Articolo
23 feb 2018

FOTO| Tir sfonda guard-rail e traffico in tilt alle gallerie di Isola delle Femmine

di Mobilita Palermo

Da diverse ore il traffico è paralizzato in entrambe le direzioni di marcia sulla A29 Palermo - Mazara del Vallo a causa di un grave incidente che ha visto coinvolto un tir. Come visibile dall'immagine inviata da Paolo Spinnato (che ringraziamo), il mezzo pesante ha perso il controllo ed ha invaso il guard-rail, invadendo anche la corsia opposta. Alcuni mezzi sono stati coinvolti nell'incidente e ovviamente tale episodio si sta ripercuotendo su tutta la viabilità del circondario. Al momento le code iniziano già dall'imbocco della A29 all'altezza di via Belgio e addirittura dallo svincolo di Carini in direzione Palermo. Consigliamo percorsi alternativi anche nelle prossime ore.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
02 feb 2018

Rivendevano i rifiuti ingombranti: denunciati 7 operatori RAP. Ma non sono i soli…

di Mobilita Palermo

Non è raro ricevere segnalazioni circa gli operatori delle società partecipate, in particolare quelli appartenenti alla RAP, ex Amia. Giusto qualche mese fa vi avevamo raccontato di come, a ridosso delle isole ecologiche dove vengono conferiti i rifiuti ingombranti, siano stati registrati strani movimenti. In particolare avevamo testimoniato la presenza di soggetti estranei a RAP che fermavano le auto in procinto di scaricare vecchi elettrodomestici o altro genere di rifiuto, per accaparrarsi l'oggetto di scarto prima che venisse conferito e probabilmente rivenderlo in altre circostanze non meglio note. Una procedura ovviamente illegale, in cui molti cittadini si rendevano inconsapevolmente complici credendo di avere a che fare con gli operatori autorizzati. Oggi però vi riportiamo la notizia di un blitz della Polizia Municipale, effettuato contro alcuni degli operatori RAP, che praticavano più o meno la stessa attività. Un episodio che conferma ancora una volta come attorno al mondo dei rifiuti gravitino personaggi e dinamiche poco trasparenti. La Polizia Municipale ha concluso le indagini a carico di sette operatori della RAP, l’azienda di igiene urbana, che sono stati segnalati all'autorità giudiziaria con l'accusa di furto aggravato e continuato in concorso tra loro. Dopo un anno di osservazione ed appostamenti compiuti dagli agenti del nucleo di polizia giudiziaria del servizio sicurezza sedi e controlli stradali, in diverse isole ecologiche della città, è emerso che i sette avevano di fatto "autorizzato" un rigattiere al ritiro dei rottami di ferro, plastica o legno che venivano consegnati dai cittadini. In sostanza, gli operatori della RAP, si appropriavano di quanto conferito dai cittadini presso le isole ecologiche (ingombranti, mobili, rifiuti elettrici, elettrodomestici dismess ed altro), allo scopo di rivenderli direttamente oppure favorire un raccoglitore “amico”. Il tutto, oltre a configurarsi come un illecito, danneggia l'immagine dell'azienda in quanto fa apparire minore della realtà il quantitativo di ingombranti smaltiti in modo lecito e corretto, nonché abbassa la percentuale ufficiale di raccolta differenziata. L'azienda sta avviando le proprie procedure interne di verifica al fine di valutare l'adozione di provvedimenti disciplinari secondo quanto previsto dal contratto. La RAP ricorda inoltre che per tutti i rifiuti ingombranti è disponibile il servizio di ritiro gratuito a domicilio, che può essere richiesto tramite il numero verde 800.237713 o tramite la APP disponibile per Android e iOS e che le "Isole ecologiche" sono calendarizzate in tutte le circoscrizioni secondo quanto riportato sul sito istituzionale all'indirizzo http://www.rapspa.it/site/consegna-presso-postazioni-mobili/

