Articolo
06 gen 2019

Zona Uditore, Leonardo da Vinci e traverse: tornano in funzione gli impianti di illuminazione

di Mobilita Palermo

Tornano in funzione gli impianti di illuminazione della zona compresa tra via Uditore, piazza Uditore, via Leonardo da Vinci e traverse. Gli operatori del servizio illuminazione pubblica di Amg Energia Spa hanno completato un intervento di riparazione durato un paio di giorni. Nei giorni scorsi, il malfunzionamento di tre cabine elettriche che alimentano gli impianti, ha provocato il guasto di alcune componenti con il conseguente spegnimento di tratti di illuminazione o di punti luce a macchia di leopardo. L'intervento dei tecnici di Amg Energia ha consentito di ripristinare il corretto funzionamento degli impianti. "Siamo intervenuti tempestivamente per ridurre al minimo i disagi per i residenti – sottolinea l'amministratore unico di Amg Energia Spa, Mario Butera -. Con un intervento mirato da parte degli operatori sono stati sostituiti a tappeto i componenti guasti, ripristinando il funzionamento dell'illuminazione".

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
03 gen 2019

Terrasini | Aggiudicata la gara per la progettazione definitiva ed esecutiva del sottopasso ferroviario

di Fabio Nicolosi

Assegnato alla RTP (Raggruppamento Temporaneo tra Professionisti) “Volo-Net Engineering SPA-Società Cooperativa TS Engineering arl” l’appalto dei servizi di ingegneria consistenti in progettazione definitiva ed esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, studio geologico e direzione dei lavori del sottopasso ferroviario di Terrasini. La gara è stata aggiudicata per l’importo di € 65.558,00, con un ribasso di poco superiore al 48 % sull’importo totale a base d’asta di € 127.260,28. La comunicazione è stata data dal Commissario di governo per il dissesto idrogeologico nella Regione Siciliana, che ha trasmesso il relativo verbale n. 6 della seduta pubblica del 19/12/2018. L’appalto è stato finanziato con decreto commissariale n. 12 del 4/1/2018 e rientra nell’ambito del finanziamento complessivo di € 1.800.000,00 del “progetto PA 17725- ”Sistemazione e messa in sicurezza del sottopasso di Terrasini”, che è stato inserito nel “Patto per lo sviluppo della Regione Siciliana”, approvato con delibera di Giunta Regionale n. 366/2017.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
02 gen 2019

FOTO | Iniziata la posa delle condotte del collettore fognario tra via Guardione e la Cala

di Fabio Nicolosi

Uno degli appalti fondamentali per la città e per il disinquinamento della fascia costiera, passa dal completamento del collettore fognario che trasporterà le acque che al momento vengono scaricate a mare all'intero dei cantieri navali direttamente al depuratore di Acqua dei Corsari. I lavori avviati nel gennaio 2015, sono in ritardo, ma risolte le interferenze con i sottoservizi e le scoperte di tipo archeologico, sembra che finalmente siano entrati nel vivo. Il primo cantiere attivo è quello tra via Guardione e via Crispi, dove con la tecnica del micro-tuneling si sta scavando il condotto fognario che posizionato a 10 metri permetterà di giungere fino a Via Cianciolo e poi all'impianto di sollevamento di Porta Felice. Il secondo cantiere e anche quello più "chiacchierato" è quello collocato proprio all'incrocio tra via Guardione e via Roma, dove si sta realizzando il pozzo dove la micro-talpa meccanica giungerà. Il blocco di cemento in corso di realizzazione sarà calato nella fossa e successivamente sarà un pozzo d’ispezione a lavori conclusi, quindi tra qualche mese chi non ha seguito i lavori neanche si accorgerà del semplice tombino che prenderà alloggiamento Il terzo cantiere si trova tra via Cianciolo e via Cala e sarà uno dei pozzi dove avverrà il rilancio del tunnel, e permetterà di giungere fino all'impianto posto nei pressi di Porta Felice Non è noto il termine ultimo dei lavori, anche se visto i recenti aggiornamenti, siamo ottimisti e speriamo che questi cantieri possano concludersi in tempi brevi.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
28 dic 2018

