Articolo
15 gen 2021

Tom Tom Traffic Index 2020 | Palermo si sarebbe confermata la città più congestionata in Italia, anche senza Covid

di Antony Passalacqua

Palermo - Ebbene si, vogliamo aprire il dibattito proprio con questo titolo e dirci con tutta onestà intellettuale che difficilmente in una situazione priva di pandemia, i vertici della classifica si sarebbero invertiti. Ci riferiamo al verdetto del Tom Tom Traffic Index 2020 che ogni anno stila una classifica calcolando il livello di congestione del traffico delle reti stradali di oltre 380 città in tutto il mondo. Palermo quindi guida la classifica fra le città italiane dove spiccano ben  città del Sud Italia fra le prime 10 posizioni.       Ma il report non si ferma qui e mette a nudo la situazione mese per mese. Aprile quello "più green" con un indice di congestionamento pari al 2% e qui complice il lockdown totale. Dicembre il più congestionato con l'indice pari al 42%, con la corsa allo shopping natalizio e il via libera che hanno contribuito a questi valori. C'è di più: ben 105 sono le ore che trascorriamo, durante l'anno, alla guida nelle ore di punta. 105 ore  equivalenti a poco più di 4 giorni. Dove intervenire? Le attuali linee tranviarie sono in esercizio dal Dicembre 2015 ma con compiti di collegamento fra periferie e due punti intermodali della città quali Notarbartolo e Giulio Cesare. Sarebbe sciocco scrivere che le sole linee tranviarie avrebbero risolto tutti i problemi del traffico cittadino. Sul fronte Passante Ferroviario andranno portati a termine i lavori per la fermata Belgio, la seconda parte di Lolli e Papireto/Imera-queste ultime legate al completamento della galleria sottostante vicolo Bernava. Ma non è un problema di sole infrastrutture ma anche di politiche sul traffico e politiche tariffarie. L'attore principale, il biglietto/abbonamento integrato è ancora assente. Perché il biglietto unico giornaliero istituito lo scorso luglio non serve di certo a studenti, pendolari, lavoratori. Oggi infatti l'attuale infrastruttura ha notevoli potenzialità, ma nonostante ciò prendere due sistemi di trasporto è paradossalmente svantaggioso. Si scende da Borgo Nuovo per raggiungere l’Ars (Palazzo Reale), e si è costretti a proseguire con la linea 118 piuttosto che sfruttare la rapidità del Passante Ferroviario. Ma è solo un esempio di quello che accade quotidianamente. Comunicazione pressoché assente anche perché si tratta di una sfida culturale in una città dove ci si lamenta (legittimamente) per questa classifica ed il traffico in generale. Ma è altrettanto vero che molti nostri concittadini si lamentano “a prescindere” per tram, metroferrovia, biciclette per strada e carhsaring se tolgono il posteggio sotto casa, ed aree pedonali. Occorre inoltre riformulare l'intero contratto di servizio che lega Amat col Comune di Palermo e regolamenta il servizio di trasporto pubblico relativo a bus e tram. L'attuale contratto di servizio non contempla le linee tranviarie come è incredibilmente vero che solo lo scorso semestre la Regione Siciliana ha riconosciuto i contributi chilometrici a favore della tranvia. Forse...e ribadiamo forse caso unico in Italia. In sostanza il Comune di Palermo deve mettere denari per il contratto Amat, la Regione immettere più risorse al contratto di servizio con Trenitalia. Perché possiamo avere un Passante Ferroviario con tante nuove fermate e materiale rotabile nuovo, ma "senza soldi non si canta messa". A cascata più politiche a favore della ciclabilità e aree pedonali-non solo in centro città-che favorirebbero una migliore vivibilità. Nuove opere? Certamente. La Circonvallazione reclama il raddoppio del Ponte Corleone, il sottopasso Perpignano e nuovi sovrappassi pedonali. Tram o Mal? L'uno non deve escludere a tutti i costi l'altro. Seppur nettamente differenti in ambito di tempi di realizzazione, velocità commerciale, capienza, manutenzione, longevità e capillarità vanno portati avanti gli attuali progetti.   Foto repertorio durante sit-in forestali 2016.  