Leggi tutto    Commenti 17
Articolo
29 gen 2018

Collegamenti marittimi: ecco la Mykonos Palace per raggiungere Livorno

di Mobilita Palermo

Importanti novità giungono da Grimaldi Lines: dal 24 Gennaio, nei collegamenti tra Palermo e Livorno, verrà impiegata la nuova “Mykonos Palace” ex Amsicora, tornata da pochi giorni dal noleggio a Tirrenia, con la gemella Bonaria (che ha preso il nome di “Cruise Bonaria”). La Mykonos Palace, arrivata direttamente da Messina, dove è stata un paio di giorni in cantiere per il cambio nome, andrà a sostituire l’Europalink, nave che è stata in servizio poco più di due anni: era infatti il 29 settembre del 2015 quando la compagnia con sede a Napoli, introdusse i collegamenti da e per Livorno sia per gli automezzi commerciali che per i passeggeri. Non hanno trovato conferma, invece, le voci che auspicavano un raddoppio della linea, con partenze giornaliere. I collegamenti infatti avranno sempre frequenza trisettimanale, con i medesimi orari dei mesi precedenti. Le partenze da Livorno saranno: Lunedì ore 23.30; Giovedi ore 01.00; Sabato ore 01.30 Le partenze da Palermo saranno il: Mercoledì ore 00.00; Venerdì ore 01.00; Domenica 01.30 Cosa comporterà questo cambio nave? Gli aspetti da analizzare sono principalmente due: uno inerente il trasporto dei passeggeri ed un altro che riguarda il trasporto dei mezzi rotabili. La Mykonos Palace è un moderno cruise/ferry, può trasportare circa 2000 passeggeri e può raggiungere una velocità massima di poco più di 29 nodi. Dispone di cabine di lusso e standard, sala poltrone, self-service, ristorante, tre bar e anche di una piscina all’aperto. L’Europalink invece, è un ro/pax che può raggiungere 25 nodi di velocità e trasporta poco meno di 1000 passeggeri. Questo primo confronto, delinea chiaramente che ci troviamo di fronte ad una nave predisposta al trasporto passeggeri. Ma non bisogna tralasciare un importante aspetto (e qui ci colleghiamo al secondo punto): la linea Palermo – Livorno è molto redditizia nel traffico commerciale rotabile, semirimorchi, articolati, autocarri ecc. e l’Europalink dall’alto dei suoi 4200 metri lineari di carico, suddivisi su 4 ponti (stiva, main deck, upper deck e weather deck) riusciva a soddisfare a pieno le esigenze del mercato, soprattutto il martedì e il sabato, giorni di maggior carico. La Mykonos Palace, invece, ha capacità di carico di circa 2000 metri lineari (siamo a quasi la metà di Europalink). Riuscirà quindi a soddisfare le esigenze del mercato? Il tanto auspicato raddoppio dei collegamenti lasciava pochi dubbi, in quanto con partenze giornaliere anche con navi con meno capacità di carico rispetto all’Europalink, si sarebbe colmato il gap tra le due navi. Un’altra ipotesi che la compagnia potrebbe percorrere per non cedere terreno ai principali competitor, è quella di dirottare una delle tre Ro/ro in servizio su Palermo nei collegamenti commerciali con Salerno e Genova, direttamente su Livorno per quanto concerne i semirimorchi e indirizzare sulla Mykonos Palace soltanto i mezzi pesanti con conducente, autoarticolati ecc. Ma queste sono soltanto ipotesi. Ringraziamo Cesare F. per le foto e l'articolo Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
16 nov 2017