Foto | Passante Ferroviario: lo stato dei lavori nella fermata Imera

di Fabio Nicolosi

La fermata Imera, situata proprio tra Via Imera e Corso Alberto Amedeo, è una delle fermate sicuramente più caratteristiche dei lavori del raddoppio del passante ferroviario di Palermo. Vuoi perchè qui avviene il primo incrocio tra le due gallerie, quella esistente tra Palazzo Reale - Orleans e Lolli e la nuova che non è ancora stata completata causa imprevisto di Vicolo Bernava, a quota inferiore. Vuoi perchè la fermata ha una storia ingegneristica non indifferente, visto che è una tra le fermate più complesse dal punto di vista idraulico e idrogeologico. Vuoi perchè questa poteva essere la fermata e il futuro parcheggio di interscambio a servizio del parlamento siciliano. La fermata è strutturalmente quasi interamente completa, infatti la SiS prima di abbandonare il cantiere sta provvedendo a realizzare la soletta di copertura della galleria esistente e della fermata. Ma che ne sarà della stessa? Del parcheggio non si è saputo più nulla e fino a quando l'intoppo di Vicolo Bernava non verrà risolto, la stessa non potrà essere attivata, sarà l'ennesimo cantiere abbandonato. Uno dei primi cantieri a vedere la luce e uno tra gli ultimi a venire consegnato. Da RFI tengono a precisare che l'opera sarà completata, ma possiamo immaginare che ci vorranno almeno altri 3 anni di lavoro, un peccato se si pensa che qui il cantiere è aperto già da più di 10 anni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 dic 2018

Passante Ferroviario | Il 30 Dicembre sarà attivato il raddoppio tra Palazzo Reale – Orleans e Palermo Centrale

di Fabio Nicolosi

La fermata Palazzo Reale Orleans è stata negli ultimi mesi sede di lavori di importanti sia dal punto di vista strutturale, sia per quanto riguarda gli impianti di sicurezza e segnalamento. Dal punto di vista strutturale si è cercato di tamponare le copiose perdite d'acqua che avvenivano all'interno della fermata anche dopo piccoli fenomeni temporaleschi. Sono stati ripristinati i sottopassaggi che collegano i due binari e sono stati rimessi a nuovo i locali tecnici e i bagni. Ultima, ma non per importanza, sarà l'attivazione di giorno 30 dicembre, quando verrà messo in esercizio il secondo binario tra Palazzo Reale - Orleans e Palermo Centrale, si tratta infatti di un collegamento da tempo strutturalmente realizzato, ma per scarso materiale rotabile, mai attivato. Adesso con la riapertura della linea e l'aumento dei convogli in transito, i lavori erano indispensabili. Infatti tutti i convogli che giungono a Orleans prima di poter giungere alla stazione centrale dovevano attendere la coincidenza. Coincidenza che spesso comportava ritardi e disagi per gli utenti. Con quest'attivazione questo "tappo" viene di fatto eliminato. Rimane quindi a singolo binario la tratta Palazzo Reale - Orleans / Palermo Lolli, in attesa dei lavori di Vicolo Bernava e la tratta Palermo Notarbartolo / Palermo Francia in attesa del completamento dei lavori di attrezzaggio alla galleria scavata dalla talpa meccanica "Marisol"

Leggi tutto    Commenti 50
Articolo
19 dic 2018

Linea Palermo – Punta Raisi | Modifiche alla circolazione per interventi infrastrutturali tra il 18 e il 29 dicembre

di Fabio Nicolosi

Dal 18 dicembre fino al 29 dicembre per attività notturne di potenziamento infrastrutturale nell’ambito del raddoppio fra Palermo Centrale e Palazzo Reale Orleans alcune corse subiranno delle modifiche. Gli interventi, che saranno eseguiti nelle ore notturne (fra le 23.10 e le 5.10) comporteranno la sostituzione con autobus dei primi 3 treni del mattino (con partenza alle ore 4.00, 4.30 e 5.00 da Palermo Centrale) e degli ultimi 3 convogli della sera (con partenza alle 22.27, 22.42 e 0.25 da Punta Raisi) da ieri sera fino a lunedì 24 dicembre e nella notte tra il 27 e il 28 dicembre. Sabato 29 dicembre i lavori dureranno l’intera giornata, con un servizio sostitutivo di autobus.  

Leggi tutto    Commenti 20
Articolo
18 dic 2018

Collettore fognario | Stanziati 12 milioni di euro per via Messina Marine

di Salvatore Galati

Si è concluso l'iter per l'assegnazione dei fondi per la conclusione del collettore fognario di via Messina Marine, una cifra di 12 milioni di euro. Questo consentirebbe il disinquinamento della costa sud e della foce dell'Oreto. Infatti il sistema fognario avrà doppia funzione, uno quello di raccogliere le acque nere e portarle al depuratore di Acqua dei Corsari e il secondo di accumulare le acque piovane e riversarle a mare tramite i canali esistenti. Tutto questo verrà fatto sull'asse viario di via Messina Marine, nel tratto compreso tra la foce Oreto e Piazza Sperone. Inoltre nel progetto è compreso la costruzione dell'impianto di sollevamento per l'accumulo di acque nere a Romagnolo. La ditta che conseguirà i lavori è l'associazione di imprese Necos e Viastra da Sas, di Borgomanero della provincia di Novara. Ora la palla è balzata alla ditta, che dovrà produrre tutti i documenti relativi ai lavori e passeranno circa 3/4 mesi, tempi tecnici normali, salvo imprevisti. Solo dopo questa prassi l'aggiudicazione diventerà definitiva.

Leggi tutto    Commenti 8