Articolo
11 feb 2019

Tram Palermo | Ennesimo atto vandalico alla linea 1

di Salvatore Galati

Palermo - Domenica 3 febbraio 2019, ennesimo atto vandalico alla linea 1 del tram. Un atto vandalico avvenuto domenica intorno alle 19,30, un uomo ha lanciato una bottiglia di vetro contro il parabrezza del tram scheggiando il vetro, che era in sosta al terminal della stazione centrale. Il rumore assordante ha portato molta paura tra i passeggeri e personale di Amat, per fortuna nessun ferito. Però purtroppo, l’autore dell’ennesimo atto vandalico non è stato ancora individuato. La polizia sta indagando sul fatto avvenuto ieri, ha perciò intensificato i controlli nella zona della stazione centrale, l'azienda del trasporto pubblico di Palermo, Amat, ha isolato le immagini delle telecamere di controllo, pronte per facilitare le indagini della polizia. La vettura n°1 quella dedicata al Beato Padre Pino Puglisi, denominata "Freccia 3P", dopo l'atto vandalico è rientrata al deposito. E per una settimana nella linea 1 ci saranno soltanto 5 vetture, creando disagi all'utenza. “Assistiamo inermi a questo ‘tiro al bersaglio’ - afferma Michele Cimino, amministratore unico di Amat spa - che continua a drenare risorse dalle casse aziendali e mette in pericolo passeggeri e dipendenti. Questi continui attacchi non sembrano più episodi isolati, ma comincio a pensare che dietro ci sia l’intento di farci fare un passo indietro per isolare il quartiere. Ebbene - continua Cimino - questi farabutti sappiano che ciò non avverrà mai. Chiediamo ai palermitani di collaborare con noi alla difesa del patrimonio della città. Chiediamo al prefetto di predisporre un piano d’azione contro questi ignobili atti”. Il nostro parere è che il Comune di Palermo, davanti a questi episodi REAGISCA! Non serve rafforzare i controlli solo in queste occasioni, ma farlo con costanza, affinché si evitino questi episodi. Non possiamo permettere/tollerare, che un servizio nuovo come il tram, deve essere bloccato per atti vandalici... Foto del Comune di Palermo.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
31 gen 2019

AMAT | Affidata a Reset la pulizia di tram, depositi, capolinea e sovrappassi

di Fabio Nicolosi

Apprendiamo la notizia da una delibera sul sito Amat. Ad occuparsi della pulizia dei tram, dei depositi, dei capolinea e dei sovrappassi non sarà la RAP, ma la Reset altra azienda comunale. L’importo complessivo annuo è pari a € 380.000 oltre iva. L'importo, viene suddiviso come di seguito. servizio di pulizia tram € 180.000/anno; servizio di pulizia depositi € 110.000/anno; servizio di pulizia capolinea e sovrappassi € 90.000/anno; Quindi se adesso i capolinea e i sovrappassi sono puliti sapete che dovete ringraziare Reset per la pulizia. Cosi come in caso di sporcizia va segnalato a Reset ([email protected]) e non a Rap    

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
29 gen 2019

AMAT | Da febbraio andranno in pensione i vecchi titoli di viaggio, in bus e tram solo con il biglietto magnetico

di Salvatore Galati

Palermo - Amat comunica che: Ci sarà tempo fino al 31 gennaio per sostituire i vecchi biglietti Amat per bus e tram con i nuovi titoli di viaggio corredati di banda magnetica. Dal primo febbraio infatti l'unica tipologia di biglietto ammessa per viaggiare sui mezzi dell'azienda di trasporto pubblico sarà quello magnetico, mentre il vecchio biglietto sarà valido fino a tutto il 31 gennaio 2019, termine ultimo per la sostituzione con i nuovi titoli magnetici. Passata tale data, i vecchi titoli di viaggio andranno in pensione e non si potranno più utilizzare o sostituire. Per i titoli di viaggio acquistati dalle emettitrici posizionate lungo la rete tranviaria, la validità del biglietto decorrerà dal momento dell'emissione. I possessori di biglietti ordinari da 1,40 euro, di titoli di viaggio che fanno parte dei carnet da 23,50 euro, di biglietti giornalieri da 3,50 euro, turistici, e di tutte le tipologie, senza banda magnetica, sono invitati a chiederne la sostituzione presso gli uffici di via Borrelli 16, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 12,30; martedì e giovedì anche di pomeriggio: dalle 15 alle 17.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
25 gen 2019

Nuove linee tram, ad aprile il progetto definitivo?

