Articolo
09 ott 2019

4 Nuovi parcheggi a Palermo, assegnati i decreti di finanziamento

di Antony Passalacqua

Palermo - Con la pubblicazione dei decreti di finanziamento, la Regione assegna definitivamente  finanziamenti per oltre settanta milioni di euro per la realizzazione di nuovi parcheggi a Catania e Palermo. Si tratta infatti di una misura di finanziamento che la Regione aveva annunciato, pubblicando un anno fa un bando (Decreto Regionale n. 1845 del 10/07/2018  per la realizzazione di parcheggi di interscambio) rivolto sia alle città metropolitane di Palermo e Catania sia ai Comuni sotto i 30 mila abitanti. Il Comune di Palermo aveva presentato istanza di partecipazione per ben 4 strutture, che fanno anche parte del nuovo progetto di ampliamento delle linee tranviarie. Quasi  cinquanta milioni sono destinati ai progetti per costruire i parcheggi di piazza Boiardo (vicino la stazione Notarbartolo), De Gasperi, don Bosco e viale Francia, in posizione strategica per integrarsi con i trasporti su rotaia. Ammontano invece a circa venticinque milioni di euro le risorse a disposizione di Catania: decretato il via libera per i parcheggi Sanzio, Narciso e Aci Castello, posti ai vari ingressi della città e collegati alle linee della Metropolitana e dei bus Amt. «Stiamo realizzando delle infrastrutture intermodali che si attendevano da decenni - ha sottolineato il presidente Musumeci - e che miglioreranno la qualità della vita nelle grandi e medie città della Sicilia». «L'impegno del Governo Musumeci - ha aggiunto l'assessore Marco Falcone - è che fra gennaio e febbraio 2020 possano partire i primi cantieri sia a Palermo che a Catania. Ai Comuni, con il prossimo decreto, daremo dei termini stringenti per bandire le gare d'appalto e dare inizio ai lavori. Vogliamo infatti che queste risorse abbiano ricadute infrastrutturali rapide ed efficaci nelle nostre città, migliorando così la mobilità nell'Isola. Sempre in tale direzione - ha ribadito l'assessore - vanno i nostri sforzi per aumentare il numero di gare settimanalmente elaborate dall'Urega». I Comuni adesso avranno sessanta giorni di tempo per sottoporre alla Regione gli atti che dovranno poi essere celermente mandati in gara Musumeci e Falcone hanno infine anticipato il varo di un Piano per introdurre in Sicilia il biglietto unico nei servizi pubblici di mobilità urbana ed extraurbana, anche coinvolgendo i vettori privati. Ecco l'ubicazione delle future aree: - Piazza Boiardo ……………. n. 1 parcheggio interrato - Piazza Don Bosco ……….. n. 1 parcheggio interrato - Via Alcide de Gasperi ….. n. 2 parcheggi interrati - Via Francia …………………. n. 1 parcheggio a raso e interrato

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 set 2019

Polizia municipale: sanzionati posteggiatori abusivi nei pressi di Montepellegrino

di Fabio Nicolosi

La polizia municipale rende noto che, nell’ambito delle operazioni volte al contrasto al fenomeno dei posteggiatori abusivi, ha sanzionato tre posteggiatori nella zona di Montepellegrino. Approfittando del notevole afflusso di persone provenienti da ogni parte della città in occasione dei festeggiamenti in onore di Santa Rosalia, i posteggiatori erano posizionati in corrispondenza della rotatoria Largo Sellerio e in via Nicastro. Gli agenti del nucleo controllo vigilanza trasporto pubblico in abiti civili e con auto civetta li hanno individuati e sanzionati per un importo di 771 euro ciascuno.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
07 set 2018

Il Papa in visita a Palermo | I dettagli su treni, parcheggi e navette per raggiungere il Foro Italico

di Salvatore Galati

Ci perviene il comunicato stampa del Comune di Palermo circa il XXV anniversario del martirio di Padre Pino Puglisi, qui di seguito tutti i dettagli della viabilità: In considerazione degli spostamenti  è stato predisposto un piano di mobilità straordinario che modificherà la circolazione veicolare secondo le disposizioni contenute nell’ordinanza dirigenziale n. 1154 del 31.08.2018. Il corteo papale attraverserà parte della città in prossimità del Foro Italico e del centro Padre Nostro di Brancaccio.  Il percorso attraversato dal corteo papale sarà libero da scarrabili e cassoni utilizzati in edilizia per la raccolta di sfabbricidi provenienti da ristrutturazioni a partire dalla mezzanotte di mercoledì 12 settembre  e dalla mezzanotte di giovedì 13 settembre entreranno in vigore i divieti di sosta nelle vie interessate al percorso. Il transito veicolare sarà interdetto a partire dalle ore 6.00 di sabato 15 settembre. Al fine di evitare il flusso pesante di autovetture verso il centro che è perlopiù interdetto al transito, si raccomanda di lasciare le autovetture private nelle aree destinate, senza avvicinarsi al centro città: Zona Forum (area antistante stazione Roccella), da cui sarà possibile spostarsi verso il centro con il tram, con navette e con i treni che giungeranno alla stazione centrale e con corse potenziate; Parcheggio via Basile, da cui sarà possibile spostarsi con navette; Parcheggio via degli Emiri, da cui sarà possibile spostarsi con navette; Il biglietto Amat per bus/tram con l'occasione sarà valido per l'intera giornata e sempre al costo di  € 1,40. Considerato che dal 9 settembre sarà riattivata la linea ferroviaria (APERTURA NON ANCORA UFFICIALE) Punta Raisi-Palermo, sarà possibile arrivare a piazza Giulio Cesare anche dalle stazioni San Lorenzo, Francia, Notarbartolo, Tommaso Natale, Isola delle Femmine, Carini, Cardillo, Guadagna, Orleans, Lolli. Ma anche chi proverrà da Catania e Messina potrà arrivare alla stazione centrale e da lì poi raggiungere a piedi il Foro Italico. I pullman saranno concentrati in zona Forum e in via Basile, all’interno del parcheggio Basile. Trenitalia informa che per il giorno 15 settembre, verranno potenziati i treni per "Palermo Roccella", ecco gli orari: Qui di seguito una mappa illustrativa delle aree vietate:

