Articolo
14 giu 2019

Raccolta differenziata | Dal 19 giugno possibilità di ritirare i Kit presso il CCR Picciotti

di Fabio Nicolosi

L’Amministrazione Comunale della Città di Palermo, di concerto con SRR, RAP e CONAI, con l’obiettivo di migliorare e dare ancor più strumenti alla cittadinanza per aumentare la percentuale di Raccolta Differenziata in città, per salvaguardare l’ambiente e migliorare la qualità della vita e il benessere di ciascun cittadino,  sta puntando sia sulla rete dei Centri Comunali di Raccolta con una programmazione temporale ben precisa sull’apertura degli stessi  ma, nel contempo, sta operando per avviare un altro step di Palermo differenzia 2. Da oggi, operatori della Palermo SRR in campo in alcune vie ricadenti nel V step, come Rudinì, via Mignosi e via Michele Cipolla, per la distribuzione porta a porta di un avviso con informazioni e modalità alternative consegna Kit. A darne comunicazione l’Amministratore Unico di Rap Giuseppe Norata. “Proseguono, infatti, le attività di Start–Up nell’area del V Step “Settecannoli” che coinvolgerà circa 10.000 famiglie e 400 attività commerciali – spiega Norata.  L’Area che sarà servita dal “porta a porta” abbraccia via Lincoln, via Decollati, via Matera, via Gangitano, Corso dei Mille , Piazza Torrelunga, via Diaz,  via Messina Marine, Foro Umberto I e chiude nuovamente con  via Lincoln”. La volontà dell’Amministrazione e di tutti gli attori coinvolti è di avviare questo nuovo step il primo di ottobre. “Con l’aumento dei CCR e l’estensione del Porta a Porta  – spiega  il Sindaco Leoluca Orlando –  stiamo offrendo ai cittadini di buona volontà la possibilità di prenderci cura di Palermo, di rispettare il suo decoro e fare un investimento sul futuro più sostenibile della nostra città. L’amministrazione e le aziende stanno facendo il massimo per garantire i servizi e ci auguriamo che da parte di tutti i cittadini vi sia una chiara presa di coscienza ed assunzione di responsabilità per il futuro dei nostri figli e nipoti”. “La Giunta ha dato indicazioni chiare a tutte le aziende coinvolte per imprimere un’accelerazione al sistema Porta a Porta che rappresenta, se rispettato dai cittadini, quello più efficace e semplice per aumentare la raccolta differenziata – aggiunge l’assessore all’Ambiente Giusto Catania.  Dopo questo nuovo step di avanzamento, pensiamo di rivolgere la nostra attenzione alle aree di confine nelle quali purtroppo si concentrano discariche incontrollate e comportamenti incivili come quello della migrazione dei rifiuti”. Ad oggi da parte dell’Ufficio Coordinamento CONAI, per quanto riguarda le Utenze domestiche, sono stati contattati  l’80% dei condomini. Il 40% degli stessi ha ricevuto da parte della RAP i relativi bidoni carrellati. Dei restanti si attendono dati per potere contattare referenti e /o amministratori. Tutta la totalità delle utenze non domestiche sono state già raggiunte e servite di bidoni carrellati. Presso le grandi utenze presenti nello step si sono organizzati anche eventi formativi curati dalla Palermo SRR volti a spiegare le corrette modalità di raccolta ed a dirimere dubbi sull’organizzazione della stessa presso l’utenza. Particolare attenzione si è rivolta agli istituti scolastici ed alle strutture sanitarie presenti nell’area, in alcuni di questi si sono svolte attività specifiche, propedeutiche all’avvio del servizio, che hanno interessato tutto il personale. Dal 19 giugno fino al 19 luglio chi non volesse attendere, il passaggio da parte della SSR presso i propri condomini, potrà ritirare gratuitamente, per la prima consegna, presentandosi con un documento di riconoscimento in corso di validità,  l’attrezzatura necessaria per una corretta RD, recandosi direttamente al CCR di viale dei Picciotti 84,dal lunedì al sabato, orario continuato dalle 9:00 alle 17:00;  o presso la seconda circoscrizione sita in via San Ciro 15 , nei giorni di martedì e giovedì dalle 9:00 alle 12:30 ed il mercoledì dalle 14:30 alle 16:00.  Resta comunque a disposizione della cittadinanza, nonché dei condomini  per definire appuntamenti dedicati per le relative consegne dei bidoni carrellati  o Kit familiari , l’Ufficio Start-up  di Via Resuttana 360,  aperto dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 16:30. Telefono: 091 760.15.15 o e 091 326905. L’Amministrazione comunale in tal senso ha dato mandato alla Palermo SRR Area metropolitana di consegnare già da oggi gli avvisi ai cittadini che volessero usufruire di questa opportunità.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
12 giu 2019

