Articolo
27 mag 2020

CORONAVIRUS | Al via la sanificazione delle ville e dei giardini

di Salvatore Galati

L'Amministrazione Comunale ha deciso un ulteriore programma di disinfestazione per alcune ville comunali. Ad eseguire il programma di interventi sarà il personale della Rap. Nel giorno della disinfestazione della singola villa, dunque, non sarà possibile la prenotazione online sul sito istituzionale del Comune per visitarla. Chi, invece, aveva già effettuato la prenotazione per quei giorni è stato avvertito con un sms e con una mail dell'annullamento della stessa. Di seguito, il cronoprogramma delle attività: 25 MAGGIO: Giardino Piersanti Mattarella e Parterre Falcone-Morvillo, via Libertà 26 MAGGIO: Villa Giulia, via Lincoln e  Villa Garibaldi, piazza Marina. 27 MAGGIO: Villa Niscemi e villa del Carabiniere, tra la Palazzina Cinese e villa Niscemi. 28 MAGGIO: Villa Trabia, via Salinas 29 MAGGIO: Roseto/Giardino Rosa Balistreri, via Brigata Verona e Parco Uditore, piazzale Einstein 1 GIUGNO: villa Benvenuto Cellini, piazza Benvenuto Cellini e Centro diurno Borgonuovo, piazza S. Cristina 3 GIUGNO: Giardino della Zisa, via Guglielmo il Buono

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
12 mag 2020

Piazza Vittorio Veneto: iniziato il restauro conservativo

di Fabio Nicolosi

L'idea di erigere un monumento per commemorare l'unità d'Italia, nacque il 27 maggio 1910 esattamente a 50 anni dall'insurrezione di Palermo. La costruzione del monumento fu commissionata all'architetto palermitano Ernesto Basile, il monumento fu tirato su in meno di tre mesi ed ebbe un costo complessivo di 228 mila lire. “Il restauro – spiega in un'intervista a Le Vie dei Tesori, Carolina Griffo, storica dell’arte della Soprintendenza – prevede la pulitura di tutto il monumento, sia della parte architettonica, che delle sculture bronzee, il montaggio di un ponteggio su tutta la struttura centrale, la risistemazione dei gradini che sono posti alla base del monumento, che sono in parte sconnessi e la pulitura dell’emiciclo alle spalle”. Il monumento di piazza Vittorio Veneto si è prestato a diversi usi celebrativi, in base al mutare del clima politico. Inaugurato nel 1909, in occasione dei festeggiamenti per il cinquantenario dell’Unità d’Italia, ebbe come fine la celebrazione dell’epopea garibaldina. Poi, nel 1931, con l’avvento del fascismo, la piazza assunse una nuova connotazione retorica e nazionalistica e si trasformò in monumento ai caduti della Grande guerra. Fu in questa occasione che venne realizzato l’emiciclo colonnato su disegno di Ernesto Basile. Il monumento vero e proprio, al centro della piazza, fu costruito utilizzando la pietra chiara di Isola delle Femmine e, sopra l’obelisco, svetta a 28 metri di altezza, la Vittoria, statua in bronzo di Mario Rutelli. Il gruppo scultoreo in basso, opera di Antonio Ugo, rappresenta la Sicilia che si ricongiunge alla madre Patria, mentre i bassorilievi dei pannelli laterali, disegnati da Ernesto Basile, sono stati realizzati da Gaetano Geraci. Tutte opere che, tra non molto, torneranno a brillare. Ringraziamo Salvatore M. e AmoPalermo per le foto e la segnalazione:

