Articolo
24 mar 2017

Palazzetto dello Sport | Lavori bloccati e da ri-appaltare

di Fabio Nicolosi

Il 14 Febbraio, davamo l'annuncio dell'avvio dei lavori per il recupero del palazzetto dello sport di Fondo Patti, speranzosi che fosse la volta buona. Tutto sembrava andare bene, se non fosse per un informativa interdittiva antimafia giunta dalla prefettura di Roma nei confronti della ditta affidataria dei lavori. I lavori già l'1 Marzo sono stati sospesi, dopo neanche due settimane. L'amministrazione comunale, sentita l'avvocatura, ha quindi deciso di rescindere in danno il contratto con la ditta vincitrice dell'appalto e dare mandato al RUP e al direttore dei lavori di curare una relazione sui lavori eseguiti così da procedere con il pagamento delle somme dovute. Ecco il provvedimento: Adesso presumibilmente i lavori dovranno essere nuovamente affidati e ri-appaltati sperando una volta per tutte. Purtroppo ci vorranno sicuramente mesi per poter tornare a parlare di lavori e operai a lavoro.

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
24 mar 2017

Italia – Albania: Info viabilità in zona stadio

di Fabio Nicolosi

La Polizia Municipale informa che in occasione della partita di calcio Italia - Albania che inizierà alle ore 20.45 di venerdì 24 marzo allo stadio comunale “R. Barbera”, oltre alla consueta area pedonale di viale del Fante, sono state emanate le ordinanze n. 407 del 20.03.2017 e n. 418 del 22.03.2017 che prevedono la limitazione temporanea della circolazione nelle strade limitrofe l'impianto sportivo: Ordinanza n. 407 del 20.03.2017 (ad integrazione dell'O.D. 986 del 17/09/2004) A) Chiusura al transito veicolare dalle ore 17,00 del 24/03/2017 e sino a cessate esigenze che verranno segnalate dalle competenti Autorità, nelle sotto elencate Vie e Piazze; B) Divieto di sosta con rimozione coatta ambo i lati dalle ore 14,00 del 24103/2017 e sino a cessate esigenze che verranno segnalate dalle competenti Autorità, nelle sotto elencate Vie e Piazze: Via del Carabiniere - Intero tratto; Via Piedilegno - Intero tratto Viale Croce Rossa - Tratto compreso tra P.zza Papa G. Paolo 11 e Via Villa Sofia solo Corsia laterale lato Stadio; Viale del Fante - Tratto compreso tra P.zza Leoni e Via Case Rocca compresa l'area antistante lo Stadio delle Palme e l'intero perimetro di quest'ultimo; Via dei Leoni - Intero Tratto; Via Trinacria - Tratto compreso tra via Val di Mazara ( incrocio escluso ) e Via A. De Gasperi; P.zza Salerno - Intera P.zza ( tratto Fante — Villa Sofia); Via Villa Sofia - Intero tratto compreso tra Viale C.Rossa e Via Resuttana; P. le La Loggia - Intero Piazzale compreso fra il viale del Fante, il piazzale Cestmir Vycpalek e lo Stadio delle Palme-Vito Schifani; Via A. Cassarà - Intero tratto; P.le Trattati di Roma - Intera P.zza; A seguito delle indicazioni fornite dalla Questura, il Comando di P.M. valuterà, al momento, anche in relazione ai volumi di traffico, la Chiusura al Traffico veicolare di: - Pizza Niscemi in direzione Viale del Fante: Chiusura al Traffico veicolare dalle ore 17,00 e sino a cessate esigenze; - Viale del Fante nel tratto tra P.zza Salerno e c.d. Via Case Rocca : Chiusura al Traffico veicolare dalle ore 17,00 e sino a cessate esigenze e Zona rimozione coatta ambo i lati dalle ore 10,00 del 24.03/2017, per consentire la sosta dei pullman tifosi. -Piazzale Europa: Zona rimozione coatta ambo i lati dalle ore 10,00 del 24.03/2017, per consentire la sosta dei pullman tifosi Italiani. Ordinanza n. 418 del 22.03.2017 PROVVEDIMENTO VALIDO DALLE ORE 00.00 DEL 23 MARZO 2017 ALLE ORE 24 DEL 24 MARZO 2017 E COMUNQUE SINO A CESSATE ESIGENZE VIALE DEL FANTE: Tratto compreso tra piazza A. Salerno e la strada di accesso a Case Rocca, compresa la carreggiata laterale antistante lo Stadio Vito Schifani: Istituzione del divieto dí sosta con rimozione coatta sui due lati di ciascuna carreggiata PIAZZA ALFREDO SALERNO Intera area: Istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta STRADA DI COLLEGAMENTO TRA IL VIALE DEL FANTE E VIALE ERCOLE (Case Rocca): Istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta sui due lati della carreggiata VIA VILLA SOFIA Tratto compreso tra viale Croce Rossa e piazza Salerno: Istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta sui due lati della carreggiata. Le strade in oggetto saranno presidiate dalle pattuglie della Polizia Municipale per la necessaria assistenza agli utenti della strada.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 mar 2017