di Antony Passalacqua

Palermo - Sembra stia procedendo l’iter progettuale circa l’ampliamento dell’attuale rete tranviaria, secondo il cronoprogramma della fase II del concorso internazionale di progettazione. Sono già stati ultimati  i rilievi georadar, lungo i futuri tracciati, una tecnica utilizzata per l’individuazione plano-altimetrica dei sottoservizi interrati (condotte idriche, gas, fognarie, telecomunicazioni) o per la ricerca di strutture murarie archeologiche sepolte. Lo studio di fattibilità, suddiviso in 2 step, riguarda complessivamente le 7 linee ed è stato portato a termine lo scorso Dicembre e consegnato agli uffici del Comune. La progettazione definitiva invece riguarderà invece le prime 3 linee centrali finanziate dal Patto per Palermo, e la linea E1 ovvero il prolungamento da viale Croce Rossa fino a viale Francia. Ed è proprio sulla progettazione definitiva che si sta lavorando e che potrebbe vedere luce probabilmente fra aprile e maggio. Ultimato questo, la palla passerà al Comune di Palermo che dovrà trasmettere i documenti al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici per  il parere obbligatorio su lavori di importo superiore a 50mln di euro e i successivi passaggi amministrativi/burocratici. Non è da escludere pertanto che si possa bandire la gara d'appalto per i lavori entro la fine dell'anno. La progettazione e l'esecuzione lavori delle prime 3 linee tranviarie comprende anche la realizzazione di nuove piste ciclabili e di 3 nuovi parcheggi d'interscambio quali: - Piazza Giulio Cesare ….. n. 1 parcheggio multipiano - Piazzale Ungheria ……… n. 1 parcheggio interrato - Via Libertà ……………….. n. 2 parcheggi interrati Parallelamente, il Comune di Palermo ha presentato istanza di ammissione alla Regione per un finanziamento  destinato alla realizzazione di ulteriori parcheggi di interscambio.    

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
25 gen 2019

AMAT | Tre atti di vandalismo in meno di 24h sulla linea 1 del tram

di Mobilita Palermo

PALERMO - Per l'ennesima volta la linea 1 del tram è stata "violentata" dai soliti ignoti, lanci di sassi in meno di 24 h, hanno frantumato i vetri di 3 vetture della Bombardier Outlook. Con 3 mezzi tranviari in meno diminuirà la frequenza della linea 1, portando da 6 vetture a 4, causando disagi all'utenza. Purtroppo questi episodi succedono per vari motivi, per persone incivili e per la mancanza totale di controllo da parte del Comune di Palermo. Simili episodi accadono in tutta la città, vandalizzando autobus, tram, panchine, imbrattando muri, picchiando gli autisti o i controllori o addirittura sparando un autobus, episodio di un anno fa circa. Nella nostra città c'e molta inciviltà, lo sappiamo, ma il Comune di Palermo davanti a questi episodi che cosa fa? Resta con le "mani in mano"? Ma in tutto questo le guardie giurate dove sono finite? Sempre esperimenti e contro esperimenti, ma un PROVVEDIMENTO SERIO da parte dell'Amministrazione Comunale, QUANDO?

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
18 gen 2019

AMAT | Presentati i nuovi 38 bus a metano, in arrivo altri 84 mezzi.

