Articolo
19 set 2017

La città è sporca? Lanciamo la campagna “Pago chi paga la TARI”

di Fabio Nicolosi

Al momento il problema principale di Palermo è la spazzatura e l'immondizia. Se a pochi giorni dalle elezioni la città era magicamente pulita, a tre mesi dalle stesse la città sembra aver fatto un balzo indietro di 10 anni dove ogni angolo trovi spazzatura, dove i marciapiedi sono pieni di ingombranti e dove il palermitano non fa nulla per migliorare la situazione incendiando i cassonetti. Ci siamo quindi chiesti, ma com'è possibile? Quanti di voi sanno che il regolamento comunale impone i conferimenti dell’indifferenziato nei cassonetti soltanto nelle ore pomeridiane / prima serata, nonché il divieto assoluto durante i giorni festivi, compreso la domenica? E ancora che la Rap ha attivato il ritiro GRATUITO degli imgombranti? Clicca qui Ma c'è qualcosa che manca all'appello... Se gli strumenti ci sono, se l'azienda gode di buona salute economica com'è possibile? Il Sindaco Leoluca Orlando e l'Assessore al Bilancio, Antonino Gentile, hanno illustrato a Palazzo delle Aquile i dati di uno studio dettagliato sull'evasione da record delle tasse comunali a Palermo con riferimento alle attività non domestiche e le iniziative legate al contrasto di tale fenomeno di evasione. Una “operazione verità” che ha portato alla luce punte di evasione record, fino al 90% ed un ingentissimo danno alle casse comunali. “Questo studio evidenzia, in maniera dettagliata – ha dichiarato Orlando - il quadro dei mancati pagamenti. Anche per evitare che con l'avvio delle procedure esecutive da parte di Riscossione Sicilia, con l’evidente maggiore aggravio e l’evidente esposizione a procedure espropriative, stiamo mandando 225.000 solleciti di pagamento, invitando il cittadino a pagare utilizzando le possibilità di rateizzare fino a 4 rate per il corrente anno e fino a 36 rate per il pregresso. Vogliamo migliorare l’efficienza dei servizi e diminuire la TARI, ma per fare ciò, è necessario che tutti paghino, secondo il principio del <>. Per legge non possiamo destinare alla pulizia e al decoro della città e altre risorse oltre la TARI e quindi se non c’è un incasso, il servizio non potrà realizzarsi al meglio, ad esempio con l’acquisto dei nuovi mezzi, con la copertura del lavoro domenicale e straordinario e con tutte quelle caratteristiche che sono proprie del piano industriale della RAP. Oggi facciamo una operazione-verità, nell’interesse dei Palermitani e della città di Palermo. Il Comune non può affrontare la spesa per la Rap senza il contributo dei cittadini ed è per questo che li esortiamo a collaborare, a mettersi in regola e a non aspettare che si concretizzino, con notevole aggravio di costi, le procedure di riscossione coattiva, che spettano a Riscossione Sicilia”. “La morosità – ha sottolineato Gentile - va da un minimo del 60% ad oltre l’80% perfino nelle zone più centrali e commerciali della città. E’ evidente l’impatto fortemente negativo sugli equilibri finanziari ma anche e soprattutto sulla qualità dei servizi. L'evasione è indice dello scollamento del senso di appartenenza ad una comunità. I palermitani devono capire che è nel loro interesse concorrere al mantenimento del servizio di nettezza urbana e alla salvaguardia del decoro della città. LE CIFRE A Palermo il 37% dei cittadini e il 67% delle imprese non ha pagato la Tari nel 2016. Si tratta di un danno alle casse del comune di 50 milioni di euro. Insieme al recupero degli omessi versamenti Tari, sono stati individuati oltre 600.000 mq totalmente sconosciuti al fisco e 10.000 immobili che non hanno pagato l’imu. Dal 15 settembre inizierà la notifica di oltre 250 mila avvisi di accertamento e liquidazione. Saranno trasmessi anche 2600 avvisi di accertamento per omesso pagamento della