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
28 mag 2018

A Palermo le “strisce blu” spuntano come i funghi

di belfagor

A Palermo invece di costruirne di nuovi  si “ riconvertono “ i vecchi parcheggi liberi In totale disprezzo delle norme che regolano il rapporto tra parcheggi liberi e quelli a pagamento , il Comune di Palermo vuole “riconvertire “ in strisce blu oltre  400 parcheggi liberi. Tali strisce blu ,nuove di zecca, dovrebbero portare all’Amat quasi 600 mila euro l’anno ( una goccia nel mare dei debiti ). In tal modo il comune di Palermo prova a risanare i disastrosi conti dell’ azienda  e lo fa estendendo la sosta a pagamento a Mondello, alla Stazione centrale, in via Belgio e nei pressi dello Stadio con un'operazione approvata dalla  giunta. L’Amat  , appesantita dai costi del tram ( nettamente superiori da quelli preventivati ) dai modesti introiti dalla Ztl ( molto inferiori da quelli  previsti all’inizio), i ripetuti tagli ai contributi sul trasporto pubblico locale da parte della Regione  e il credito di oltre 50mln che Amat vanta nei confronti della stessa Regione,  ci si trova in una situazione finanziaria molto delicata a cui Palazzo delle Aquile sta provando a porre rimedio in vari modi, tra cui per l’appunto 415 nuove strisce blu al costo di un euro l’ora. In piazza Giovanni Paolo II , dal lato dello Stadio, verranno “ riconvertiti “ 150 stalli. Poi c’è largo Cavalieri del Lavoro, tra via Belgio e viale Strasburgo, dove “ vedranno la luce” altri 101 stalli. A piazza Giulio Cesare , dove c’è invece il parcheggio degli uffici comunali dell’Anagrafe, a ridosso della Ztl, saranno “ riconvertiti” 70 posti .  In tutte le aree si pagherà un euro l’ora dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 14 e dalle 16 alle 20. Preparare tutte le aree costerà 4.700 mila euro, tra segnaletica orizzontale e verticale . Vista l’urgenza e la delicatezza della situazione, il Comune , dimostrando un incredibile e inaspettata “reattività” in 15 giorni dovrebbe far partire tale piano parcheggi. Ma quanto incasserà Amat? Secondo le previsioni,  in zona Stadio 236 mila euro l’anno, in viale Strasburgo 163 mila, alla Stazione 120 mila; se però si calcolano tutte le spese, ( ricordiamo che il “servizio “ è gestito da privati,) alla fine alla società resterà un ricavo di meno di 200 mila euro ( bazzecole), A Mondello, “spunteranno” le strisce blu in via Saline, angolo via Lillàdove verranno  “ installati”  94 stalli. Qui  invece si pagherà sempre un euro l’ora ma solo dal primo giugno al 30 settembre, per un totale di 122 giorni. Si spenderanno 1.700 euro per la segnaletica, realizzabile in una decina di giorni, ma gli incassi ,al netto delle spese,  dovrebbero essere…… 20 mila. I progetti per Mondello però potrebbero non finire qui: il Comune vorrebbe infatti estendere fino a mezzanotte la gestione dei parcheggi Galatea e Mongibello .