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
24 mar 2020

Coronavirus|Sanificazione delle strade di Palermo

di Salvatore Galati

Emergenza Covid-19, a Palermo continua la sanificazione delle strade cittadine, che negli ultimi giorni hanno incominciato dalle vie centrali spostandosi via via nelle strade periferiche. Di seguito il calendario, dal 23/03 al 28/03: Pulizia strade: Lunedì: Via Messina Marine da ponte Oreto a svincolo Misilmeri, via Galletti e ritorno. Al ritorno via Padre Kolbe e via Li Gotti; Perimetro Fiera, via Imp. Federico, viale del Fante. Martedì: Pallavicino - Villaggio Ruffini, Pindemonte, Cappuccini, Quattro camere, Emiri Mercoledì: Dante, P.za Camporeale, Finocchiaro Aprile, Tribunale (giro della piazza), Lascaris, Giardino Zisa, Via Eugenio l’Emiro, Villagrazia di Palermo – Villaciambra, Via U. Maddalena - Via Roccazzo, via Sarullo. Giovedì: Resuttana – San Lorenzo con traverse, Viale Lazio doppio senso, viale delle Alpi doppio senso, via Aquileia doppio senso, via P.pe di Palagonia (giro attorno il Malaspina), Circuito Parco della Favorita - Viale Regina Margherita di Savoia (discesa Valdesi) - Via Monte Ercta. Venerdì: Via Papa Sergio - Acquasanta - via Dei Cantieri, Corsie Laterali Autostrada PA-TP - Svincoli via Belgio e viale Lazio, Corsie laterali Autostrada PA-CT - Via Galletti - Via Messina Marine (confini Villabate/Ficarazzi) Sabato: Borgo Nuovo, ZEN 1 - ZEN 2 Sanificazione strade: Lunedì: Zisa, Noce, Boccadifalco - via F. baracca, via Baida, Addaura - Vergine Maria - Arenella, Oreto - Stazione. Martedì: Ciaculli - Croceverde, Corso dei Mille, via Brancaccio, Via San Ciro, via Conte Federico (sotto circonvallazione), Partanna – Mondello e strade secondarie, Uditore - Passo di Rigano. Mercoledì: Palazzo Reale Monte di Pietà, Altarello, Via Spadolini - Via U. La Malfa - Via P. Nenni - Viale Strasburgo - Villa Adriana, Kalsa - via Lincoln - Stazione Centrale - Via Oreto - C.so Tukory. Giovedì: Politeama – Strade secondarie, Villaggio Santa Rosalia, Medaglie D'oro, Via E. Basile - Via Costa - Via Bachelet, Villagrazia (alta) - Villaciambra - Santa Maria di Gesù. Venerdì: Malaspina – Palagonia strade secondarie, Settecannoli, via Mess. Marine, Perimetro Cattedrale - P.zza del Parlamento - P.zza Indipendenza - Via Papireto - Mercato delle Pulci, Pagliarelli - Molara - via Paruta - Corso Calatafimi (Rocca). Sabato: Montepellegrino- Giachery- Montalbo, Libertà Strade secondarie, Borgo Ulivia e Falsomiele (strade interne), Cruillas - Cep. Foto copertina e del calendario, sono del Comune di Palermo.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
17 mar 2020

Storia di ordinario degrado e inciviltà nel quartiere Libertà / Lazio

di silvercult

Sono tanti i problemi di questa città, ma da uno scorcio di essa si possono già intuire alcuni tristi aspetti , tanto della popolazione, quanto delle istituzioni che la amministrano. La Zona è quella di Piazza Don Bosco; quartiere residenziale, prospiciente Via Libertà, arteria principale della città.                              Le immagini parlano da sole e raccontano di un giardino lasciato in stato di degrado dall'amministrazione pubblica, quindi pieno di insidie e pericoli, per i bambini che vi giocano, gli anziani che potrebbero goderne e i giovani che vi si riuniscono.                          Quindi assistiamo a vialetti rotti e pieni di buche, blocchi di marmo staccati staccati dalle aiuole, illuminazione spesso guasta e discontinua e piante abbandonate. A tutto questo si aggiunge lo stato di assoluta fatiscenza e estrema pericolosità dei marciapiedi di Piazza Don Bosco al di là della carreggiata stradale circostante il giardino, ad esempio davanti al civico 10 e dall'altro lato davanti i civici 3 e 5. Opposta ad una amministrazione distante e distratta, quasi incurante e disinteressata al bene pubblico e alla sicurezza dei cittadini, c'è spesso una popolazione altrettanto distratta e purtroppo, spesso incivile che sporca senza sosta, quasi a voler sfidare la RAP che si dimostra sempre discontinua se non addirittura assente e purtroppo le immagini delle vie limitrofe alla piazza lo dimostrano. Via Massimo D'Azeglio, via Imperatore Federico e via Marchese di Roccaforte. Una cosa è certa, ogni giorno c'è un nuovo motivo, una nuova emergenza per giustificare il mancato ritiro della spazzatura, la mancata pulizia del giardino. Tutti si domandano: ma se ci fossero maggiori controlli sia su chi deve lavorare per il bene pubblico, sia su chi sporca e non ha alcun rispetto per il prossimo?