Fincantieri | MSC Splendida in manutenzione presso lo stabilimento palermitano

di Fabio Nicolosi

E’ arrivata lunedì mattina a Palermo, poco dopo le 8 e a conclusione del suo itinerario nel Mediterraneo Occidentale, la MSC Splendida. La nave della flotta MSC Crociere è entrata in bacino di carenaggio presso lo stabilimento Fincantieri per alcuni importanti lavori di riallestimento programmati, in vista della nuova stagione di crociere in Cina che prenderà il via a partire da maggio 2018. Le prime operazioni effettuate una volta ormeggiata il mezzo hanno riguardato i tender, iniziando da quelli situati a dritta della nave, che sono stati posizionati a ridosso del bacino stesso. Tra i lavori che dovranno essere eseguiti a bordo, ci sono i diversi adeguamenti per rendere appetibile la nave per il mercato cinese. Verrá realizzato un nuovo ristorante a cura dello chef Jereme Leung e l’introduzione di un sistema di traduzione simultanea, in collaborazione con “Baidu” (il più popolare motore di ricerca in Cina) e l’azienda di prodotti tecnologici “Tuge”, grazie al quale, sfruttando la connessione wi-fi, sarà possibile per gli ospiti e l’equipaggio usufruire di un sistema di comunicazione immediato ed efficace. In collaborazione con Deloitte, la Compagnia sta sviluppando il programma “MSC for me” dedicato proprio al mercato asiatico, che permetterà agli ospiti, tramite app e funzioni smart, di personalizzare e migliorare la propria esperienza a bordo ed ottimizzare al meglio la vacanza. Il grosso del lavoro riguarderà l'installazione di un nuovo filtro che occuperà i lavoratori nell'asse verticale che partendo dalla sala macchine giunge fino agli scarichi, più precisamente dal ponte 4 al 18. Essendo in bacino le maestranze sono occupate anche in opere di carenaggio (rivernisciatura del fasciame) e manutenzione alla propulsione. Ringraziamo Cesare F e DreamBlog per gli scatti: I lavori su MSC Splendida avranno una durata di circa 20 giorni, al termine dei quali la nave salperà alla volta di Genova, dove è attesa il prossimo 6 dicembre per intraprendere il “Grand Voyage”, una crociera di riposizionamento di 17 giorni verso gli Emirati Arabi che toccherà gli scali di Civitavecchia e Creta, attraverserà il Canale di Suez per raggiungere poi Aqaba, Muscat e Doha, il tutto con 7 giorni di navigazione. Prima dell’ingresso in bacino, MSC Splendida aveva salutato Palermo lo scorso 30 ottobre con la consueta tappa del lunedì, per poi tornare nel capoluogo siciliano mercoledì 8 novembre per un ultimo ed insolito itinerario che l’ha portata a toccare i porti di Ajaccio, La Spezia, Marsiglia e La Valletta. Nel porto di Palermo oltre a MSC Splendida (che non rivedremo a breve sui nostri mari), verrà prossimamente celebrato il maiden call di MSC Meraviglia (21 novembre) e quello di Costa Diadema (23 novembre). Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 ott 2017

Riaprire il Castello Utveggio: nasce un’associazione a salvaguardia del monumento