Cumuli rifiuti pericolosi in viale Regione Siciliana Nord Ovest (altezza della via Luoghicelli)

di Giuseppe Schiraldi

Questo lo stato di completo abbandono in cui si trova un punto di raccolta rifiuti sito in viale Regione Siciliana Nord Ovest (altezza della via Luoghicelli) nella bretella parallela l'autostrada per Trapani/Mazara del Vallo. I rifiuti pericolosi ed ingombranti accumulati già da un paio di mesi sono diventati talmente tanti che occupano quasi totalmente una carreggiata, restringendo la strada che è percorribile in entrambi i sensi e dato che i rifiuti si trovano subito dopo un dosso il pericolo per chi percorre la strada in macchina in discesa e maggiore. Per non parlare della presenza di ratti, di cani randagi e di odori poco gradevoli per i residenti. Sono state installate telecamere, ma a questo punto dubito che siano funzionanti. La quantità ed il volume dei rifiuti è diventata insostenibile. Mi auguro che le telecamere tornino funzionanti e siano predisposte zone di appostamento per queste persone "incivili"

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
09 mag 2019

Viale Regione Siciliana | Da giovedì 9 maggio iniziano i lavori di manutenzione del manto stradale

di Salvatore Galati

A partire da giovedi 9 maggio, la RAP avvierà come da crono-programma, la manutenzione del manto stradale di viale Regione Siciliana. Dopo dei sopralluoghi congiunti tra l’azienda e l’ufficio del Verde, il servizio trasporto pubblico e il piano Urbano del traffico, sono stati individuati circa 70.000 mq di tratti di asfalto bisognevole di manutenzione. A darne notizia l’Amministratore Unico Giuseppe Norata. “Questa settimana si procederà con degli interventi di rappezzatura in antimeridiano su alcuni tratti ammalorati nella corsia centrale, all'altezza dell’ex grande Migliore direzione Catania. A seguire le squadre andranno a manutenere il sottopasso cavalcavia di viale Michelangelo, rappezzature previste anche per causa presenza di radici, altezza via Cruillas. A partire da Lunedì 20 Maggio, per gli interventi più impegnativi le squadre  - continua Norata- saranno impiegate in turno notturno agendo  fino a raggiungere viale Regione in prossimità di Santa Maria di Gesù (tratto rotonda Oreto). La manutenzione nella corsia centrale avverrà in entrambi i sensi di marcia prevedendo interventi anche in direzione Trapani, fino a piazza Kennedy. In alcuni casi si procederà con una semplice scarifica prima della messa in posa dell’asfalto, in altri casi i tratti ammalorati saranno oggetto di bonifica con una scarifica più profonda di oltre 15 cm”. “Finalmente – dichiara l’Assessore alla viabilità Giusto Catania - si dà esecuzione ad una ordinanza di due anni fa voluta anche dal Consiglio comunale. Questa attività servirà a mettere in sicurezza viale Regione Siciliana dotandola per esteso di segnaletica orizzontale e verticale con una fluidificazione di una delle strade più trafficate di Europa. La volontà dell’amministrazione è di rendere la strada a tre corsie con la realizzazione di una banchina di sosta". Per queste attività, l’azienda metterà in campo 16 operai con tutti i mezzi e le attrezzature necessarie, tra le quali la scarificatrice, la finitrice, la fresa, il rullo compressore, il Bob Cart. Le attività saranno nei primi giorni effettuate, in turno antimeridiano, dalle prossime settimane in notturno con una durata di circa tre mesi. A settembre le squadre si sposteranno in via Altofonte. Per i suddetti lavori è stata emessa relativa ordinanza, la numero 456 del 12 Aprile 2019 e vedrà il supporto della Polizia Municipale per la regolamentazione del traffico veicolare. Fonte foto copertina: Google Maps.

