata solo sui passeggeri provenienti dai cinque paesi oggetto dell’ordinanza nazionale: Spagna, Grecia, Malta, Croazia e Francia (le Regioni: Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts-de-France, Île-de-France, Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa azzurra). Sono stati inoltre diffusi i dati sul traffico passeggeri di Settembre che per il mese di settembre rimane stabile. Dai dati elaborati dal servizio statistiche di Gesap, la società di gestione dello scalo palermitano, settembre si è chiuso a -43,78% (401.730 viaggiatori contro i 714.589 dello scorso anno). Agosto si era chiuso a circa -38% (473 mila passeggeri) Dall’inizio della pandemia, il progressivo dei dati di traffico è stato: marzo (83.543, -81,88%), aprile (6.041, -98,98%), maggio (14.664, -97.77%), giugno (78.559, -88.77%), luglio (321.565, -58,52%), agosto (473.961, -38,36%). A settembre 2020, è stata anche registrata una media di circa 15 mila passeggeri al giorno e un indice medio di riempimento di quasi 120 passeggeri a volo. Stabile anche il numero dei voli, che a settembre sono stati 3.394, il 32,95% in meno rispetto ai voli effettuati nello stesso periodo dello scorso anno. Migliora invece il progressivo annuale, da gennaio a settembre, con un calo del 60% del traffico passeggeri (gennaio-agosto era -62,41%): 2.178.871 contro 5.441.968 del 2019 e -52,07% (lo scorso mese era -54,91%) sui movimenti (19.135 contro 39.920 del 2019).

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
01 ott 2020

AMAT | Prima tappa del Giro d’Italia, modifica temporanee alle linee interessate al percorso