di Giulio Di Chiara

Uno dei luoghi più belli della città, da dove si può ammirare un panorama mozzafiato sulla Conca d'Oro e non solo. Purtroppo oggi chiuso dopo anni di gestione del Cerisdi, si appresta a diventare l'ennesimo gioiello chiuso e abbandonato. E' nata così una associazione, denominata "Salviamo Castello Utveggio. L'impegno è stato sottoscritto da oltre cento personalità  della politica,  tra i firmatati, la scrittrice Simonetta Agnello Hornby, la figlia di Leonardo Sciascia, il giudice Giuseppe Ayala, il rettore dell’Università “Kore” di Enna, Giovanni Puglisi, e vari presidenti appartenenti al mondo della cultura e delle associazioni. L'obiettivo è fare fronte comune per richiedere un tavolo di dibattito con la Regione Siciliana, al fine di avviare progetti di riqualificazione del Castello e trasformarlo in un centro polifunzionale. Mobilita ovviamente sostiene la riapertura di questo luogo meraviglioso e contribuirà a diffondere tutte le notizie utili in merito. Vogliamo anche ricordarvi la storia del Castello, direttamente da Wikipedia: Il palazzo non ebbe mai una funzione militare, infatti la costruzione dell'edificio iniziò nel 1928, venne ultimato nel 1933 ed inaugurato l'anno successivo. Il progetto era dell'architetto Giovan Battista Santangelo, professore della Facoltà di Ingegneria dell'Università di Palermo, che lo eseguì per volere del cavaliere Michele Utveggio. Il cavaliere, che aveva acquistato nel 1927 i terreni dal comune di Palermo, finanziò l'intera opera, compresa la strada di collegamento e il sistema di approvvigionamento idrico. L'edificio venne quindi adibito ad albergo di lusso, al quale venne dato il nome di Grand Hotel Utveggio. La posizione fu scelta per sfruttare l'invidiabile vista sul golfo di Palermo e sull'intera città e, allo stesso tempo, emulare l'hotel Villa Igiea costruito nelle vicinanze. L'impresa costruttrice, di proprietà dello stesso cavaliere Utveggio, all'epoca era una delle più moderne ed attrezzate della regione tanto che riuscì nella difficile opera in soli 5 anni. Purtroppo l'idea imprenditoriale non ebbe fortuna nonostante l'offerta per l'epoca fosse estremamente competitiva. Dopo poche stagioni in affari, già all'inizio della seconda guerra mondiale l'attività era in forte declino; in questo periodo si tentò di aprirvi un casinò ma senza successo. La guerra e l'utilizzo della zona da parte delle truppe fasciste inizialmente, e di quelle alleate in un secondo tempo, decretarono la chiusura definitiva dell'impianto che restò per molti anni abbandonato e vandalizzato. Il Cerisdi Nel 1984 venne acquistato e restaurato dalla Regione Siciliana ed affidato nel 1988 ad un ente con personalità giuridica per la realizzazione di una scuola manageriale, il Cerisdi, centro di alta formazione tuttora operante[1]. In questa occasione vennero aggiornati gli interni originali e furono adeguati gli impianti idraulici, elettrici ed informatici per rendere la struttura moderna. Secondo una testimonianza resa al processo Borsellino quater da un brigadiere addetto al distaccamento della Forestale di Palermo-Falde "abbiamo sentito via radio che il torrettista della postazione monte Pellegrino ci ha comunicato che vedeva del fumo provenire dalla zona di via D'Amelio. La torretta è sotto il Cerisdi"[2]; le testimonianze nel medesimo processo hanno comunque escluso che l'edificio fosse in uso ai servizi segreti, come pure era stato adombrato[3]. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
29 set 2017

Fincantieri allungherà la Silver Spirit a Palermo

di Fabio Nicolosi

La nave di Sivlersea entrerà in bacino nel marzo 2018 per un completo refurbishment che prevede l’inserimento di 34 nuove suite l programma di rinnovamento della flotta di Silversea, compagnia crocieristica di lusso con base a Montecarlo ma controllata dall’armatore italiano Manfredi Lefebvre d'Ovidio e guidata da Roberto Martinoli, non si basa solo sulle newbuilding. Dopo il recente annuncio di un ordine da 310 milioni per una nuova nave, commissionata a Fincantieri, è lo stesso gruppo navalmeccanico a rendere noto di aver firmato un altro contratto con Silversea, questa volta relativo all’allungamento di Silver Spirit, unità costruita dalla stessa Fincantieri ad Ancona e consegnata nel 2009, con una stazza lorda di 36.000 GT, in grado di ospitare 540 passeggeri. L’intervento verrà realizzato nei cantieri di Palermo, che ormai si sono specializzati in operazioni di refurbishmnet e che si sono già cimentati con l’allungamento di alcune delle unità meno recenti di MSC, nell’ambito del programma chiamato ‘Rinascimento’. A partire dall’inizio di marzo 2018 – spiega Fincantieri in una nota – Silver Spirit sarà allungata attraverso l’inserimento di una sezione lunga circa 15 metri, ottenendo in questo modo 6 suite Silver, 26 suite Veranda e 2 suite Panorama. Saranno implementati anche aggiornamenti tecnici. L’estesa riprogettazione trae ispirazione dalle innovazioni della nuova ammiraglia della flotta, Silver Muse, costruita da Fincantieri a Genova e consegnata la scorsa primavera. Saranno adottate soluzioni creative nelle aree ristorante, miglioramenti stilistici nell’arredo delle suite esistenti e in tutte le aree pubbliche ed esterne, fornendo un livello maggiore di comfort e spaziosità. Questa sarà la prima operazione di allungamento per una nave di Silvrsea, e non è chiaro a quanto ammonta l’investimento previsto, ma nell’agosto 2016 la compagnia monegasca aveva annunciato un piano da 170 milioni di dollari per rinnovare con interventi di diversa tipologia tutte le unità attualmente in flotta, a partire da Silver Wind (costruita da T.Mariotti nel 1995 con una stazza lorda di 16.800 GT e una capacità di circa 300 passeggeri), Silver Discoverer (costruita in Giappone nel 1989 e acquisita da Silversea nel 2014) e Silver Whisper (ostruita anch’essa da T. Mariotti nel 2000, 28.800 GT e 382 passeggeri), per coinvolgere poi le altre cruieship più recenti, come appunto Silver Spirit. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
27 set 2017