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
08 mag 2019

#FacciamoUnPatto ? Ecco la sfilza di pulizie straordinarie “annunciate” dal 2013 a oggi..

di Mobilita Palermo

Vogliamo un attimo ritornare su quanto abbiamo commentato ieri, circa questa "moda" di annunciare pulizie straordinarie da parte del Comune di Palermo, nella persona del Sindaco Orlando. Un modo di fare che non condividiamo perchè ci sembrano nient'altro che tentativi per "sedare" temporaneamente le lamentele dei cittadini per un servizio assolutamente carente e deficitario, annunciando interventi assolutamente temporanei che non risolvono il cuore del problema: la quotidianità! Ad avvalorare la nostra analisi, abbiamo effettuato una veloce ricerca all'indietro nel sito del Comune e nei principali mass media locali e, come volevasi dimostrare, di annunci simili ne sono stati fatti eccome. Sin dal lontano 2011, almeno lì si è fermata la nostra ricerca. Come è evidente, a seguito di questi provvedimenti la gestione del quotidiano è tornata puntualmente e sistematicamente in difficoltà per vari motivi dal punto di vista aziendale, del personale spesso "poco qualificato", economico. Per cui, perchè dovremmo credere ancora una volta che, finite le pulizie extra, tutto funzionerà alla perfezione? In definitiva, vista l'evidente incapacità di far funzionare questa macchina piena zeppa di problemi, ci chiediamo con quale piglio e coraggio si possa chiedere ANCORA UNA VOLTA ai palermitani di fare un patto per una promessa che in passato è sempre stata disattesa? Per questo e per mille altri motivi avremmo preferito che le pulizie avvengano lontano dai riflettori dei proclami, dato che si tratta di un servizio basilare, pagato con le nostre tasse e soprattutto mai decentemente erogato. Buona e triste visione!

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
07 mag 2019

Gli #Hashtag che “tengono” pulita la città e gli “interventi straordinari” non fanno al caso nostro