di Salvatore Galati

Palermo - Stamane al deposito Roccazzo dell' AMAT, sono stati presentati i primi 38 bus urbani con propulsore alimentato a metano, e facenti parte di una fornitura complessiva di ben 89 mezzi. Già da domani mattina verranno ufficialmente immessi nella rete bus palermitana. Così come documentato  nei mesi scorsi, riepiloghiamo le varie tipologie di mezzi che fanno parte dell'intero appalto:   1° Lotto-fornitura 2 autobus urbani  di lunghezza compresa fra mt 6,90 e 7,20 con propulsore alimentato a gasolio- Aggiudicataria Sivibus; 2° Lotto-fornitura 39 autobus urbani di lunghezza compresa fra mt 10,40 e 10,90 con propulsore alimentato a gasolio- Aggiudicataria Industria Italiana Bus; 3° Lotto-fornitura 38 autobus urbani di lunghezza compresa fra mt. 11,50 e 12,40 con propulsore alimentato a metano (già in rete); 4° Lotto-fornitura 10 autobus urbani autosnodati di lunghezza compresa fra mt 17,70 e 18,20 con propulsore alimentato a gasolio-Aggiudicataria Industria Italiana Bus. Il resto dei 51 mezzi verranno consegnati entro la fine di gennaio. L'intero appalto è stato finanziato per l ’80 per cento dal ministero del Trasporti - con il contributo a valere sul fondo legge 28/12/2015, n 208 - mentre per il restante 20 per cento, circa quattro milioni di euro, con risorse di Amat. Ma attenzione, mancano ancora all'appello altri 33 autobus. Si tratta della gara già aggiudicata  dalla Irisbus  e finanziati coi fondi Pon-Metro. Fanno parte di questa fornitura 10 autobus autosnodati da 18m diesel euro-6, e  23 autobus da 12m diesel euro-6.   BIGLIETTAZIONE L’Amat è ormai a un passo dal completamento del sistema di bigliettazione elettronica , con l’introduzione definitiva del biglietto magnetico. I nuovi titoli di viaggio stanno progressivamente sostituendo i vecchi biglietti. Le nuove validatrici sono state installate su buona parte della flotta e sono in dotazione sui nuovi autobus. Entro il prossimo febbraio sarà possibile convalidare il biglietto magnetico su tutti i bus Amat. I vecchi biglietti potranno essere sostituiti con i nuovi tagliandi magnetici al massimo entro il mese di gennaio 2019. SiCUREZZA In tema di sicurezza del personale alla guida dei bus, secondo quanto è emerso dalle riunioni con il prefetto Antonella De Miro, che ha voluto essere presente all’iniziativa, l’azienda ha predisposto il primo ordine che riguarda l’acquisto di 11 cabine blindate, che saranno installate nella prossima fornitura di nuovi autobus. “I nuovi mezzi dell’Amat contribuiscono all’esigenza di decoro e di efficienza di un servizio essenziale per la mobilità cittadina - ha detto Musumeci - La Regione ha reso possibile il finanziamento di 22 milioni, grazie ai fondi del ministero dei trasporti e del Comune di Palermo. 89 bus sono davvero una bella novità per il parco vetture dell’Amat. Adesso dobbiamo lavorare per consolidare le infrastrutture nell’isola. Ci sarà un incontro con i sindaci delle isole minori, per parlare di trasporti marittimi - ha concluso Musumeci - e stiamo esaminando con il Comune di Palermo la possibilità di poter modificare il percorso nel centro storico nei pressi del Palazzo Reale e palazzo D’Orleans. E’ una sorta di sfida che con il sindaco Orlando stiamo mettendo in campo”. Questi bus non aumenteranno assolutamente la frequenza di alcune linee, ma di certo tamponeranno i guasti che si verificano spesso. E da qui anche il perché troviamo in alcuni giorni vetture da 12 m lungo la linea 101, sottratti sicuramente ad altre linee per sostituire gli autosnodati in servizio da circa 20 anni.   Gli autobus, sono dotati di GPS, di videosorveglianza e di macchinette obliteratrici adatte per il Biglietto magnetico, ricordiamo che i vecchi biglietti saranno validi fino al 31 gennaio 2019.  

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
14 gen 2019

AMAT e TRENITALIA | Biglietto unico integrato, dove sei?

di Salvatore Galati

Dopo lunghe attese finalmente il 7 ottobre del 2018 è stato riaperto al pubblico il collegamento ferroviario tra Palermo Centrale e l'aeroporto di Punta Raisi. Una grande novità per la Sicilia occidentale e per l'area metropolitana di Palermo, che agevola il trasporto pubblico. Inoltre un'infrastruttura importante per la città, che viene utilizzata come "metropolitana", perché riesce a collegare lungo l'asse Sud-Nord della città, i vari quartieri. Questa modalità di trasporto dovrebbe essere integrata con il sistema tram di Amat (linea 1 - 2 - 3 e 4), perché l'integrazione non è solo infrastrutturale. Il problema sta nell'integrazione tariffaria tra Amat e Trenitalia, che come sappiamo la palla è stata passata alla Regione Sicilia. L'istituzione del biglietto unico integrato sarebbe la soluzione per poter agevolare i cittadini dell'area metropolitana di Palermo, nello spostarsi facilmente con i mezzi pubblici oltre che aumentare il numero di passeggeri. Chi oggi utilizza il Passante Ferroviario è impedito ad utilizzare il mezzo in superficie (bus-tram) per il secondo titolo  di viaggio da acquistare e viceversa. Oltre ad essere di auspicio la diminuzione del traffico automobilistico, lo smog e il livello di polveri sottili. Siamo stanchi di attendere le solite beghe politiche, siamo stanchi dei soliti rimpalli fra i vari Enti. Noi vogliamo il biglietto unico integrato tra Amat e Trenitalia, Voi?

Leggi tutto    Commenti 10