Temporali e meteo avverso: scatta il coordinamento Comune-Protezione Civile. Ma il Comune ha una grande responsabilità..

di Mobilita Palermo

I recenti fenomeni temporaleschi nel palermitano, tanto rapidi quanto intensi, hanno riportato alla ribalta il tema della prevenzione e della sicurezza. Nei giorni recenti abbiamo assistito a parecchi danni e allagamenti, dovuti sia alla straordinarietà dei fenomeni metereologici sia a problemi legati al sistema infrastrutturale della nostra città e alla prevenzione, appunto. Siamo testimoni di recenti interventi per liberare le caditoie delle principali arterie stradali. Siamo altrettanto testimoni di cattivi processi e mancanza di controllo su attività di routine che nel tempo diventano le principali cause di allagamenti. Come l'otturazione dei tombini, occlusi da foglie d'albero, rifiuti o dal bitume che viene steso indistintamente su tutta la carreggiata. In questi giorni, il Comune di Palermo ha diramato una comunicazione ufficiale che mira, almeno nelle parole, a pre-allertare tutti gli organi sin da un livello di pericolo intermedio: Con una nota inviata oggi a diversi uffici comunali, l'assessore Emilio Arcuri ha disposto che diverse procedure legate alla prevenzione del rischio, siano attivate in città da ora in poi anche quando il livello di allerta è giallo, e non solo quando sia arancione o rosso. "I recenti eventi meteorologici anche in altre città d'Italia - afferma Arcuri - hanno confermato, se mai ve ne fosse stata necessità, come, a prescindere dai livelli di  allerta  previsti  e  dalle  relative  fasi operative del sistema  di  allertamento nazionale  per  il  rischio  meteo-idrogeologico  e  idraulico, l’evoluzione generalmente  rapida  dei  fenomeni temporaleschi  intensi, unitamente all’elevato  grado  di  imprevedibilità, rende  i  temporali  un  pericolo  che  può comportare molteplici  rischi,  anche  di estremo  rilievo." "Per questa ragione, si dispone che gli Uffici della Protezione Civile attivino le procedure di intervento e coordinamento sin dal manifestarsi del livello di allerta giallo in presenza della segnalazione di temporali  sparsi  e forti." Le segnalazioni dovranno essere anche diffuse alla popolazione, tramite il già attivo canale Telegram @ProtezioneCivilePalermo (www.telegram.me/protezionecivilepalermo) e tramite il sito web e i canali social dell'Amministrazione. Gli interventi di coordinamento e prevenzione prevedono, fra le altre cose, la presenza rafforzata di squadre di pronto intervento AMAP, RAP e AMG, la manutenzione straordinaria delle caditoie e interventi di rimozione di oggetti che possano ostacolare il deflusso delle acque lungo i principali assi viari. "La priorità del nostro intervento - affermano il sindaco Leoluca Orlando e l'Assessore Arcuri - è quella di prevenire danni alle persone e alle cose, senza rimanere legati a formalità burocratiche."   Speriamo davvero che il coordinamento funzioni. Auspichiamo che la prevenzione venga attuata tutti i giorni dell'anno, scongiurando scarificazioni dissennate, effettuando pulizia costante e monitorando ATTENTAMENTE le attività di quelle ditte, interne ed esterne, che intervengono sulle strade cittadine. Purtroppo la totale anarchia in cui agiscono questi soggetti, permette loro di realizzare lavori di pessima fattura senza alcune penali a carico, con tutte le conseguenze che conosciamo a carico, stavolta, di tutti i cittadini. Quindi, caro Comune, che ben venga il coordinamento con la protezione civile, ma l'amministrazione non è esente da responsabilità soprattutto nelle attività di monitoraggio durante tutto l'anno solare. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 9