La fermata inutilizzata diventa elemento di arredo

di Fabio Nicolosi

Ci troviamo a Piazza Verdi, proprio a pochi metri dall'ingresso del più grande teatro d'Italia e il terzo più grande d'Europa. Tutti, palermitani e non lo conoscono, perchè meta di ogni turista e di ogni cittadino. La piazza antistante poi, dopo la pedonalizzazione degli ultimi anni, è diventata meta di incontri e appuntamenti, luogo di raduno e di passatempo. Insomma la piazza è rinata. Ma c'è ancora qualcosa che ci fa storcere il naso. Si è proprio lei, la fermata collocata nel marciapiede. Nonostante la strada sia aperta al traffico solo dalle ore 20 alle ore 10 del giorno successivo, e nonostante nessun mezzo vi transiti più lei, la struttura dotata di due pilastri e una tettoia è ancora lì. E' ormai diventata elemento di arredo e se chiedete ai cittadini noterete che per molti è indifferente la sua esistenza. In realtà la stessa andrebbe rimossa e potrebbe essere riallocata in zone dove le pensiline risultano carenti o addirittura assenti. Ancora una volta segnaliamo qualcosa che per tanti è ovvia, ma che l'amministrazione ha fatto finta di non vedere fino ad ora.. Poco importa se la stessa sia proprietà di Amat o di Damir, famosa ditta pubblicitaria, la pensilina da lì va rimossa. Ringraziamo Donato D. per lo spunto e la foto

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
23 mar 2017

BiciPA | Finalmente la prima mezz’ora è GRATUITA!

di Fabio Nicolosi

EDIT: E' stato corretto l'intervallo di tempo che dovrà intercorrere tra un noleggio e il successivo La notizia era attesa fin dalla sua inaugurazione, adesso le numerose richieste pervenute ad Amat sono state accolte: dal 26 Marzo la prima mezz'ora di utilizzo sarà gratuita! "Una promozione per incentivare il servizio e far capire come si può risparmiare con una nuova forma di mobilità decisamente salutare" – ha dichiarato Marcello Marchese, responsabile del servizio. Riportiamo il breve comunicato: A partire dal 26 Marzo, i primi 30 minuti di utilizzo saranno gratuiti per ogni corsa effettuata! Oltre i 30 minuti rimane il vigente piano tariffario. E' importante sapere che tra la chiusura di una corsa e l’inizio della successiva deve intercorrere un intervallo di 180 minuti per mantenere sempre la gratuità della mezzora di utilizzo. Vi comunichiamo, altresì, che sempre dal 26 Marzo, l'orario di utilizzo del servizio sarà esteso fino alle ore 24,00 Buona pedalata a tutti con BiciPa Potrebbero interessarti anche: Tariffe e modalità di utilizzo  