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
04 dic 2019

RAP | Aperto il quarto CCR in prossimità della rotonda di via Oreto

di Fabio Nicolosi

Questo pomeriggio è stato inaugurato, nell’area Sud della città di Palermo, in un bene confiscato alla mafia, il 4 Centro comunale di Raccolta denominato “Oreto”. A tagliare il nastro ancora una volta, il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’assessore al ramo Giusto Catania e il presidente della Rap Giuseppe Norata. Presenti diversi consiglieri comunali, presidenti di circoscrizione, professori universitari e curiosi. L’area occupata dal Centro è pari a circa 2.375 mq, è ubicata in prossimità della rotonda stradale della circonvallazione all’altezza di via Oreto, in una traversa della bretella laterale in direzione di Catania. In loco è installata apposita segnaletica che facilita il raggiungimento. “Entro la fine di quest’anno saranno in tutto sei i centri comunali dislocati a Palermo – dichiara il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando – e ciò è una conferma che la Rap si è messa in cammino per rendere più efficienti i servizi dati alla cittadinanza. Allo stesso tempo è conferma del fatto che non ci sono e non ci saranno più alibi per chi voglia davvero rispettare la città e contribuire al suo decoro e alla sua pulizia”. Tutto questo – aggiunge l’assessore all’ambiente Giusto Catania – è il frutto della sinergia tra amministrazione comunale e Rap determinata dalla pianificazione deliberata dall’amministrazione comunale; quest’anno sono stati già individuati 13 centri di raccolta, l’anno prossimo, sarà previsto un ulteriore atto deliberativo per l’avvio e individuazione di altre 11 aree. Per dare stabilità a questo percorso – conclude Catania – già le prime 13 aree individuate, sono state calate nel nuovo piano regolatore. L’obiettivo è arrivare a 24 CCR coprendo tutti i quartieri della città”. “Oggi si apre il quarto CCR in un anno in città, un altro tassello viene raggiunto dall’amministrazione comunale e dall’azienda – tiene a precisare – il Presidente della Rap Giuseppe Norata. Dal punto di vista organizzativo stiamo lavorando per efficentare il servizio che eroghiamo, rendere la Rap più snella nelle procedure, stiamo conversando con le associazioni di categoria, su più fronti lavoriamo per sensibilizzare il cittadino partendo dalle scuole ma coinvolgendo i teatri perché la cultura deve camminare di pari passo con l’ambiente. Ma non possiamo accettare che vengano addebitate, alla nostra gestione, come è stato detto nei giorni scorsi da alcuni consiglieri comunali, parlando di “disastro Rap”, le maggiori uscite dell’azienda causate esclusivamente da extra costi aziendali per la mancata realizzazione nei tempi da parte della Regione, della settima vasca per evitare la chiusura di Bellolampo.” Il CCR “ORETO” sarà aperto tutti i giorni dalle ore 7 alle ore 17 e la domenica fino alle ore 13. Le frazioni di rifiuti da conferire nel predetto Centro di raccolta sono le seguenti: i toner per stampa esauriti; imballaggi in carta e cartone; in plastica e metalli, in legno; vetro, pneumatici fuori uso, medicinali, batterie, apparecchiature elettriche ed elettroniche, rifiuti biodegradabili (sfalci e ramaglie, rifiuti ingombranti e RAEE (apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso (tv, monitor, televisori, ecc.), oltre a piccole quantità di sfabricidi.