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
15 gen 2021

Raccolta differenziata | Via al 5° step: in corso la distribuzione dei KIT

di Mobilita Palermo

A seguito delle lettere già trasmesse ai cittadini ricadenti nell’area del V Step di “Palermo Differenzia 2 “denominata Settecannoli”, dove si sono informati i residenti sulle modalità di ritiro dei mastelli e date le istruzioni per una corretta Raccolta Differenziata, da questa settimana si è reso operativo il sistema di prenotazione on-line per il ritiro dei Kit per la prosecuzione del V step di Palermo differenzia 2. A tal uopo si informano i cittadini che da questa settimana la società d'ambito “Palermo SRR Area Metropolitana” è presente presso il CCR “Picciotti” e presso la Prima circoscrizione di piazza Giulio Cesare (previa prenotazione telematiche sul loro sito), per consegnare i Kit a chi ancora non l'avesse ricevuto. Si invitano quindi le famiglie interessate a collegarsi al sito web www.srrpalermo.it per prenotare tramite l’icona “RITIRO IO” giorno e sede per la consegna in sicurezza, in considerazione del perdurare dell'emergenza CoViD-19. Il servizio di prenotazione sarà altresì raggiungibile anche tramite il sito del Comune di Palermo e di RAP. Le due sedi operative individuate saranno aperte per la distribuzione dal lunedì al venerdì. Presso il Centro Comunale di Raccolta (CCR ) di Viale dei Picciotti civ. 84 dalle ore 8:00 alle 15:30 e presso i locali della Prima Circoscrizione di Piazza Giulio Cesare, dalle ore 8,00 alle ore 16,00. “Lo step V denominato “Settecannoli”, che fa parte del Progetto di “Palermo differenzia 2”, vede coinvolti circa 20.000 cittadini - dichiara il Direttore Generale della RAP Roberto Li Causi. L'Area individuata abbraccia via Lincoln, via Decollati, via Matera, via Gangitano, Corso dei Mille, Piazza Torrelunga, via Diaz, via Messina Marine, Foro Umberto I. Dal nuovo sistema di raccolta, oltre il quartiere Settecannoli sarà coinvolto anche una parte del quartiere Oreto-Stazione. Questo permetterà di migliorare le zone in termini di decoro urbano permettendo un aumento della percentuale di raccolta differenziata. Da qualche giorno la “SRR Palermo Area Metropolitana” in sinergia con RAP ha iniziato la distribuzione alle utenze domestiche del Kit per la raccolta differenziata “porta a porta” il cui sistema di raccolta partirà nel mese di Aprile con la rimozione definitiva di tutti i contenitori stradali. L'obiettivo principale è quello di recuperare quantità sempre maggiori di materiale riciclabile che sono risorse preziose per l’ambiente. Nei quartieri in cui si svolge la raccolta differenziata del Porta a Porta la percentuale di raccolta differenziata è di circa il 65% e con la definizione del V step pensiamo di poter aumentare di 3-5 punti la percentuale di RD”. “La info -sensibilizzazione e la consegna dei kit che è stata già avviata l'anno scorso ma che ha avuto un brusco stop sulle consegne dei mastelli, per causa dell'emergenza COVID, - aggiunge il presidente della SRR Palermo Area Metropolitana Natale Tubiolo - oramai è nuovamente operativa. Tante le azioni che ci impegniamo a portare avanti per sensibilizzare i cittadini sull'importanza della Raccolta differenziata. A breve, a metà febbraio circa - è prevista una campagna di informazione finanziata dal CONAI in collaborazione con l'amministrazione Comunale e RAP, per sensibilizzare i cittadini ad una gestione responsabile dei rifiuti invitandoli ad una serie di comportamenti corretti per il decoro urbano di Palermo e a salvaguardia dell’ambiente”. “L’avvio della raccolta differenziata “porta a porta” nei quartieri Settecannoli e Stazione Oreto – sottolinea l’Assessore con delega alla RAP Sergio Marino – è il risultato di una attività di forte impulso portata avanti dall'Amministrazione comunale che ha come obiettivo quello di estendere il sistema del “porta a porta” su tutto il territorio comunale al fine di aumentare in modo considerevole la percentuale di raccolta differenziata. Le risorse umane e finanziarie messe in campo e l'impegno delle società partecipate quali la “SRR Palermo Area Metropolitana” e RAP – continua l’Assessore Marino – sono la dimostrazione di questo impegno importante e sono sicuro che i risultati non tarderanno ad arrivare. Tra questi, di grande importanza ai fini del decoro e dell'igiene urbana, vi sarà la sparizione dei cassonetti stradali fonte di accumuli spesso incontrollati ”. “La necessità di aumentare la percentuale della raccolta differenziata dovrà essere necessariamente accompagnata – dichiara il Presidente della RAP Giuseppe Norata - da una adeguata dotazione impiantistica pubblica. Infatti, di concerto con il Sindaco Orlando e con l’Assessore Marino si sta lavorando per la individuazione delle risorse finanziarie necessarie per la realizzazione dell’impiantistica dedicata alla raccolta differenziata”.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
15 gen 2021

