Articolo
15 set 2020

Illuminazione: interventi urgenti a Mondello, riaccesi oltre 600 punti luce

di Fabio Nicolosi

Un guasto ingente a Mondello e una riparazione tempestiva conclusasi con esito positivo. L’intervento degli operatori di AMG Energia ha consentito di ripristinare il funzionamento della cabina di pubblica illuminazione “Valdesi” di via Cerere, costruita negli anni Settanta, e dei 598 punti luce alimentati. Nel fine settimana appena trascorso le squadre di AMG sono state impegnate in altri due vasti interventi, uno sempre a Mondello, nella zona di via Mater Dei, e l’altro nella zona di via dell’Olimpo. La cabina “Valdesi” si è spenta giovedì sera, a causa del guasto ingente dell’interruttore tripolare di media tensione. “Immediatamente è scattata la verifica da parte della nostra squadra e ne stata programmata la riparazione – spiega il presidente di AMG Energia, Mario Butera – Gli operatori venerdì hanno lavorato senza sosta: l’intervento di manutenzione ordinaria è stato fortunatamente risolutivo e il disservizio limitato soltanto ad una sera, dal momento che proprio gli impianti di questa zona e i dispositivi delle cabine sono tra i più datati della città, in quanto ormai in esercizio da ben oltre quarant’anni”. Sono stati rimessi in funzione cabina “Valdesi”, i circuiti di media tensione e tutti i punti luce collegati che, per maggiore sicurezza, sono stati tenuti sotto controllo anche durante il fine settimana, che è stato caratterizzato da altri interventi impegnativi, in seguito a guasti causati da piogge e maltempo. Un’attività urgente è stata eseguita domenica per il ripristino della cabina di pubblica illuminazione “Olimpo” che alimenta i circuiti e gli impianti di illuminazione di via dell’Olimpo e traverse e, inoltre, per la riparazione di guasti sui due circuiti primari collegati alla cabina “Mater Dei” a Mondello. In questo momento rimangono in funzione a punti luce alternati gli impianti delle vie Saline, Garofalo e Marinai Alliata, dove l’intervento di ripristino è ancora in corso. Operatori di AMG Energia al lavoro anche nelle zone di via Iandolino-Partanna Mondello e di Boccadifalco. Un altro intervento di manutenzione ordinaria ad ampio raggio è stato concluso, invece, sull’impianto di illuminazione del Giardino della Zisa. Le attività hanno riguardato la riparazione di un circuito guasto lato area giochi ed interventi di ripristino e verifica delle paline dei viali e delle luci segnapasso che si trovano a bordo della vasca centrale. Nel dettaglio sono stati riaccesi 28 faretti segnapasso, sostituite 25 lampade ed otto portalampada.

Leggi tutto    Commenti 1
Segnalazione
14 mar 2017

Tutto pronto per il gran falò di San Giuseppe?

di palermopulita

Troppa legna accatastata con transenne in Via Mosca/Cortile Balate  (Zisa)  che, molto  probabilmente,  per San Giuseppe darà vita ad un enorme e pericolosissimo  falò,  come è gia accaduto negli anni scorsi . Ho già fatto due segnalazioni tramite Twitter al Sindaco e alla  Polizia Municipale. Spero in un intervento al fine di scongiurare situazioni di pericolo.

Leggi tutto    Commenti 6    Proposte 0
Articolo
26 gen 2017

Il parcheggio Emiri buono solo per i mercatini

di Fabio Nicolosi

Da oggi il mercatino rionale "Guglielmo il Buono" sarà trasferito in via Nina Siciliana, all'interno del maxi parcheggio pubblico La rivoluzione era rimasta nel cassetto per tanti mesi. Il passaggio di sede si inquadra nella nuova ottica sposata dall'Amministrazione, e che prevede nel futuro immediato la diminuzione del numero dei mercatini, per ridurre il traffico e gli abusivi. Il trasferimento da Via Libero Grassi era stato disposto da una ordinanza sindacale dello scorso settembre. Sono stati sorteggiati ieri i numeri di posteggio della nuova sede, presso l'assessorato alle attività produttive. E' questo il modo di utilizzare un parcheggio pubblico? Un´opera da 4 milioni e 789 mila euro per 620 posti auto, utilizzata come luogo dove organizzare mercatini di natale o mercatini rionale. Sperando che lo spostamento non causi problema al terminal bus e car-sharing proprio nei pressi dell'ingresso del parcheggio.

