Articolo
18 ott 2017

Riaprire il Castello Utveggio: nasce un’associazione a salvaguardia del monumento

di Giulio Di Chiara

Uno dei luoghi più belli della città, da dove si può ammirare un panorama mozzafiato sulla Conca d'Oro e non solo. Purtroppo oggi chiuso dopo anni di gestione del Cerisdi, si appresta a diventare l'ennesimo gioiello chiuso e abbandonato. E' nata così una associazione, denominata "Salviamo Castello Utveggio. L'impegno è stato sottoscritto da oltre cento personalità  della politica,  tra i firmatati, la scrittrice Simonetta Agnello Hornby, la figlia di Leonardo Sciascia, il giudice Giuseppe Ayala, il rettore dell’Università “Kore” di Enna, Giovanni Puglisi, e vari presidenti appartenenti al mondo della cultura e delle associazioni. L'obiettivo è fare fronte comune per richiedere un tavolo di dibattito con la Regione Siciliana, al fine di avviare progetti di riqualificazione del Castello e trasformarlo in un centro polifunzionale. Mobilita ovviamente sostiene la riapertura di questo luogo meraviglioso e contribuirà a diffondere tutte le notizie utili in merito. Vogliamo anche ricordarvi la storia del Castello, direttamente da Wikipedia: Il palazzo non ebbe mai una funzione militare, infatti la costruzione dell'edificio iniziò nel 1928, venne ultimato nel 1933 ed inaugurato l'anno successivo. Il progetto era dell'architetto Giovan Battista Santangelo, professore della Facoltà di Ingegneria dell'Università di Palermo, che lo eseguì per volere del cavaliere Michele Utveggio. Il cavaliere, che aveva acquistato nel 1927 i terreni dal comune di Palermo, finanziò l'intera opera, compresa la strada di collegamento e il sistema di approvvigionamento idrico. L'edificio venne quindi adibito ad albergo di lusso, al quale venne dato il nome di Grand Hotel Utveggio. La posizione fu scelta per sfruttare l'invidiabile vista sul golfo di Palermo e sull'intera città e, allo stesso tempo, emulare l'hotel Villa Igiea costruito nelle vicinanze. L'impresa costruttrice, di proprietà dello stesso cavaliere Utveggio, all'epoca era una delle più moderne ed attrezzate della regione tanto che riuscì nella difficile opera in soli 5 anni. Purtroppo l'idea imprenditoriale non ebbe fortuna nonostante l'offerta per l'epoca fosse estremamente competitiva. Dopo poche stagioni in affari, già all'inizio della seconda guerra mondiale l'attività era in forte declino; in questo periodo si tentò di aprirvi un casinò ma senza successo. La guerra e l'utilizzo della zona da parte delle truppe fasciste inizialmente, e di quelle alleate in un secondo tempo, decretarono la chiusura definitiva dell'impianto che restò per molti anni abbandonato e vandalizzato. Il Cerisdi Nel 1984 venne acquistato e restaurato dalla Regione Siciliana ed affidato nel 1988 ad un ente con personalità giuridica per la realizzazione di una scuola manageriale, il Cerisdi, centro di alta formazione tuttora operante[1]. In questa occasione vennero aggiornati gli interni originali e furono adeguati gli impianti idraulici, elettrici ed informatici per rendere la struttura moderna. Secondo una testimonianza resa al processo Borsellino quater da un brigadiere addetto al distaccamento della Forestale di Palermo-Falde "abbiamo sentito via radio che il torrettista della postazione monte Pellegrino ci ha comunicato che vedeva del fumo provenire dalla zona di via D'Amelio. La torretta è sotto il Cerisdi"[2]; le testimonianze nel medesimo processo hanno comunque escluso che l'edificio fosse in uso ai servizi segreti, come pure era stato adombrato[3].