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
23 mar 2017

Aiutateci a trovare l’ufficio biciclette a Palermo

di fiabpalermo

Sapevate che a Palermo esiste un ufficio biciclette? Un attimo, forse è meglio fare un passo indietro; sapete cos’è un ufficio biciclette? Proviamo a spiegarlo prima di tornare alla domanda iniziale. L’ufficio biciclette (da ora UB) è una struttura interna all’amministrazione comunale che si prefigge lo scopo di aumentare l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto privato realmente alternativo all’uso dell’auto. Per raggiungere questo obiettivo mette in campo azioni di promozione e comunicazione, nonché collabora con uffici tecnici fornendo contributi specialistici per una corretta definizione delle infrastrutture e delle “facilities” per ciclisti. La Commissione Europea ci ha ricordato al proposito che: "sul piano organizzativo, la creazione di una unità biciclette è una condizione sine qua non per lo sviluppo di una politica ciclistica realistica ed efficace.” E infatti un UB serve in ultima analisi a “ricordare” ad ogni livello decisionale che esiste la bicicletta. Solo per fare un esempio pratico: l’UB potrebbe intervenire nel caso in cui vengano eseguiti dei lavori su una strada interessata da una pista o percorso ciclabile; l’UB potrebbe valutare che il percorso potrebbe essere migliorato o semplicemente attenzionare (vigilare) sul ripristino delle condizioni di sicurezza e qualità post lavori. Come minimo, l’UB comporta comunque la designazione di un coordinatore presso l'amministrazione che dovrà ricordare la dimensione della bicicletta (a tutte le scale della città: dal gradino alla grossa arteria di comunicazione veicolare) e fungere da “persona-risorsa” a tutti i livelli dell'amministrazione comunale (politico, decisionale, esecutivo e di controllo) e in tutti i servizi che trattano, direttamente o indirettamente, la mobilità in bici (urbanistica, ambiente, lavori pubblici, finanze, insegnamento e gioventù, polizia, trasporti ecc.). In chiave ottimale questa persona dovrebbe essere un/una ciclista, o comunque qualcuno che riceverà una bicicletta di servizio di qualità da usare nel quadro delle sue funzioni o per recarsi al lavoro. A partire da questo livello minimo di organizzazione, si può rafforzare l'importanza dell'unità bicicletta o potenziarla in diversi modi secondo le specificità della città e le possibilità. Ad esempio, si dovranno obbligatoriamente presentare tutti i progetti al coordinatore, oppure l'approvazione del coordinatore sarà resa obbligatoria per tutti i progetti in materia di urbanistica, trasporto e lavori pubblici. Il coordinatore potrà essere affiancato da una segreteria. Si deve aggiungere che non andrebbero create le condizioni per cui “controllore” (UB) e “controllato” possano coincidere in quanto come chiaro, questo vanificherebbe la stessa esistenza dell’UB. Si potranno anche designare collaboratori fissi a tempo pieno e parziale presso gli uffici di urbanistica e lavori pubblici e designare membri dell'unità bicicletta presso altri servizi interessati e presso la polizia. Tutti devono essere ovviamente favorevoli alla bicicletta o, meglio, usarla essi stessi ogni giorno o nel tempo libero. A questo livello, il funzionamento dell'unità può diventare estremamente completo (calendario di lavoro e di riunioni, approvazione obbligatoria di tutti i progetti di urbanistica e lavori pubblici con l'unità bicicletta, potere di iniziativa, bilancio di funzionamento proprio dell'unità bicicletta in materia di relazioni pubbliche, eventualmente bilancio d'investimento proprio o accantonamento di una percentuale del bilancio dei lavori pubblici, meccanismi di consultazione dei gruppi di ciclisti ecc.). Adesso che abbiamo fatto una bella scorpacciata di nozioni, torniamo a noi, cioè a Palermo: bisogna sottolineare che a differenza del Mobility Manager non esiste in Italia una normativa che determini la costituzione di un Ufficio Biciclette presso i Comuni. Al momento esiste solo una raccomandazione (quella buona, non pensate male) della Commissione Europea - DG Ambiente contenuta nel “libro arancio” Cycling: the way UFFICI BICICLETTE, UNO STRUMENTO PER PROMUOVERE LA MOBILITÀ DOLCE AGENDA 21 75 ahead for town and cities, pubblicato anche in Italiano dal Ministero dell’Ambiente con il titolo Città della bicicletta, città dell’avvenire. Da quanto detto si comprende che l’istituzione dell’UB manifesta una aperta volontà dell’amministrazione di indirizzare la propria azione verso la mobilità ciclabile. Ebbene a Palermo l’ufficio biciclette esiste da molti anni (chi scrive non è riuscito a reperire la delibera di istituzione) ma non se ne percepisce la presenza (alla luce delle prerogative citate sopra), non ha un sito, non convoca riunioni e non palesa la sua azione nei confronti della cittadinanza. Visto il momento storico di “cambiamento culturale” e facendo tesoro della buona volontà dell’amministrazione che lo ha istituito riteniamo che sarebbe il caso di una rifondazione di questo ufficio (coinvolgendo il tessuto associativo della città) restituendolo alla sua prerogativa istituzionale cioè una “porta” che il cittadino sa di trovare sempre aperta sui temi trasversali della ciclabilità urbana. Siamo convinti che ciò non possa che giovare al cambiamento; voi cosa ne pensate? fonti: sito FIAB sull’argomento (www.fiabpalermociclabile.it), testo di agenda 21 locale, sito del comune, articoli di Mobilita Palermo vari;