Tosap. (slide 2,3,4) LE BANCHE DATI E’ grazie ad un innovativo software realizzato dalla Sispi che sono stati individuati i singoli contribuenti che non hanno pagato quanto dovuto. Si tratta di un’elaborazione che incrocia più banche dati (catasto, cartografia, immagini satellitari, aerofotogrammetria, toponomastica, utenze, contratti di locazione, bonifici ecc..) Slide 5,6,7,8,9,10 ALCUNE ZONE DELLA CITTA’ IL CENTRO STORICO In media nei quattro mandamenti del centro storico 4 imprese su cinque e 2 cittadini su 3 non hanno pagato la tari 2016. Complessivamente nei quattro mandamenti non sono stati pagati 3,9 milioni di euro (slide 12) LUNGO VIA LIBERTA’ In media il 60% delle imprese non ha pagato la Tari e 1 cittadino su 4. Complessivamente non sono stati pagati 4,2 milioni di euro (slide 13) NELL’AREA CENTRO-NORD DELLA CITTA’ In media il 64% delle imprese non ha pagato la Tari e 1cittadino su 3. Complessivamente non sono stati pagati 6,7 milioni di euro (slide 14) NELL’AREA MONDELLO E SFERRACAVALLO In media il 70% delle imprese non ha pagato la Tari e 1cittadino su 3. Complessivamente non sono stati pagati 2 milioni di euro (slide 15) NELL’AREA COSTA SUD In media il 70% delle imprese non ha pagato la Tari e 2 cittadini su 4. Complessivamente non sono stati pagati 3,6 milioni di euro (slide 16) ALCUNE CATEGORIE COMMERCIALI Nelle zone più frequentate della città non ha pagato il 98% dei ristoranti, l’86% dei bar e l’85% dei supermercati e negozi alimentari. (slide 17,18,19,20) LE FACILITAZIONI PER I PAGAMENTI Dal 1 gennaio 2018 la tari sarà pagata in quattro rate rispetto alle due attuali. Per tutti i tributi, da quando il Consiglio approverà il regolamento, sarà possibile presentare un piano di rateazione per chi deve pagare carichi arretrati. Sarà poi ampliato il ravvedimento operoso. Ciò vuol dire che fino a quando non si è ricevuto un avviso di accertamento o di liquidazione, il contribuente può ravvedersi pagando spontaneamente il tributo e una sanzione ridotta. LE AZIONI ESECUTIVE Per coloro che non vogliono mettersi in regola sono pronti gli elenchi da inviare a Riscossione Sicilia per i pignoramenti. Si tratta di proprietari di immobili che percepiscono fitti attivi di cui saranno comunicati inquilini, estremi dei contratti di locazione, durata e importi e di soggetti che hanno la disponibilità di conti correnti bancari e postali. Vogliamo supportare la proposta lanciata da Ciro S. Entro in una pizzeria, ristorante, birreria con gli amici, con la famiglia. Prima di sedermi, prima di verificare se c’è il wifi, prima di verificare le stelle su Trip Advisor dalle recensioni dei clienti, chiedo di farmi vedere il bollettino di avvenuto pagamento della TARI dell’anno in corso o almeno di quello dell’anno precedente. Tu esercente non me lo mostri, bene…., cambio pizzeria proprio per questo motivo. Semplice. Io pago la TARI e pago solo i beni e i servizi di quelle attività commerciali che mi mostrano di aver pagato la TARI. La Tax Advisor! E’ una scelta, civica, culturale. E’ innovazione sociale, attraverso la quale si veicola un messaggio chiaro: io pago la TARI e tutti la dobbiamo pagare se vogliamo vivere in una città dove viene assicurato un ottimale servizio di igiene urbana per una città decorosa e di cui andare fieri. Oltre al network contro il pizzo di AddioPizzo “Pago chi non paga”, visibile dal logo affisso in molte vetrine dei negozi in città, si può avere quello di “Io pago la TARI per una città pulita”! Se l’iniziativa prende piede, le attività commerciali esporranno spontaneamente il bollettino di avvenuto pagamento della TARI come attestazione di esercente che contribuisce a rendere efficiente i servizi pubblici di igiene urbana della città. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 12
Segnalazione
27 lug 2017