di Fabio Nicolosi

Sabato 03 ottobre 2020, in occasione del passaggio della 1^ tappa del 103° Giro d’Italia, sarà inibita la circolazione veicolare e pedonale in alcune vie e piazze del del territorio comunale di Monreale (strada Provinciale 69), impegnando molte strade e piazze del comune di Palermo. La chiusura, dalle ore 08,00 alle ore 17,00 e comunque fino al termine della manifestazione, la chiusura riguarderà le sotto elencate vie e piazze : corso Calatafimi; via via Emanuele; via Roma; Via P.pe di Belmonte; via M. Amari; via E. Amari piazza Sturzo; via Puglisi Bertolino; via I. Carini; via P. Calvi; via Dalla Chiesa; via Duca della Verdura (tratto compreso tra via Dalla Chiesa e via della Libertà); via della Libertà nel tratto compreso tra largo dell’Esedra e le piazze Ruggiero Settimo e Castelnuovo comprese. Conseguentemente le suddette linee modificheranno temporaneamente i loro percorsi nel modo appresso indicato: Linea 100 da Parcheggio Oreto verso piazza Rossi: – dalla carreggiata laterale valle di viale Regione Siciliana dopo la via S.S. Maria Mediatrice si immette nella corsia centrale e riprendere la laterale subito dopo il ponte di corso Calatafimi. Da piazza Rossi verso Oreto: – dopo l’incrocio con via Pitrè si immette nella corsia centrale di viale Regione Siciliana e riprendere la laterale subito dopo il ponte di corso Calatafimi. Linea 101 da Stadio verso Stazione Centrale: – normale percorso fino in piazza Vitt. Veneto – via dell’Artigliere – a destra piazza Leoni – a sinistra via Imper. Federico – a destra via Sadat – via Montepellegrino – piazza Giachery – via Piano Dell’Ucciardone – via Crispi (lato monte) – via Cala – Foro Umberto I – via Lincoln – Stazione Centrale. Da Stazione Centrale verso Stadio – via Balsamo – a sinistra corso dei Mille – a destra via Lincoln – Foro Umberto I – inversione di marcia – Foro Umberto I – via Cala – via Crispi (valle) – via Piano Dell’Ucciardone – piazza Giachery – a sinistra via Duca della Verdura – a destra via M.se di Villabianca – V.M.se di Roccaforte – piazza Don Bosco – piazza Leoni – viale del Fante – a sinistra via Cassarà – rotatoria piazza Papa Giovanni Paolo II – viale Croce Rossa in direzione di via Villa Sofia – via Villa Sofia – P.tta Salerno – a destra Stadio. Linea 102 da Stazione Notarbartolo verso Stazione Centrale: – via Sciuti – via Notarbartolo – a sinistra via Petrarca – a sinistra via Rapisardi – a destra via G. Leopardi – viale Boris Giuliano – viale Piemonte – viale Campania – a destra via Brigata Verona – piazza Vitt. Veneto – via dell’Artigliere – a destra piazza Leoni –a sinistra via Imper. Federico – a destra via Sadat – via Montepellegrino – piazza Giachery – via Piano Dell’Ucciardone – via Crispi (lato monte) – via Cala – Foro Umberto I – via Lincoln – Stazione Centrale. Da Stazione Centrale verso Stazione Notarbartolo: – via Balsamo – a sinistra corso dei Mille – a destra via Lincoln – Foro Umberto I – inversione di marcia – Foro Umberto I – via Cala – via Crispi (lato valle) – via Piano Dell’Ucciardone – piazza Giachery – a sinistra via Duca della Verdura – a destra via M.se di Villabianca – V.M.se di Roccaforte – a sinistra piazza Don Bosco – via Gen. Di Giorgi – viale Lazio – a sinistra via Sciuti – a destra via Notarbartolo – a destra piazza Boiardo (capolinea). Linea 103 da Piazzale Lennon: – normale percorso fino in via Cusmano – via Brunetto Latini – via Houel – via Goethe – a sinistra via Turrisi – a destra via Balsano – via Volturno – a sinistra via Pignatelli Aragona – piazza S F.Sco di Paola – piazza G. Amendola – via Sammartino – segue sul proprio itinerario verso J. Lennon. Linea 104 da Parcheggio Basile: – come linea 109 per Staz.Centrale – via Balsamo – a sinistra corso dei Mille – a destra via Lincoln – Foro Umberto I – inversione di marcia – Foro Umberto I – via Cala – via Crispi (lato valle) – via Piano Dell’Ucciardone – piazza Giachery – rotatoria su piazza Giachery – via Piano dell’ Ucciardone – via Crispi (lato monte) – via Cala – Foro Umberto I – via Lincoln – Stazione Centrale – segue come linea 234 fino a Parcheggio Basile. Linea 106 da Parcheggio Emiri verso Stadio e ritorno: – normale percorso fino in via Dante – a sinistra via P.pe Di Villafranca – via Pier Santi Mattarella – via Leopardi – viale Boris Giuliano – viale Piemonte – viale Campania – via Ausonia – via De Gasperi – piazza Papa Giovanni Paolo II – via De Gasperi – via Restivo – via Sciuti – V.Terrasanta – piazza D. Siculo – via Cusmano – piazza Virgilio – via Dante – segue normale percorso verso Parcheggio Emiri. Linea 108 da Ospedale Civico: – normale percorso fino in via Basile – corso Tukory – segue come linea 109 per Stazione Centrale – via Balsamo – a sinistra corso dei Mille – a destra via Lincoln – Foro Umberto I – inversione di marcia – Foro Umberto I – via Cala – via Crispi – Inversione di marcia piazza XIII Vittime – via Crispi – via Cala – Foro Umberto I – via Lincoln – Stazione Centrale – segue come linea 234 fino in via Basile – segue sul proprio itinerario verso Ospedale Civico. Linea 109 da Parcheggio Basile verso Stazione Centrale: – normale percorso. Da Stazione Centrale verso Parcheggio Basile – da corso Tukory come linea 234 – corsia contromano via Basile – via Basile – segue normale percorso. Linea 110 da Piazzale Lennon: normale percorso fino in corso F. Aprile continua per la stessa, quindi a destra corso A. Amedeo – a destra via Lascaris segue sul proprio itinerario verso Piazzale Lennon. Linea 118 da Parcheggio Basile verso Stazione Notarbartolo: – Via E. Basile – carreggiata laterale valle viale Reg. Siciliana – immissione carreggiata centrale prima di corso Calatafimi – uscita carreggiata laterale valle dopo via Pitrè – a destra via Cosimo Aleo – via Nina Siciliana – a destra via Perpignano – piazza P.pe di Camporeale – via Dante – a sinistra via Sammartino – segue normale percorso. Da Stazione Notarbartolo verso Parcheggio Basile nessuna variazione di percorso. Linea 124 da Parcheggio Emiri: normale percorso fino in Via Volturno – a sinistra via Pignatelli Aragona – piazza S F.Sco di Paola – piazza Amendola – via Houel – via Goethe – segue sul proprio itinerario verso Parcheggio Emiri. Linea 134 da Piazzale Lennon: normale percorso fino in piazza Virgilio – via Brunetto Latini – via Houel – via Goethe – a sinistra via Turrisi – a destra via Balsano – via Volturno – a sinistra via Pignatelli Aragona – piazza S. F.Sco di Paola – via Sammartino – via Dante – segue sul proprio itinerario verso verso John Lennon. Linea 304 da capolinea provvisorio al Parcheggio Basile: – via Ernesto Basile – segue normale percorso fino in corso Pisani e continua verso corso Re Ruggero – via Ernesto Basile – capolinea provvisorio Parcheggio Basile. Linea 307 da Parcheggio Basile verso Borgo Nuovo: – via Ernesto Basile – viale Regione Siciliana valle immissione carreggiata centrale prima di corso Calatafimi – uscita carreggiata laterale valle prima di via Pitrè – a sinistra Ponte Pitrè – via Pitrè – piazza Micca – via Bologni – segue normale percorso. Da Borgo Nuovo verso Parcheggio Basile: – normale percorso fino in piazza Micca – a sinistra via Pitrè – a destra viale Regione Siciliana (monte) – immissione nella corsia centrale di viale Regione Siciliana e ripresa della laterale subito dopo il ponte di corso Calatafimi – segue normale percorso. Linea 309 da Parcheggio Basile: – fino a quando non riaprono al transito veicolare su corso Calatafimi rimane a disposizione del graduato del nodo Basile. Linea 327 da piazza Micca: – via Pitrè – a destra viale Regione Siciliana (monte) – immissione nella corsia centrale di viale Regione Siciliana e ripresa della laterale subito dopo il ponte di corso Calatafimi – Ponte in asse via Basile – via E. Basile – inversione di marcia in corrispondenza di corso Tukory – corsia contomano via Basile – via Basile – a destra viale Regione Siciliana valle – immissione carreggiata centrale prima di corso Calatafimi – uscita carreggiata laterale valle dopo il ponte di corso Calatafimi. – a sinistra Ponte Pitrè – via Pitrè – piazza Micca capolinea. Linea 380 da Parcheggio Basile verso Molara: – via Ernesto Basile – Cavalcavia Brasa – a destra via Scorzadenaro – a sinistra via Altofonte – segue normale percorso. Da Molara verso Parcheggio Basile: nessuna variazione di percorso. Linea 389 da Parcheggio Basile (capolinea provvisorio): – fino a quando non riaprono la viabilità su corso Calatafimi rimane a disposizione del graduato del nodo Basile. Linea 422 da B. Nuovo verso Emiri: – normale percorso fino in via Regione Siciliana (monte) – dopo l’incrocio di via Pitrè – via Pollaci – a sinistra svincolo Calatafimi (su sede Tranviaria) – via Reg. Siciliana (valle) – segue normale percorso. Linea704 da Capolinea provvisorio di via Camarina: – normale percorso fino in via Sciuti – via Terrasanta – via Cusmano – piazza Virgilio – a sinistra via Dante – a sinistra via P.pe Di Villafranca – via Pier Santi Mattarella – a sinistra via Notarbartolo – segue sul proprio itinerario verso verso via Camarina. Linea 721 da capolinea provvisorio in via Amm. Rizzo (prima della via Giordano Calcedonio): – normale percorso fino in piazza Giachery – via Duca della Verdura – a destra via M.se di Villabianca – segue normale percorso. Linea 731 da Vergine Maria: – normale percorso fino in via Duca della Verdura – a destra via M.se di Villabianca – a destra via Alessi – a destra via Sampolo – piazza Giachery – segue sul proprio itinerario verso Vergine Maria. Linea 806 da Fante (capolinea Provvisorio): – a destra via Cassarà – rotatoria piazza Papa Giovanni Paolo II – viale Croce Rossa – piazza Vitt. Veneto – via dell’Artigliere – segue normale percorso. Da Mondello Torre: – normale percorso fino in piazza Vitt. Veneto – a destra viale Croce Rossa – piazza Papa Giovanni Paolo II – viale Croce Rossa – via Villa Sofia – P.tta Salerno – Fante (capolinea Provvisorio) Linea 812 – da (Porto) via Crispi verso Montepellegrino: via Crispi – inversione di marcia a piazza XIII Vittime – via Crispi (lato monte) – piazza Giachery – via Montepellegrino – segue normale percorso. Da Montepellegrino verso (Porto) via Crispi: – normale percorso fino a piazza Giachery – segue a sinistra via Piano dell’ Ucciardone – via Crispi – rotatoria piazza XIII Vittime – via Crispi (lato mare ) – via Crispi (capolinea porto). Navetta Centro Storico da piazzetta Santo Spirito: – fino a quando non riaprono il transito veicolare su piazza Indipendenza e su via Roma rimane a disposizione del graduato del nodo Stazione Centrale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 set 2020

