Articolo
23 gen 2018

Proposta modifica linea 210 e ripristino 211

di Salvatore Galati

Dall'entrata in vigore del nuovo contratto di servizio di AMAT, a partire dal 1/01/2016, sono state soppresse, sospese e modificate alcune linee Amat. Questo ha causato alcune problematiche di spostamento dei cittadini specialmente in periferia. Tra le tante linee soppresse, hanno eliminato la linea 211, che collegava la borgata di Croceverde e quella di Conte Federico. Per colmare i disagi nella parte bassa di via Conte Federico, è stato allungato il percorso della linea 210, facendola passare proprio di li e scambiandosi con la linea 1 del tram. Questo tragitto fa abbassare la frequenza della linea 210 e non risolve del tutto il problema di copertura della zona Conte Federico bassa. In pratica, la linea 210 attraversa la borgata solo in un senso (direzione Amedeo d'Aosta). Per gli abitanti raggiungere la borgata sono obbligati al ritorno, prendere la 210 e scendere all'incrocio tra via Brancaccio e via San Ciro e devono camminare a piedi, da questo bivio fino a via Conte Federico, oppure fare tutto il giro con il bus, che sarebbe una follia assurda, dato che dovrebbero arrivare al capolinea e aspettare che riparta di nuovo! Allora quale potrebbe essere una soluzione? Potrebbe essere la seguente: La linea 210, anzitutto accorciarla, dalla parallela di viale regione siciliana, invece di proseguire dritto fino al cavalcavia di via Conte Federico, per raggiungere la borgata, dovrebbe salire dal ponte Giafar, proseguendo fino piazza dei Signori e raggiungere il tram come sempre. In questo modo la linea 210 sarebbe un po' più corta e di certo aumenterebbe la sua frequenza; Ripristinare la linea 211, magari usando dei mini autobus, facendo fare il percorso originale, quindi dalla Borgata di Croceverde, raggiungerebbe la zona di Conte Federico. Arrivato in piazza dei signori, svolterebbe a destra per via Giafar, fino a piazza Torrelunga. Seguendo su corso Dei Mille, fino al capolinea Piazza Anita Garibaldi, scambio col tram. Il ritorno, dal capolinea, prosegue in via Cirrincione, per poi risalire da via Giafar e raggiungere la borgata di Conte Federico e Croceverde. In questo modo, la linea occuperebbe una porzione di zona che per ora è coperta a metà, e non solo, sarebbe a doppio senso di marcia e si invoglierebbe le persone a lasciare l'auto a casa. Dopotutto non è anche questo l'obiettivo? D'altronde con l'arrivo di nuovi autobus, l'Amat non ha scusanti per non ripristinare una linea, o altre che magari possono essere utili a coprire altre zone! Mi auguro che questa mia proposta, passi per la II e III Circoscrizione di Palermo e attraverso la Giunta Comunale, fino ad arrivare alla parte interessata, l'AMAT. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
28 dic 2017

Pioggia di milioni per la città metropolitana di Palermo: sottoscritta convenzione “bando periferie”

di Fabio Nicolosi

E ‘stata sottoscritta la Convenzione “Bando Periferie” tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Città Metropolitana di Palermo per l’attuazione del Progetto “Periferie Metropolitane al Centro: Sviluppo Sostenibile e Sicurezza”. Il Progetto è composto da 59 interventi distribuiti sul Territorio Metropolitano e la sua dimensione economica ammonta a €101.115.904,73. Il Progetto mira alla rigenerazione delle aeree urbane degradate attraverso il miglioramento della qualità del decoro urbano, la manutenzione, il riuso e la rifunzionalizzazione di aree pubbliche e strutture edilizie esistenti, con particolare attenzione all’accrescimento della sicurezza territoriale ed alla capacità di resilienza urbana, nonché al potenziamento delle prestazioni urbane, anche con riferimento all’adeguamento delle infrastrutture destinate ai servizi sociali e culturali, educativi e didattici. “Questo progetto descrive eloquentemente la politica di intervento e riqualificazione delle periferie del territorio, elemento caratterizzante della Città Metropolitana di Palermo che interpreta le periferie come realtà fondamentali del continuum cittadino”, lo ha dichiarato il Sindaco della Città Metropolitana di Palermo Leoluca Orlando. Tra le principali opere inserite, ecco quelle che riguardano Palermo: Recupero di immobile da adibire a struttura di accoglienza notturna - Via Messina Marine Ampliamento del sistema di videosorveglianza nell'area compresa tra i quartieri "San Lorenzo- Brancaccio " di Palermo Riqualificazione e trasformazione in complesso scolastico polivalente delle strutture dell' ex sede delle Poste Italiane - Quartiere Brancaccio Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
21 set 2009

Centro Polifunzionale Falsomiele. Si attende la concessione…

di Lele

Grazie alla gentilezza ed ospitalità del geometra Fabio Nigrelli ed il sig. Rosario Randazzo della ditta GURI Srl di S. Cataldo, che ha costruito l'opera, Vi mostriamo in anteprima le immagini dell'interno della struttura. Essa comprende, 2 campi di pallavolo, 1 di pallacanestro ed 1 di bocce. Inoltre, spogliatoi e docce e relativi impianti di illuminazione, videosorveglianza, ecc. Si attende l'ultimazione di alcuni dettagli e la concessione da parte del comune. Quest'ultima speriamo in tempi brevi. L'impianto servirà per riqualificare la zona di Falsomiele, lasciata troppo tempo senza servizi. FOTO DATA 17/09/2009 Lato principale ...Guarda le altre foto

Leggi tutto    Commenti 5