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
17 ott 2017

Il ministro Delrio inaugura la Campofelice di Roccella – Ogliastrillo, ma….

di Fabio Nicolosi

E' stato inaugurato ieri mattina il nuovo tracciato ferroviario Campofelice di Roccella - Ogliastrillo, sulla linea Palermo - Messina. Presenti Graziano Delrio ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Maurizio Gentile amministratore delegato di RFI, Carlo Carganico amministratore delegato di Italferr, Luigi Bosco assessore regionale delle infrastrutture e e dei trasporti. Sull'attivazione avevamo già dato notizia qualche settimana fa (clicca qui per la notizia). Le novità riguardano l'apertura entro fine anno del raddoppio del tratto mancante e quindi dalla stazione di Lascari a Ogliastrillo. Così verranno portati a termine i lavori di questo primo lotto; riguardo il secondo lotto che ricordiamo essere nel tratto tra Ogliastrillo e Castelbuono i cui lavori sono già stati consegnati all'impresa Toto Costruzioni dovrebbero presto prendere il via per essere completati entro il 2022 per un costo totale di 940 milioni di euro. Altra importante novità è stata la conferma di un finanziamento di 144 milioni di euro per la riattivazione della Palermo Trapani Via Milo, fondamentale arteria che consente non solo il collegamento tra due capoluoghi di regione e due provincie, ma anche il collegamento tra due aeroporti dell'isola. Investimenti sono previsti anche per la Palermo - Catania, vi rimandiamo all'articolo pubblicato sul network nazionale Ma purtroppo dopo le notizie positive è giusto far cenno anche alle notizie negative.. La prima e forse la più interessante è che sebbene i lavori per il raddoppio ferroviario tra Palermo e Punta Raisi verranno completati entro fine anno, la linea sarà aperta all'esercizio commerciale non prima di marzo 2018, sarà quindi necessario attendere qualche altra settimana per poter utilizzare il treno per recarsi all'aeroporto. La notizia è da ritenersi ufficiosa. Altra notizia che siamo riusciti ad avere è che per quanto riguarda i lavori dell'anello ferroviario entro fine anno sarà parzialmente riaperta Viale Lazio, ed entro i primi mesi del 2018 (si ipotizza Marzo) sarà riaperta completamente Viale Lazio e Via E. Amari, nel tratto attualmente cantierizzato. Inoltre nelle prossime settimane verrà stilato un nuovo crono-programma dei lavori che scandirà i cantieri e le aree da cantierizzare. Piuttosto che pubblicare foto di politici, preferiamo lasciarvi con un paio di foto di coloro che spesso non vediamo sui giornali o in prima pagina, ma che permettono che i lavori vengano portati avanti. Gli uomini e le donne di Rfi e Italferr, a loro va il nostro ringraziamento: Ti potrebbe interessare anche: Raddoppio Fiumetorto – Ogliastrillo | Fotostoria dell’attivazione del nuovo binario tra Lascari e Ogliastrillo Il Ministro Delrio inaugura il tracciato Campofelice di Roccella – Ogliastrillo Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 22
Articolo
16 ott 2017

Da Ztl in via Libertà ai nuovi bus, l’Assessore alla Mobilità batte un colpo

di Antony Passalacqua

Dopo la nostra lettera pubblicata lo scorso venerdì dove si parlava di un assessore alla mobilità latente, e alla luce di vari interventi di immediata attuazione in città, riportiamo l'articolo di Repubblica-Palermo dove l'assessore Riolo illustra un po' a tutto campoqueli saranno i provvedimenti a breve e medio termine. Da Ztl in vià Libertà, dal bando di gara per l'acquisto di nuovi bus, alla nostra proposta di prolungamento della navetta Expressa dal parcheggio Basile fino alla stazione Centrale, nuove piste ciclabili. Nessun cenno sull'istituzione di nuove navette, produttività ztl e biglietto integrato. Non resta che attendere e verificare.