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
29 ott 2019

RAP | Aperto il nuovo centro comunale di raccolta Nicoletti

di Fabio Nicolosi

Da ieri, la città di Palermo ha un nuovo Centro Comunale di raccolta. A tagliare il nastro del terzo CCR, realizzato nell’area Nord della città questa mattina il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando assieme all’Assessore al ramo Giusto Catania, il Presidente della Rap Giuseppe Norata. Presenti diversi consiglieri comunali, il presidente della settima Circoscrizione Giuseppe Fiore, i presidenti delle partecipate, deputati regionali, i presidenti di commissione della 3 ^ e 6^ ,rispettivamente, Paolo Caracausi e Ottavio Zacco. L’area abbraccia una estensione pari a circa 2.600 mq, ricade in settima circoscrizione, nel quartiere 21, tra via Rosario Nicoletti e gli spazi adiacenti gli svincoli autostradali della A 29. “La volontà dell’amministrazione comunale e dell’azienda Rap è di coinvolgere tutti i quartieri della Città realizzando tanti Centri Comunali di Raccolta a servizio del cittadino, a supporto del sistema di raccolta differenziata e del servizio di ritiro ingombranti e RAEE – dichiara il Presidente della Rap Giuseppe Norata- ma soprattutto re-istaurare un rapporto tra il cittadino virtuoso, che partecipa attivamente nel fare la Raccolta Differenziata, e la Rap che effettua il servizio in città. Ringrazio coloro che hanno contribuito alla realizzazione dei lavori in via Nicoletti, tra cui l’AMG e il suo presidente Mario Butera per la realizzazione dell’illuminazione con posa del cavo di alimentazione e installazione di 5 proiettori da 400 watt che rende il CCR ancora più visibile nelle ore pomeridiane e notturne, nonché l’AMAT con il presidente Michele Cimino che ha partecipato con la realizzazione della segnaletica a pavimento e con la definizione della convenzione per la fornitura dei biglietti giornalieri finalizzati alla premialità.” “Quello di oggi - ha dichiarato Leoluca Orlando - è un cambio culturale, ma anche un modo di fornire ai cittadini gli strumenti per poter realizzare una città vivibile. Ai due centri di raccolta già esistenti in viale dei Picciotti, a Brancaccio, e in piazza della Pace, nel cuore del Borgo Vecchio, si aggiunge questo nella zona Nord della Città. A seguire ne verrà realizzato un altro nella zona Sud, nello specifico in via Oreto. Oggi pomeriggio – continua il sindaco – la giunta comunale ha deliberato un atto di indirizzo per la realizzazione di cinque nuovi Centri Comunali di Raccolta della città di Palermo. Ciò consentirà la partecipazione del Comune al Bando regionale per l’assegnazione di risorse del Programma Operativo FESR Sicilia 2014/2020. Un ulteriore passo avanti a conferma della volontà di incrementare la raccolta differenziata nella nostra città. Un importante cammino – conclude Orlando - che costituisce il presupposto affinché la Rap possa svolgere le sue attività senza impedimenti e senza ostacoli". Durante la presentazione del CCR alla stampa, il primo cittadino ha firmato assieme al dirigente di riferimento e all’assessore all’Ambiente Giusto Catania l’ordinanza numero 179 che ufficialmente decreta e regolamenta l’apertura del CCR Nicoletti. “Siamo al terzo Centro Comunale di Raccolta -aggiunge l’Assessore all’Ambiente Giusto Catania – il nostro obiettivo è quello di riqualificare alcune aree urbane favorendo comportamenti virtuosi, in modo sistematico. La raccolta differenziata non è solo un obbligo di legge, è un percorso obbligato perché le discariche sono oramai in via di esaurimento, un modus operandi per rendere la propria città a misura d’uomo rispettando l’ambiente. Oggi pomeriggio abbiamo deliberato in giunta il progetto da presentare alla Regione per realizzare 5 CCR. È stato curato rispettivamente da tecnici del Comune e della Rap. I siti individuati dall’ amministrazione ( già erano presenti nell’ambito della determina n°80 dell’8 maggio 2019) sono: Rotonda Oreto, Salvatore Minutilla (Ugo La Malfa) , via Lanza di Scalea, Libero Grassi e via Rosario Nicoletti ed inoltre il potenziamento del CCR “Picciotti” avviato a fine 2018. Il progetto approvato con le relative relazioni e planimetrie complessivamente ammonta a circa 4.5 milioni di Euro”. Il CCR di via Nicoletti sarà aperto tutti i giorni dalle ore 7 alle ore 17 e la domenica fino alle ore 13. Le frazioni di rifiuti da conferire nel predetto Centro di raccolta sono le seguenti: i toner per stampa esauriti; imballaggi in carta e cartone; in plastica e metalli, in legno; vetro, pneumatici fuori uso, medicinali, batterie, apparecchiature elettriche ed elettroniche, rifiuti biodegradabili (sfalci e ramaglie, rifiuti ingombranti e RAEE (apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso (tv, monitor, televisori, ecc.), pitture e vernici di scarto, contenenti solventi organici o altre sostanze pericolose, oltre a piccole quantità di sfabricidi.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
19 set 2019