di Mobilita Palermo

Buongiorno cari amici e lettori di Mobilita Palermo. Come avete potuto leggere da altre testate giornalistiche, il Comune di Palermo ha avviato una campagna di pulizia straordinaria della nostra amata città. Chiedendo aiuto ai nostri concittadini nel collaborare mostrando comportamenti virtuosi che favorisca anche un effetto emulativo..... facciamo una riflessione. Come abbiamo scritto sopra, il Comune ha lanciato gli HASHTAG #FACCIAMOUNPATTO e #TENIAMOPULITO, che consentirà a chi li utilizzerà nei social di pubblicare una foto "positiva", per rappresentare un bel gesto. Si potrà inviare lo scatto anche tramite whatsapp al seguente numero: 3347177829 o consultando il sito. Contestualmente il comune ha annunciato la pulizia straordinaria di tutta la città che dovrebbe durare circa 2 mesi dal 6 maggio al 17 luglio, ad opera della aziende partecipate del comune. La nostra riflessione sulla pulizia straordinaria: Questa benedetta pulizia straordinaria "torna" ad essere diffusa in pompa magna, come l'ultima incominciata nel 2017. Si, la pulizia viene effettuata in modo egregiamente, ma dopo pochi giorni la città ritorna sporca come prima, come d'altronde è normale che sia. Perchè da un lato tanti palermitani vivono gettando cicche e rifiuti per terra da buoni maleducati. Ma in generale il tempo porta sporcizia, come a casa quando siamo costretti periodicamente a effettuare le pulizie. La città deve essere pulita sempre e per fare ciò necessita di un servizio efficiente e funzionante. Non possiamo permetterci di prendere straccio e secchio solo quando arrivano gli ospiti, perchè milioni di palermitani in questa città ci vivono ogni giorno. Nel merito dell'iniziativa, troviamo simpatica l'idea di coinvolgere anche personaggi famosi e figli di questa città (come negli anni '90 l'Amia con Pino Caruso,  Pippo Baudo,  Frassica), chiedendo a tutti i palermitani di tenere pulito, sensibilizzarli al rispetto del bene pubblico. Nell'annoso problema del degrado urbano i cittadini hanno le loro colpe, quindi necessita una convergenza di comportamenti virtuosi, da parte dell'amministrazione e della cittadinanza, per contenere il problema. Ciò che non condividiamo è la politica del celebrare pubblicamente qualcosa che ogni palermitano dovrebbe giornalmente ricevere per normalità, per il semplice fatto che paga le tasse ed ha diritto a dei servizi di base. La pulizia straordinaria è di per sè un'ammissione di colpevolezza, perchè nella teoria la pulizia è qualcosa che va effettuata giornalmente. In altre parole, l'impegno che il Sindaco ha preso davanti le telecamere, cioè quello di mantenere la città anche dopo l'intervento straordinario, non fa che confermare ciò. Associare la straordinarietà a iniziative del genere ci sembra più un modo per indorare la pillola. Non crediamo che in tal senso si possa contribuire a creare un rapporto di fiducia con i cittadini, perchè sembrerebbe che essi dovrebbero tenere pulita la città in cambio di una pulizia straordinaria che il Comune si impegna a fare. Un patto, appunto. Il patto vero, intrinseco a qualsiasi comunità amministrata bene, esiste già e prevede semplicemente il rispetto degli impegni reciproci: da una parte i servizi resi, dall'altra il rispetto delle regole. Solo in un contesto dove nessuna delle parti attiene ai propri compiti si ricorre a espedienti del genere. Palermo, oggi. Anche perchè, il vero campo su cui si misurerà l'amministrazione sarà sempre quell'ordinario che è previsto dopo l'imminente straordinario. Quell'ordinario di tutti i giorni di cui parliamo che non è mai stato garantito e su cui va riposta tutta l'attenzione. Perchè è abbastanza semplice comprendere che annunciare qualcosa di episodico implica una cosciente capacità di poterlo attuare, mentre sul resto della quotidianità non abbiamo riferimenti, se non un impegno a parole come tanti ne abbiamo sentiti. Sarebbe stato più interessante attivare campagne per combattere il fenomeno dei "fannulloni" all'interno delle partecipate, dove oggettivamente l'occhio del cittadino può tornare utile alle aziende. Oppure ascoltare la voce del Comune in merito ai comportamenti discutibili da parte di alcuni impiegati delle partecipate così come riportato dalle cronache, nel silenzio e nell'indifferenza di alcune sigle sindacali. A tal proposito sono invece lodevoli le visite a sorpresa sui punti RAP volute dalla dirigenza aziendale, che hanno contribuito a scovare dipendenti già in procinto di uscita durante l'orario di lavoro (come avvenuto nel punto di Bellolampo). Insomma, ci sembra che al Comune anzichè lavorare a fari spenti per ridonare normalità a questa città (cosa sacrosanta e dovuta), si ricorra sempre a qualcosa di eccezionale, di visibile e straordinario per comunicarlo e  annunciarlo ai quattro venti, nella speranza che ancora una volta si possa applaudire gli autori come coloro che ci stanno regalando qualcosa che altrimenti non potremmo avere. Questa riflessione fa il paio con quanto avevamo scritto in questo articolo, relativamente all'inaugurazione di un impianto luce in Piazza Indipendenza. Ci piacerebbe che un patto con la città si facesse semplicemente con la constatazione dei fatti, senza proclami: quella sarebbe la normalità tanto auspicata.  