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
14 ott 2017

AMAT | Sei linee subiranno una variazione al percorso a causa della Gran Prix di Triathlon

di Mobilita Palermo

Sbarca a Mondello la finale Gran Prix di Triathlon. L'appuntamento sportivo è fissato per domenica 15 ottobre, dalle 5 alle 16. A tal proposito, l'Amat ha previsto la modifica temporanea del percorso di sei linee che collegano la città con la borgata marinara: La linea 544 devierà per via San Lorenzo, via Lanza di Scalea, piazza Bolivar, via Partanna Mondello, via Castelforte, viale Cavarretta, via Galatea, viale Principe di Scalea, viale Margherita di Savoia, viale Venere, viale dell'Olimpo, piazza Bolivar, viale Lanza di Scalea, villa Adriana, normale percorso verso piazzale Lennon. La linea 603 percorrerà il normale percorso fino al lungomare Cristoforo Colombo, dove farà inversione di marcia in via Gualtiero da Caltagirone, per tornare verso viale del Fante. La linea 614, proveniente da Stadio, manterrà lo stesso percorso fino in viale Galatea, per poi girare a sinistra in via Palinuro, parcheggio Galatea e ritorno normale verso via Ninni Cassarà (capolinea). La linea 606 seguirà lo stesso percorso della linea 614 fino in via Lanza di Scalea. A seguire, Partanna Mondello, via Castelforte, viale Cavarretta, via Galatea, viale Principe di Scalea, viale Margherita di Savoia, viale Venere, viale dell'Olimpo, piazza Bolivar, viale Lanza di Scalea, villa Adriana, viale Strasburgo, via De Gasperi, via villa Sofia, piazzetta Salerno e viale del Fante (capolinea) La linea 616, proveniente da Stadio, percorrerà via De Gasperi, viale Strasburgo, villa Adriana, via Lanza di Scalea, piazza Bolivar, per poi riprendere il normale percorso. Al ritorno, da Barcarello, una volta in via Nicoletti, proseguirà da piazza Bolivar, via Lanza di Scalea, villa Adriana, viale Strasburgo, via De Gasperi, via villa Sofia, piazzetta Salerno, viale del Fante, via Ninni Cassarà (capolinea). La linea 645, proveniente da Stadio, percorrerà via De Gasperi, viale Strasburgo, villa Adriana, via Lanza di Scalea, piazza Bolivar, viale dell'Olimpo, via Castelforte e normale percorso. Da Partanna Mondello, invece, non ci sarà nessuna deviazione. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 ott 2017

AMAT | Incrementato il numero delle postazioni operative per le procedure di rilascio del pass ZTL

di Mobilita Palermo

Per velocizzare le procedure di rilascio del pass ZTL (zona a traffico limitato) e per rispondere alla maggiore richiesta nel periodo di rinnovo, l’Amat ha incrementato il numero delle postazioni operative presso l’ufficio di via Borrelli. Per evitare il prolungarsi dei tempi di attesa agli sportelli, l’azienda invita l’utenza a valutare le opzioni di rinnovo pass on line attraverso il portale della mobilità del Comune di Palermo (link in basso), dove è possibile trovare eventuali chiarimenti in merito alle procedure di rilascio ex novo, conseguenti alla verifica dell’esistenza dei requisiti necessari per il rilascio del pass. Sono inoltre attivi gli sportelli Aci abilitati al servizio. RINNOVO PASS Per i pass ZTL in scadenza, è necessario effettuare una nuova richiesta tramite: - Sportelli AMAT di via Borrelli, 16 - PALERMO - Delegazioni ACI autorizzate - Portale ZTL Palermo Mobilità Sostenibile (utenti registrati). Come prevede il disciplinare sulla Ztl, i pass sono suddivisi in: Annuale residenti (con vetture da euro 0 a euro 2 o diesel euro 3) – 90 euro; residenti (con vetture da euro 4 a euro 6 o benzina Euro 3) – 80 euro; parenti di coloro che risiedono nella ZTL e necessitano di assistenza domiciliare – 100 euro. Non residenti con motivi di lavoro, studio o salute (con vetture da euro 4 a euro o benzina euro 3) – 100 euro. Per tutti, con vetture ibride benzina/elettrico o benzina/gas – 50 euro; autolinee, mezzi pesanti turistici (noleggio con conducente per trasporto di persone e bus turistici), servizi turistici di linea – 600 euro. Semestrale Per tutti, con vetture a benzina (da euro 3 a euro 6) e a diesel (da euro 4 a euro 6) – 50 euro; per tutti, con vetture ibride benzina/elettrico, benzina/metano e benzina/gpl – 25 euro; autolinee, mezzi pesanti turistici (noleggio con conducente per trasporto di persone e bus turistici), servizi turistici di linea – 300 euro. Mensile per tutti, con vetture a benzina (da euro 3 a euro 6) e a diesel (da euro 4 a euro 6) – 20 euro; per tutti, con vetture ibride benzina/elettrico, benzina/metano e benzina/gpl – 10 euro; autolinee, mezzi pesanti turistici (noleggio con conducente per trasporto di persone e bus turistici), servizi turistici di linea – 120 euro. Giornaliero per tutti, con vetture a benzina (da euro 3 a euro 6) e a diesel (da euro 4 a euro 6) 5 euro, di colore azzurro; per tutti, con vetture ibride benzina/elettrico, benzina/metano e benzina/gpl – 2,50 euro, di colore verde; autolinee, mezzi pesanti turistici (noleggio con conducente per trasporto di persone e bus turistici), servizi turistici di linea – 30 euro. Il pass per le auto elettriche è sempre gratuito. Il pass per i cittadini con limitata o impedita capacità motoria è sempre gratuito. Per maggiori informazioni è possibile consultare il Portale della Mobilità del Comune di Palermo. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 ott 2017