AMAT | Deviazione di percorso alle linee 101, 102, 103, 134 e 812

di Fabio Nicolosi

A causa dei lavori da eseguire per la realizzazione del “disinquinamento della fascia costiera, dall’Acquasanta al fiume Oreto”, la via Roma, nel tratto compreso tra via Cavour e via Emerico Amari, a partire dalle ore 10.15 del 13/01/2021 e sino ad ultimazione dei lavori, sarà chiusa al transito veicolare. Pertanto le linee 101 – 102 – 103 – 104 – 106 – 108 – 124 – 134 – 812, effettueranno il seguente percorso alternativo: Linea 101 – Da viale del Fante per Stazione Centrale – segue normale percorso osservando la deviazione precedentemente comunicata. Da Stazione Centrale verso Stadio – via Roma – a sinistra via Cavour – a destra via Villaermosa – a destra via Stabile – a sinistra via Roma – a destra via Principe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – Piazza Sturzo – a sinistra via Domenico Scinà – via Turati – segue normale percorso. Linea 102 – Da Stazione Notarbartolo verso Stazione Centrale – segue normale percorso osservando la deviazione precedentemente comunicata. Da Stazione Centrale verso Stazione Notarbartolo – via Roma – a sinistra via Cavour – a destra via Villaermosa – a destra via Stabile – a sinistra via Roma – a destra via Principe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – Piazza Sturzo – segue normale percorso. Linea 103 – Da J. Lennon verso Porta Felice – segue normale percorso osservando la deviazione precedentemente comunicata. Da Porta Felice verso J. Lennon – normale percorso fino in via Roma – a sinistra via Cavour – a destra via Villaermosa – a destra via Stabile – a sinistra via Roma – a destra via Principe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – Piazza Sturzo – a sinistra via Scinà – via Turati – segue normale percorso. Linee 104 – 108 provianienti da piazza Indipendenza verso piazza Sturzo – normale percorso fino in via Cavour – a sinistra via Villaermosa – a destra via Stabile – a sinistra via Roma – a destra via Principe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – Piazza Sturzo – seguono normale percorso. Provianienti rispettiviamente da via Della Libertà e da via Turati verso Indipendenza – seguono normale percorso. Linea 106 Da Parcheggio Emiri verso Stadio: normale percorso fino in via Dante – a destra via Latini – via Houel – via Goethe – via Turrisi – via Balsano – via vialturno – via Cavour – a sinistra via Villaermosa – a destra via Stabile – a sinistra via Roma – a destra via Principe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – Piazza Sturzo – segue normale percorso. Da Stadio verso Parcheggio Emiri: – segue normale percorso. Linea 124 – Da Parcheggio Emiri verso Stazione Centrale – segue normale percorso. Da Stazione Centrale verso Parcheggio Emiri – via Roma – a sinistra via Cavour – a destra via Villaermosa – a destra via Stabile – a sinistra via Roma – a destra via Principe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – Piazza Sturzo – a sinistra via Domenico Scinà – via Turati – via Dante – segue normale percorso. Linea 134 – Da J. Lennon verso piazza XIII viattime – segue normale percorso osservando la deviazione precedentemente comunicata. Da piazza XIII viattime verso J. Lennon – via Cavour – a destra via Villaermosa – a destra via Stabile – a sinistra via Roma – a destra via Principe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – Piazza Sturzo – a sinistra via Domenico Scinà – via Turati – segue normale percorso. Linea 812 – Da via F. Crispi (capolinea porto) verso Montepellegrino – normale percorso fino in via Roma – a sinistra via Cavour – a destra via Villaermosa – a destra via Stabile – a sinistra via Roma – a destra via Principe Di Belmonte – a sinistra via Michele Amari – a sinistra via Emerico Amari – a destra via Roma – Piazza Sturzo – a sinistra via Domenico Scinà – via Turati – segue normale percorso. Da Montepellegrino verso via F. Crispi (capolinea porto) – segue normale percorso osservando la deviazione precedentemente comunicata.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 gen 2021

ZTL | Al via l’installazione di 26 nuovi varchi videosorvegliati in Centro Storico

di Antony Passalacqua

Palermo - Sono già partiti i lavori di installazione delle nuove telecamere per la Ztl. Dopo la gara d'appalto curata dalla Sispi, sono 26-oltre le 5 già attive- le telecamere che avranno il compito non solo di multare gli automobilisti indisciplinati, ma anche di contare le vetture in transito a fini statistici, trasmettere le immagini alla centrale di controllo dei vigili urbani, gestire la “white list” che al momento comprende appena 200 mila iscritti. E riportiamo qui una mappa con l'elenco dei nuovi varchi e la loro ubicazione. Si prevede l'attivazione dopo collaudo e periodo di pre esercizio, e in ogni caso previa sospensione/attivazione da parte di apposite ordinanze comunali. Insomma, presto per fare previsioni in un periodo come questo.   Qui un palo già posizionato in via Cadorna, e predisposto per mensola e collegamento alla telecamera.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 gen 2021