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
22 mar 2017

VIDEO ESCLUSIVO | Passante Ferroviario: Dentro le gallerie da Notarbartolo a San Lorenzo

di Fabio Nicolosi

Si è svolta ieri mattina una visita in cantiere promossa da Mobilita Palermo e supportata dalle principali testate locali, Ferrovie dello Stato Italiane, Rfi, Italferr e Sis con l'intento di promuovere la conoscenza dei lavori in corso lungo buona parte del tracciato del raddoppio del passante ferroviario di Palermo. L'evento ha riscosso parecchio successo anche tra i partecipanti che hanno così potuto osservare e immaginare ciò che sarà a lavori conclusi e ciò che si sta realizzando con grandi sforzi e con tanta voglia di migliorare la città. Il tour è iniziato presso la fossa di lancio di Marisol, la ormai famosa talpa meccanica che scaverà il tunnel tra le fermate di Notarbartolo e De Gasperi - Belgio. Su Marisol dedicheremo un ulteriore approfondimento, al momento ci limitiamo ad informarvi che si aspetta il decreto dell'Arpa per avviare definitivamente la macchina che al momento è già in galleria, ma quasi ferma e che si spera possa iniziare lo scavo a maggio. Dopo aver indossato i dispositivi di sicurezza per entrare in cantiere (pettorina, scarpe anti-infortunistica e casco) e aver ricevuto una veloce spiegazione del programma siamo stati divisi in diverse macchine e abbiamo potuto percorrere quella che tra qualche mese verrà effettuata in treno e cioè la galleria ammodernata che da Notarbartolo conduce a De Gasperi - Belgio. La galleria risulta già strutturalmente completata, se non per qualche nicchia ancora in fase di ultimazione e che comporterà ancora qualche settimana di lavoro. Giunti a De Gasperi abbiamo potuto osservare il vecchio portale rimasto intatto e inglobato nella nuova configurazione scatolare e la nuova fermata anch'essa strutturalmente pronta. Sfruttando la rampa di cantiere siamo usciti proprio nei pressi del ponte di Via Belgio e abbiamo sostato sulla fossa di uscita della TBM. Proseguendo dalla viabilità di cantiere ci siamo soffermati su Via Monti Iblei per notare lo stato dei lavori. Ci è stata confermata da parte di RFI la volontà di sistemare a verde tutto lo spazio sovrastante il tracciato ferroviario almeno tra le fermate De Gasperi - Belgio così da poter dare un nuovo lustro alla zona da sempre spaccata proprio dalla linea ferrata. Tappa fondamentale è stata la fermata Francia dove abbiamo potuto osservare come rispetto all'abbattimento del diaframma avvenuto il 9 Marzo i lavori siano avanzati velocemente portando a termine non solo lo scavo, ma anche la realizzazione del solettone di fondo. Mancano infatti solo 50 metri per completare del tutto il "fondo" della galleria tra Francia e San Lorenzo. In superficie invece si sta provvedendo su Via Enzo Biagi (ex Via Nuova) a completare la viabilità vista la scadenza dell'ordinanza per la chiusura. Sempre sul cantiere Francia ricordiamo che i lavori prevedono la realizzazione di una nuova viabilità che collegherà Viale Francia con Via Nenni ed è già previsto dal PRG anche la possibilità di far proseguire Via Pietro Nenni fino a Via Roentgen proprio a pochi passi dall'ospedale Cervello e dall'agenzia delle entrate. Durante il reportage abbiamo voluto dare spazio anche a chi giorno dopo giorno ha faticato per completare l'opera e quindi gli addetti ai lavori, gli operai che in ogni condizione atmosferica, nonostante i numerosi problemi che un grosso cantiere possa avere, hanno sempre lavorato garantendo ottimi ritmi di lavorazione. Un GRAZIE va sopratutto a loro e a tutte le maestranze della SIS Infine ultime due tappe del "tour" hanno visto protagoniste la fermata La Malfa - Ex Ems, prima fermata della tratta C e prima delle fermate già completate e corredate di doppio binario e la fermata San Lorenzo, storica stazione che è stata completamente rivoluzionata e che di storico ha mantenuto solo la posizione. Concludendo quando sarà possibile tornare ad utilizzare il treno per recarsi all'aeroporto? Presto, entro fine anno. E per il doppio binario? Beh la scadenza è sempre dicembre 2018 Quando la prossima visita? Si spera presto, magari tra qualche settimana non appena partirà Marisol. E su Vicolo Bernava? La situazione fortuntamente si sta "sbloccando" e dopo il parere positivo dell'ARTA (Assessorato regionale territorio e ambiente) che si è fatto attendere oltre un anno non resta che l'ultimo decreto dal dipartimento urbanistica sulla pubblica utilità del progetto per poter procedere con gli espropri e iniziare i lavori, si spera dopo l'estate. E se il contenzione tra SiS ed Rfi avanza all'interno dei tribunali, la notizia fondamentale è che la ditta ha garantito che completerà l'opera perchè anch'essa ha tutto l'interesse a portarla a termine. Non resta dunque che ringraziare chi ha permesso tutto ciò, chi ci ha messo la faccia, chi ha voluto fortemente questa iniziativa, il responsabile dell'ufficio stampa di FS Renato Granato, il referente di progetto per RFI l'ing Filippo Palazzo, il project manager di Italferr l'ing Salvatore Vanadia e tutti i vari tecnici che ci hanno accompagnato e che hanno risposto alle domande durante l'intera mattinata. Prima di lasciarvi non vi resta che gustarvi questo video: Ti potrebbe interessare anche: Passante Ferroviario di Palermo VIDEO e FOTO | Passante Ferroviario: Abbattuto l’ultimo diaframma tra Francia e San Lorenzo