AAA Cercasi Assessore alla Mobilità di Palermo

di Antony Passalacqua

Sono passati quasi tre mesi da quando l'attuale assessore alla mobilità, Iolanda Riolo, si è insediata assieme al resto della Giunta Comunale. Un periodo in cui abbiamo voluto attendere per vedere dei provvedimenti in materia di traffico e mobilità qui in città; lasciar passare magari quel mesetto di rodaggio giusto per far prendere confidenza con la macchina comunale e avere contezza della situazione ereditata. Ma siamo al 13 ottobre e ancora oggi nessun provvedimento concreto è stato attuato. L'accensione delle telecamere della ztl non è altro che lo step successivo al periodo di pre-esercizio già programmato da circa 6 mesi mentre il bando di concorso per la progettazione delle nuove linee tranviarie è anch'esso un provvedimento della precedente Giunta. Gentile Assessore, andiamo subito al sodo senza tanto dilungarci in giri di parole. Lungi dal voler pavoneggiare la solita critica sterile fine a se stessa ma le suggeriamo alcuni provvedimenti e temi senza dubbio importanti per l'intera città.   Produttività Ztl: grazie all'accensione delle telecamere, abbiamo preso atto che tanti sono coloro che disconoscono le più elementari regole del Codice della Strada, violando l'accesso alla Ztl. La conseguente impennata di contravvenzioni dovrebbe spingere l'Amministrazione a introdurre un sistema di incentivi di tipo economici per l'acquisto di veicoli a 2 ruote (elettrici/muscolari) e la conversione ad impianti gpl/metano per le auto almeno dei residenti  all'interno del perimetro della ztl che posseggono veicoli Euro-3.   Prolungamento Navetta express Basile-Indipendenza: l'attuale collegamento fra il parcheggio Basile e piazza Indipendenza è pressoché inutile oltre che uno spreco di denaro in quanto le vetture circolano perennemente vuote. Non è certamente un parcheggio realizzato per turisti ma ha uno specifico scopo essendo esterno al Centro Storico. Dal parcheggio Basile partono già 2 linee per il centro città (104, 118) con passaggio da piazza Indipendenza, e una sola linea diretta alla stazione centrale (109). A queste aggiungiamo le linee di transito quali 108 (direzione piazza Castelnuovo) e 234 (stazione centrale). Perché prolungare la navetta express fino alla stazione centrale? Intanto è un nodo intermodale dove confluiscono treni, tram e soprattutto pullman. Il che agevolerebbe non di poco i tanti studenti fuori sede con residenza nei pressi del parcheggio Basile. Altro aspetto importante è via Roma e la ztl perché istituendo un collegamento rapido fra piazza Giulio Cesare e il parcheggio Basile si agevolerebbe non di poco chi, provenendo da fuori città o da zone esterne la ztl, vorrà lasciare la propria auto a Basile e giungere dinanzi via Roma in soli 10' (tempo stimato di percorrenza senza fermate). Un ulteriore aiuto a quelle attività commerciali che reclamano collegamenti rapidi e parcheggi. Sfruttiamo bene quello che è già disponibile.   Biglietto integrato Amat-Fs: ne abbiamo parlato tantissime volte ed è argomento noto in città. A che punto è la trattativa con Trenitalia? C'è un aggiornamento su questo tavolo tecnico? Le ricordiamo che a Dicembre riaprirà la linea ferroviaria per l'Aeroporto Falcone-Borsellino e con esso alcune nuove fermate del Passante Ferroviario. Continuare a dover pagare 2 ticket sarebbe disastroso.   Attuazione piano delle corsie riservate ai mezzi pubblici:  anche qui, a che punto siamo?  Il piano prevede la protezione con cordoli di vari tratti di corsie preferenziali ma soprattutto l'istituzione di una corsia bus lungo corso Finocchiaro Aprile.   Aquisto nuovi bus Amat e autosnodati: Il bando era stato annunciato già prima dell'estate e non si è saputo più nulla. Fondi Pon-Metro che consentirebbero di acquistare anche ben 10 autosnodati. Consulta Nuove navette express per i collegamenti con le fermate del Passante Ferroviario: a dicembre verrà riaperto il collegamento ferroviario con l'aeroporto Falcone-Borsellino (finalmente!). Riaprirà anche la nuova fermata di Tommaso Natale dotata di parcheggio per auto e pullman. Istituire una navetta express capace di collegare la fermata con la borgata di Mondello?   Assessore, potremo parlare di piste ciclabili, pannelli a messaggio variabile lungo la circonvallazione, dei nuovi sovrappassi lungo la circonvallazione, della consulta delle biciclette.  Quelli che abbiamo riportato sono solo alcuni punti e proposte di cui potrà trovare riscontro presso gli uffici del Polo Tecnico di via Ausonia. Lei che ne pensa?            

