Articolo
06 feb 2017

FOTO | Le fontane della porta di Vicari ridotte a cestini

di Fabio Nicolosi

Nonostante i cestini gettacarta siano presenti nei due angoli all'uscita da via Maqueda le fontane che fanno ad angolo tra Via Maqueda e Piazza Giulio Cesare  vengono giornalmente trasformate in cestini di immondizia. Ecco l'ultimo intervento effettuato nei giorni scorsi dalla RAP: Si può solo provare disgusto e rabbia per il modo in cui un luogo così importante venga trascurato, rimane da chiarire come mai nessuno abbia redarguito tutti coloro i quali abbiano compiuto un simile gesto irrispettoso verso la propria città e verso le bellezze che dovremmo in tutti i modi preservare.

Leggi tutto    Commenti 29
Segnalazione
18 gen 2017

Il cassettone dimenticato

di SERPICO

Cari amici di mobilita palermo, oggi vorrei denunciare l'incivilta', non del singolo cittadino che stavolta risulta estraneo ai fatti, ma di quelle ditte addette alla ristrutturazione di appartamenti o condomini che, ultimati i lavori, sbadatamente dimenticano di portarsi via anche il cassettone posto in strada usato per la raccolta degli scarti della ristrutturazione stessa. Il cassettone si trova situato in Via Alberto Verdinois presso la piazza adiacente la parrocchia annunciazione del signore. Il cassettone risulta pieno al limite del possibile di calcinacci dopo una ristrutturazione durata alcuni mesi aggravata maggiormente da alcuni cittadini che, nonostante abbiano a pochi metri di distanza ben 3 cassonetti per la raccolta della spazzatura, ritengono opportuno gettare il proprio sacchetto maleodorante sul cassettone stesso oppure per terra nelle vicinanze. La cosa che a mio avviso risulta grave, e' che il condominio a cui e'stata eseguita la ristrutturazione della facciata non si sia minimamente opposta a questa sgradevole situazione. Spero comunque che l'imgombro venga rimosso il piu' presto possibile.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
02 nov 2016

FOTO | Bruciati decine di cassonetti in Via Dei Cantieri. Nessuno ha visto nulla?

di Fabio Nicolosi

Vogliamo riportare il seguente comunicato del Comune di Palermo affinchè si possa far luce su questo spiacevole oltre che gravissimo atto. Come si può dar fuoco a decine di cassonetti solo per il piacere di farlo? Perché farlo? E se qualcuno ha visto, perché sicuramente qualcuno ha notato il tutto, perché non ha subito allertato la polizia? Probabilmente c'è chi preferisce rischiare che la propria macchina posteggiata vicino ai cassonetti vada a fuoco piuttosto che allertare le forze dell'ordine, o c'è chi preferisce gettare l'immondizia in mezzo alla strada piuttosto che nei contenitori appositi. Ci auguriamo che questi episodi possano essere arginati e possano diminuire drasticamente. Palermo non si merita questi episodi! Ieri notte sono stati bruciati alcuni dei cassonetti nuovi collocati nei giorni scorsi in via dei Cantieri in sostituzione dei vecchi, per venire incontro alle esigenze rappresentate dai cittadini della zona. Operatori Rap sono intervenuti già nelle prime ore del mattino per ripulire i siti dove sono avvenuti i roghi. A darne notizia il presidente della Rap Roberto Dolce, che dichiara: 'Amareggia e indigna scoprire che stanotte due postazioni di cassonetti nuovi di zecca da 1.700 lt sono stati presi di mira da vandali balordi solo per il gusto di danneggiare un bene comune e danneggiare l'immagine del quartiere. Poiché la zona non è nuova a questi episodi, auspichiamo che tramite le indagini che vorranno disporre a seguito della nostra denuncia, le Forze dell'ordine riescano a identificare i colpevoli. Sono comportamenti che rischiano di vanificare gli sforzi che l'azienda sta compiendo per migliorare la qualità degli spazi collettivi pubblici sia in termini di igiene ambientale che di arredo con il posizionamento di centinaia di cassonetti e cestini nuovi'. L'episodio è condannato dal Sindaco che invita i cittadini 'a segnalare e denunciare comportamenti criminali e vandalici compiuti da pochi incivili ma di cui pagano le conseguenze tutti.' Rap ha dato mandato ai suoi uffici di procedere alla denuncia contro ignoti per danneggiamento e auspica che gli investigatori con il ricorso alle numerose telecamere presenti in quella zona possano rendere giustizia individuando i colpevoli e punendoli.