A Palermo i rifiuti di Villabate

di Antonio

Voglio segnalare una sgradevole situazione di inciviltà che va avanti ormai da mesi in via Galletti (zona Acqua dei Corsari), precisamente al confine estremo della periferia che divide il comune di Palermo da quello di Villabate. Nel paesino limitrofo, che comprende Pomara, il comune ha attivato, a dicembre 2016, la campagna di raccolta differenziata "porta a porta", eliminando così i raccoglitori classici dell'immondizia. Un'iniziativa ottima, per il rispetto dell'ambiente e del dovuto senso civico.  Dall'altro lato, essendo parte della II circoscrizione del comune di Palermo, Acqua dei Corsari non ha ancora aderito ad alcun piano per la differenziata, motivo per cui le strade dispongono ancora dei famosi cassonetti tradizionali. Molti, moltissimi dei residenti di Pomara o Villabate non hanno a quanto pare sposato appieno il nobile progetto e giornalmente, a qualsiasi ora, si recano in via Galletti per gettare tutta la loro spazzatura, differenziata oppure no. Il problema è che lo fanno in maniera del tutto incivile...riponendo i loro rifiuti non all'interno dei contenitori ma lanciandoli dalle macchine in corsa oppure, ancor più ironicamente, fermandosi e, costeggiando i cassonetti VUOTI, lasciando le loro sozzure senza alcuna dignità, per terra. Ogni giorno! Nessun controllo, nessuna sanzione. Alla sera lo spettacolo è aberrante! Su dieci contenitori, due sono pieni ed i restanti otto sono vuoti, tutto il resto della mondezza è per terra, come un gigantesco castello. Per centinaia di metri ormai la sporcizia è stabile su marciapiedi e ciglio della strada. La notte giungono addirittura più di due camion, tra cui un escavatore per rimuovere il vergognoso cumulo che si è venuto a creare.  Non esiste però manutenzione delle piante o pulizia regolare delle strade nel quartiere e, ad esempio, portare a passeggio gli animali domestici è diventato l'hobby per contrarre malattie. Nel 2017 questa è ancora una storia triste e insostenibile! Mi rivolgo a voi con la lieve speranza che prima o poi qualcosa possa migliorare davvero, anche in periferia.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
14 lug 2017

Campane piene: cosa fanno i palermitani e cosa fa la RAP

di Mobilita Palermo

Partiamo dalla segnalazione di un utente per riprendere il discorso dei "rifiuti" e del loro smaltimento per le strade : Salve, sono un vostro fedele lettore e spesso si parla del panormosauro. Vi metto a conoscenza di una usanza primitiva che capita sovente sotto casa mia (via Sunseri). I cassonetti per la raccolta di cartone, vetro e plastica si riempiono facilmente e lo svuotamento avviene ogni 15 giorni o più. Quando i cassonetti si riempiono, la furbizia del panormosauro è quella di lasciare per terra i sacchetti pieni di plastica, cartone e vetro ai piedi dei cassonetti nella speranza che possano crescere degli alberi di plastica, cartone e vetro. Secondo voi è corretto tutto ciò? Inoltre la Rap periodicamente, quando l'immondizia invade la strada, raccoglie i cumuli e li sposta nei cassonetti di indifferenziata che si trovano a due metri di distanza. Vi scrivo nella speranza che il panormosauro che legga questa segnalazione possa pensarci due volte prima di abbandonare il sacchetto di vetro, cartone e plastica per strada. G.Di Giorgio Rispondiamo parzialmente ai dubbi del lettore: per una volta non ci sentiamo di additare le colpe ai palermitani, quando questi lasciano i sacchetti adiacenti alla campana colma di rifiuti. Con ragionevole sicurezza ci sentiamo di affermare che anzi si tratti di un modo per sopperire alla carenza della raccolta. In tal modo si spera che gli operatori ecologici possano prelevare il contenuto delle campane e anche i sacchetti. C'è anche da dire che, comunque, non è un bel vedere, nè a Palermo nè altrove. Il problema è appunto la frequenza della raccolta. Contestualmente con questa ennesima segnalazione, viene confermata la cattiva abitudine di alcuni operatori che mischiano i rifiuti, vanificando la differenziata stessa. Ma è altrettanto probabile che alle spalle ci siano problemi aziendali, di mezzi, di personale. D'altronde non è un problema appena nato quello dei rifiuti. E' un cane che si morde la coda. Anche voi riscontrate questi episodi nei quartieri in cui abitate? Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
07 lug 2017

Manutenzione marciapiedi, restrizioni lungo corso Vittorio Emanuele

di Antony Passalacqua

Con ordinanza dell'Ufficio Traffico n.984 del 6/07/2017, la RAP annuncia l'avvio di lavori di manutenzione marciapiedi lungo corso Vittorio Emanuele. Il tratto interessato sarà quello compreso fra Porta Felice e via Mura della Lupa, con divieto di transito pedonale lungo i rispettivi marciapiedi e chiusura della circolazione veicolare lungo la semicarreggiata o porzione di carreggiata interessata dai lavori. Infine divieto di sosta h24 con rimozione coatta. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
06 lug 2017