Viabilità | Si proroga il cantiere su Viale Regione Siciliana all’altezza di via Principe di Paternò in direzione Trapani

di Fabio Nicolosi

E dopo la notizia dell'inizio in ritardo del cantiere del collettore fognario proseguiamo con le brutte notizie La ditta incaricata di effettuare il consolidamento della soletta del canale Canale Mortillaro lungo viale regione siciliana ha riscontrato il cedimento nel punto in cui si unisce al canale Passo di Rigano. Un problema non da poco: il letto del canale Passo di Rigano infatti sarebbe sprofondato di circa un metro e mezzo. Per effettuare quest'ulteriore intervento però non bastano i fondi, circa 250 mila euro, assegnati alla ditta incaricata dei lavori. Si attende dunque la soluzione dagli uffici di via Ausonia. In tanti nel gruppo Facebook ci avete segnalato infatti l'assenza di personale e maestranze a lavoro da giorni, speravamo fosse un bel segnale o che i lavori fossero all'interno del canale e pertanto non visibili e invece si è trattato di un imprevisto. Cosa succederà adesso? Quanto ancora dureranno i lavori? Alcune testate locali parlano di altri due mesi. Da dove hanno preso questo dato? Noi aspettiamo di avere risposte ufficiali e nell'attesa non possiamo che consigliarvi di utilizzare itinerari alternativi o munirvi di pazienza.

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
13 gen 2021

Aeroporto Falcone Borsellino | I dati statistici del 2020 da record (negativo)

di Mobilita Palermo

Doveva essere l'anno della conferma o l'anno della crescita del trend positivo, invece la pandemia globale ha fatto segnare numeri tutt'altro che rosei L'aeroporto internazionale di Palermo "Falcone Borsellino" ha chiuso il 2020 con un traffico passeggeri complessivo di 2.688.042 (il 2019 si è chiuso con sette milioni di passeggeri: +6 per cento rispetto al 2018). Nell’anno della pandemia, lo scalo aereo palermitano ha perso poco meno di quattro milioni e mezzo di viaggiatori, mentre i voli sono diminuiti di circa il 50 per cento: 25.445 movimenti, contro i 50.036 del 2019. Analizzando i dati dell’ufficio statistiche di Gesap, la società di gestione dell'aeroporto di Palermo, nel 2020 i passeggeri dei voli nazionali sono stati 2.121.218 (-57% rispetto al 2019); 566.824 i passeggeri dei voli internazionali (-71,16%). La crisi del traffico aereo, nei momenti di maggior picco dei contagi Covid-19 (da marzo a giugno e da novembre a dicembre), ha portato all'azzeramento dei voli - eccezione fatta per alcuni collegamenti da e per Roma, Milano e Isole minori - che ha causato flessioni di traffico fino al 96 per cento. Nello scorso dicembre il traffico passeggeri totale è stato di 110.869 (-77,35% rispetto allo stesso mese del 2019: 489.381), mentre i voli sono calati del 55,06% (1.604 contro 3.569 di dicembre 2019), così come è scesa del 21,36 per cento la percentuale di riempimento per volo (Load factor), passata dall’83,43 del 2019 al 65,61 per cento del 2020. Nel 2020, infine, lo scalo aereo palermitano ha invece visto crescere le tonnellate di merce in transito (+50% rispetto al 2019). “Lo sviluppo del settore Cargo ha spinto la società di gestione a pianificare la nascita, a metà 2021, di una nuova area di stoccaggio mefci di mille metri quadrati”, ha annunciato Giovanni Scalia, amministratore delegato di Gesap.

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
13 gen 2021

Collettore Fognario | I lavori ripartiti il 7 Gennaio sono nuovamente fermi

di Fabio Nicolosi

Purtroppo questo appalto non gode di grande sorte. Francesco Raffa segnala che il 12 Gennaio, iniziati i lavori con un ritardo di 4 giorni rispetto alla data di inizio prevista, dopo qualche ora è stato ritrovato quello che sembra il resto di una pavimentazione antica. Il fatto ha comportato lo stop temporaneo dei lavori in attesa del sopralluogo della soprintendenza dei beni culturali. Il ritrovamento non sembra essere nulla di preoccupante. Secondo i sindacati le altre aree del cantiere andranno avanti come previsto. Ma come mai i lavori non sono iniziati il 7 Gennaio? Da Repubblica leggiamo che i lavori sono iniziati in ritardo causa maltempo. Vorremmo capire come mai questi lavori subiscano il maltempo e l'appalto dell'anello ferroviario, a poche centinaia di metri, invece no. Forse la nuova azienda ha ereditato la nuvola di Fantozzi che fino a qualche mese fa era anche sull'appalto dell'anello ferroviario?

Leggi tutto    Commenti 1