Leggi tutto    Commenti 41
Articolo
08 nov 2017

Cambiano le giunte, gli assessori, ma non i parcheggi trasformati in aree per fiere

di Fabio Nicolosi

E' da poco terminata l'ennesima vergogna palermitana. Ci troviamo presso il Parcheggio Emiri, un’opera finanziata dalla comunità europea, costata 4,7 milioni di euro e che potrebbe ospitare 620 stalli d'auto, cinque posti pullman e 15 moto e che invece preferiamo utilizzare per i mercatini rionali e fiere dei morti. Un parcheggio che dopo qualche anno (l'ultima autorizzazione risaliva al 2014) é tornato ad essere sede della fiera dei morti. Ci piacerebbe innanzitutto conoscere il o i motivi con cui i dirigenti comunali autorizzano tali manifestazioni. Come mai dal 2014 la fiera non era stata più autorizzata e adesso lo é stata nuovamente? Si é tenuto in considerazione l'aspetto legato alla viabilità e alla sicurezza di chi affolla questi luoghi? Nonostante i divieti di sosta dalle foto é chiaro che nessuno ha rispettato la segnaletica, nonostante la presenza di un presidio fisso della polizia municipale. Fortunatamente tutto e'andato bene e non si e' dovuta sgomberare in pochi minuti l'area, perché é chiaro che in caso di pericolo ci sarebbero stati sicuramente problemi nell'evacuazione. Infatti il parcheggio eccetto per tre ingressi uno esclusivamente pedonale (molto stretto) e due carrabili, non ha altre vie di fuga. Pensate a cosa fosse successo se le centinaia di persone presenti all'interno avessero dovuto immediatamente abbandonare l'area. Ma anche in merito a questo aspetto nessuno ha detto nulla e nessuno ha visto nulla. Piacerebbe infatti conoscere il piano di sicurezza relativo anche al mercatino del venerdì. Se la città sente il bisogno e la necessità di organizzare fiere simili, perché piuttosto che creare nuovi parcheggi e poi abbandonarli non utilizziamo gli spazi opportuni? Perché non utilizzare per esempio la Fiera Del Mediterraneo? Spazi adatti ad eventi simili, realizzati e progettati per accogliere centinaia di persone e non per ospitare mezzi pubblici e privati. Ti potrebbero interessare anche: E il parcheggio di via Nina Siciliana divenne Fiera dei morti Il parcheggio Emiri buono solo per i mercatini Il parcheggio costato 4,7 milioni di euro utilizzato per la Fiera dei morti Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
02 nov 2017

Polizia Municipale | Dodici posteggiatori abusivi multati nei pressi dei cimiteri

di Mobilita Palermo

La Polizia Municipale ha multato 12 posteggiatori abusivi, 10 ieri e 2 stamani, con sanzione da 1000 euro ciascuno, nei pressi dei quattro cimiteri cittadini, grazie ai servizi predisposti con auto civette e personale in abiti civili dal Comando di via Dogali, in occasione della commemorazione dei defunti. In particolare, sei sono stati multati nelle strade limitrofe al cimitero “Santa Maria dei Rotoli”, altri quattro a “S. Orsola” ed uno ciascuno in quelli di “S.Maria di Gesù” e “Cappuccini”. La presenza delle pattuglie della polizia municipale ha scoraggiato, vicino gli ingressi e negli assi viari principali dei cimiteri, la presenza dei posteggiatori abusivi che hanno scelto come campo d’azione le strade limitrofe, ma senza esito, perché sono stati individuati e multati. A “Santa Maria dei Rotoli”, gli agenti stamani hanno individuato B.A. di 57 anni e R.M.L. di 20 anni in via Cardinale Massaia, mentre ieri hanno sanzionato B.G. di 37 anni e D.G. di 59 anni in via Mons. Pottino e a Vergine Maria, in due diversi tratti di strada di via Bordonaro, sono stati sorpresi P.A. di 74 anni e P.F.P. di 57 anni. A “S. Orsola”, G.C. di 69 anni, è stato individuato in via Tricomi all’altezza del pronto soccorso, L.U. di 53 anni in via del Vespro, S.S di 42 anni in via Sebastiano La Franca e M.M. di 40 anni in via Lazzaro. Infine, nella piazza del cimitero di “S.Maria di Gesù” è stato multato P.S. di 29 anni e in via Quattro Camere vicino ai “Cappuccini”, S.G. di 63 anni. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
23 ott 2017

Estendere la ZTL? Si, ma si attivino i parcheggi nei pressi dei capolinea della linea 101

di laura1

Buongiorno, Sto leggendo del progetto di estendere la ztl alla Statua, prevedendo un incremento del 10% dei passeggeri del 101. Come utente regolare residente a San Lorenzo, vorrei sottolineare la necessità di accompagnare a questo provvedimento il potenziamento dei parcheggi in corrispondenza del capolinea del bus allo stadio. Recentemente infatti, è sempre più difficile parcheggiare per poter prendere il 101 al capolinea ed un aumento dell'utenza in questo senso non sarebbe sostenibile. La presenza di parcheggi in prossimità degli hub di mobilità all'ingresso della città, come appunto il capolinea del 101, o le future stazioni metropolitane come san lorenzo, è condizione essenziale per il successo di operazioni di potenziamento dell'uso dei mezzi pubblici a sfavore dell'auto da parte dei cittadini, come insegnano i piani di mobilità delle grandi capitali europee. Spero che i futuri piani mobilità terranno in giusto conto questo aspetto per favorire gli spostamenti dalle periferie al centro cittadino, senza dimenticare un'adeguata sorveglianza dei nuovi parcheggi, per evitare che divengano dominio dei parcheggiatori abusivi, come accade oggi con i pochi disponibili. Grazie Laura

Leggi tutto    Commenti 3

Ultimi commenti