RAP | Ecco il calendario delle derattizzazioni di Luglio

di Mobilita Palermo

Troppe zanzare o presenza di topi in giro per Palermo? La Rap ha stilato il piano di disinfestazione e derattizzazione per il mese di Luglio. In azione due squadre sia in turno antimeridiano (dalle ore 6 alle 12), per quanto concerne le derattizzazioni, che in turno notturno (dalle ore 22 alle 4) per le disinfestazioni. “Oltre al calendario mensile redatto dall’azienda che abbraccia nel dettaglio tutte le 8 circoscrizioni e i quartieri del capoluogo con cadenza quindicinale - spiega il presidente della Rap Roberto Dolce – sono previsti in aggiunta degli interventi dedicati. In questo caso i cittadini possono segnalare, in modo semplice, pratico e veloce eventuali avvistamenti di topi o zanzare tramite la nuova App “Rap Palermo" scaricabile da telefonino, compatibile con i sistemi operativi mobili di Android, Apple IOS”, scrivendo la via , il servizio richiesto, ad esempio: “Disinfestazione o Derattizzazione”. Ecco il calendario: Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
20 giu 2017

Raccolta differenziata, consegnati nuovi mezzi alla Rap

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa della Rap circa l'operatività dei nuovi automezzi dedicati allo svuotamento delle campane per la raccolta di plastica e carta. Da oggi sono operativi a Palermo tre nuovi autocompattatori grandi ad alimentazione a metano (monoperatori) che saranno dedicati allo svuotamento delle campane stradali di plastica e carta. Gli stessi, dopo una prima fase di test avvenuta questo fine settimana, sono già in azione in alcuni quartieri della città dove si erano riscontrati rallentamenti dovuti ai guasti dei vecchi mezzi oramai vetusti. Nello specifico, i nuovi mezzi stanno intervenendo nei quartieri 5, 14 (Calatafimi) e 13 (Villagrazia - Falsomiele)  e continueranno a tappe forzate per recuperare l’arretrato. I suddetti mezzi a caricamento laterale sono stati acquistati attraverso l’utilizzo dei fondi Jessica Energia Sicilia (bando regionale con fondi ministeriali) deliberato dal precedente CdA e finalizzato dall'attuale Governance. Il finanziamento è destinato anche all'acquisto di 60 autocarri con vasca, per i quali la consegna è prevista in autunno, dopo un lungo iter che ha visto ricorsi al TAR e al CGA. Tutti mezzi sono rigorosamente a metano e contribuiranno a contenere l’inquinamento dell’aria in città. Il progetto oltre ad avere lo scopo di ridurre l’impatto ambientale, ha come priorità il rinnovo del parco automezzi oramai vetusto ereditato dall’Amia fallita. Con l’avvio al servizio di questi mezzi monoperatori l’azienda potrà nuovamente procedere alla corretta programmazione e gestione del servizio di svuotamento delle campane puntando alla regolarità. Ancora in tema di sensibilizzazione dei cittadini e potenziamento della raccolta differenziata, nell'ambito del progetto " Questa Estate Cambia Costume...fai la differenziata", partirà in diversi lidi balneari nel fine settimana il servizio a Mondello e a Sferracavallo. Oltre 60 i carrellati consegnati. I lidi coinvolti sono: Albaria, La Marsa, il Trinacria, Le Lunette, l'Ombelico del Mondo, il Circolo Lauria comprese le spiagge attrezzate della “Mondello Mare”. Sempre la prossima settimana si avvierà progressivamente la Raccolta Differenziata in alcuni alberghi come: “Addaura Hotel residence” e  “Hotel la Torre”. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
04 giu 2017

RAP | Avviata la raccolta del vetro in Piazza Garraffello

di Mobilita Palermo

L'azienda sta intervenendo, nell'ottica di estendere la raccolta differenziata alle attività commerciali, anche nel centro storico di Palermo. Oltre ai pub ricadenti in via Alloro, piazza Spinuzza, piazza Olivella, via dell'Orologio, piazza Sant'Anna, piazza Magione, piazza Rivoluzione, piazza Kalsa, per citarne alcuni, già serviti da un servizio dedicato di ritiro del vetro, ora è la volta di piazza Garraffello. Sono stati infatti consegnati agli esercenti (pub) che ricadono nella piazza, 10 carrellati da 240 litri con l'augurio che vengano utilizzati correttamente per il conferimento e contestualmente con l'impegno di Rap di svuotarli con cadenza di 5 volte a settimana nello specifico: domenica, lunedì (di mattina), martedì, giovedì e sabato (il pomeriggio). Il vetro raccolto andrà regolarmente smaltito nella piattaforma di Marsala per il recupero. Oltre al servizio di raccolta differenziata sono programmati con regolarità sulla piazza Garraffello interventi per il mantenimento del decoro con interventi congiunti con operatori addetti allo spazzamento e addetti al ritiro degli ingombranti abbandonati.

Leggi tutto    Commenti 1