Passante Ferroviario | Sabato pomeriggio e domenica 4 Ottobre nessun treno tra Palermo Centrale e Palermo Notarbartolo

di Fabio Nicolosi

Dalle ore 16:00 di sabato 3 ottobre alle ore 4:00 di lunedì 5 ottobre 2020, per lavori di manutenzione straordinaria alla stazione di Palermo Guadagna, il traffico ferroviario tra le stazioni di Palermo Centrale e Palermo Notarbartolo è interrotto: - i treni da Palermo Centrale per Punta Raisi iniziano la corsa a Palermo Notarbartolo; - i treni da Punta Raisi per Palermo Centrale terminano la corsa a Palermo Notarbartolo. Possono verificarsi modifiche al servizio anche prima dell’inizio e dopo la conclusione dei lavori. I canali di informazione e vendita di Trenitalia S.p.A. sono aggiornati con la nuova offerta oraria.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 set 2020

BANDO | AMAT: riaperto il concorso per la selezione di 100 posti di Operatore di Esercizio (autista del Trasporto Pubblico Locale)

di Fabio Nicolosi

Si rende noto che, giusta determinazione adottata dal Consiglio di Amministrazione di AMAT Palermo S.p.A. in data 3 settembre 2020 sono riaperti i termini per la presentazione delle domande della selezione pubblica per esami a n. 100 posti di Operatore di Esercizio (autista del Trasporto Pubblico Locale), a tempo indeterminato, già pubblicato per estratto sulla G.U.R.S. in data 26 luglio 2019 e sul sito istituzionale di AMAT. Fatte salve tutte le domande già pervenute alla data della scadenza del predetto bando (19 ottobre 2019), venuto meno il requisito del limite del compimento del 41° (quarantunesimo) anno di età di cui al punto d) dell’art.2 del bando, potranno presentare domanda di partecipazione alla selezione, entro 15 giorni dalla pubblicazione del presente avviso, e cioè entro il 10 ottobre 2020, anche tutti i soggetti, in possesso dei requisiti previsti dal bando alla data della scadenza più sopra indicata,precisamente al 19 ottobre 2019, i quali hanno superato il quarantunesimo anno di età e che, comunque, non abbiano raggiunto il limite massimo di età nella fattispecie previsto per il collocamento a riposo d’ufficio ( 62 anni). Si rende, altresì, noto che al fine di assicurare l’efficacia e la celerità delle operazioni concorsuali, in sostituzione della Commissione Esaminatrice di cui all’art.5 del bando, tutte le prove della selezione, compresa quella orale che si potrà svolgere anche attraverso l’utilizzo di test, coerenti con le materie di esame indicate nel bando, e con l’ausilio di strumenti telematici, saranno curate da una Società specializzata nel settore che sarà individuata attraverso apposita procedura. Ai sensi dell’art.7 del Bando di concorso bandito l’11 luglio 2019, le prove saranno precedute da una apposita preselezione. Saranno ammessi a partecipare alla successiva prova orale i primi 300 candidati classificatisi nella preselezione, nonché quanti classificatisi ex equo all’ultimo posto utile per l’ammissione. La Società incaricata si farà carico di tutte le operazioni concorsuali, dall’esame della regolarità delle domande fino alla redazione della graduatoria finale. Le domande, redatte secondo il modello appositamente allegato al bando, dovranno pervenire entro le ore 24 del 10 ottobre 2020, inviate a mezzo pec al seguente indirizzo “ [email protected]”, ovvero per raccomandata AR da spedire in busta chiusa tramite il servizio pubblico delle Poste indirizzata ad AMAT Palermo SpA – Via Roccazzo 77- 90135 Palermo. Sulla busta andrà scritto “Selezione operatori di esercizio” BANDO DOMANDA IN FORMATO EDITABILE

Leggi tutto    Commenti 0