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
22 mar 2017

Pedalata | Mercoledì 22 Marzo: “sera in sella”

di Mobilita Palermo

Palermonotteinbici organizza per Mercoledì 22 Marzo 2017 una pedalata notturna con partenza e arriva a Piazza Castelnuovo Ecco i dettagli: Raduno a Piazza Castelnuovo ore 21:00 Partenza ore 21:30 circa La pedalata sarà facile con un percorso rilassante ( 15,19 Km ) studiato per tutti i ciclisti Ecco l'itinerario: Piazza Politeama Via Ruggero Settimo Via Cavour Via Francesco Crispi Via Cala Via Foro Italico Umberto | Via Lincon Piazza Giulio Cesare Corso Tukory Via S.Francesco Saverio Via Carlo Forlanini Via Generale Cadorna Luigi Via Del Bastione Piazza Della Vittoria Via Vittorio Emanuele Piazza Bologni .......sosta 15 minuti circa Via Vittorio Emanuele Via Matteo bonello Via Papireto Corso Alberto Amedeo Via Costantino Lascaris Via Contessa Adelasia Via Antonino Veneziano Via Dante Via Serradifalco Piazza Principe di Camporeale Via Perpignano Via Andrea Anfuso Via La Manna Via Pippo Rizzo Via Luigi Eredia Via Ruggerone da Palermo Piazza Noce Via Nazario Sauro Viale Regione Siciliana Via Giotto Via Galileo Galilei Via Principe di Paternò Via Liberta Arrivo a Piazza Politeama VADEMECUM semplificativo DURANTE LA PEDALATA: * RISPETTARE IL CODICE STRADALE * MANTENERE LA DESTRA * LASCIARE LIBERA UNA CORSIA A SINISTRA * FAVORIRE IL PASSAGGIO DEI VEICOLI A MOTORE * FAVORIRE IL PASSAGGIO DELLO STAFF SUL LATO SINISTRO * MANTENERE IL GRUPPO COMPATTO * USARE LE CORSIE PREFERENZIALI, SE INDICATI DALLO STAFF * NON SUPERARE LA TESTA, non attardarsi in coda e non salire sui marciapiedi poiché la pedalata si svolge in strada * In caso di pausa, questa finisce al fischio dello STAFF * Lo STAFF non può dare assistenza tecnica. PRIMA DELLA PEDALATA DI PALERMONOTTEINBICI: * In caso di CONDIZIONI ATMOSFERICHE AVVERSE nelle 3 ore antecedenti alla pedalata, questa sarà rimandata a DATA DA DESTINARSI * E’ necessario arrivare all’appuntamento con la bici perfettamente funzionante, in particolare luci e freni * L’uso del casco è consigliato (OBBLIGATORIO PER I BAMBINI) NB: È ALTAMENTE CONSIGLIATO (ANZI OBBLIGATORIO ) INDOSSARE IL GIUBBINO CATARIFRANGENTE IN BICI DI SERA, MONTARE LE LUCI DI POSIZIONE PER LA BICI, ESSERE VISIBILI E PRUDENTI! Buon divertimento e buona pedalata da Palermonotteinbici

Leggi tutto    Commenti 0