Leggi tutto    Commenti 5
Segnalazione
12 ott 2016

FOTO | L’immondezzaio di Piazza Indipendenza

di danyel

Siamo sopra il muricciolo che da su Piazza Indipendenza, davanti la Caserma Garibaldi, in pieno percorso Arabo Normanno. Sotto gli occhi di centinaia di turisti che ogni giorno passano di li, anche se un po' nascosto per via delle macchine parcheggiate! Erbacce che diventano alberi, cartacce, plastica e persino vestiti ... veramente c'è di tutto! Ditemi se è normale o è piuttosto vergognoso!

Leggi tutto    Commenti 8    Proposte 0
Articolo
29 giu 2016

Lo schifo accanto alla Stazione Centrale: il confine della civiltà è qui

di Andrea Baio

Stesso posto, stessa storia. Più volte abbiamo denunciato lo stato di indecenza in cui giace via Silvio Boccone, la strada che costeggia la Stazione Centrale. Siamo in pieno centro, e questo che vedete è lo spettacolo assurdo a cui tocca assistere. Da quando ho memoria, non ricordo che questa via abbia mai attraversato un periodo - anche breve - di decoro accettabile. Nelle vicinanze si trova di tutto: stalle abusive, escrementi di cane ogni 30 centrimetri di marciapiede, e rifiuti ingombranti di ogni genere. Questo caso che riportiamo è solo a titolo esemplificativo, dato che molte zone della città sono nelle stesse condizioni. Ci chiediamo con quali criteri vengano selezionate le strade dove la RAP interviene, e ci chiediamo come mai, considerati i continui episodi di inciviltà, il Comune di Palermo non installi videocamere di sorveglianza per scoraggiare certi trogloditi da certe azioni primitive. La questione è sempre la stessa: da anni chiediamo controlli severi, multe a oltranza e incremento della vigilanza per ristabilire un po' d'ordine in questa città lasciata al totale abbandono. Tra un po' inizia la campagna elettorale: chiederemo al nostro sindaco di fornire risposte soddisfacenti in merito a questa latitanza. Non saranno accettati i soliti giri di parole.