RAP | Bellolampo, trovata la soluzione dopo il vertice in regione

di Fabio Nicolosi

Lungo vertice ieri al dipartimento regionale dei Rifiuti per discutere della questione Bellolampo. Presenti i rappresentanti di Regione, Comune, Rap, Srr, Asp e Arpa. "In un clima di collaborazione - spiega l'assessore regionale all'Energia e servizi di pubblica utilità, Alberto Pierobon - sono state trovate le soluzioni che consentiranno l'immediato superamento di alcune problematiche e un progressivo ritorno alla normalità. Per quanto riguarda l'umido il Comune emetterà un'ordinanza che consentirà di aumentare la quantità trattata, mentre gli altri Comuni hanno ottenuto di poter continuare a trattare l'organico ancora per una settimana in attesa di stipulare nuovi contratti con altri gestori. Per quanto riguarda invece il trattamento dei rifiuti in uscita, la Rap si è impegnata a installare in breve tempo un altro impianto mobile che consentirà di potenziare l'attività. Il dirigente generale Salvatore Cocina autorizzerà inoltre la Rap a portare 400 tonnellate al giorno di indifferenziato in altri Tmp dell'Isola per favorire la pulizia dei piazzali di Bellolampo, che dovrebbe tornare alla normalità in 120 giorni. Per quanto riguarda invece il trasporto dei rifiuti di Palermo nelle altre discariche dell'Isola, i soggetto controllori hanno comunicato che da analisi effettuate il rifiuto in uscita da Bellolampo è risultato di buona qualità e questo dovrebbe consentire la regolare ripresa dei conferimenti nelle discariche. L'Arpa dal canto suo ha dato proprio supporto alla migliore formulazione dell'ordinanza comunale. Siamo soddisfatti per il buon esito del tavolo - aggiunge Pierobon - il governo Musumeci si è impegnato sin dal primo momento a risolvere questa criticità e a riportare la gestione dei rifiuti all'ordinarietà, senza deroghe e nel rispetto dei parametri ambientali previsti dalla normativa, a tutela dell'ambiente e della salute pubblica. Ringrazio gli organi di controllo e l'assessore Giusto Catania per la leale collaborazione istituzionale e posso garantire che la Regione continuerà a monitorare la situazione per garantire un rapido ritorno alla normalità rispettando sempre le norme e l'ambiente".

Leggi tutto    Commenti 0