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
13 gen 2017

FOTO | Giardino della Zisa: C’era una volta un parco giochi…

di Fabio Nicolosi

Vi mostriamo le immagini alquanto tristi del degrado dell'area giochi presente all'interno del giardino della Zisa Premettiamo che il suddetto Giardino della Zisa non è la prima volta che riceve atti di vandalismo, ne avevamo parlato già qualche mese fa. Le aree giochi realizzate da un'iniziativa di un gruppo di mamme appoggiate dal finanziamento del consiglio comunale e inaugurate appena un anno fa (era il 6 Dicembre 2015) oggi risultano in pessimo stato. Purtroppo dalle foto possiamo notare che è tutta opera di qualche ragazzino che si è divertito a vandalizzare le varie strutture e al resto hanno pensato i randagi della zona. Possiamo infatti notare un palo della luce con la plafoniera distrutta per terra, pericolosa anche per qualche bambino che potrebbe tagliarsi. Non sappiamo se rotta per sfida o per per permettere di agire senza essere visti. Risultano inoltre rimosse dalle loro posizioni originali alcuni giochi a molla, lo scivolo è pieno di scritte e l'altalena è inutilizzabile poiché è stata mordicchiata da qualche cane. Sappiamo che di giorno la villa è frequentata da numerosi turisti e utenti e sono presenti oltre ai guardiani anche gli operai che si occupano della manutenzione del verde. Assodato quindi che questi atti siano stati compiuti di notte, quale potrebbe essere un modo per evitarli? Installare delle videocamere? Maggiorare l'illuminazione, magari installando delle lampade anti vandali? Vedremo... Intanto non ci resta che aspettare che il comune rimetta a posto il parco giochi per restituire un'infanzia felice ai bambini del quartiere Tutte le foto sono tratte da Repubblica.it

Leggi tutto    Commenti 3
Proposta
25 mag 2016

Riconversione ecologica del giardino della zisa

di punteruolorosso

Perché non presentare al comune un progetto di riconversione del parco della zisa in qualcosa di più umano? Ecco i miei punti critici: in basso, i dislivelli risolti con brutte scalinate-fontane e muri di cemento da giardino condominiale anni 70 in mezzo, l'ampiezza autostradale dei viali (che si potrebbero restringere in favore di aiuole più grandi) in alto la comunicazione fra il giardino e il monumento, resa tortuosa da un pessimo rapporto fra i dammusi, la cancellata e lo spazio antistante al monumento. in generale non si capisce perché quest'ultimo, vasca inclusa, non sia stato inserito nel giardino. Inoltre si potrebbe estendere l'area verde fino a via guglielmo il buono. Oggi la cancellata si trova molto più in alto. Fra la strada e la cancellata c'è una terra di nessuno in cemento dove le palme sono state distrutte dal punteruolo e mai sostituite. Ricapitolando gli interventi che andrebbero fatti sarebbero: sostituire le scalette e i muri di sotto con un'unica scalinata che segnali il dislivello in modo elegante e semplice. L'acqua proveniente dalla fontana centrale potrebbe scendere, come adesso, centralmente, ricavando una nicchia nella scalinata. ingrandire le aiuole senza stravolgerne la geometria. risolvere il dissesto della parte superiore del giardino (in alto a sinistra guardando il monumento). cambiare il rapporto con i dammusi e con il monumento, estendendo il giardino fino a quest'ultimo e ricavando un ingresso centrale. Oggi per visitare il monumento bisogna uscire dal giardino ed attraversare una brutta cancellata. cambiare il rapporto fra il giardino e via guglielmo il buono, estendendo il progetto all'area dell'ex palmeto. abbattere il muro che separa il giardino dal sacro cuore, creando un unico spazio verde. gli scivoli per i disabili potrebbero essere ricavati lateralmente. Penso che questa proposta sia di rottamazione, decostruzione e riconversione ecologica, con piccole ma importanti aggiunte e sostituzioni. Sicuramente non costerebbe tanto... A voi i commenti e spero che qualcuno si faccia avanti.

Leggi tutto    Commenti 17
Articolo
23 feb 2016

Giardini della Zisa fra degrado e accessi negati

di Mobilita Palermo

A oltre due anni dalla riapertura i cancelli del giardino continuano a rimanere socchiusi rendendo difficile o peggio impossibile l'accesso a disabili, anziani e passeggini. Il tutto mentre: - i motorini continuano a circolare liberamente per il giardino mettendo a rischio la sicurezza dei fruitori inclusi i bambini che frequentano l'asilo Whitaker che ha l'accesso all'interno del giardino stesso, - i cani si aggirano per il parco senza museruola e, spesso anche senza guinzaglio, con il recente caso di un morso ad un bimbo - le luci di buona parte del giardino restano spente; - la pavimentazione del giardino in terra battuta in molte parti è ormai deteriorata e necessità di un intervento di manutenzione. Mi auguro di vedere al più presto un intervento manutentivo e di controllo che renda il giardino ed i giochi da poco installati pienamente fruibili. Cordiali Saluti C. Picone

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
15 gen 2016

Sabato 16 dalle 11 pulizia della Zisa da parte di Tramiamociviltà

di Fabio Nicolosi

Siamo lieti di condividere questo bellissimo evento messo in atto da un gruppo di ragazzi che hanno a cuore la nostra città e che organizzano un azione di civiltà. E’ organizzata per Sabato 16 Gennaio un’azione di pulizia dei giardini della Zisa danneggiati dai soliti incivili che amano tanto condividere con l’intera comunità il loro amore verso terzi. Uno dei tanti atti dei PANORMOSAURI nei confronti dei nostri splendidi monumenti Appuntamento per sabato 16 gennaio alle ore 11 ai giardini della Zisa da poco entrata a far parte del patrimonio UNESCO e di cui i soliti incivili sconoscono il valore storico, artistico e culturale per tramare civiltà. Visto l'alto numero di adesioni consigliamo di portare con voi un rullo per dipingere, noi ne porteremo alcuni insieme a tutto il materiale donatoci da Leroy Merlin Palermo Forum che ringraziamo ancora una volta.

Leggi tutto    Commenti 3