Leggi tutto    Commenti 20
Articolo
13 mag 2016

RAP | Da Lunedì attivo il servizio gratuito per il prelievo delle ramaglie

di Fabio Nicolosi

Oltre al ritiro gratuito degli ingombranti a domicilio e alla possibilità di usufruire in tutte le otto circoscrizioni di Palermo di postazioni mobili per disfarsi dei propri elettrodomestici, l'azienda di igiene ambientale ha predisposto un nuovo servizio dedicato, questa volta per il prelievo delle ramaglie, al fine di evitare l'abbandono illecito degli arbusti accanto ai cassonetti e non solo. A darne notizia il presidente della Rap Roberto Dolce che spiega: 'Ancora una volta, l'azienda punta a dei servizi che possano avvicinare il punto di conferimento ai cittadini e rendere Palermo più vivibile e decorosa migliorando la qualità degli spazi pubblici. Da lunedì prossimo nelle borgate marinare di Mondello e di Sferracavallo, nello specifico presso il Parcheggio Galatea e Parcheggio Tritone, dalle ore 7 alle ore 11, saranno presenti dei nostri operatori con due scarrabili per raccogliere gli scarti e gli arbusti dopo le potature stagionali. Il servizio sarà interamente gratuito e attivo fino al 30 giugno 2016. Auspichiamo - aggiunge il presidente della Rap - che i comportamenti anomali dei cittadini, in danno della qualità e vivibilità della città non vanifichino gli sforzi delle aziende che stanno operando in sinergia per la riqualificazione di brani urbani delle circoscrizioni. Per chi, invece, avesse grosse quantità di ramaglie da smaltire o volesse uno scarrabile dedicato ciò sarà possibile. Basta contattare - conclude Dolce -l'ufficio commerciale della Rap ai numeri 091.6491332 / 380 / 812 per richiedere il servizio personalizzato con la spesa complessiva di 200 euro'. Sul campo degli abbandoni su strada dalla scorsa settimana, l'amministrazione comunale, nello specifico l'assessorato all'Ambiente guidato da Sergio Marino ha finanziato e autorizzato la Rap per ritirare dalle strade le ramaglie abbandonate in uno alla attività ordinaria di ritiro ingombranti. 'Sono oltre 30 i siti individuati dove insistono gli sfalci di potature abbandonati su strada - spiega l'assessore - non potevamo non effettuare questi interventi per ripristinare lo stato dei luoghi'. A fargli eco il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando che dichiara: 'La RAP si conferma sempre più azienda a servizio dei cittadini, con servizi che tolgono ogni scusante, se mai ce ne fossero state, a comportamenti che non soltanto sono illeciti ma sono anche pericolosi per la salute dei cittadini e il decoro della città'. A seguire i siti già bonificati da Rap: via Annone, via Cristoforo Colombo, via Colapesce, via Rombulo, via Barbarigo, via Asperone, via Diomede, via Aiace, via Mercurio, via Steticoro, via Partanna Mondello, via Magnolie angolo Lombardia, via Santissimi 40 Martiri, via Giardinaccio e via Trieste. Le attività continueranno da oggi e nei prossimi giorni con gli interventi su: via Barcarello, via Nicoletti e via Roscignone e ancora per citare altre vie su : Piazza Annibale di Francia, via Falsomiele, via Airone, via alla Falconara, via Bagheria, via Galatea, via Mendelssohn, via Boito,via Tolomeo, via Pindaro, via Collotti angolo Mattei , via Ciane, viale Italia, Parcheggio Salina, via Armida, via Palinuro. In campo una motrice per le ramaglie, una per gli ingombranti e un compattatore più un lambro.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
29 apr 2016

Sovrappasso di Via N. Sauro perennemente sporco

di Fabio Nicolosi

Ci troviamo all'interno del sovrappasso realizzato grazie ai lavori del tram nei pressi di Via N. Sauro e Via Di Giorgi Se da un lato questi sovrappassi, rispetto ai sottopassi, dovevano garantire maggiore sicurezza e sono stati molto utili per abolire gli impianti semaforici e di conseguenza le lunghe code su Viale Regione Siciliana, dall'altro la sporcizia e la puzza sono gli stessi. Ecco come si presenta oggi. Purtroppo se da un lato c'è l'incivilità di chi, al riparo da occhi indiscreti, si permette il lusso di sporcare e gettare a terra qualsiasi tipo di rifiuto, dall'altro c'è chi dovrebbe pulire con una certa cadenza ma viste le immagini non opera con costanza. Il risultato è che chi vede sporco non prova alcun senso di colpa ad incrementare la sporcizia e questo peggiora le condizioni con cui giornalmente gran parte degli utilizzatori si scontra, sporcizia e cattivo odore ne fanno da padroni. Ecco invece il risultato dopo l'intervento di una squadra di Amat o Rap. Anche se ancora non abbiamo ben capito di chi sia la competenza, perchè? Abbiamo chiesto a Rap di intervenire e ci hanno detto che è competenza di Amat. Fatto sta che dal sovrappasso è stato levato il "grosso", ma andrebbe fatta una pulizia più meticolosa per recuperare lo stato dei luoghi come ai tempi dell'inaugurazione   L'ultimo dubbio che chiediamo è come mai, visto che i sovrappassi sono dotati di apposito impianto di video-sorveglianza, non vengano presi dei provvedimenti affinché chi sporca venga multato o quanto meno "cazziato". E se ciò non fosse possibile, visto che le telecamere funzionano 24 ore su 24 è davvero così difficile monitorare la sporcizia e mandare una squadra a pulire non appena si vedono i primi cestini pieni o troppe cartacce a terra?    

Leggi tutto    Commenti 16

Ultimi commenti