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
03 mag 2019

FOTO| Tutti giù per terra: l’auto sprofonda nell’asfalto posato di recente

di Mobilita Palermo

Siamo in via Mariano Stabile e grazie allo scatto di S. Gugliotta possiamo rendervi conto ancora una volta del pessimo stato in cui versano le strade palermitane. Nel caso specifico il manto bituminoso è completamente collassato creando una voragine dove l'auto si è incastrata, apperentemente senza gravi danni a persone o cose. Questo va ad arricchire l'infinito almanacco delle strade asfaltate male, con materiale scadente e facilmente degradabile, reso ulteriormente pericoloso da scavi e interventi successivi. ASfalto da terzo mondo con segnaletica orizzontale da quarto. Non osiamo immaginare cosa poteva accadere se a transitare sul posto vi fosse stato un ciclista o un motociclista. Questa piaga non è stata mai risolta, nè tantomeno affrontata dai vertici comunali che non monitorano nè puniscono coloro che si occupano di scarificare e asfaltare le vie di Palermo. La RAP è la società incaricata, ed è inutile qualsiasi commento. E' vergognoso perchè non si tratta di un caso isolato, praticamente tutta la città è ridotta in condizioni pietose. Nessuno in questi anni ci ha mai messo la faccia, dal Sindaco sino all'ultimo dei funzionari.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
18 apr 2019

Avviati i lavori di realizzazione del Centro Comunale Raccolta di “Borgo Vecchio”

di Fabio Nicolosi

Il Sindaco Leoluca Orlando ha avuto lunedì pomeriggio un incontro con gli Assessori Catania e Giambrone e con l’Amministratore Unico di Rap Norata per fare il punto sulle azioni messe in campo per l’incremento della raccolta differenziata e per il contrasto degli illeciti e delle irregolarità connessi allo smaltimento dei rifiuti di utenze domestiche e commerciali. I dati forniti dalla RAP hanno mostrato il costante aumento nell’ultimo biennio della percentuale di raccolta differenziata (giunta al 20% nel mese di marzo del 2019) con un trend che fa prevedere il superamento di almeno il 35% entro gli ultimi mesi dell'anno. [...] Un risultato estremamente positivo viene considerato quello del CCR – Centro comunale di raccolta attivato a Brancaccio, nel quale si registra una crescita continua del numero di utenti (18.000 solo quelli che hanno conferito frazioni riciclabili di rifiuti domestici e 15.000 quelli che hanno conferito altre frazioni) e di quantitativi di rifiuti conferiti, in particolare ingombranti, elettrodomestici, inquinanti, legno e ferro. Sono iniziati i lavori di allestimento del secondo CCR, quello di piazzetta della Pace nel quartiere di Borgo Vecchio che andrà a servire tutta la zona centrale della città, mentre sono in fase di individuazione le aree per l’allestimento progressivo di almeno altri 15 Centri in tutta la città. Per il Sindaco “è indispensabile che la RAP, in collaborazione con SRR e con tutte le Aree del Comune interessate, metta in atto le strategie già programmate per l’ulteriore accelerazione della raccolta differenziata, in particolare con l’ampliamento delle aree del “porta a porta”, l’efficientamento degli interventi della raccolta nelle aree non servite e con l’avvio di piani di raccolta mirati alle utenze con produzione specifica, quali l’organico anche per ottimizzare l’impianto in house di Bellolampo o gli uffici ad alta produzione di rifiuti cartacei.” Sul fronte del contrasto agli illeciti, dall’inizio dell’anno sono state circa 450 le sanzioni elevate a singoli cittadini (erano state poco più di 2.000 nell’anno 2018) e sono stati 13 i mezzi adibiti al trasporto illecito o irregolare di rifiuti che sono stati posti sotto sequestro. Anche su questo fronte, il Sindaco ha sottolineato la necessità di una intensificazione dei controlli, cui il Comando della Polizia Municipale adempierà con un incremento della dotazione organica dell’apposito Nucleo con altre 10 unità di personale, oltre le 35 già impegnate. [...]

Leggi tutto    Commenti 2