Leggi tutto    Commenti 20
Articolo
12 ott 2017

Prenotare una prestazione sanitaria tramite Whatsapp? Il nuovo servizio offerto dagli ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello

di Mobilita Palermo

Attivato il servizio di prenotazione tramite i social network. Oltre 500 richieste di prestazioni sanitarie inoltrate via WhatsApp dai cittadini nella prima settimana di apertura del servizio. Piace molto il nuovo sistema per prenotare visite ed esami specialistici a Villa Sofia, Cervello e Cto attraverso WhatsApp, l’applicazione di messaggistica gratuita per Smartphone, Iphone, Mac e Pc. Sono state 554 le richieste allo sportello on line del Centro Unificato Prenotazioni (Cup) dell’Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti, diretta dal Commissario Maurizio Aricò. Basta fotografare l’impegnativa del medico curante e inviarla attraverso WhatsApp a due recapiti telefonici. Per le prescrizioni urgenti (priorità U) o a “breve” (B), la foto con l’impegnativa del medico curante va inviata al 335 1062022. Per le impegnative che invece prevedono la priorità differita (D) O programmata (P), la foto va inviata al 335 1060823. Un operatore provvederà a contattare l’utente nel più breve tempo possibile. Sono escluse dall’invio attraverso WhatsApp le richieste per esami di Laboratorio che non necessitano di prenotazione: basta recarsi direttamente presso i laboratori del Cervello e di Villa Sofia; per le prestazioni radiologiche, altre modalità sono indicate nel sito dell’Azienda www.ospedaliriunitipalermo.it, alla finestra del Cup. Con l’attivazione del servizio di prenotazione con WhatsApp, messo a punto dal Servizio informatico aziendale, sono state disabilitate le linee di fax 091 7808101 e 091 7804067. “I risultati della prima settimana - sottolinea il Commissario di Villa Sofia-Cervello Maurizio Aricò - lasciano intendere che il nuovo servizio piace agli utenti. Una modalità più pratica e moderna che semplifica la prenotazione. Ancora una volta una sanità amica, più vicina alllo stile di vita attuale di tutti noi”. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 1